BREVE AGGIORNAMENTO DELLA SITUAZIONE.

24 aprile 2013 ore 07:04 segnala


( traduzione Ben Boux www.lanuovaumanita.net)

Molte persone si chiedono quale sia la situazione per quanto riguarda l' Evento e che cosa è la causa di tutti i ritardi.

Come ho detto più volte, l' Evento non può accadere fino a quando non verranno trattate le forze negative non fisiche. La rimozione di esse richiede un mucchio di duro lavoro, senza gli immediati spettacolari risultati che molti si aspettano. Le forze della Luce avevano un piano per attivare l' evento nel 2012 all' interno di una delle finestre di opportunità. Ciò avrebbe richiesto la cooperazione cosciente e un grado di unità all' interno del movimento di Liberazione sulla superficie del pianeta. Come tutti sapete, questa unità non si è manifestata e in aggiunta a ciò, alcune persone chiave hanno preso decisioni sbagliate nei momenti cruciali, come spesso accade nella popolazione di superficie.

Le forze della Luce, oltre la superficie del pianeta, hanno quindi scelto un approccio più impermeabile, che non si basa molto sulla popolazione di superficie. Loro stanno rimuovendo gli ostacoli uno dopo l' altro fino a quando si verificherà la situazione matura per l' evento. Questo approccio richiede più tempo, ma il successo è molto più sicuro.

Fino alla svolta, gli Arconti non fisici stanno ancora manipolando il movimento di Liberazione sulla superficie di questo pianeta. La soap opera attuale Keenan / OPPT è un ottimo esempio di questo. Nessuno di questi due gruppi ha alcun reale potere geopolitico, così potete ignorare i loro conflitti del tutto, e piuttosto concentratevi di più su ciò che potete fare per contribuire alla liberazione planetaria.

Molte persone si aspettano anche che la rivalutazione delle valute accada da un giorno all' altro. Questo non è come la trasformazione del sistema finanziario accadrà. Il ripristino avverrà solo durante la manifestazione e il tasso di cambio tra le valute non cambierà drasticamente. Per rinfrescarvi la memoria, potete leggere questo articolo sul nuovo sistema finanziario: Il nuovo sistema finanziario, del 28 4 2012.

UCC – UNIFORM COMMERCIAL CODE

24 aprile 2013 ore 07:02 segnala


Immagina che tutta la nostra vita sia regolata da UNA SOLA legge commerciale internazionale – UCC – e che ad essa si riferiscano tutti, da ogni tipo di azienda agli la Stati e che per auto-controllo sulle sue applicazioni ogni entità giuridica sia iscritta ad un organismo – la SEC. Immagina che tre coraggiosi avvocati USA abbiano analizzato se davvero gli iscritti rispettavano le leggi commerciali da loro stessi scelte (UCC) scoprendo che NESSUNO, né stati, né banche, né multinazionali ecc ecc lo facevano ma che anzi, trasgredendole, hanno resi schiavi tutti gli umani per poter far arricchire a dismisura una piccolissima casta di ‘eletti’. Immagina che con una pazienza, fatica, CORAGGIO immensi i tre avvocati, seguendo i protocolli UCC abbiano messo in mora tutte le entità giuridiche inadempienti, messo sotto sequestro e pignorato legalmente tutti i loro beni e ricchezze a nome dell’Unico Popolo e del Libero Arbitrio che il Creatore donò a ciascun nato insieme alle ricchezze della terra.

Quindi ogni uomo oggi è stato LEGALMENTE liberato dalla schiavitù, è un appartenente all’Unico Popolo e OPPT (One People’s Public Trust) ha in custodia il suo sette-miliardesimo di ricchezze da consegnargli. Il Nuovo Paradigma Economico che si sta sperimentando per raggiungere l’obiettivo di ‘consegnare’ a ciascuno la sua ricchezza è allo studio dei fondatori per far sì che il vecchio paradigma non possa attaccare le azioni di redistribuzione. Io posso scrivere riassunti che sembrano favole, ma bisogna capire fino in fondo sia l’alto valore spirituale di OPPT (e questo tutti lo possono fare) sia i rivoluzionari risvolti giuridici, economici, sociali, legislativi ecc ecc che OPPT rappresenta (e qui ci vanno un pochino di competenze in vari settori) …I primi documenti pubblicati sulla Fb a inizio febbraio sono utili strumenti per comprendere la vastità e la portata della azioni vittoriose intraprese da OPPT e molto utili sono i collegamenti radiofonici di approfondimento del mercoledì sera che si possono riascoltare anche in seguito.

SCONFITTA LA ‘MADRE’ di tutte le leggi commerciali e finanziarie: l’UCC (Uniform Commercial Code) a cui ogni transazione si richiama per ‘legittimare’ le sue azioni economico-finanziarie-commerciali-POLITICHE è stato ingabbiato dalle sue stesse leggi violate da banche, trust pubblici e privati, Governi attraverso le azioni legali di messa in mora e di pignoramento intraprese da One People’s Public’s Trust (noto come OPPT) .
Che cosa comporta questo fatto ‘rivoluzionario’ per la vita quotidiana di ogni cittadino?
Ad esempio, che ogni debito verso banche, finanziarie, Equitalia, Stato, Comuni ecc. ecc. è DISSOLTO in quanto gli enti in questione sono stati ‘pignorati’ e deleggittimati nel loro agire a causa del loro operato in difformità della Legge Primaria che li legittimava: l’UCC (Uniform Commercial Code).
L.
Fonte http://www.opptitalia.org/index.php/oppt/2012-12-18-12-51-44/ultime-noti

MA LA RABBIA DOV’E’ FINITA ?

24 aprile 2013 ore 06:59 segnala
DI VALERIO LO MONACO
ilribelle.com


Sabato scorso, ospite nella puntata di In Onda su La7, Gianni Minoli ha rilasciato una dichiarazione interessante.
Secondo il conduttore Rai di Mixer, Grillo, letteralmente, «ha realizzato un grande miracolo democratico» perché, ecco il punto, con il MoVimento 5 Stelle ha «impedito la guerra civile». E ancora, in modo se possibile ancora più chiaro, «ha portato a votare, dunque in democrazia, la rabbia diffusa, trasversale, dei cittadini».
Si tratta di una esplicitazione eloquente di una tra le cose che sosteniamo da tempo. Il fatto che Grillo abbia incanalato nel suo partito tantissima della rabbia popolare forse in procinto di esplodere è stato un elemento determinante del suo impegno politico di carattere "sistemico", ovvero il tentativo (riuscito) di entrare all'interno delle istituzioni. A questo punto resta da chiedersi cosa sarebbe successo se tale rischio dell'esplosione del malcontento non fosse stato indirizzato, e riassorbito, nei voti all'M5S.
Quando scrivevamo, tempo addietro, che tra le conseguenze inevitabili del partito di Grillo c’era il depotenziamento di una rabbia, quella italiana, che stava montando e che prima o poi era plausibile venisse fuori, ci riferivamo esattamente a questo. E la dichiarazione di Minoli dell'altra sera ne è una ulteriore conferma.


