8 giorni al Nord-est

25 luglio 2014 ore 18:14 segnala


Si parte il 14 Lug alla volta di una città che non rivedevo da parecchi anni…Trieste. Lasciamo la canicola di Roma…un tuffo nella bora chiara estiva di Trieste, con puntate varie in zona, e…rientro nella nostra città, le cui tracce antiche abbiamo trovato anche lì, nel Nord-est dell’Italia.
Il soggiorno, allietato dalle care persone con cui mi sono recato in vacanza e da nuove amicizie contratte in loco, è stato ricco di nuove esperienze, ma funestato da alcuni eventi tragicomici. Uno, il ragno killer. Due, il portafoglio smarrito. Tre, la impari lotta con il mio bancomat fallace.
Veniamo alle note positive, le visite museo-cultural-castellan-culinarie, durante le quali avveniva, costante, il fenomeno del “Tec auto referenziale”: in pratica, non perdevo occasione per pubblicizzare il blog del “tecerco nazionale” ai vari conoscenti occasionali, tra cui Peppino, calabrese doc; Samir, simpatico manager della ristorazione; Anna, bar-woman del nostro albergo; Sharon, Gabriella e tanti altri. . Entriamo ora nel vivo del mio tour al Nord-est, con le visite varie…
Il Museo ferroviario di Campo Marzio, uno dei pochi in Italia completamente dedicati alle "strade ferrate", per l'iniziativa di un gruppo di volontari della "sezione appassionati trasporti" del Dopolavoro Ferroviario di Trieste. Una collezione che, per quantità e qualità, è una vera "testimonianza storica" di un periodo che va dalla prima metà dell'800 alla prima metà del '900. Siamo grati a Dalma, una giovane volontaria che ci ha seguito passo passo, spiegandoci con precisione ogni dettaglio di questo bel museo, purtroppo lasciato a cielo scoperto, nella zona “binari,locomotive e carrozze”, dunque soggetto alle intemperie. La chiamano penuria di fondi, l’insipienza dei nostri amministratori locali e nazionali…Ha d’ariva’ Cri Cri !
E poi il Castello di S.Giusto, che si erge sul colle che domina Trieste, il suo golfo e il suo entroterra. La costruzione della fortezza, fu voluta dagli imperatori d’Austria per proteggere e controllare la città e per dare alloggio al Capitano Imperiale.
Ad esso è annessa una interessante Armeria, ricca di antichi cimeli.
E ancora, il Castello di Miramare, il cui artefice fu Massimiliano d’Asburgo.
Situato su un promontorio e circondato da un immenso parco, è un luogo in cui la testimonianza storica si traduce in un viaggio dei sensi e della mente. Realizzato in stile eclettico, fu residenza imperiale e dimora che rispecchia il gusto di quel tempo. Una esperienza bella, funestata dalla triste dipartita di un feroce ragnetto. In pratica, verso l’uscita stavo scattando delle foto quando ho poggiato inavvertitamente la mano sull’aracnide che si godeva il sole. Risultato: morte prematura del malcapitato, il quale, nel crepare, me puncicava, povero me…
Un'altra bella esperienza è stata la visita al Museo dell'Immaginario scientifico, con decine di dimostrazioni pratiche delle leggi della fisica.
La sera, costituiva per noi momento di relax e de magnate, comodamente seduti al tavolo del ristorante di turno in centro città. Naturalmente, terminato il pasto, ci si intratteneva a fare giochi di società, per la gioia del gestore del ristorante, che vedeva il tavolo occupato per almeno tre orette. E d’altro canto tu, oste, me fai paga’ er coperto? E allora io permango ad libitum, sollazzandomi e pubblicizzando il mio blog. Sono molto piaciuti i post dedicati ad Adriano e “La fetta d’anguria”, ma pure l’ultimo dedicato al porco priapeo ed al ciuchino.
Al termine del convivio mangereccio, mi toccava ,mio malgrado, andare a pagare il conto. E lì, invariabilmente il mio bancomat non prendeva. Beh, me la sono cavata con qualche SPQR…”Segna Pago Quando Ritorno” e d’altro canto semo romani e para..venti!
A proposito di “venti”, come non parlare, infine, del Museo della Bora, ottimamente gestito dal suo proprietario, Rino Lombardi…Lui ha organizzato, in uno stanzone, una originalissima presentazione della “bora” e dei venti in genere, con filmati, cartelloni , attrezzature ludiche, vere e proprie gags, dal vento in barattolo proveniente dalle varie parti del mondo ai cappelli volanti che volteggiavano sulle teste di noi visitatori.

