Mamma per sempre!

18 settembre 2017 ore 20:03 segnala

Non sempre nella vita tutto sembra così scontato. Si passano anni impegnate in mille attività, studio, lavoro, sport, amici, viaggi … l’esistenza sembra perfetta così come la stiamo vivendo. Abbiamo un compagno che ci ama e tantissime cose che ci impegnano quotidianamente. Poi improvvisamente tutto cambia.
Andiamo a far la spesa e ci soffermiamo ad osservare i vestitini per bambini piccoli; da qualsiasi parte voltiamo lo sguardo riusciamo sempre a scovare una carrozzina, un passeggino o un pancione. Tutte le donne che incontriamo in età fertile sembrano in stato interessante. Che sta succedendo?
Poi torniamo a casa e quasi per una sorta di strana combinazione magica l’amica del cuore ci telefona per gridare eccitatissima ” Sono incinta!”.
E il nostro mondo inizia a vacillare!
Tutto ad un tratto quel dirompente desiderio naturale, istintivo, fisiologico, biologico, chiamatelo come volete, insomma il desiderio di maternità si affaccia in tutta la sua grandezza e bellezza. Ora è tutto chiaro, quel figlio lo vogliamo anche noi!
E il tuo lui? Che cosa pensa a riguardo? Magari te lo aveva già chiesto e tu avevi detto di aspettare oppure lui sembra lontano anni luce da questa nuova situazione appena scoperta!
Non possiamo attendere e vorremmo chiamarlo subito, oppure aspettiamo la sera e prepariamo una cenetta speciale. Oppure ancora speriamo che sia lui a fare il primo passo.
In ogni caso la speranza è quella che anche il candidato papà la pensi come te. E se e così noi donne ci buttiamo a capofitto in questa caccia alla cicogna. Compriamo libri, navighiamo su internet in cerca di tutte le informazioni necessarie: via su google con ovulazione, fertilità, concepimento, posizioni per aumentare la fertilità. Insomma in poche ore ci facciamo una cultura approfondita in materia e poi via con le danze.
Poco dopo i giorni fertili e i vostri compitini ben fatti ecco arrivare i primi sintomi o “fantasintomi“. Ci sentiamo già completamente incinte, con malesseri diffusi, nausee, stanchezze varie ed estremamente irritabili.
Abbiamo letto in rete o su un giornale che il seno ingrossato e dolente potrebbe essere uno dei primi sintomi. E ci ritroviamo ogni tanto a toccarci il seno per capire se fa male o no magari mentre stiamo facendola fila al supermercato . Un giorno fa male e il giorno dopo non sentiamo nulla e allora via ancora una volta a confrontarci per cercare di capire se va bene anche così. Il giorno del ciclo si avvicina sempre più, facciamo mille corse in bagno nel timore che stia per arrivare il ciclo o solamente per controllare che sia ancora tutto silente … e poi invece le maledette rosse arrivano, anche più puntuali del solito. Eppure sembrava proprio di esserci riusciti, la tristezza è tanta ma è anche il primo tentativo quindi via con il secondo turno. Non abbiamo tanta pazienza, anzi ne abbiamo ben poca, quel bambino lo vogliamo subito. E allora adottiamo la tecnica intensiva con temperatura basale, calcolatori, stick, i giorni fertili diventano un campo di battaglia strategico. Il nostro lui potrebbe risentirne, oppure è divertito da tanto interesse?
Chissà, in ogni caso la ricerca della cicogna, quando non arriva nei primi mesi, per noi diventa un problema, un grosso problema. Ed è normalissimo farsi un sacco di paranoie. E’ tipico di noi donne ma mi raccomando mai farsene una colpa!
Tutti ci dicono di stare tranquille, che l’ansia fa peggio, che loro sono rimaste incinte quando non ci pensavano più. Tutte parole sensate ma impossibili da mettere in pratica. Ci sentiamo ingabbiate in un vortice da cui vorremmo uscire con un bel positivo sul test di gravidanza.
Poi quella piccola linea rossa arriva carica di emozioni, gioia e lacrime. Una gioia indescrivibile che ci mette tutto ad un tratto una paura enorme. E adesso? Tempo di stare tranquille e goderci il momento proprio no eh??!
Ci rituffiamo in rete per capire cosa accadrà adesso, come ci dovremo comportare, quanto crescerò, quanto crescerà il bambino. Siamo assalite da mille domande che necessitano di una risposta urgente, immediata e comprensiva perché adesso … dentro di noi sta crescendo una nuova vita, aspettiamo un bambino!