Naturalmente non sostenevamo allora e tanto meno lo facciamo oggi che questo effetto sia stato scientemente ricercato dal movimento di Grillo, sebbene altri, invece, credano che sia proprio così. Non possiamo sostenerlo per il semplice motivo che al momento non ne abbiamo conferme e dunque non possiamo arrogarci certezze che non abbiamo. Volontà o meno, però, uno degli effetti più visibili di tutta la storia politica moderna italiana è esattamente questo: dal momento che il partito di Grillo è entrato in Parlamento, quella rabbia che stava montando molto rapidamente in Italia negli ultimi mesi appare del tutto diluita e contenuta nelle speranze legate al MoVimento 5 Stelle.
Per arrivare a quale obiettivo, o per sortire quale effetto, al momento non è dato sapere.
Sicuramente è ancora presto per tirare delle somme sull'esperienza di Grillo in politica all'interno delle istituzioni. Al momento però non si può che segnalare il fatto che le tre cariche più importanti dello Stato sono diretta emanazione dei partiti tradizionali, che il “nuovo” Presidente della Repubblica è lo stesso che all'epoca ci impose Monti e che l'agenda di quest'ultimo è l'unica che verosimilmente sarà portata avanti da qualsivoglia governo di “larghe intese” cui Napolitano spianerà la strada. Con in più però, rispetto a prima delle elezioni, il fatto che non si vede nessuna chance di visibilità e tanto meno di aggregazione di quelle che almeno sino a qualche mese addietro sembravano essere potenziali scintille di esplosione della rabbia sociale. Esplosione che non va confusa con la violenza che serve solo a farsi criminalizzare, ma di cui c'è a nostro avviso un reale bisogno, per cambiare realmente le cose.
La stessa scelta di portare avanti Rodotà, è stata di fatto, da parte dell'M5S, la prima apertura a una dinamica di tipo prettamente "politico". Come dire: votate Rodotà, che peraltro è uno dei vostri, e poi stabiliamo il da farsi. Come si vede, un approccio molto differente rispetto a un tipo di battaglia senza quartiere.
Ancora più interessante, e forse un altro elemento che conferma quanto appena detto, è la parziale retromarcia di Beppe Grillo, in merito alla protesta annunciata subito dopo l'elezione di Napolitano. Prima c'era stata una sorta di chiamata alle armi a Roma. Poi il tutto si è risolto in un innocuo corteo con una sorta di conferenza stampa edulcorata. Il Golpe è diventato un Golpettino, tanto per intenderci.
Sempre secondo Minoli, in merito alla manifestazione annunciata e poi di fatto disdetta, Grillo ha deciso «invece di fare il "comizio tremendo", di rimandare la manifestazione perché aveva capito che lì ci sarebbe potuta essere violenza». Siamo ovviamente d'accordo. Tutto è rientrato sui binari del "politicamente corretto". E la storia immonda di questa Italia, con questo Parlamento, va avanti.
Il problema è, adesso, che cosa se ne debba, o possa, fare di questa rabbia (se esiste ancora) incanalata su autostrade democraticamente collaudate come quelle istituzionali.
La domanda aperta, in altre parole, è se al momento attuale, in Italia, ci sia ancora bisogno solo di urlare oppure se non sia il caso, visto ciò che si prospetta, di capire che senza una mobilitazione permanente non si può fare altro che continuare ad assistere inermi al teatrino.
Valerio Lo Monaco
Fonte: www.ilribelle.com
Link: http://www.ilribelle.com/la-voce-del-ribelle/2013/4/23/ma-la-rabbia-dove-finita.html
8b6705b8-7284-45eb-876e-761d93379596
DI VALERIO LO MONACO ilribelle.com Sabato scorso, ospite nella puntata di In Onda su La7, Gianni Minoli ha rilasciato una dichiarazione interessante. Secondo il conduttore Rai di Mixer, Grillo, letteralmente, «ha realizzato un grande miracolo democratico» perché, ecco il punto, con il MoVimento 5...
Post
24/04/2013 06:59:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

SHOCKING FOOTAGE EMERGE: BOSTON SOTTO LA LEGGE MARZIALE

23 aprile 2013 ore 07:47 segnala

Metraggio Shocking è emerso da repressione 'legge marziale' di Boston il Venerdì di polizia che vanno di porta in porta e ordinando persone innocenti dalle loro case al punto di pistola.Questa solo una 'prova generale' per l'imposizione della legge marziale e uno stato di polizia totale in America?

FBI, polizia e squadre speciali vigenti porta a ricerche porta di casa di tutti, entro venti blocchi come l'intera città è stato posto sotto gli ordini di stare lontani dalle strade.

Il video, girato da un residente dalla propria casa di fronte, mostra la polizia abbaiare ordini a uomini e donne come loro li ordinano a mano armata per identificare se stessi, mettere le mani sulla testa, e uscire dalla propria casa. Vengono poi ordinato di correre giù per la strada per essere ulteriormente perquisite dalla polizia mentre decine di poliziotti armati militarizzati a guardare.

http://beforeitsnews.com/politics/2013/04/shocking-footage-emerges-boston-under-martial-law-2511904.html

BIOSCANNER TRIMPROB: LA MACCHINA CHE VEDE IN ANTICIPO I TUMO

23 aprile 2013 ore 07:20 segnala


Il Trimprob (Tissue Resonance Interfero-Meter Probe) è un sistema portatile per la diagnosi non invasiva delle malattie biologiche che consente di evidenziare in tempo reale e in maniera decisamente precoce diverse patologie, dagli stati infiammatori alle formazioni tumorali. Inventato dal fisico italiano Clarbruno Vedruccio, lo strumento, di semplicissimo utilizzo, consente di esaminare i diversi distretti del corpo umano in pochi minuti, senza la necessità di rimuovere gli indumenti e senza provocare il minimo disagio per il paziente.

Il dispositivo consiste in una sonda che, emettendo un campo elettromagnetico di esigua potenza, effettua un’analisi non invasiva dei tessuti che consente di rilevare la presenza di stati patologici (tra cui di particolare importanza le formazioni tumorali), e in un ricevitore che, mediante un programma software dedicato, consente di visualizzare l’interazione della sonda emettitrice con i tessuti e di registrare i test effettuati.

L’emissione elettromagnetica consiste nella generazione, con modalità peculiari, di tre frequenze in banda UHF (intorno a 460, 920 e 1350 MHz), ognuna delle quali è associata all’eventuale risposta generata da tessuti di tipologia differente; in particolare, il segnale sulla prima frequenza interagisce con le formazioni tumorali evidenziando sul display del sistema un abbassamento della riga spettrale.

Il TRIMprob è in grado di fornire in tempo reale lo stato di salute di tessuti e organi umani ed è in possesso del marchio CE quale “sistema elettromedicale per la diagnostica non invasiva”; iscritto nel Repertorio dei Dispositivi Medici del Servizio Sanitario Nazionale.

Prodotto dalla Galileo Avionica S.p.A., distribuito dalla TrimProbe S.p.A. (ambedue del Gruppo Finmeccanica) fino a gennaio 2008 su licenza di utilizzo brevetto del dr. Clarbruno Vedruccio. Poi misteriosamente la produzione e distribuzione è stata bloccata.