Una oretta, nel contempo, divertente ed istruttiva. Ho ricopiato qualche suo cartellone, con poesie, composizioni e spiegazioni sul fenomeno “bora”. Ve le propongo.

La bora,
quel gran vento di Trieste
piu’ impetuoso e veloce
di un treno rapido
in piena corsa
Gianni Rodari

Un rèfolo de bora
Xe capitado un rèfolo de bora
che dispicado ga la biancaria
zo de le corde, sbatu’ ga i scuri
e le finestre, che netà ga ‘l ciel
smacando via i nuvoli, s’ciarindo
fino l’anima drento de la gente.
Guido Sambo

La famigerata bora.
Un unico sibilo gelido
là sull’altopiano,
che ti priva
d’ogni profumo
e non ti fa piu’ vedere
né sentire
Peter Handke

La bora aguzza
di schegge
mi frusta
e mi strappa
le orecchie…
Scipio Slataper

Ma la bora, come nasce?
La bora, come tutti i venti,
è un movimento dell’aria dalle zone di alta pressione
a quelle di bassa pressione. Per la bora c’è da considerare anche la geografia del territorio.
Davanti a Trieste c’è il Mediterraneo, un mare caldo che si insinua nel continente.
Alle spalle di Trieste c’è un retroterra elevato e piu’ freddo in particolare durante l’inverno,
con un valico aperto sul golfo.
Questa situazione produce fra le due zone la possibilità
di formazione di forti differenze di temperatura
e di pressione atmosferica che può provocare frequenti
e intensi deflussi di masse d’aria dall’interno al mare.
Trieste e il suo golfo sono circondati da un sistema
montuoso molto particolare, con una frattura brusca
e improvvisa tra le Alpi Giulie e le Alpi Dinariche
Questa frattura è chiamata “Porta di Postumia”
o “Porta della Bora”.

La bora chiara
La bora è chiara quando il tempo è bello!
Il flusso al suolo e le correnti
superiori in alto nel cielo
(che non hanno niente a che
fare con la bora) producono
il bel tempo. La bora chiara
è detta anche anticiclonica
perché è determinata dalle
alte pressioni presenti nel
continente, alle spalle di Trieste.

La bora scura
La bora è scura quando
piove o addirittura nevica.
Arriva con il maltempo
e un cielo grigio e scuro,
ed è quindi associata alla bassa
pressione. La bora scura
è detta anche ciclonica
perché è legata generalmente
al passaggio di depressione
(cioè bassa pressione)
sull’Adriatico.