0f728511-6bf4-4f01-a270-b0f8211c48ae
« immagine » Non sempre nella vita tutto sembra così scontato. Si passano anni impegnate in mille attività, studio, lavoro, sport, amici, viaggi … l’esistenza sembra perfetta così come la stiamo vivendo. Abbiamo un compagno che ci ama e tantissime cose che ci impegnano quotidianamente. Poi improv...
Post
18/09/2017 20:03:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. trenolento 18 settembre 2017 ore 22:23
    A te che stai arrivando
    concepita per amore
    batufolo di cotone
    cellule che si uniscono
    momento dopo momento
    A te che cresci nell'acqua
    A te che sorridi da dentro
    A te che danzi
    A te che scalci la vita
    A te che attraverserai la galleria
    A te che vedrai la luce
    A te che piangerai
    A te…
    A TE CHE ARRIVERAI
    A te che farai
    TOC TOC
    Toc toc
    Mondo posso entrare, sento che il momento sta arrivando, si nove mesi chiusa protetta nel mio guscio d’acqua quel cordone che mi nutriva ed io crescevo nuotavo e scalciavo la tua panciona.
    Toc toc
    Mammina voglio uscire so che ti farò male, quel dolore che però dimenticherai, dai aiutami spingi…si mammina sei forte farò la brava ho troppa voglia di vedere la fuori.
    Toc toc
    Mammina dai ecco quel guscio s’è rotto non posso più nuotare voglio emergere, dai mammina spingi, papino lo so che è li sento la sua mano nella tua, stringila forte anche lui mi aiuterà…
    Toc toc
    Siiiiii mammina il tuo grido l’ho sentito, brava brava, che paura di cadere adesso, ringrazio quelle mani che mi hanno raccolto ma la paura di cadere quella rimarrà lo so…
    Ehii!! Che fai sono appena arrivata e già mi sculacci “ma chi sei tu per farlo”…ahhh!!! Si ho capito vuoi farmi piangere subito…bello
    Si si ma che cosa è questa sensazione che sento entrare nel mio nasino?
    Ohhh!!!!!! La chiamano aria respiro e piango già…bella la mia vocina mammina?
    Mi sentirai spesso credo, ops ma sono ancora attaccata a li sulla tua pancia ormai vuota…che bella che sei mammina finalmente vedo i tuoi occhi il tuo viso..un pochino mostriciattola io…
    Ma cosa fanno che tagliano? Tagliano e poi annodano quel cordoncino che mi teneva ancora con te…adesso sono veramente sola…no mammina ci sarai sempre tu…e poi cos’è chi è questo con la mascherina che mi accarezza con un solo dito…a si è papino un po imbranatello…avrà pura di farmi male con la sua manona…no papino niente paura ..ma che fai piangi anche tu? Papone dai lo so che è di gioia…
    Toc toc
    Sono arrivata che fanno dove mi portano, dove ci portano?
    A si in un’altra stanza li tutte e tre insieme…
    Sarà bello lo so…
    Toc toc
    Adesso sono stanca…insomma un poco di fatica l’ho fatta anch’io non credete?
    Toc toc ho fame, fame di vita, fame di crescere, fame di gioia, contenta di esserci.
    Toc toc vediamo è l’ora della prima poppata, mmmm buonoooooo
    Toc toc
    GRAZIE MAMMINA, GRAZIE PAPINO
    GRAZIE PERCHE’ CREDETE ANCORA NELL’AMORE E NEL MONDO

    Tr.le
  2. SPICCHIODIFRAGOLA86 19 settembre 2017 ore 12:49
  3. trenolento 19 settembre 2017 ore 14:14
    ????

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.