Il Prof. Clarbruno Vedruccio e sua moglie, la Dr.ssa Carla Ricci
Da allora l’Ing. Vedruccio e la moglie Carla Ricci – che si è impegnato in prima persona per fare sperimentare la sonda presso strutture ospedaliere del SSN - hanno cercato un nuovo partner industriale che credesse e investisse nel Trimprob.

Fortunatamente dal blog 22PASSI apprendiamo che che questo obiettivo è stato raggiunto e che la sonda, ora chiamata BIOSCANNER, verrà nuovamente prodotta da un’azienda Emiliana, la Tema Sinergie.

Ecco la puntata di Report andata in onda su RAI3 il 13/05/2012

Censura di Wikipedia Italia

Questa è la pagina inglese di Wikipedia dedicata al Timprob http://en.wikipedia.org/wiki/Trimprob, che dopo una breve descrizione e storia del dispositivo conclude dicendo che

È stato dimostrato che garantisce un alto tasso di accuratezza per la diagnosi precoce del cancro.

Fornendo tre link a dimostrare la validità di tale affermazione.

E confrontate con quello che offre Wikipedia italiana:
TRIMprob
È stata chiesta la cancellazione della pagina.
La pagina è stata cancellata
Come da discussione progetto medicina –Adert (msg) 11:58, 1 mag 2012 (CEST)

La storia
Il “bioscanner” viene prodotto, certificato e validato dal Ministero della Salute, distribuito in commercio. Elogiato da pubblicazioni scientifiche internazionali. Ma nel 2007 Finmeccanica dice basta: il progetto non è una priorità strategica per il gruppo. Cessa così la produzione della macchina che, in due minuti, identifica i tumori. Nel 2008 Trim Probe Spa è messa in liquidazione. Da allora Clabruno Vedruccio è costretto a mantenerne i costi di brevetto, non proprio alla portata di tutti. Una storia paradossale.

Una tecnologia rivoluzionaria nel campo della medicina viene chiusa in un cassetto dal colosso italiano della difesa, posto sotto il controllo di un Ministero della Repubblica. A testimoniarne l’efficacia, la presenza del Trim Prob in una cinquantina di centri italiani. Come il Sant’Andrea di Roma, dove si paga un ticket di 40 euro per sottoporsi all’esame. Sono i centri che sono riusciti ad averlo prima che smettesse di essere prodotto. Ha la validazione per l’uso su prostata e vescica, ma potrebbe con pochi sforzi burocratici essere utilizzato per altro.

Clicca qui per vedere dove è attualmente presente il bioscanner Timprob.
Ecco cosa dice la pagina web di Finmeccanca – Galileo Avionica Italia risalente al 2003 e che ancora non è stata cancellata, in cui si presentava il Trimprob al momento di uscire sul mercato:
Galileo Avionica, una Società Finmeccanica operante nel campo della Difesa, avvalendosi di competenze e tecnologie militari avanzate, ha industrializzato una strumentazione diagnostica, portatile e non invasiva, denominata TRIMprob(Tissue Resonance Interfero-Meter Probe), che consentirà di evidenziare in tempo reale e in maniera decisamente precoce diverse patologie, dagli stati infiammatori alle formazioni tumorali.
Lo strumento, di semplicissimo utilizzo, consente di esaminare i diversi distretti del corpo umano in pochi minuti, senza la necessità di rimuovere gli indumenti e senza provocare il minimo disagio per il paziente.
L’apparecchiatura è composta da una sottile sonda cilindrica della lunghezza di circa 30 centimetri alimentata a batterie e da un ricevitore. Un applicativo software appositamente elaborato da Galileo Avionica è deputato all’acquisizione, alla lettura e alla gestione dei dati diagnostici.
Il TRIMprob emette un segnale elettromagnetico di debole intensità, che si autosintonizza su frequenze caratteristiche delle strutture esaminate. Quando questo campo elettromagnetico incontra sulla propria linea di propagazione un aggregato in stato biologico alterato, si innesca un fenomeno di interferenza con la struttura in analisi.
Tale fenomeno, interpretato attraverso algoritmi proprietari, consente di identificare differenti patologie: neoplasie, fibromi, calcificazioni, stati infiammatori, problemi circolatori, lesioni osteo-articolari, muscolari e tendinee.
Interamente sviluppato in Italia il prodotto, basato sulla tecnologia HSM (Hybrid State Maser) ideata dal fisico Clarbruno Vedruccio e già presente in alcuni esemplari prototipici dallo stesso realizzati, è stato industrializzato da Galileo Avionica a seguito dell’acquisizione dei diritti di sfruttamento dall’inventore. Tale tecnologia consente di generare campi elettromagnetici ad alta coerenza spaziale e temporale e, grazie alle proprietà dei segnali HSM, rende possibile la realizzazione di sensori miniaturizzati in grado di interagire a livello microscopico con la “materia” da esaminare.
Questo risultato è stato raggiunto anche grazie alle competenze del Laboratorio Elettromagnetismo Avanzato dello stabilimento torinese di Galileo Avionica, che in oltre trenta anni di attività ha avuto in Italia e all’estero riconoscimenti di eccellenza, collaborando costantemente con Università e centri di ricerca sia civili che militari.
La tecnologia HSM offre notevoli prospettive di sfruttamento sia per applicazioni militari sia per la sicurezza nazionale, potendo essere utilizzata nella individuazione di materiali e ordigni esplosivi.
Le prime esperienze sono state infatti condotte dal Dr. Vedruccio sulla ricerca di disomogeneità nel terreno,finalizzate alla localizzazione di ordigni esplosivi interrati. Grazie alla sua felice intuizione, si è osservata un’interferenza dello strumento anche con la “materia” biologica, che ha consentito di realizzare un primo prototipo dimostratore. Da lì si è giunti oggi al TRIMprob, in grado di fornire in tempo reale lo stato di salute di tessuti e organi umani.
Al fine di certificarne la validità medico/diagnostica sono stati condotti e conclusi diversi protocolli di sperimentazione relativi a distretti clinici specifici, in particolare prostata, mammella e stomaco/duodeno. Tali studi hanno fornito risultati decisamente promettenti in termini di sensibilità, specificità e accuratezza della metodica.
Attualmente sono in corso sperimentazioni su fegato e polmone ed è prevista, a breve, l’attivazione di studi clinici relativi ad altri distretti quali cuore, tiroide, utero e pancreas.
La commercializzazione dei primi esemplari di TRIMprob, specifici per la prostata, è prevista per l’estate 2003.

Ecco la presentazione dell’inventore l’Ing. Vedruccio fatta dall’allora suo produttore (Galileo Avionica):
Clarbruno Vedruccio nasce nel 1955 a Ruffano (Lecce), consegue la maturità scientifica e si laurea in fisica (M.Sc.) negli USA, ottenendo poi il Ph.D. in Ingegneria elettronica.
Nel corso degli anni ’80 e primi anni ’90, collabora con Reparti d’Elite delle FFAA e con l’Istituto di Fisica dell’Atmosfera (FISBAT) del CNR di Bologna.
Nella seconda metà degli anni ’90 idea, perfeziona e brevetta la tecnologia HSM, realizzando alcuni dimostratori tecnologici del sistema oggi denominato Tissue Resonance Interferometer.
Dal 2000 collabora strettamente come consulente scientifico con la Galileo Avionica alle fasi di ricerca e sviluppo industriale della sua scoperta.

