3 giorni a Rimini con i 5 stelle...

27 settembre 2017 ore 19:15 segnala
Non accadeva da tempo immemorabile che io prendessi il treno. Invece, valutato un po’ tutto, giovedì scorso ho fatto uno strappo alle mie regole di uomo comodo che viaggia in macchina con mezza casa al seguito ed ho scoperto che ci sono bei vantaggi ad evitare la macchina. A Rimini,il fine settimana, c’era la kermesse del Movimento 5 Stelle. Io avevo deciso di parteciparvi e così, con il solo bagaglio a mano , sono partito. Il viaggio è durato 5 e ½ ore e non mi è pesato per nulla. Giunto in albergo, un 3 stelle sul lungomare, lo Scarlet, sbrigate le pratiche burocratiche con Elisa,la simpatica e precisa signorina che lavora alla reception dell’albergo, mi sono sistemato in camera, per uscire poi a cena e raggiungere un ristorantino poco distante, consigliatomi da Elisa stessa, dove ho consumato una mega pizza prelibata…
Ed è venuto presto venerdì mattina. Un paio di autobus…11 e 9… e sono arrivato alla Fiera.. Ma già sui mezzi pubblici, si notava la presenza gioiosa del popolo grillino a cui si contrapponevano i musi lunghi, tristi di alcuni autoctoni, sicuramente affiliati al pd , che governa la cittadina balneare. E’ stato emozionante varcare l’arco con il “Benvenuti a Italia 5 Stelle".
La mattinata ed il primo pomeriggio sono trascorsi velocemente, tra acquisti di gadget e t-shirt del Movimento e visita preliminare nelle tende delle varie regioni d’Italia ed anche di alcuni Comuni, tra cui Roma. Da subito sono partite le agorà a tema ed anche i colloqui personalizzati con deputati e senatori del Movimento. Un bella organizzazione, ove mi sono trovato perfettamente a mio agio.
Ho intervistato chi volevo, ma mi è anche capitato nel corso dei tre giorni di essere intervistato io stesso da qualche giornalista delle Televisioni intervenute. Sul palco centrale, a cominciare dal pomeriggio e fino a sera, si è esibito Gianluigi Paragone, un giornalista-cantante-scrittore, la cui verve e preparazione politica ho tanto apprezzato. Di lui ho acquistato un libro..."Gang Bank"...che leggerò nei prossimi giorni. Nel corso della serata, si è esibita anche una brava cantante, che ha coinvolto gli infreddoliti presenti con la sua bella voce. La giornata di sabato è trascorsa proficuamente, in un continuum con il giorno precedente, fino al clou della giornata, quando Luigi Di Maio è stato festeggiato, quale candidato premier, scelto con le votazioni in rete dal Movimento, per le prossime elezioni politiche. Il mattatore della serata è stato come sempre Beppe Grillo, il quale ha ufficialmente passato la guida del Movimento nelle mani di Di Maio, senza rinunciare peraltro…e lo ha precisato… ad essere comunque sempre presente e di aiuto per il Movimento, quale padre nobile dello stesso. Vi devo dire onestamente che a me questo passo di lato di Beppe Grillo, è dispiaciuto. Sono molto grato a quest’uomo, per aver creato il Movimento, insieme a Casaleggio. E però voglio precisare che gli interventi di Di Maio di sabato sera, ma soprattutto di domenica, mi hanno un po’tranquillizzato. Egli ha le idee chiare, le sa esprimere bene e si avvia, a mio parere, a diventare in breve tempo il leader riconosciuto da tutti, nel Movimento. Certo, il carisma di Beppe sarà difficile da eguagliare. E questo lo affermo, non già per sminuire l’ottimo Di Maio, ma per dare a Cesare quel che è di Cesare. Beppe Grillo sta nel cuore di chi si è accostato negli anni al Movimento 5 Stelle ed al cuore non si comanda. Per quel che mi riguarda, Grillo non ha sbagliato una sola mossa nel corso degli anni: a lui va il mio “grazie” sentito! E nel contempo auguro a Luigi Di Maio di continuare ad operare eccellentemente, insieme ai suoi colleghi, nel solco tracciato dai due padri fondatori del Movimento. Grillo e Casaleggio.
Esemplare ed equilibrata la loro interpretazione del codice etico del Movimento, commisurata via via anche all’incancrenimento degli altri partiti politici e dei media ad essi asserviti. Tenuto per di piu’ conto che negli anni anche il tessuto sociale si è andato deteriorando, per via del cattivo esempio dato da chi ha governato il nostro Paese, è risultato evidente che l’alta funzione educativa del Movimento doveva andare di pari passo con la difesa ad oltranza di chi, in qualità di sindaca di una grande città, ha dovuto affrontare un percorso reso difficile da avversari disposti a tutto pur di infangare e mettere i bastoni tra le ruote. La similitudine tra codesti avversari ed il serpente velenoso a cui, dopo aver tagliato la coda, ti appresti a tagliare anche la testa, non è poi così lontana dalla realtà. Grillo, Casaleggio junior e gli altri eroi del Movimento, stanno ben interpretando questo ruolo.

