Scusami, per molti difficile parola.

17 dicembre 2016 ore 05:06 segnala
"Scusa", quand'è l'ultima volta che abbiamo sentita questa parola? Forse oggi, forse ieri o forse molto tempo fa, dipende dalle persone che frequentiamo, alcuni la dicono spesso, altri raramente. Chiedere scusa appiana le dispute e spegne il fuoco simbolicamente parlando. La cosa bella sarebbe che chi si accorge di avere sbagliato chieda scusa umilmente e con sincerità e dalla parte opposta ci sia anche una persona pronta a perdonare. Certe volte l'orgoglio ci impedisce di scusarci e chiedere perdono, ma chi è veramente umile non ha questo problema.

A prova del fatto che anche gli apostoli di Gesù sbagliavano, ma erano pronti a scusarsi, notiamo come una volta l'apostolo Paolo chiese scusa, il racconto di Atti 23 dice:" Con lo sguardo fisso al sinedrio, Paolo disse: «Fratelli, io ho agito fino ad oggi davanti a Dio in piena rettitudine di coscienza». Ma il sommo sacerdote Anania ordinò ai presenti di percuoterlo sulla bocca. Paolo allora gli disse: «Dio percuoterà te, muro imbiancato! Tu siedi a giudicarmi secondo la Legge e contro la Legge comandi di percuotermi?». E i presenti dissero: «Osi insultare il sommo sacerdote di Dio?». Rispose Paolo: «Non sapevo, fratelli, che fosse il sommo sacerdote; sta scritto infatti: Non insulterai il capo del tuo popolo».

E' da notare che Paolo non aveva tutti i torti, perché un giudice non doveva ricorrere alla violenza, ma riconobbe prontamente che il suo modo di parlare era stato alquanto irrispettoso nei confronti del sommo sacerdote Anania.

Certe volte scopriamo che qualcuno non è più caloroso con noi, ci sembra un po freddino, eppure esaminandoci non ricordiamo di avergli fatto per male, che facciamo? Cosa possiamo fare Gesù lo consigliò ai suoi discepoli:"Se dunque tu presenti la tua offerta all'altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all'altare, va' prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna a offrire il tuo dono".

Ecco se abbiamo questa impressione anziché roderci dentro di pensieri cerchiamo un chiarimento, certe volte si ha un po' di colpa in due. Non ha importanza chi ha torto e chi ha ragione, ma chi prende l'iniziativa per chiarirsi. Mentre alcuni non si scusano mai, altri usano la parola scusa in modo frequente, come sinonimo di "permesso, permettimi". Comunque quando si chiede scusa è importante con quale tono della voce si chiede, lo scusarsi a denti stretti non va bene. Una cosa altrettanto importante nel chiedere scusa è che dovremmo essere determinati a non compiere nuovamente lo stesso errore per cui ci stiamo scusando.
f1ccfa5a-22c8-4015-aaa0-251d2379e9d4
"Scusa", quand'è l'ultima volta che abbiamo sentita questa parola? Forse oggi, forse ieri o forse molto tempo fa, dipende dalle persone che frequentiamo, alcuni la dicono spesso, altri raramente. Chiedere scusa appiana le dispute e spegne il fuoco simbolicamente parlando. La cosa bella sarebbe che...
Post
17/12/2016 05:06:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. Evelin64 17 dicembre 2016 ore 20:58
    Tante sono le sfaccettature della parola "scusa", ma forse la piu' importante è quella sentita profondamente, poichè dal momento in cui chiedi scusa, significa che hai preso coscienza di un errore...e non sempre è facile ammetterlo :-)
  2. sinceropreciso 19 dicembre 2016 ore 07:51
    @Evelin64
    Cosa impedisce quindi di chiedere scusa?
    (1)Penso l'alta stima di se, ossia l'orgoglio. La persona potrebbe sminuire la propria colpa pensando a scuse, attenuanti, si però, forse, se tu non avresti fatto questo o quello, insomma è sempre facile inventarsi scuse pur di non chiedere "scusa".
    (2)Un senso di giustizia, cioè se qualcuno offende 10 volte me, sarà difficile
    che io chieda scusa per una volta che ho sbagliato io.
    Ci sarà qualche altro motivo che trattiene le persone dal chiedere scusa, mi piacerebbe saperlo. :bye
  3. Evelin64 19 dicembre 2016 ore 07:53
    ..chiedere scusa è dover ammettere qualcosa....ma spesso tanti neanche si accorgono di aver fatto un errore, per cui le scuse non arriveranno se non riconoscono l'errore...
  4. sinceropreciso 19 dicembre 2016 ore 08:22
    @Evelin64
    Se non si accorgono di un errore, secondo me ci sono due possibilità
    (1) Se non è grave ed è per la prima volta, ci passeremo sopra.
    (2) Se però l'errore è grave e c'è qualcosa che ci turba, è necessario chiarirsi.
    Per chiarirsi intendo parlare a "tu per tu" senza pettegolare prima a destra e a manca come fanno alcuni. Per non incorrere nel pettegolezzo, personalmente chiedo di non parlare di terze persone e se dovessi essere costretto, parlerei come se la terza persona sia presente.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.