Infine, vi narro la disavventura del portafoglio. Una notte il tecerco, rientrato in albergo e giunto in prossimità della sua stanza, si apprestava a ricercarne le chiavi, sepolte all’interno del borsello. Lì fuori v’era un tavolinetto dove il buon tec, sudato, andava svuotando il detto borsello alla ricerca delle agognate chiavi. Perché agognate? Poiché la mia era una vera suite, fornita anche di salottino fresco-polare. In breve, trovai le chiavi, ma in quell’istante la luce del corridoio, a relais, si spegneva, per cui mi affrettai ad infilare al buio la chiave nella toppa, tuffandomi poi nel salottino refrigerato. Notte serena, risveglio pacioso, si scende a far colazione, entro nella sala lettura per leggere i quotidiani e, lì per lì, do un’occhiata dentro il borsello: il portafoglio non c’era! Salgo in camera e rovisto dappertutto: sparito il portafoglio insieme ad un bancomat, una carta di credito,la patente,il codice fiscale e qualche spiccetto in banconote. In preda al panico, mi reco nella stanza delle mie “persone care”, pronuncio tremante la frase: “n o n t r o v o i l p o r t a f o g l i o!”, e subito dopo scopro sul loro comò il mio portafoglio, gentilmente recapitato qualche minuto prima dalla cameriera che, avendolo scoperto abbandonato sul tavolino suddetto e, non trovando me in stanza, l’aveva affidato alle dette “due persone care”. Chiunque, anche un estraneo, si sarebbe precipitato a telefonarmi, nel dubbio che, quando mi accorgevo della sparizione, mi potesse prendere un colpo. Non le “care persone”. Quelle no! Entrambe mi aspettavano tranquille…in attesa di prendermi in giro quando mi sarei fatto vivo. Insomma, ho salvato le coronarie solo grazie alla mia preparazione fisico-mental-atletica ed al mio self-control ma, soprattutto, sono rientrato in possesso del portafoglio!

Abbiamo lasciato Trieste, non prima di aver assistito, oltre confine, in Slovenia, ad una interessante esibizione di cavalli di razza ed aver fatto una puntata al Casinò di Lipica.
Entrambe, esperienze positive e vincenti, specie quella del Casinò in cui, alla roulette, con il mio sistema infallibile, ho vinto ben…5 euro: in pratica, usufruito della entrata gratuita, ho fatto una sola puntata vincente su Passe, me so’ scofanato ‘n piatto de pennette al tonno e pomodoro gentilmente offerti dalla Casa, e me ne sono uscito a depositare il regalino in denaro tra le mani di mio figlio, che aspettava fuori, dedito ai suoi giochini con il cellulare.
Il viaggio di ritorno è stato altrettanto ricco e avventuroso. Prima, una visita a Redipuglia. Poi una sosta alla Cattedrale di S.Antonio di Padova. Ed infine tutta autostrada per raggiungere, a fronte di qualche rallentamento per via di un paio di incidenti, Roma. Casa. Felici e soddisfatti dei nostri fantastici “8 giorni al Nord-est” !

TC :cuore
db892f55-0e7f-4747-9585-d5f5dbfcc677
« video » Si parte il 14 Lug alla volta di una città che non rivedevo da parecchi anni…Trieste. « immagine » Lasciamo la canicola di Roma…un tuffo nella bora chiara estiva di Trieste, con puntate varie in zona, e…rientro nella nostra città, le cui tracce antiche abbiamo trovato anche lì, nel Nord...
Post
25/07/2014 18:14:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    33

Commenti

  1. cavaliererrante66 25 luglio 2014 ore 18:29
    Bentornato amico mio.... però ti sei perso se da triste seguivi il bagnoasciuga
    arrivavi diritto dalle mie parti... x aggiungere alle penne che hai decantato magari anche un bel piatto di "brodetto all'anconetana" il tutto innaffiato
    da un fresco verdicchio doc. dei castelli... peccato!
    sarà x la prox vacanza...
    max :ok :bye
  2. tecerco 25 luglio 2014 ore 20:00
    cavaliererrante66: Il viaggio di ritorno, piuttosto avventuroso per via degli incidenti incontrati, meritava la deviazione che suggerisci tu, Max...La prossima volta, permango sull'Adriatico ed approfitto del tuo consiglio da esperto! Un abbraccio... :bye
  3. Edelvais63 25 luglio 2014 ore 21:36
    Bentornatoo..ottimo diario di viaggio e poi,la tua vena umoristica,renderebbe gradevole anche un viaggio nella selvagga savana.S ;-) i sentiva la tua mancanza :bacio
  4. didi71 25 luglio 2014 ore 22:03
    caxxo!!!ben 5 euri hai vinto!!!
    miticotato anche in ferie
    tatatuatebacia
  5. julia.pink 25 luglio 2014 ore 23:40
    Divertente come sempre, da buon romano non ti smentisci :-) ma la storia del portafoglio è stata troppo carina, che amici cari hai :ok

