Après Midi.

29 dicembre 2018 ore 19:52 segnala
Un involucro tremante, esaminato da vicino, tocca la luce e da essa è toccato un velo rosa e rosso lo protegge mentre si ritrae negli anfratti a lui imposti, prigioniero del mondo infinito lo guarda soffocare, tra spasmi cui ama stringersi quando nella vita che s'affievolisce la vita s'espande.
Il contrario del ludo è spensierato perché esiste appena, ama lo sperma e le viscere e si secca dopo aver percorso asperità che scompaiono quando sono toccate.
Una strana, vaga, oggettività percorre questa superficie che non si limita mai a se stessa e che muove incessantemente, filtra, da barbagli grigiastri da sembianze fluttuanti tortora, da lampi soffici d'antracite e poi da neri chiari e bianchi scuri, bianchi sporchi, muove dalla pupilla e dall'erpice della palude e sussurra dal gorgoglìo del fango; muove piano e preme, ferma e procede, usura il tessuto.

Il suono della voce e l'aspetto di un essere umano che attraverso una bizzarra forma di parossismo ha assunto le sembianze di un evento naturale, una calcificazione materica, una sostanza minerale; come se finalmente fosse possibile osservare un essere vivente in una oggettività che renda possibile l'ammirazione... sarà il miracolo di qualcosa che non si poteva evitare.

E' un profumo dolce e doloroso di ciò che si disfa per poter esistere nel miracolo del respiro.


Stillare gran lunga siero per una goccia di sangue
trasuda dalla trama per l'attimo della superficie.




54929950-be8b-4be9-9faf-d10645b6b2d7
Un involucro tremante, esaminato da vicino, tocca la luce e da essa è toccato un velo rosa e rosso lo protegge mentre si ritrae negli anfratti a lui imposti, prigioniero del mondo infinito lo guarda soffocare, tra spasmi cui ama stringersi quando nella vita che s'affievolisce la vita s'espande. Il...
Post
29/12/2018 19:52:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.