IL POETA !

29 settembre 2008 ore 13:27 segnala


Pallido e ancorato alla mia acqua divorante

passo nell’acre odore

del clima scoperto

vestito ancora di grigio e

di suoni amari e

di  una creta triste di schiuma abbandonata.

Vado, duro di passioni,

a cavallo della mia unica onda

lunare, solare,

ardente, e freddo, repentino

 addormentato nella gola delle fortunale


isole bianche e dolci

come fianchi freschi.

Trema nella notte umida

il mio vestito di baci

carico pazzamente di

elettriche sollecitazioni,

in modo eroico diviso in sogni

e inebrianti rose che si praticano in me.

Su per le acque,

in mezzo alle onde esterne,

il tuo corpo parallelo

si stringe alle mie braccia

come un pesce infinitamente

appiccicato alla mia anima

rapido e lento nell’energia subceleste.  :cuore :bacio


 P. Neruda


** ***
10000455
Pallido e ancorato alla mia acqua divorantepasso nell’acre odoredel clima scopertovestito ancora di grigio e di suoni amari edi  una creta triste di schiuma abbandonata.Vado, duro di passioni,a cavallo della mia unica ondalunare, solare, ardente, e freddo, repentino addormentato nella...
Post
29/09/2008 13:27:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. ILREGOLATORE 29 settembre 2008 ore 23:55
    poi  sullo sfondo una mela candita,sensualità nascosta. *** ** :rosa
  2. Sysoev 30 settembre 2008 ore 00:36
    per  un'Anima che "sente" e "vede "!

    ** ***

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.