Souvenir d'Italie

15 settembre 2017 ore 15:39 segnala


Premetto che sono innamorata di questi alberi gentili , mai imponenti ne' invadenti e sempre verdi fino alla fine.
Quest'estate ho avuto la fortuna di entrare in una limonaia , i meravigliosi e benefici frutti non erano ancora del vivace colore del sole., ma solo qualche spennellata di giallo su tela in mezzo a quel verde intenso che sa' di frescura...

Ebbene si..un "raptus" mariuolo si impossesso' di me e con molta delicatezza staccai un piccolo limone , ma piccolo piccolo..ok si un limone , da un numeroso "grappolo" che rischiava di rompere l'esile rametto.
Mi guardai intorno, nessuno se ne sarebbe accorto ed io mi sarei portata via il mio limone per ricordo , non uno qualunque acquistato da un fruttivendolo, ma "lui" sarebbe maturato sotto i miei occhi tingendosi di giallo ed emanando quell'inconfondibile profumo.

E proprio quest' ultimo mi fece fare la figura da cioccolataia.
Uscita dal negozietto posto sul fondo della limonaia per ovvi motivi, e dopo aver acquistato fichi con mandorla e limoncello , un signore con un gran sorriso mi si avvicino' e ...
"Signori'...il limone è ruffiano, questo lo deve sape' per la prossima volta" ;-)

Rimasi malissimo, mi senti' davvero a disagio e paonazza in viso , lui' capi' il motivo del "furto" , mi prese la mano e mi porto' in un garage adiacente
riempiendomi un cestino di vimini con limonini-verdinigiallocanarino e concluse dicendo : "suvenir per voi"

Ora sono ancora verdarelli anche se tendenti al giallo piu' intenso nel loro bel sacchettino ermetico in frigorifero. Entro un mese coglierò il loro succo e le loro bucce e sara' un trionfo di aromi.
8480d9dc-7a43-4880-873e-9feb45842dc7
« immagine » Premetto che sono innamorata di questi alberi gentili , mai imponenti ne' invadenti e sempre verdi fino alla fine. Quest'estate ho avuto la fortuna di entrare in una limonaia , i meravigliosi e benefici frutti non erano ancora del vivace colore del sole., ma solo qualche spennellata ...
Post
15/09/2017 15:39:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment

quel saper costruire il resto che verra'.....

14 settembre 2017 ore 15:09 segnala



Ho ritrovato in queste parole la mia infanzia , peccato che oggi di Maestre Lucia ce ne siano rimaste poche e quelle poche hanno come dire le mani legate dietro.
Ho sempre creduto che le scuole elementari segnino indelebilmente quello che sara' il nostro futuro educativo e culturale, certo le Maestre Lucia erano anche esigenti , spesso severe , ma allo stesso tempo amorevoli e materne.





Racconta Fiammetta che è nata nel 1967 e ha frequentato le elementari (“l'odierna scuola denominata "primaria", forse perché l'aggettivo elementare era offensivo per i bambini?) negli Anni 70, quando si tornava tutti a scuola per San Remigio, il primo ottobre. “Ho molta nostalgia di quel periodo della mia vita e soprattutto di quell'Italia, in cui si era tutti un po' più modesti, rispettosi e sognatori e non si parlava di moduli, di "zaini digitali", di crediti e di orridi quanto inutili e pericolosi gruppi whatsapp. Un Paese imbruttito, superbo e irriconoscente come il nostro è il risultato di un'infanzia disattenta e viziata, priva di quella guida che deve manifestarsi prima di tutto in famiglia, e poi anche all'esterno. La scuola può anche avere le sue colpe, ma i primi colpevoli siamo noi. Mi fa piacere condividere con lei un breve testo che ho scritto in memoria della mia maestra qualche anno fa”.

Ecco parte di quel ricordo. “Venne un inverno che ai giardini di Arona la neve, abbondante come non mai, buttò giù parecchie piante, e fra queste c’era una giovane betulla. Nel suo tragitto a piedi verso la scuola la maestra Lucia passava attraverso il parco che costeggia il lago. E l’albero riverso sull’aiuola ghiacciata le fece venire un’idea. Grazie a un giardiniere e all’aiuto di un bidello, un giorno di gennaio la betulla spezzata arrivò in classe e fu collocata dentro un portaombrelli pieno d’acqua, al centro del nostro semicerchio di banchi".