    Bentornato Tec :bacio
  6. klardiluna 25 luglio 2014 ore 23:41
    acc... che belle emozioni!! :hihi ...non càpita mica a tutti di ...essere punti dal ragno, :drunk vincere al casinò (anche solo 5 euri, ma li hai vinti!) :hihi ....perdere e...soprattutto ritrovare il portafoglio con tutto dentro!!! ;-)
    comunque ...un bel racconto :clap e...buone vacanze ..fatte!! :-) :bye
  7. UnNick.Qualunque 26 luglio 2014 ore 09:40
    Ottimo tour virtuale (per noi :-))) )... mancava una tua foto a coronare l'album x:-) bentornato!
  8. tecerco 27 luglio 2014 ore 11:52
    Edelvais63: Ti ringrazio Rosanna, lo so lo so che ve so' mancato e, a proposito di bestie e di savana, pare che il porcello priapeo sia stato messo a digiuno: nun c'è trippa pe' porci, che oggi ci sono ma domani nun se sa! Baci, cara! ;-)
  9. tecerco 27 luglio 2014 ore 11:54
    didi71: Alèèèè, si è riaffacciatatata! Bacione! :clap
  10. tecerco 27 luglio 2014 ore 11:57
    julia.pink: Proprio ieri sera, nel leggere il post, mi si sono scompisciate dal ridere in diretta, quelle "persone care"...Saluti cari, Giulia! :bye
  11. tecerco 27 luglio 2014 ore 11:59
    klardiluna: tante emozioni, e tutte intense e sentite, specie il morso del ragnetto killer! :ok :-( :bye
  12. tecerco 27 luglio 2014 ore 12:05
    UnNick.Qualunque: Una bella foto fatta al museo dell'immaginario magari la ricerco...Bentrovata a te! :fiore
  13. julia.pink 27 luglio 2014 ore 12:58
    Ciao Tec buona domenica :fiore :-))
  14. dolcecarrie 27 luglio 2014 ore 13:00
    Buona domenica tc e attento a dove lasci il portafoglio :hoho :hehe :bye :rosa
  15. DemiMoore68 27 luglio 2014 ore 23:12
    Bentornato....bella Trieste...pero´ te ne sono successe di cose:))buona serata. :rosa Ciao.
  16. carmenlina 28 luglio 2014 ore 00:14
    wuauuuu che bel viaggio ..trieste e molto bella e anche se ti sono successe delle piccole avventure ..ne e valsa la pena.. :-) bentornato... :fiore
  17. stregaxamore.VE 29 luglio 2014 ore 09:53
    Bella vacanza tc pure con suspance portafoglio :hehe però sono contenta che sia tornato il re dei blog come faremmo senza di te :rosa :bacio
  18. tecerco 30 luglio 2014 ore 22:40
    julia.pink: il rientro, i tempi dilatati...buona serata, cara! :rosa
  19. tecerco 30 luglio 2014 ore 22:41
    dolcecarrie: non perdo mai nulla...anche 'sta volta m'ha detto bene! ;-) :rosa
  20. tecerco 30 luglio 2014 ore 22:43
    DemiMoore68: ho già nostalgia di quei posti... :ok :rosa
  21. tecerco 30 luglio 2014 ore 22:45
    carmenlina: ancora ripenso al ragnetto killer... ;-) :rosa
  22. tecerco 30 luglio 2014 ore 22:47
    stregaxamore.VE: ti ringrazio Dani, sei troppo buona! :bacio
  23. carmenlina 30 luglio 2014 ore 22:54
    ancora ripenso al ragnetto killer..