Come potete verificare leggendo il seguente atto parlamentare, Galileo Avionica smise di produrre la sonda diagnostica Trimprob (nonostante venisse già utilizzata in diverse strutture sanitarie pubbliche) nel 2007. (Fonte)

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-05944 -

Atto n. 4-05944

Pubblicato il 27 settembre 2011 - Seduta n. 610

LANNUTTI – Ai Ministri della salute e dell’economia e delle finanze. -

Premesso che:

Selex Galileo SpA è una società controllata dal Gruppo Finmeccanica, leader nei mercati dell’elettronica della difesa, che conta oltre 7.000 dipendenti e che nasce dalla fusione dell’italiana Galileo Avionica SpA e della britannica SELEX Sensors and Airborne Systems Limited;

Galileo Avionica SpA era la principale azienda italiana nel settore avionico. Progettava, sviluppava e produceva sistemi avionici ed elettro-ottici, equipaggiamenti spaziali per piattaforme e satelliti;

Galileo Avionica SpA nel 2004, ha industrializzato una strumentazione diagnostica, portatile e non invasiva, denominata TRIMprob (Tissue Resonance Interfero-Meter Probe);

nel comunicato stampa datato 27 febbraio 2003 si legge che questa strumentazione: consentirà di evidenziare in tempo reale e in maniera decisamente precoce diverse patologie, dagli stati infiammatori alle formazioni tumorali. Lo strumento, di semplicissimo utilizzo, consente di esaminare i diversi distretti del corpo umano in pochi minuti, senza la necessità di rimuovere gli indumenti e senza provocare il minimo disagio per il paziente. L’apparecchiatura è composta da una sottile sonda cilindrica della lunghezza di circa 30 centimetri alimentata a batterie e da un ricevitore. Un applicativo software appositamente elaborato da Galileo Avionica è deputato all’acquisizione, alla lettura e alla gestione dei dati diagnostici. Il TRIMprob emette un segnale elettromagnetico di debole intensità, che si autosintonizza su frequenze caratteristiche delle strutture esaminate. Quando questo campo elettromagnetico incontra sulla propria linea di propagazione un aggregato in stato biologico alterato, si innesca un fenomeno di interferenza con la struttura in analisi. Tale fenomeno, interpretato attraverso algoritmi proprietari, consente di identificare differenti patologie: neoplasie, fibromi, calcificazioni, stati infiammatori, problemi circolari, lesioni osteo-articolari, muscolari e tendinee;

considerato che:

il Trim Prob è stato prodotto e distribuito fino al 2007, quando la società del gruppo Finmeccanica ha deciso di fermare la produzione;

il suo costo attuale è di circa 40.000 euro;

nel 2008 la Trim Probe SpA, società creata ad hoc da Galileo Avionica per distribuire il macchinario Trim Prob, è stata messa in liquidazione;

un lancio d’agenzia dell’Agenparl datato 27 settembre 2011 dal titolo “Finmeccanica: lo scova tumori che l’azienda non vuole più” ricostruisce la vicenda;

sempre Agenparl, lo stesso 27 settembre 2011, pubblica un’intervista dell’inventore del Trim Prob, il dottor Clarbruno Vedruccio, scienziato e militare, il quale conferma che il Trim Prob ha l’omologazione del Ministero della salute, è usato in una cinquantina di centri italiani che sono riusciti a procurarselo prima che la produzione venisse fermata dalla stessa Finmeccanica e fa a pieno titolo parte del Sistema sanitario nazionale (SSN);

nella citata intervista, il dottor Vedruccio afferma che sta mantenendo lui stesso i “costi molto alti” del brevetto e poi dichiara: “Era quasi come se questa cosa dovesse rimanere soltanto in mando ad un gruppo di persone. Finmeccanica aveva il potere, forse lo avrebbe ancora, per fare navigare questa tecnologia”,

si chiede di sapere:

se il Ministro della salute sia a conoscenza dell’esistenza del Trim Prob e quali siano le valutazioni sullo stesso in quanto strumento di diagnosi di tumori non invasivo, non costoso, rapido;

quali siano le valutazioni sui risparmi economici che deriverebbero da una diffusione massiccia della stessa strumentazione nel SSN, dato che tale macchina costa appena 40.000 euro e non ha praticamente costi di gestione a differenza di altre macchine diagnostiche utilizzate per le stesse patologie;

quale sia la valutazione dei Ministri in indirizzo in merito al fatto che una società del gruppo Finmeccanica, quindi controllata dal Ministero dell’economia e delle finanze, abbia deliberatamente cessato la produzione di una tecnologia d’avanguardia tutta italiana che avrebbe portato indubbi benefici alla sanità italiana e alle casse dello Stato;

se non intendano fare chiarezza su quali siano state le reali motivazioni dietro la cessazione della produzione del Trim Prob da parte di Galileo Avionica;

se non intendano attivarsi, per quanto di competenza, affinché la Corte dei conti affinché faccia chiarezza sul danno per l’erario derivante dalla mancata adozione del Trim Prob.

Fortunatamente, da qualche giorno la storia del Trimprob, ora BIOSCANNER Trimprob, può ripartire grazie a una nuova azienda, la Tema Sinergie, che sul proprio sito annuncia:

A new technology is going to change the scenario of the early cancer detection: thanks to the agreement recently signed with Tema Sinergie, indeed, the Bioscanner of physicist Clarbruno Vedruccio will soon be brought up to the medical scientific community.

A real “healthcare sentinel” which can perform an early detection of cancer, or immediate detection of possible recurrences, by using a direct reading spectroscopy – a quick, non invasive test with immediate response and high diagnostic sensitivity - of electromagnetic waves.

The Bioscanner of physicist Clarbruno Vedruccio is apatent which, in addition to reveal new connection between electromagnetic fields and matter, works findingphysic alterations of some electromagnetic cellular properties - dielectric and conductivity constants – which result significantly modified in tissues with initial malignant pathology. The diagnostic system is CE marked and validated by the Italian National Healthcare System.

This is a further commitment of Tema Sinergie in bringing deep innovative solutions in the field of early diagnosis too.

—-

Ecco l’articolo pubblicato un’anno fa da AgenParl, Agenzia Parlamentare per l’Informazione Politica ed Economica.
FINMECCANICA: LO SCOVA-TUMORI CHE L’AZIENDA NON VUOLE PIÙ

(AGENPARL) – Roma, 27 set – Un’invenzione tutta italiana che segnerebbe il passo a livello mondiale nel campo della diagnostica dei tumori. Un esame che dura pochi minuti, non invasivo, economico, che dà risposte immediate. Si chiama Trim Prob ed è un piccolo dispositivo che emette un campo elettromagnetico e, passato vicino all’organo interessato, esegue una sorta di biopsia elettronica del tessuto identificandone alterazioni: in parole povere, segnala tumori. In pochi minuti analizza prostata e vescica, ma anche colon retto, mammella e altri organi. Uno strumento di prevenzione – da affiancare comunque agli altri macchinari diagnostici – che risparmierebbe al Sistema Sanitario Nazionale il dover ricorrere sempre ad altre macchine diagnostiche più costose, in termini di tempo, gestione, risorse umane. Il Trim Prob costa circa 40 mila euro e permetterebbe un risparmio che in tempi di crisi farebbe certamente bene alla nostra sanità. Ma Finmeccanica – la holding industriale italiana controllata dal Tesoro che lo stava producendo – ha deciso di chiudere in un cassetto questo prodotto di tecnologia italiana.