Un dubbio l’ho tuttavia espresso alla Taverna ed a quanti mi sono venuti a tiro. Il doppio mandato e basta. Mi chiedo, e chiedo…ma vale la pena rinunciare anzitempo a gente giovane che ha giustamente impiegato anni per prepararsi ad affrontare la delinquenza politica dilagante? Andrebbe forse aggiornato, in ciò, il codice etico, vista anche la tracotanza di avversari che le stanno provando tutte..anche con la nuova legge elettorale in fieri…per mettere fuori gioco il Movimento! E poi, sulla strategia da usare durante le interviste che i media fanno ai nostri parlamentari, ma cosa si aspetta ad usare l’incipit d’attacco, ricordando sempre chi è stato condannato per reati quali la concussione ed il peculato, visto che i media stessi non ne parlano...e, sempre nelle interviste, chiosare specificando che i nostri parlamentari, unici nel Parlamento, si dimezzano gli stipendi. Vanno però citate le piccole e medie Imprese che hanno usufruito di tale risorsa: non si deve rimanere generici, bisogna parlare dei dettagli!!
Ed ancora, il termine "populista", affibbiato in senso dispregiativo ai 5 stelle, mentre il vero re del populismo, in senso dispregiativo, è Renzi e con lui il suo omologo Berlusconi!
http://blog.chatta.it/tecerco/post/renzino-il-re-del-populismo-piu-becero-.aspx
Anche su questa becera accusa di essere NOI i populisti, a mio avviso si deve attaccare e la si deve rigettare, l'accusa becera, su coloro che la pronunziano!!!
Ed in tutto ciò, bisogna rispettare la nostra lingua anche andandosi a studiare il significato dei termini. Io lo faccio tutti i giorni. Il termine populismo, da vocabolario, ha due significati, il primo, virtuoso. Il secondo, spregevole. Eccoli.
1. Atteggiamento o movimento politico tendente a esaltare il ruolo e i valori delle classi popolari
2. spreg. Atteggiamento demagogico volto ad assecondare le aspettative del popolo, indipendentemente da ogni valutazione del loro contenuto, della loro opportunità.
Naturalmente il primo significato eventualmente ben si addice al Movimento 5 Stelle,insieme alla definizione di PARTITO DI OPPOSIZIONE AL SISTEMA DI RUBERIE ED INEFFICIENZA. Ed invece il secondo significato, spregevole, va accostato a partiti quale il PD e Renzi, Forza Italia con il suo leader Berlusconi in testa, la Lega e Salvini, e la gran parte degli altri partitelli e partitucoli. Sic!!!
Sabato è stato il giorno degli interventi dei sindaci del Movimento, tra i quali ha parlato anche la nostra Virginia Raggi. Una colonna per la città di Roma, insieme alla sua Giunta. E’ concreta, questa donna. Mentre il Messaggero la attacca tutti i giorni, inanellando una montagna di bugie e proteggendo sfacciatamente il pd, Lei lavora senza sosta ed ha esposto a Rimini le centinaia di obiettivi raggiunti.
Ma lo sapete che anche a me è capitato di essere intervistato?! Mentre me stavo a gusta’ un panino me s’è avvicinata una troupe di RaiNews24 e la giornalista mi ha fatto questa domanda: “Lei, cosa chiederebbe a Luigi Di Maio?” Beh, a me questa domanda lì per lì non m’è sembrata opportuna. Cioè a dire: Io sto qui per ascoltare Di Maio, piuttosto che per fargli domande, no? Le domande le lascio ai giornalisti. Ma quanto sopra non gliel’ho detto. Ed invece le ho risposto spostando il dialogo su un altro tema, simile. Ho esordito attaccando la massa di giornalisti che sparlano del M5S ed affermato che ” il fatto che nel programma dei 5 Stelle vi sia l’abolizione del finanziamento dello Stato alle testate giornalistiche, non deve indurre i giornalisti a dire bugie sul Movimento stesso...” Ed ho proseguito : “Io sono romano. Quando qualcuno mi interloquisce chiedendomi cosa sta facendo la Raggi a Roma, io mi guardo il soggetto, lo targo…cioè a dire lo valuto con un’occhiata… e gli chiedo a mia volta: “Tu sai chi è Mirko Coratti? E Daniele Ozzimo?” Di solito, l’interlocutare non ne sa nulla , con che gli spiego che sono esponenti politici del PD, rispettivamente presidente del consiglio comunale ed assessore nella giunta PD, con sindaco Ignazio Marino, che sono imputati nel processo a Mafia Capitale e che sono stati condannati, per ora in primo grado, a svariati annetti di carcere, perché si sarebbero fatti corrompere da Carminati & soci, intascando soldi. Dopodichè scatta la reprimenda sul tizio che, colpevole di ignorare i panni sporchi di casa propria,il PD, osa pure alzare la cresta e fare domande a me sulla sig.ra Sindaca di Roma!. L’invito finale da parte mia al tizio, è di andarsi a studiare, Lui, cosa ha fatto la Raggi per Roma, visto che Io, che studio, lo so e non intendo parlargliene. Non lo so se verrà fuori questa intervista fattami. Lì per lì l’operatore mi ha riferito che il servizio sarà trasmesso martedì nel corso della trasmissione di Vespa, Porta a Porta. Se mai la vedete, avvisatemi eh! Ma ci credo poco che daranno spazio alla mia intervista. Una intervista d’attacco!