    ti sarai spaventato tantissimo... :rosa
  24. tecerco 30 luglio 2014 ore 23:45
    carmenlina: Spaventato no, curato con una crema al cortisone si!! :hehe :rosa :bye
  25. carmenlina 30 luglio 2014 ore 23:51
    :many :-) :rosa
  26. ninfeadelnilo 05 agosto 2014 ore 17:28
    Bentornato!! Tutto è bene ciò che finisce bene, grazie anche alle buone compagnie. Ma er ragno porello? S'è vendicato prima de stende le zampe. Non è che me te ritovo come l'omo ragno? Ahò.. se vedo qualcuno svolazzare per Roma in calzamaglia, quello sei te. :many

  27. s.hela 05 agosto 2014 ore 18:30


    Ciao caro Tc , interessante ed avventuroso viaggio il tuo , intenso sempre il tuo scrivere , dove ti si legge tutto d'un fiato splendidamente . :-))

    Ho appoggiato sul palmo della mano una farfalla e con un lieve soffio , possa librarsi leggera nell'aria dove raggiungerà' il tuo Cuore . :cuore






    Un pensiero , un abbraccio ed una buona serata con stima.

    Giulia :bacio :cuore :rosa
  28. s.hela 07 agosto 2014 ore 18:25
    Un abbraccio caro Tc con tutto il :cuore per l'affetto che ho per te.
    :bacio :cuore :rosa

    Buona serata da Giulia
  29. did.lina 13 agosto 2014 ore 21:06
    Bel post! Cronaca di una vacanza tutto sommato riuscita, divertente e avventurosa.
    Non ho mai visitato Trieste e, leggendo il tuo post m'è venuta voglia di andarci...Prima o poi
    Un abbraccio :-)
  30. flammy44 13 agosto 2014 ore 21:38
    Bentornato! Come sempre non mi deludi... il tuo modo ironico/istruttivo ha fatto si che, partecipassimo anche "noi" alla tua vacanza :-). Dimostrando che non bisogna andare lontano per trovare luoghi magnifici e ricchi di storia... con annesse avventure...:-) grazie "amichetto" è sempre un piacere leggerti :-) un abbraccio :angel
  31. 59laura 14 agosto 2014 ore 01:53
    ciao Tc, ottimo "diario di viaggio" un abbraccio :-)
  32. Settembre 14 agosto 2014 ore 10:02
    :staff avvolgente come sempre :-))
  33. liquirizya 14 agosto 2014 ore 11:11
    OMMIODDIOOOOOOOOOO io di tutta la vacanza me sarei ricordata solo del ragno che mi ha mozzicata!!!! :-( :cry
  34. AstrotermicAle 16 agosto 2014 ore 01:48
    Che simpatico questo appunto di viaggio, ho riso di gusto.
    Bellissime foto!
    Bentornato :-)
  35. brischy 16 agosto 2014 ore 02:21
    Ho letto il tuo invito ed eccomi qui a rifugiarmi un po', lontana da pensieri e problemi, nei tuoi scritti che mi invitano a viaggiare, anzi a percorrere il tuo viaggio e a immaginare e ricordare i bei posti che tu hai appena visitato ma che io visitai da bambina, anche se non tutti. Ricordi lontani ma che riaffiorano accarezzandomi l'anima, riportando ricordi amabili di persone che ormai non ci sono più. Restano invisibili ai miei occhi, ma visibili con il cuore, la mente, i ricordi e questo meraviglioso viaggio. Grazie Tecerco non sai il bene che mi ha fatto questo viaggio. Un cibraccio.
  36. ladani6688 16 agosto 2014 ore 18:21
    caro TC bel viaggetto con annesse avventure e "cari cari" :) ho letto tutto attentamente e volentierissimo anche perchè nei miei viaggi Trieste manca...dico sempre ci andrò e poi va beh.. bentornato e benbloggato :-) ciao nì
  37. fogliaa 16 agosto 2014 ore 18:57
    Naturalmente, terminato il pasto, ci si intratteneva a fare giochi di società, per la gioia del gestore del ristorante, che vedeva il tavolo occupato per almeno tre orette. E d’altro canto tu, oste, me fai paga’ er coperto? E allora io permango

    piace tanto anche a me restare a tavola, dopo aver cenato .......
    Sempre arguto e allegro , ciao
  38. Duchessazzurra 17 agosto 2014 ore 02:29
    sai che ormai passo poco e di rado ma...per post simili sempre molto volentieri!!! :many
  39. A.NGJ 19 agosto 2014 ore 00:02
    Grazie. :cuore ho letto e rileggerò più che volentieri.
  40. maghella.rm 19 agosto 2014 ore 17:41
    mmmmmmmm....sento l'odore dei treni dl "museo ferroviario".
    sorpresa più gradita nn mi potevi fare...credimi. :flower

    xxxMagh...TeCerco
  41. Linda.75 23 agosto 2014 ore 12:54
    Se potessi scegliere il posto dove vivere, sarebbe Trieste, o Spalato. Leggere questo post, per me era, come a dire... stare lì dove ognuno di noi adora essere. A casa. Un abbraccio a te caro amico. K.
  42. tecerco 25 agosto 2014 ore 12:03
    ninfeadelnilo: In questo periodo Raffy a Roma ci sto poco...è necessaria la mia presenza sul litorale, vado a caccia di squali! :bye
    s.hela: Giulia ti ringrazio per le tue parole...così affettuose! :bacio
    did.lina:I triestini a me piacciono molto, ed il centro città è una bomboniera.. :rosa
  43. tecerco 25 agosto 2014 ore 12:05
    flammy44: Mi sei ultra simpatica, concittadina cara...un abbraccio a te! :bye
  44. tecerco 25 agosto 2014 ore 12:10
    59laura: un abbraccio a te! :rosa
    Settembre: elloso che vi avvolgo...;-)..simpaticamente! :bye
    liquirizya: non mi ci far pensare...'sto velenosetto di un ragnetto! ;-)
    :rosa
  45. tecerco 25 agosto 2014 ore 12:15
    AstrotermicAle: Tornato, si, ma sempre proiettato sulla ripartenza!! :-) :rosa
    brischy: E' un piacere grande leggerti qui da me...hai un animo nobile! Un abbraccio a te... :rosa
  46. tecerco 25 agosto 2014 ore 12:20
    ladani6688: un abbraccio, cara... :rosa
    fogliaa: In uno di quei ristorantini, usavamo svernarci...per la gioia dei gestori e dei camerieri che ci avevano preso in simpatia. :rosa :bye
  47. tecerco 25 agosto 2014 ore 12:21
    Duchessazzurra: siora Duchessa, lei è sempre la benvenuta...un abbraccione! :rosa
  48. tecerco 25 agosto 2014 ore 12:24
    ANG.J: Grazie a te, cara... :rosa
    maghella.rm: belli proprio quei treni "antichi"... :rosa
  49. tecerco 25 agosto 2014 ore 12:25
    Linda.75: Mentre stavo lì, ti pensavo Karol, immaginandoti non troppo lontana...Un bacione. :rosa
  50. tecerco 25 agosto 2014 ore 12:33
    Per tutti : Ho visto che questo post è stato molto apprezzato. Vi aspetto ancora amici miei, questa volta al mare...a caccia di squali!!!

    http://blog.chatta.it/tecerco/post/il-bagno-a-ostia-con-pochissimi-squali-.aspx
  51. Vereor 05 settembre 2014 ore 15:23
    Bellissimi i cavalli lipizzani,io sono stata dove li allevano,grazie,mi hai riportato alla mente una bella giornata di tanti anni fa :)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.