Nel 2004 Galileo Avionica, azienda di Finmeccanica oggi nota come Selex Galileo, acquisisce il brevetto dall’inventore Clarbruno Vedruccio – brillante scienziato che l’esercito italiano non si è voluto lasciar sfuggire ricorrendo addirittura alla ‘Legge Marconi’ per averlo tra le sue fila – e crea una società ad hoc per distribuirlo, la Trim Probe Spa. Grande enfasi al progetto: dalla tecnologia militare un’arma per la difesa della salute. Il “bioscanner” viene prodotto, certificato e validato dal Ministero della Salute, distribuito in commercio. Elogiato da pubblicazioni scientifiche internazionali. Ma nel 2007 Finmeccanica dice basta: il progetto non è una priorità strategica per il gruppo. Cessa così la produzione della macchina che, in due minuti, identifica i tumori. Nel 2008 Trim Probe Spa è messa in liquidazione. Da allora Clabruno Vedruccio è costretto a mantenerne i costi di brevetto, non proprio alla portata di tutti. Una storia paradossale.

Una tecnologia rivoluzionaria nel campo della medicina viene chiusa in un cassetto dal colosso italiano della difesa, posto sotto il controllo di un Ministero della Repubblica. A testimoniarne l’efficacia, la presenza del Trim Prob in una cinquantina di centri italiani. Come il Sant’Andrea di Roma, dove si paga un ticket di 40 euro per sottoporsi all’esame. Sono i centri che sono riusciti ad averlo prima che smettesse di essere prodotto. Ha la validazione per l’uso su prostata e vescica, ma potrebbe con pochi sforzi burocratici essere utilizzato per altro. Anche il leader della Lega Nord, Umberto Bossi, lo ha provato. L’allora Ministro della Salute Girolamo Sirchia non mancava alla presentazione presso il Fatebenefratelli di Milano. Ma è una tecnologia che non ha futuro, dal momento che Finmeccanica ha deciso così. Perché è arrivato lo stop? Ufficialmente il colosso guidato da Pier Francesco Guarguaglini lo ha motivato col fatto che il gruppo si occupa di sistemi di difesa, non di diagnostica medica. Ma resta il mistero – allora – sul perché abbia iniziato a produrlo.

“Era quasi come se questa cosa dovesse rimanere soltanto in mano ad un gruppo di persone – ha detto all’AgenParl il dott. Vedruccio – eppure Finmeccanica aveva il potere, e forse lo avrebbe ancora, per fare navigare questa tecnologia”. Ai primordi dell’industrializzazione del Trim Prob doveva collaborare anche un’altra azienda, la Esaote. Un’azienda che nasce, ancora una volta, da una branca di Finmeccanica, da cui si stacca negli anni ‘90. Diventa col tempo una delle aziende leader del settore della diagnostica medica. Avrebbe dovuto distribuire il Trim Prob, ci dice Vedruccio, ma poi non se ne fece nulla: “E’ difficile far vendere un nuovo prodotto a chi produce altro che è concorrenziale”. Ora restano il brevetto mantenuto con sacrificio da Vedruccio e le trattative con altre aziende, con un pericolo: “Non è un progetto che intendo svendere né intendo regalare a una multinazionale. Si potrebbe veramente creare una situazione in cui qualcuno compra il brevetto per non produrlo. Non è ciò che io desidero dopo 15 anni di studi, ricerche, esperimenti”. Rimarrebbe il sapore amaro della beffa.

http://www.dionidream.com/bioscanner-trimprob-la-macchina-che-vede-i-tumori/#more-2428

TRE ANNI FA, NON OGGI....NON PERDETE QUESTO VIDEO....,

22 aprile 2013 ore 19:57 segnala
MI VERGOGNO PRFONDAMENTE DI SAPERE SOLO OGGI, A DISTANZA DI TRE ANNI ,DELL'ESISTENZA DI QUESTA STORIA
Adesso leggi in giro che il 20 aprile c’è stato un golpe, che hanno ucciso la democrazia, la Repubblica è morta, e cose del genere. Cose ridicole.

Sono ormai tre anni, a maggio, che è morta Mariarca Terracciano. Per una settimana intera fece lo sciopero della fame, e si salassò, letteralmente. Si levò del sangue quotidianamente, per protesta, perché la ASL non pagava da mesi lo stipendio a lei e ai suoi colleghi infermieri. Entrò in coma, morì il 13 maggio 2010, e lasciò due figli di 10 e 4 anni.

Ecco, la democrazia è morta quel giorno, non il 20 aprile 2013. Se chiedeste a centinaia, migliaia tra le persone che in questi giorni facevano il tifo per un candidato o per l’altro chi fosse Mariarca Terracciano, non saprebbero rispondere, e il loro silenzio sarebbe la spiegazione più nitida del “come è potuto accadere”, del come è possibile che la democrazia sia morta e nessuno l’abbia difesa.

Quindi il 20 aprile non c’è stato nessun “assassinio della Repubblica”. “La Repubblica fondata sul lavoro” è morta tre anni fa, durante il primo mandato di Giorgio Napolitano, e non il giorno della sua rielezione.

O MIO PIDDINO CARO...!!

22 aprile 2013 ore 09:15 segnala


"I presidenti passano, io resto". (L'uomo che fuma, X-Files)

Lo so che gli italiani che avevano creduto potesse cambiare qualcosa almeno al Quirinale sono delusi e parecchio incazzati ma guardiamo al lato positivo della cosa. E' finita l'atroce diretta TV delle chiamate e votazioni, quella fetusissima rottura di cabbasisi che andava avanti da tre giorni, quella sfiancante maratona di gang-bang che ha visto protagonisti giornalisti piddini alla disperata ricerca di un senso da attribuire agli acting-out apparentemente psicotici ma in realtà di scopo di Bersani e soci.

Per chi si fosse svegliato solo ora da un coma, riassumo brevemente i fatti. Bersani ha bruciato in pieno Parlamento come bonzi prima Marini, un vecchio ex sindacalista innocuo e per questo gradito a B.; un pezzo da novanta come Romano Prodi - che il PDL mai avrebbe votato - e alcuni sparsi tronchetti della felicità come Chiamparino, per poi infine andare a Canossa da Napolitano a scongiurarlo di farsi rieleggere perché se no, poracci,

non sapevano proprio chi metterci al Quirinale. Ci sarebbe stato da votare, volendolo, Rodotà; si, uno di sinistra ma candidato di Grillo e di sinistra appunto, quindi giammai.
Insomma, nel vuoto pneumatico di personalità spendibili, c'era il rischio reale di dover eleggere una donna. A quel punto napolitanogiorgio, secondo la leggenda, si è sacrificato e, come l'uomo del colle, ha detto si. Dopo che aveva dichiarato, appena pochi giorni fa, il 14: "“Ora ci vuole il coraggio di fare delle scelte, di guardare avanti, sarebbe sbagliato fare marcia indietro. Sarebbe ai limiti del ridicolo”. Ecco, il limite è stato superato. Nuovo record italiano. Ora alziamo ancora l'asticella.