"A marzo dai rami iniziarono a spuntare le gemme, ad aprile la pianta fu decorata con nidi e uova dipinte, a maggio dalle finestre spalancate sul cortile degli ippocastani venivano a trovarla le rondini, che sfioravano la cartina muta dell’Italia con i loro voli fatti di niente. A quell’albero abbiamo dedicato temi, disegni, ricerche, carezze. Finché gli esami di quinta se lo sono portato via, insieme alla nostra infanzia e alla fine di un mondo".

"La betulla di Lucia è rimasta la sua lezione di scienze e di vita. Ma è solo un esempio di un metodo basato sulla continua sperimentazione individuale e di gruppo, ma sempre in presa diretta con la realtà. Ma la maestra era anche un’insegnante esigente. Non ci ha mai risparmiato - e meno male - pagine e pagine di analisi logica, gare di verbi e di tabelline, nozioni di francese e addirittura qualche rudimento di latino, spiegandoci le declinazioni con l’aiuto di un suo vecchio libro delle magistrali".

"Resta scolpito in un tempo sospeso quel suo eloquio curato, con tutti i congiuntivi al posto giusto e le parole che dispensava alla classe mentre preparava le frittelle di farina di castagne col fornelletto da campeggio sulla cattedra. Lucia era così. I nostri genitori approvavano. Nessuno si è mai sognato di dire nulla".

"Cose impensabili adesso, imbrigliati come sono gli insegnanti dai mille laccioli dei decreti ministeriali, dalle ansie degli Invalsi e in balia di famiglie sempre più invasive, armate di carte bollate e critica facile nei confronti dell’operato della maestra. La quale, piaccia o no, resta in assoluto l’insegnante che ti segna la vita: è lei che fornisce gli strumenti per costruire tutto il resto che verrà.
La maestra Lucia Baicchi, originaria di Carrara, ha insegnato alle scuole elementari “Paolo Nicotera” di Arona tra gli anni Sessanta e la fine degli anni Ottanta. E’ scomparsa a 91 anni il 25 maggio 2014”.

Grazie per la testimonianza a Fiammetta Bonazzi, Lago Maggiore
ecb07531-0e39-463c-812f-ad886ee4015d
« immagine » Ho ritrovato in queste parole la mia infanzia , peccato che oggi di Maestre Lucia ce ne siano rimaste poche e quelle poche hanno come dire le mani legate dietro. Ho sempre creduto che le scuole elementari segnino indelebilmente quello che sara' il nostro futuro educativo e culturale...
Post
14/09/2017 15:09:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Barbablu'...

25 agosto 2017 ore 15:41 segnala


Poche sere fa’ ho ripreso a leggere questo libro che avevo accantonato , non mi risuonava , spesso mi accade , è Donne che corrono coi Lupi di Clarissa Pinkola Estés.

Credo nasca dalle molteplici analisi fatte sulle miriadi tipologie delle Donne, sopratutto quelle latenti, quelle solo madri , quelle che subiscono, quelle assenti, quelle che soffrono perché pensano di essere nate per questo..ecc.

Clarissa, cita una serie di archetipi femminili che esprimono la forza potentissima, selvaggia, istintiva, creativa e passionale che si nasconde in ogni donna , anzi in ogni Donna.

Ieri sera , mi sono soffermata sulla Donna Selvaggia , una Donna che sa riconoscere i Barbablù (Lupi) che si presentano sul suo cammino, sa come trattarli, ne conosce i travestimenti, i trucchi, le manipolazioni , sa tenergli testa, sa mettere in atto ciò che occorre fare quando un Barbablu’ fa’ la sua apparizione.

Ecco occorerebbe essere un po' piu' selvagge , ne trarremmo solo benefici.