Faccio ora il resoconto dell’intervento della Raggi a Rimini.

"A noi ci guida la passione e questo ci aiuta ad affrontare le difficoltà, che sono tante. Ma io non mollo". Così, la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha preso la parola sul palco di "Italia 5 Stelle". "Quando noi governiamo e governiamo bene - ha continuato la Raggi - non lo raccontano, non lo possono raccontare, perché per farlo ci vuole coraggio. Se lo dicessero, tutti quelli che hanno governato fino ad adesso e hanno portato Roma nel baratro andrebbero a casa. Invece Roma sta migliorando, ce lo dicono i cittadini quando andiamo per strada". A dimostrazione di ciò, la Raggi ha citato "i 254 piccoli grandi successi" della sua Giunta "per allontanarci da Mafia Capitale e andare verso il cambiamento". "Io amo Roma - ha proseguito tra gli applausi - è la mia città. Ho rinunciato alla mia vita privata per Roma e con me lo sta facendo tutta la mia squadra. Dovete aiutarci a far sentire la nostra voce e diffondere quello che facciamo".

Poi il capitolo Atac. "Ce l'hanno lasciata con un miliardo e 300 milioni di debiti - ha spiegato la Raggi - noi stiamo cercando di risanare, ma questo non si può dire. È brutto da dire per chi vuole privatizzare tutto. Noi abbiamo avuto il coraggio di mettere le mani sull'Atac, gli altri rifinanziavano e basta. Per noi non deve essere così, Atac va salvata perché è un servizio pubblico".
E ancora, l'elenco dei successi che la stampa ha trasformato in fallimenti. "Lo scorso anno - ha rivendicato Raggi - abbiamo festeggiato capodanno con 24 ore di festa, hanno solo detto che ci siamo dimenticati del concertone. Ne abbiamo fatti 50 di concerti e la città era piena di gente". Allo stesso modo, ha detto la Raggi, "abbiamo avuto il coraggio di dire no alle Olimpiadi, dopo quello che le Olimpiadi hanno lasciato in altre città. Ma non diciamo no allo sport, abbiamo fatto, tra le altre cose, la mezza maratona per la pace con migliaia di persone. Ma ne avete sentito parlare? No". Dietro di lei, ad applaudire e ad attendere il turno del loro intervento, Chiara Appendino, sindaca di Torino, e Fabio Fucci, sindaco di Pomezia. Conclusi i discorsi dei sindaci, c'è stata poi la proclamazione di Luigi Di Maio come candidato premier del M5S. Di cui ho parlato piu’ sopra.