Più passano le ore e più sale il sospetto che questa buffonata fosse stata programmata già dal giorno dopo le elezioni, di fronte allo stallo messicano e all'imprevisto della pesante affermazione del M5S.
Sembra di vederli e sentirli. "Giorgio, mo' che facciamo?" "E che vvuo' fa, l'unica via di uscita è mettersi d'accordo."
Un giorno sarà interessante scoprire quali sono stati i termini di scambio, il celo-manca tra i reciprocamente ricattabili. Fimmine, banche, telefonate, zozzerie, ladrocinii, io brucio quello se tu distruggi quell'altro, tu mi dai l'immunità permanente in qualche modo, magari con una legge supervergogna e io accetto buono buono anche la distruzione economica di questo paese.
Già, perché secondo voi il centrodestra non ha proposto nessuno dei suoi? Perché ha lasciato fare tutto al PD? Perché sapeva che sarebbe alla fine rimasto il grande garante ginapolitano? Si, erano già d'accordo. Hanno fatto un po' di teatro per noi poveri gonzi. Soprattutto per i piddini che non si accorgono che la democrazia partecipata che offre loro il partito per 2 miseri euro a botta è come il softair, non una guerra vera ma per finta, con armi più adatte ad impallinare, appunto, che ad uccidere. Scegli tu il candidato, tanto poi facciamo come cazzo ci pare.

Eh, però stavolta non l'hanno presa bene i piddini della base. Non tanto per Marini - chissà perché tanto astio, poraccio - ma per la pubblica combustione di Prodi, quello che ha sconfitto due volte il caimano nella loro mitologia e perciò sacro come la vacca per gli indu.
Ma pure i piddini dell'altezza, i quadri, i dirigenti, si sono sentiti, come dire, traditi dalla segreteria, quando hanno visto che il mancato sostegno al candidato Rodotà diventava, ora dopo ora, la prova dell'inciucio imminente. Malumori, rivolte, sconfessioni pubbliche e plateali dichiarazioni di voto fuori linea.
Il PD quindi, mentre dava fuoco ai suoi candidati, ha bruciato anche inavvertitamente il partito, e Bersani non ha potuto fare altro che confermare le dimissioni preannunciate ieri sera, a ruota di quelle della Bindi.
Ora si andrà a congresso per ridarsi una segreteria, una controsegreteria, una corrente della corrente della controsegreteria ecc. Cazzi loro.

Nel frattempo gipuntonapolitano, il peggior migliorista, si prenderà il tempo appena necessario per proclamare B. senatore a vita, in modo da annoverarlo tra coloro che hanno dato lustro a questo paese e ad ufficializzare il coming out dell'inciucio, incaricando un piddino di riserva, magari il muletto Enrico Letta, di formare un governo che comprenda Alfano, la Lega, Monti e kitammuort. Poi farà il nobile gesto di ritirarsi, non potendo più nuocere ulteriormente a questo paese, dato che per allora le peggiori scelte economiche per noi saranno state interamente rimesse nelle mani del Draghi e dei nazisti di Schauble.

Come scrive oggi Alberto Bagnai:

"In questo momento nel quale sarebbe indispensabile tirar fuori un minimo di dignità e presentarsi in Europa con proposte alternative credibili, con un piano B, come abbiamo recentemente ribadito con Antonio , stiamo mandando per l'ennesima volta al potere persone che sono vissute finora nell'assurda, astorica, psicotica visione dell'irreversibilità dell'euro. Persone quindi strutturalmente incapaci di avere qualsiasi capacità di ritorsione e di contrattazione nel caso in cui i tedeschi "ci dicano di no", come giustamente rileva Claudio Borghi, e certo anche incapaci di capire cosa stanno firmando qualora i tedeschi gli dicessero di sì."

Ecco, questo è lo step finale che manca ai piddini per rendersi conto della trappola mortale nella quale li ha condotti e vuole rinchiuderli per sempre la loro dirigenza e che permetterebbe loro di prendere finalmente i forconi ed assaltare le sedi dove si annidano quei disgraziati. Altro che napolitanogiorgio e perchénorodotà.
Voglio applicare le attenuanti generiche. Non è tutta colpa loro se non ne hanno un'idea della questione euro ed hanno una visione macroeconomica di genere fantasy.
Conoscere che cosa è stato, che cosa è capace di fare e cosa non potrà mai fare di buono il "sistema euro" è un tipo di informazione che il PD ha volutamente nascosto ai suoi sostenitori. E' una conoscenza esoterica che viene protetta, in ogni occasione in cui si accenna ad uno straccio di dibattito, da una coltre impenetrabile di "non se ne parla nemmeno", "ma figuriamoci", e "there is no alternative". E lo ha fatto per un solo motivo. Perché far capire al piddino quanto è buono il formaggio con le pere significherebbe svelare il vergognoso tradimento di una classe politica che, per sghei e servilismo, ha venduto le classi lavoratrici europee al peggior capitale.
L'ultimo strato corneo di dabbenaggine piddina è quindi rappresentato proprio dal persistere dell'infantile sogno europeo e dal mito del tessoro unico - per non parlare del fideismo sull'onestà dei propri dirigenti - che è stato inculcato per anni nella massa di simpatizzanti ed elettori anche grazie a figure apparentemente rassicuranti e bonarie come Romano Prodi.
Temo che sarà la cronaca dei prossimi mesi ad obbligare i piddini ob torto collo a confrontarsi con questo argomento e ad aprire gli occhi e forse la finiranno con le minchiate come "la svalutazione al 50%", "l'andremo a fare la spesa con la carriola" e "i mutui che andrebbero alle stelle" che una classe dirigente criminale ed in pieno conflitto di interessi ha venduto loro come verità incontrovertibili. Si accorgeranno anche magari che la colpa di tutto questo sfacelo non è di Grillo, come la loro coglionaggine in queste ore gli suggerisce per difendere a spada tratta i dirigenti lazzaroni del Partito Bestemmia.
Ecco, se un giorno mai il piddino realizzerà cosa gli hanno fatto al patrimonio ed al futuro, chissà se a bruciare la prossima volta saranno solo le tessere.