Concludo dicendo che …lo sto’ ultimando ed un po’ mi dispiace :-)
1f7e27c6-ec1f-41cd-85d0-66b1dca57bd0
« immagine » Poche sere fa’ ho ripreso a leggere questo libro che avevo accantonato , non mi risuonava , spesso mi accade , è Donne che corrono coi Lupi di Clarissa Pinkola Estés. Credo nasca dalle molteplici analisi fatte sulle miriadi tipologie delle Donne, sopratutto quelle latenti, quelle so...
Post
25/08/2017 15:41:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    10

zumpappero zumpappà

23 agosto 2017 ore 15:24 segnala


essi’ ci sono accrocchi di parole che solo leggere è già ridere da piegarsi , accipicchia quando ti prende è difficile smettere ,
presente quelle risate che arrivano dal profondo e non si riescono a trattenere ?
No forse no.. o si forse si?

In questo momento la ricordo e rido, cerco di stare seria e mi viene ancora piu’ da ridere..

- Eh basta insomma un po’ di contegno hai un’eta’ !
- C’è un’eta’ per la quale è vietato ridere ?
- Non esiste.. è vietato non farlo , ma ridere è una cosa seria e non puoi farlo
con chiunque.

Un piccola curiosita:
I bambini ridono in media 400 volte al giorno.
Un adulto circa 15-20 volte al giorno , esagerando.

Rido .. rido quando mi torna in mente come mi è stata detta e da chi, devo trattenermi correrei i il rischio, quello di farla qui’ … Scusate PPT e torno ..

Fermati leggi e se vuoi ridi… ;-)
2de54790-bfe0-468f-bd9c-15bdaf31fab6
« immagine » essi’ ci sono accrocchi di parole che solo leggere è già ridere da piegarsi , accipicchia quando ti prende è difficile smettere , presente quelle risate che arrivano dal profondo e non si riescono a trattenere ? No forse no.. o si forse si? In questo momento la ricordo e rido, cer...
Post
23/08/2017 15:24:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    9

che si dice? ...bene grazie !

20 agosto 2017 ore 09:16 segnala
:hihi


Spesso incontri post, discussioni o commenti dove si parla di amicizia che nasce tra persone qui' sul virutale, che dopo poco e poi diventano traditori , cattivissimi, egoisti, tesori su' e giu' , amori qua' e amori la' ...bla bla...e poi bla...

tutto questo "vociferare" mi suscita un paio di domande, ma sopratutto le risposte;

non serve intrecciare rapporti con decine ,centinaia di persone , avere 200K preferiti e 250 likes per ogni cosa che ci scappa dalla tastiera...
oltre il fatto che mi possa poco interessare , diventerebbe ingestibile e perderei il filo di ogni conversazione, bhe a meno che non si vada a rileggere i messaggi dal principio :drunk ..buon tempo anche per questo ma spesso sono occupata anche in altro.

I miei preferiti? pochi
i miei contatti privati ? ancora meno
ma è la mia cerchia di "Nik" , nik che hanno un volto, spesso una voce e quell' un'anima che li contraddistingue e che mi piace da impazzire quando arrivo a leggere le centinaia sfumature ed ancora di piu' quando arrivano persino a leggere le mie 0:-) .

bada ben, anche nel virtuale un' "Amico" è piu' importante di quello che si pensi , non è l'ultimo gettone della slot della sala giochini ..
ma un terno all' Lotto senza mai averlo giocato.
E tutto non accade mai per caso ma solo perchè lo meritiamo !
Come diceva il buon Ceccherini nel Ciclone : Dio c'è !! Ora c'ho le prove :gym
Buona domenica a tutti :fiore

f1588673-16ee-42fc-8702-793dde1863ce
:hihi « immagine » Spesso incontri post, discussioni o commenti dove si parla di amicizia che nasce tra persone qui' sul virutale, che dopo poco e poi diventano traditori , cattivissimi, egoisti, tesori su' e giu' , amori qua' e amori la' ...bla bla...e poi bla... tutto questo "vociferare" mi...
Post
20/08/2017 09:16:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    12

Oggi saro'..

18 agosto 2017 ore 14:22 segnala



Che saro'? vediamo un po'....

ci penso.
ci ripenso...
ci ho pensato... :-)

ecco oggi saro' una pozzanghera..

Per farmi evitare da chi non mi conosce

.
.
.
.
.
e farci giocare chi amo.
cddaafa2-8a90-4106-953a-1d0ea326122f
« immagine » Che saro'? vediamo un po'.... ci penso. ci ripenso... ci ho pensato... :-) ecco oggi saro' una pozzanghera.. Per farmi evitare da chi non mi conosce . . . . . e farci giocare chi amo.
Post
18/08/2017 14:22:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    14

il segreto..

18 agosto 2017 ore 09:34 segnala


“ La maggior parte delle persone non sa amare né lasciarsi amare, perché è vigliacca o superba, perché teme il fallimento. Si vergogna a concedersi a un’altra persona, e ancor più ad aprirsi davanti a lei, poiché teme di svelare il proprio segreto… Il triste segreto di ogni essere umano: un gran bisogno di tenerezza, senza la quale non si può resistere"
Sándor Márai
fd919372-c241-44a7-99c0-0a661b1bf53f
« immagine » “ La maggior parte delle persone non sa amare né lasciarsi amare, perché è vigliacca o superba, perché teme il fallimento. Si vergogna a concedersi a un’altra persona, e ancor più ad aprirsi davanti a lei, poiché teme di svelare il proprio segreto… Il triste segreto di ogni essere um...
Post
18/08/2017 09:34:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    6

il disobbediente...

16 agosto 2017 ore 21:18 segnala


L'atto di disobbedienza, in quanto atto di libertà, è l'inizio della ragione.

Erich Fromm

Cerco di fare cio' che sento , assumendomi le resposabilita' che questo comporta, non cio' che dicono sia "giusto" per me ...
Quando mi guardo allo specchio il giudizio degli altri non avra' mai il peso del mio.
Questo disobbedire è nella fattispecie sinonimo della liberta' di agire per se e non per compiacere alcuni.

e6af4510-f052-48fd-abe6-c07bdde81cf4
« immagine » L'atto di disobbedienza, in quanto atto di libertà, è l'inizio della ragione. Erich Fromm Cerco di fare cio' che sento , assumendomi le resposabilita' che questo comporta, non cio' che dicono sia "giusto" per me ... Quando mi guardo allo specchio il giudizio degli altri non avra' m...
Post
16/08/2017 21:18:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Persone del tu..

12 agosto 2017 ore 23:02 segnala



Capita che ci siano persone che vanno via perchè sei Tu..
.
.
.
.
poi arrivano quelle persone che pensano non sia tu ..
.
.
.
.
ma accade , anche, che ci siano persone che vengono a cercarti perchè sanno chi sei TU..
.
.
.
.
ps.neanche il titolo è del Pascoli ;-)
81ee8696-6255-44c4-852f-b8605f187ed2
« immagine » Capita che ci siano persone che vanno via perchè sei Tu.. . . . . poi arrivano quelle persone che pensano non sia tu .. . . . . ma accade , anche, che ci siano persone che vengono a cercarti perchè sanno chi sei TU.. . . . . ps.neanche il titolo è del Pascoli ;-)
Post
12/08/2017 23:02:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    22

Un bubbolìo lontano...

11 agosto 2017 ore 11:25 segnala



che inquieta l'orizzonte
soffoca le parole nel mezzo della gola
gruppi di nubi chiare che si lasciano diventare gruppi di nubi scure
i miei capelli al vento , ed un tremito lungo la schiena
sussulti che per l'attesa fanno palpitare
e il bubbolìo che attrae l' ascoltare ...
è lui..
mi presento ... io sono il temporale


( ps. mentre il titolo del post è del Pascoli.)
28147bb5-75f4-41fb-aeda-79e35fe06baf
« immagine » che inquieta l'orizzonte mi soffoca le parole nel mezzo della gola gruppi di nubi chiare che si lasciano diventare gruppi di nubi scure i miei capelli al vento , ed un tremito lungo la schiena sussulti che per l'attesa fanno palpitare e il bubbolìo che attrae l' ascoltare ... è lu...
Post
11/08/2017 11:25:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    13