La Danza dei Cavalieri

14 novembre 2016 ore 20:47 segnala
Le ultime tavole di metallo vengono calate giu' e domani con te gli ultimi momenti in cui mi sei vicina. Lo sei mai stata? Mai quel numero dove vedo i tuoi sorrisi. Un anno di noi su quei mattoni e su quelle pietre. Ogni giorno ti vedevo salire, ti vedovo scendere. Mai ho perso una sola occasione per gridarti ti amo. Passo' dopo piu' di 2 ore l'autobus quel giorno.
Rimarrà un posto senza polvere, senza ingombri, senza noi. Nel suo silenzio altri cammineranno, non noi, in quel posto senza polvere, senza ingombri. BBBAAAMMM BBAAAMMM dimenticare piu' forte dimenticare cavalcata di valkyria mi fa male tutto.
'' Poi ci sentiamo ti chiamo''...
ed è già Autunno.
Non potevo.
Addio
ac61a938-89c8-47d5-897c-565e532ebf1a
Le ultime tavole di metallo vengono calate giu' e domani con te gli ultimi momenti in cui mi sei vicina. Lo sei mai stata? Mai quel numero dove vedo i tuoi sorrisi. Un anno di noi su quei mattoni e su quelle pietre. Ogni giorno ti vedevo salire, ti vedovo scendere. Mai ho perso una sola occasione...
Post
14/11/2016 20:47:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Njlo 14 novembre 2016 ore 21:03
    Rimarrà un ricordo. Soprattutto rimarrà un rimpianto.
  2. vagarsenzameta 22 novembre 2016 ore 10:00
    Una immagine che preferisco visualizzare tramite la parte del cervello adibito alla fantasia,mi hanno colpita quelle lastre di metallo,un mistero,e poi la scena dell'autobus,sembra una memoria rielaborata e tradotta in immagine poetica.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.