Ma il grande trombato, a proposito, come l'ha presa?
Ieri sera hanno intervistato il semaforico Romano Prodi al ritorno dal Mali, chiedendogli se fosse deluso da ciò che era accaduto ieri e lui ha risposto ovviamente "nooo" ma con l'espressione di Hannibal Lecter che sta aspettando l'arrivo del vecchio amico per cena.
http://ilblogdilameduck.blogspot.it/search?updated-min=2013-01-01T00:00:00%2B01:00&updated-max=2014-01-01T00:00:00%2B01:00&max-results=23
b0fd07ab-1292-48ef-9920-ff482b9e3faa
« immagine » "I presidenti passano, io resto". (L'uomo che fuma, X-Files) Lo so che gli italiani che avevano creduto potesse cambiare qualcosa almeno al Quirinale sono delusi e parecchio incazzati ma guardiamo al lato positivo della cosa. E' finita l'atroce diretta TV delle chiamate e votazioni...
Post
22/04/2013 09:15:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

L'ARMAGEDDON ECONOMICA E' IMMINENTE?

22 aprile 2013 ore 09:12 segnala

George Soros sa che qualcosa di spaventoso è in arrivo. I Rockefeller sanno che qualcosa di grande e orrendo sta per accadere. Quel qualcosa di grande è il collasso di tutto il denaro stampato dal nulla che è in giro per il mondo.

Nei loro incontri segreti del Bilderberg, i globalisti hanno pianificato la data esatta della nostra fine economica. Potete persino scommettere che “qualsiasi giorno nero” coinciderà con una data ironica che farà ridere sommessamente i globalismi, all’inizio pianificato di un prossimo evento ” false flag” (un falso evento).

Vi ricordate quando i lacchè globalisti fecero schiantare gli aerei contro il World Trade Center l’11 settembre? I globalisti pianificarono un evento 911… il 9/11 (la data scritta in modo americano, in cui prima c’è il mese e poi il giorno, ndt) . Capito?? 3000 morti non sono niente per i globalisti.

Nessuno, se non questi psicopatici criminali, riderà quando lanceranno il loro piano per il collasso finanziario. Purtroppo né io nè voi abbiamo un posto a tavola , quindi non abbiamo informazioni da un insider, per valutare quando il collasso finanziario è in arrivo. Tuttavia ci sono delle cose su cui possiamo fare attenzione.

La tempistica è tutto

Anche se la piu’ parte di noi non ha informazioni da un insider, ci sono tuttavia dei segni rivelatori che possiamo cercare e che potrebbero servire come avvisaglia per quando il collasso accadrà. E’ piu’ accurato aspettarsi che il collasso sia incernierato su eventi piuttosto che andare a pescare una data sul calendario.

________________________________________

Prima di tutto (ricordo comunque che sta parlando della realtà Americana ndt) cominceremo a vedere presto piu’ controlli sulla quantità di prelievi che si possono fare con i bancomat e dai conti risparmio, in aggiunta a cio’ che è già trapelato. Aspettatevi che aumentino le frodi delle ipoteche MERS, dato che i globalisti sicuramente tenteranno di rubare il piu’ possibile prima del crollo delle economie del mondo.

L’attacco sulle nostre pensioni si intensificherà come stiamo vedendo al momento in California

La Federal Reserve continuerà a comprare proprietà indigenti stampando denaro dal nulla al tasso di 40 miliardi di dollari al mese.

Tuttavia, il miglior segno premonitore del crollo incombente coinciderà con i globalisti che mettono all’angolo la maggioranza del mercato dell’oro su questo pianeta . Dopo che i globalisti avranno preso controllo sull’oro, vedremo allora un conto alla rovescia dell’ Armageddon economica, in cui tutte le valute andranno in iperinflazione prima di collassare. Allora l’umanità sarà alla mercè di persone che non avranno senso della decenza e del rispetto per la vita.

I mercati finanziari stanno vedendo una forte discesa, artificialmente prodotta e che non ha precedenti, dei prezzi dell’oro e dell’argento.

Goldman Sachs ha appena parto i cancelli dell’inferno

I prezzi dell’argento sono grandemente scesi lunedi scorso (articolo scritto il 18 aprile 2013, giovedi) . Il panico di vendita ha dominato il Mercato, dato che gli investitori e le istituzioni finanziarie non hanno potuto scaricare abbastanza in fretta, quel che avevano in oro e argento.
Il Mercato indica chiaramente segni di manipolazione di massa da parte dei globalisti.

La miglior prova che i globalismi stanno manipolando il prezzo dell’oro, giunge dalla “Goldman Sachs che ripetutamente ha detto ai suoi clienti all’inizio di questo mese, di cominciare a fare una short COMEX nella posizione dell’oro.” (lo short è la vendita , si veda anche qui: http://www.deshgold.com/manipolazione-ribassista-sullargento-si-profila-il-default-del-comex/)

Ricordatevi per favore che questa è la stessa Goldman Sachs che ridusse le sue azioni l’11 settembre (9/11). La stessa che ha messo opzioni put sulla Transocean la mattina in cui c’è stata l’esplosione del pozzo di petrolio nel Golfo del Messico. La stessa Goldman Sachs che è stata pescata mentre vendeva sul Mercato immobiliare, in anticipo rispetto alla bolla immobiliare poi scoppiata.

Sostanzialmente, quando Goldman Sachs inizia a vendere, qualsiasi cosa sia, dovremmo tutti inquietarci, soprattutto se avete investimenti personali da qualche parte, nei beni che sono coinvolti nella vendita. Quando la Goldman Sachs inizia a vendere , qualsiasi cosa sia, è tempo di pigliare I vostri soldi e mettervi a correre su per la collina. Quel tempo potrebbe essere ora.

Perchè la Goldman Sachs abbasserebbe cosi tanto il prezzo dell’oro?

Se il dollaro e l’euro collassassero domani, che valuta resterebbe? La prima ed ovvia risposta sarebbe l’oro e poi l’argento. Fatevi questa domanda: se sapeste che le banconote in tutto il mondo stessero per crollare, che azione rappresenterebbe la vostra migliore opzione?

La risposta ovvia sarebbe quella di abbassare enormemente il prezzo dell’oro e dell’argento, se uno ha la possibilità di farlo, quindi comprarne il piu’ possibile. Goldman Sachs ha la capacità di farlo .

Tutto il resto… ha senso

Cosa farà la gente, quando la proverbiale … palta arriverà alla bocca e gli Americani non potranno ritirare il loro denaro dalle banche? Quando le pensioni non saranno piu’ pagate, che farà la piu’ parte della gente? In parole semplici … scenderanno nelle piazze.

Quando gli Americani cercheranno una qualche vendetta, che faranno? Potrebbe non avere importanza, perché incontreranno una DHS (Homeland Security, polizia interna) ben armata ed equipaggiata di munizioni e sostenuta da 2700 personale in carriera. Ci sarà una carneficina catastrofica nelle strade d'America e ci mancano solo delle settimane, pochi mesi, perché questo accada.

Ora.. cominciano o no, ad avere senso i false flag della sparatoria nella scuola (la Aurora Batman Shooting) di Sandy Hook e “l’attacco terroristico” alla maratona di Boston?

Tutti questi eventi sono programmati per condurre ad una confisca delle armi, perché cosi i globalismi possono continuare ad aver strada libera con la popolazione indifesa. Inoltre, questi eventi offrono buon teatro per una distrazione del pubblico americano, dal suo ladro rampante.

Nei prossimi giorni e settimane, ci saranno altre false flag, studiate per giustificare la confisca delle armi e per fornire il pretesto per la legge marziale.