"Sono molto contenta di potervi incontrare da vicino", aveva detto Raggi arrivando al gazebo dedicato a Roma Capitale, prima del suo intervento. Intorno a lei si era subito riunita una folla di cronisti e operatori, mentre diversi attivisti avevano intonato il coro: "Virginia, Virginia". Raggi ha allora ringraziato la sua squadra di lavoro, "dai consiglieri capitolini ai presidenti di municipio", per poi presentare Giuliana Di Pillo, "candidata del M5S alla presidenza del X municipio". "È bello confrontarsi sul lavoro immenso che stanno facendo i consiglieri - ha detto Raggi - è fondamentale dare voce anche a loro che combattono per portare avanti il nostro programma".

Diversi i consiglieri capitolini di maggioranza presenti al suo arrivo, tra cui il capogruppo Paolo Ferrara e i consiglieri Angelo Sturni, Monica Montella, Gemma Guerrini, Sara Seccia, Andrea Coia, Giuliano Pacetti. A Rimini, anche il vicesindaco Luca Bergamo.

Qualche considerazione sul mio albergo: gestito molto bene, pulito e, devo dire, anche la cucina m’è piaciuta. In quei giorni c’era un gruppo di tedeschi con i quali ho fraternizzato, quelle rare volte in cui ci siamo incrociati.
Sono ripartito lunedì. Era una giornata piovosa, ma quasi non me ne sono accorto, impegnato com’ero a cercare “Il Fatto Quotidiano”, andato a ruba nelle edicole. Un po’ dopo, A Falconara Marittima, prima di prendere la coincidenza per Roma, l’ho trovato…
Concludo. Ricordate che piu’ su vi avevo parlato della intervista fattami da RaiNews24? Bene, martedì 26 set a Porta a Porta il servizio sui 5 stelle è stato l’ultimo ad essere trasmesso, a notte fonda. Chissà perchè??!!E della intervista a me, nessuna traccia. CVD!

Arrivederci alla prossima " 3 giorni con i 5 Stelle ".


A riveder le stelle...



TC :cuore


Chi entra da Google, potrà leggere eventuali commenti cliccando sul titolo del post.
594bd6ab-9a90-49e5-860c-4074f4a32f43
Non accadeva da tempo immemorabile che io prendessi il treno. Invece, valutato un po’ tutto, giovedì scorso ho fatto uno strappo alle mie regole di uomo comodo che viaggia in macchina con mezza casa al seguito ed ho scoperto che ci sono bei vantaggi ad evitare la macchina. A Rimini, il fine...
Post
27/09/2017 19:15:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. didi71 30 settembre 2017 ore 15:18
    io credevo che andavi in un hotel 5 stelle!......
    mica avevo capito :shy
  2. tecerco 30 settembre 2017 ore 15:49
    didi71: no tata...3 giorni..3 stelle. quando faranno la 5 giorni andrò in un 5 stelle. tanto un la faranno mai 'chè poracci un c'hanno 'na lira! tata me so' comprato, a me e al figliolo, la t-shirt dei 5 stelle co' 'sta frase, su fondo giallo:
    Mira alla LUNA

    Anche se

    la mancherai

    atterrerai tra le

    S T E L L E

    ...e luna e una miriade di stelle tutt'intorno alla scritta.

    Bella, tata. Mi guardano tutti quando vado in giro 8-). Pensa, anche il giornalaio del quartiere, noto pd, m'ha fatto i complimenti. Ignora, il buon'uomo, che è uno dei "simboli" del Movimento! :lol
    Ciao tata. :flower
  3. dolcecarrie 03 ottobre 2017 ore 19:21
    Ciao Tc hai passato tre giorni molto interessanti, hai seguito il tuo gruppo politico e racconti con passione. Leggo il tuo entusiasmo e mi fa piacere.
    Una serena serata :rosa :bye
  4. tecerco 04 ottobre 2017 ore 23:55
    dolcecarrie: Ultimamente ho riesumato la mia macchinetta fotografica digitale. Ci hai fatto caso che tutti o quasi usano il cell per le foto? Beh, io sono consapevole di fare eccezione. Esattamente come il Movimento che seguo con simpatia... :ok
    Ti ringrazio e ricambio, Amica cara! :rosa :rosa
  5. dolcecarrie 05 ottobre 2017 ore 00:32
    Ci ho fatto caso si, i giovani poi col cell fanno tutto comprano, vendono, fanno foto con una velocità incredibile.
    Dolce notte TC :rosa :rosa
  6. tecerco 05 ottobre 2017 ore 00:44
    dolcecarrie: si l'ho notato. io invece uso l'agenzia, anzi le agenzie, così, per far girare l'economia, e non credo che cambierò mai. dolce notte a te, Cate.. :bye

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.