DOLORE !

20 marzo 2010 ore 18:48 segnala




Ho provato a capire quanto ci "costa" il dolore, quale fosse la moneta da pagare
per il suo allontanarsi...


Non ho trovato che lacrime

Forse  loro pagano
forse, solo a loro rimane il compito
di salare ferite
di rubare la gioia 
Di farci trovare l'abisso 
il buco nero
dove sprofondare

Ho provato a nascondere ogni traccia
del suo lento
lacerante ,tracimare .
Mi sono detta che nessuno ne è immune 
nessuno ...
Ma non è vero!
Non è vero!
E Tu mi chiedi solo il perchè.

Ho l'infinito inutile, dentro di me 
mentre l'intero cosmo 
mi trascina nel suo  vuoto 
nessun abbraccio adesso
potrebbe fermarmi.

Ho l'anima che grida e l'eco mi graffia il cuore 
mi porta nell'inferno 
dove bruciano parole
gesti, attimi d'amore. 

Dove come un ladro
riesci comunque ad arrivare e
dove ogni lucchetto o
catena
riesci con un sorriso a spezzare

Sono il dolore. Io sono il dolore
grido senza voce!
Ma, nessun grido saresti capace di udire.

Nelle mie vene scorre il tuo  veleno 
e il mio sentire, nel suo mare infausto
si perde lotta e...

...Perisce invano!
 
:micio


 





11485421
Ho provato a capire quanto ci "costa" il dolore, quale fosse la moneta da pagareper il suo allontanarsi...Non ho trovato che lacrimeForse  loro paganoforse, solo a loro rimane il compitodi salare feritedi rubare la gioia Di farci trovare l'abisso il buco nerodove sprofondareHo...
Post
20/03/2010 18:48:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. alienman 24 marzo 2010 ore 23:44
    :alien Una stesura più che mirabile, più che coinvolgente, davvero da applauso, molto suggestiva. Il dolore….confine tra i sensi e la ragione.                                          

    Post stupendo che rimarca sempre di più la tua bravura e la tua sensibilità.  :rosa :bacio :rosa

     

  2. alienman 25 marzo 2010 ore 21:45
    :alien Solo un semplice grazie……. che racchiude una grande ammirazione e stima nei tuoi confronti, come la si intendeva nei bei tempi andati. In questo tempo fuori dal mio tempo ho ancora saldi certi valori e certi principi.

    Un caro abbraccio….:flower

  3. eliakazan 26 marzo 2010 ore 23:38

    piacere , teneri i post ,sempre l"amore che fa impazzire il cuore , che a sua volta diventa ..scrittore !  si siamo fragili ma non troppo , pensa  che il presente , sarebbe pieno di tutti i futuri , se il passato non vi proietasse gia una storia ! io ti dico ed è vero sai , meglio un dolore che urla , che una ferita sempre aperta ! grazie un bacio Elia

  4. karpino 27 marzo 2010 ore 23:42
    Mah,che dire!?Ci vorrebbe un argine:potrei capirlo da un sopravvissuto da Auschwitz;eppure il dolore più che sovente riesce a debordare argini naturali di proporzione e diventare una presenza terribile nell'anima.
    Non ho mai capito in che misura possiamo aiutarci,o quanto siamo aiutati nel cercare:però credo che sia l'unica strada,mettersi in cammino,a volte anche piangendo;forse non tutto cambierà,ci sarà ancora dolore,ma certi sollievi quando la realtà riesce a trasfigurare in una malia di bellezza non gestita da noi ma da noi vissuta;in questi istanti ,a volte ore o giorni,il dolore è costretto ad allontanarsi,a rintanarsi,aspettando una nostra nuova debolezza.
    Siamo degli esperti di dolore tutti noi;diventeremo maestri tutte le volte che riusciremo a riderne,magari piangendo;che gli togliremo un po' di quel senso,che gli è così funzionale,e che tiene così soggiogato

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.