Non sono Nostradamus, ma conosco l’agenda globalista e so che stanno andando verso lo sfascio e presto il gioco sara finito, se non vogliamo opporre resistenza.

Conclusione

C’è una speranza per la umanità?
Gli Americani posso preservare cio’ che è rimasto del loro futuro finanziario?

La sola opzione è “fare come l’Islanda con la Federal Reserve.” Se non ci impegnamo con volontà a far si che il governo arresti i criminali della Federal Reserve e Goldman Sachs, non abbiamo speranza di superare la marea finanziaria che sarà usata per renderci schiavi. Se l’America non sviluppa una spina dorsale, l’unica cosa che potete ancora fare al presente, è togliere il vostro denaro da queste banche criminali, cosa che ancora potete fare.

by Dave Hodges
Fonte: http://www.activistpost.com/2013/04/economic-armageddon-is-imminent.html

Traduzione Cristina Bassi

E’ IL PENSIERO CHE GENERA LA MATERIA.

13 aprile 2013 ore 12:37 segnala

Se si acquista un abito nuovo che si fà di solito?
Lo si indossa sopra a quello vecchio?

No di certo… quello vecchio, essendo consumato ed inutilizzabile lo buttiamo ed indossiamo quello nuovo… è una metafora, si sa che i nostri armadi sono pieni di abiti e raramente buttiamo qualcosa, si tiene lì… non si sa mai potrebbe sempre servire; ma chissà… perdendo qualche kilo può ancora essere utile!

Non funziona così il cambiamento, a livello di pensiero e di conseguenza energetico, ciò che è vecchio non serve più, il pensiero deve essere nuovo, non può essere riciclato, quando il pensiero cambia, non si può più essere quelli di prima.

Chi recrimina e punta il dito sul passato e sui protagonisti del passato, non ha ancora veramente cambiato il suo pensiero, nè il suo modo di essere.
Quasi tutti conosciamo il passato poco glorioso dell’Umanità, non tutti ne sono consapevoli ma chi è in cammino, sul sentiero della conoscenza e della consapevolezza, conosce fatti aberranti, compiuti da umani e non umani, divini inconsapevoli e non divini, ma a chi giova continuare a parlarne e soprattutto a chi porta vantaggio continuare a puntare il dito accusatore?

Dobbiamo guardare avanti, il passato serve soltanto per comprendere e non ripetere, se sono state dolorose, le stesse esperienze. Dobbiamo purificarci da quelle vecchie energie che sono parte di un passato ormai trascorso; le esperienze ci hanno arricchito ed il loro scopo era quello; ora è giunto il momento di indossare l’abito nuovo e proseguire il cammino più saggi e più presenti a noi stessi e a ciò che ci accade!

L’energia nuova cambierà ciò che sarà giusto cambiare, l’energia nuova che sapremo produrre attraverso il nostro pensiero. Oramai abbiamo capito e magari anche com-preso, che:

giordano

Non è la materia che genera il pensiero, è il pensiero che genera la materia. Giordano Bruno

Senza alcuna tecnologia ausiliaria, solo ed unicamente il pensiero ha il potere di creare, è questo il segreto che non ci era mai stato rivelato così apertamente come negli ultimi anni.


Il pensiero, esercitarlo e svilupparlo primariamente nei nostri ambiti personali; colui che conosce se stesso sa cosa deve modificare del proprio pensiero. Colui che è presente a se stesso conosce i propri pensieri e identifica i propri limiti, le paure che generano pensieri non pensati ma che nascono dal terreno del timore e dell’abitudine. Chi conosce se stesso corregge giorno per giorno il proprio pensiero, purifica il proprio essere tramite pensieri purificanti, il pensiero può tutto!

Sperimentare… solo sperimentando avremo la prova tangibile di ciò che i grandi Maestri ci suggeriscono da millenni. Ora questi insegnamenti sono alla portata di tutti e chi conosce e crede è ora che cominci a sperimentare per com-prendere che la frase che da anni ci ripetiamo e rimbalza in ogni dove è una verità: Cambia te stesso e cambierai il mondo!
Patrizia di Visione Alchemica

Jiddu-krishnamurthy

Bisogna capire il pensiero e chiederci se il pensiero può vedere qualcosa di nuovo; o se invece il “nuovo” pensiero non sia sempre vecchio, così quando si affronta un problema della vita – che è sempre nuovo – non se ne può vedere la novità perché lo si interpreta nei termini del proprio condizionamento. Jiddu Krishnamurti

mahatma_gandhi


CONSIGLI PER CAMBIARE IL MONDO di Mohandas Karamchand Gandhi, detto il Mahatma

1. Cambia te stesso. E’ inutile cambiare il mondo esterno restando noi stessi, con le nostre paure e i nostri dispiaceri; il primo passo è cambiare le cose che non amiamo di noi e creare una realtà interiore migliore.

2. Ricorda chi ha il controllo. L’unica persona che può influenzarti davvero sei tu, anche se spesso lo dimentichiamo abbiamo il potere di decidere quello che ci tocca e ciò che ci è indifferente.

3. Perdona. Perdonare e dimenticare sono le chiavi per distruggere il male che ci hanno fatto, combatterlo con altra negatività non serve a niente se non a permettere al nostro carnefice di esercitare controllo su di noi.

4. Agisci e non nasconderti. Se senti di dover fare qualcosa, agisci e non nasconderti dietro ad attività simili solo per non sentirti inutile.

5. Goditi il presente. Impara ad apprezzare i momenti che stai vivendo, qualunque cosa tu faccia e non sprecare la tua vita pensando continuamente al futuro.

6. Guarda gli uomini per quello che sono. Cerca di non essere invidioso del successo altrui, di non seminare zizzania e soprattutto ricorda che siamo esseri umani e che crearsi delle persone-standard è inutile, cerca di conoscerle davvero e di giudicarle il meno possibile.

7. La persistenza è la virtù dei forti. Persisti in quello che fai ed impegnati per superare gli ostacoli.

8. Aiuta gli altri. Conoscere chi ti circonda, scoprirne pregi e difetti ed aiutare gli altri non migliora solo la loro vita, ma ti arricchisce molto di più di qualunque lavoro o bene materiale.

9. Sii te stesso. Mostra agli altri come sei fatto veramente senza paura e cerca di dare il meglio di te, è uno degli strumenti più efficaci per contribuire a migliorare le relazioni sociali.

10. Continua ad evolverti. Non fermarti al primo obiettivo raggiunto ma continua il tuo percorso senza smettere mai di osservare ed ascoltare e ricorda che la conoscenza è fondamentale per accrescere la ricchezza spirituale, tua e degli altri.

Fonte: http://www.visionealchemica.com/
6c1bc29f-891a-42b1-9d9d-3e2e7a78e391
« immagine » Se si acquista un abito nuovo che si fà di solito? Lo si indossa sopra a quello vecchio? No di certo… quello vecchio, essendo consumato ed inutilizzabile lo buttiamo ed indossiamo quello nuovo… è una metafora, si sa che i nostri armadi sono pieni di abiti e raramente buttiamo qualcos...
Post
13/04/2013 12:37:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment