Il superbo

27 ottobre 2016 ore 14:35 segnala
Chi ar monno crede d'esse' quarche cosa,
'na specie de borioso quadrinaro...
penzi a li fiori, a quarche bella rosa,
che doppo un po' finisce ar monnezzaro!

Regna pe' poco e poi la carpestamo,
la stessa fine che nojantri famo!

La superbia è 'na cosa tanto sciocca,
ognuno c'ha segnato er su' destino
senza sape' de quello che je tocca
co' li guai che attraverzano er cammino.

Perciò chi crede ancora a quarche cosa,
penzi alla fine che farà la rosa!...

TC :cuore
017cc58c-e5d7-46a1-b818-0b24f29e73dc
Chi ar monno crede d'esse' quarche cosa, 'na specie de borioso quadrinaro... penzi a li fiori, a quarche bella rosa, che doppo un po' finisce ar monnezzaro! Regna pe' poco e poi la carpestamo, la stessa fine che nojantri famo! La superbia è 'na cosa tanto sciocca, ognuno c'ha segnato er su'...
Post
27/10/2016 14:35:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Commenti

  1. Njlo 27 ottobre 2016 ore 15:46
    Non sono brava a fare lunghi discorsi e non ci provo neppure, però voglio dire che tutti noi umani veniamo dallo stesso luogo, siamo fatti della stessa materia e torneremo a quel luogo, belli e brutti, intelligenti e semplici, ricchi e poveri. Allora perché crederci migliori o superiori ai nostri simili? Simili è la parola da tenere a mente, specialmente in questo periodo in cui ricordiamo i nostri e tutti i defunti.
    Complimenti per la poesia, bella e vera.
  2. tecerco 27 ottobre 2016 ore 16:23
    Njlo: Ciao, benvenuta nel mio blog! :rosa E' un po' nella natura dell'uomo trattare con sufficienza chi gli è inferiore. Il sostantivo "simili" lo si può praticare in due modi. Quello a cui tu ti riferisci, che significa valutare e rispettare tutti come persone, a prescindere dal censo o dall'aspetto fisico. E c'è invece chi si collega mentalmente al detto "similes cum similibus", con ciò respingendo e ghettizzando tutti coloro che non risultano "all'altezza". Io sono così tanto estroverso da contattare e frequentare ogni giorno persone, le piu' disparate. Pretendo però l'onestà, meglio se anche intellettuale. :ok :bye
  3. Njlo 27 ottobre 2016 ore 16:26
    Onestà sempre, intellettuale e non. E rapporti senza censure con chiunque la pratichi. Grazie.
  4. tecerco 27 ottobre 2016 ore 16:36
    Njlo: Sai che c'è?. Io intendo per "onestà intellettuale", quella di chi porta avanti il proprio credo con sincerità. Ed è sincero soprattutto con se stesso. Impegna dunque il proprio intelletto con correttezza. La pretendo la "onestà intellettuale", e mi avvicino parecchio a chi ha questa qualità. Ciao e grazie a te.
  5. Njlo 27 ottobre 2016 ore 16:50
    Mi pare sia così in generale, altrimenti che onestà intellettuale è? Di comodo? Siamo d'accordo no? Scusa non voglio rubare altro spazio. Buona serata.
  6. tecerco 27 ottobre 2016 ore 18:31
    Njlo: Ma certo, mi piaceva puntualizzare anche per altri che leggeranno... :-)
    Buona serata a te.
  7. sinceropreciso 28 ottobre 2016 ore 11:15
    Colui che è superbo lo vedrai cadere
    colui che è umile lo vedrai in alto.

    Carmelo :bye
  8. Edelvais63 28 ottobre 2016 ore 16:40
    Mi viene in mente "a'livella" di Totò.Non c'è nulla di più grande per descrivere l'effettiva condizione umana e la grande giustizia della morte che ci "livella" tutti.Ah se si capisse in vita..quanti superbi abbasserebbero la cresta.Sempre unico,amico mio :rosa
  9. tecerco 01 novembre 2016 ore 17:00
    sinceropreciso: Grazie anzitutto per la tua visita...Una consapevole riflessione su se stesso non deve per forza scivolare in un eccesso di superbia o di umiltà. E' importante rispettare il prossimo, accoglierlo. Poi ciascuno ha il proprio valore indiscusso, che lo pone piu' in alto o piu' in basso. Ciao Carmelo, buona serata! :bye
  10. tecerco 01 novembre 2016 ore 17:15
    Edelvais63: Io non ho grande stima della gente superba. Sono soliti, costoro, nascondere i propri difetti, mostrando una alterigia che non corrisponde al loro valore reale. Basso, solitamente. Mi vengono in mente certi politicanti, a tal proposito. Ascoltavo ieri sera, in occasione di un dibattito televisivo sul dimezzamento o meno degli stipendi dei politici, un tizio, un pugliese sindaco di non so quale paese...Un certo Cito, mi pare. Questo spocchioso esponente della piu' becera politica gridava le proprie inesistenti ragioni, prevaricando prepotentemente gli altri partecipanti al dibattito. E qualcuno del pubblico della trasmissione lo applaudiva pure...Ecco, sta qui il problema: gente di basso rango che applaude il demente di turno! Tranquilla, Rosanna, non mi sto insuperbendo. Mi limito a prendere atto che i cervelli non funzionano tutti allo stesso modo. Qualcuno vale. Qualcun altro no.
    Un abbraccio, cara! :rosa
  11. carmenlina 01 novembre 2016 ore 22:14
    Chi ar monno crede d'esse' quarche cosa,
    'na specie de borioso quadrinaro...
    penzi a li fiori, a quarche bella rosa,
    che doppo un po' finisce ar monnezzaro!
    condivido . :rosa

    anche nella bibbia e scritto

    “La superbia precede la rovina, e lo spirito altero precede la caduta. E’ meglio essere umili con i poveri che spartire la preda con i superbi” Proverbi 16:18-19

    buona serata :rosa

    :rosa
  12. tecerco 03 novembre 2016 ore 20:34
    carmenlina: E' molto calzante la tua citazione, così soffusa di religiosità. Ti ringrazio per il tuo intervento. Un saluto caro... :flower
  13. carmenlina 05 novembre 2016 ore 19:30
    @tecerco ciao buona serata :rosa :rosa
  14. ninfeadelnilo 07 novembre 2016 ore 20:19
    Hai ragione, a ce serve la superbia quando ci sono cose peggiori a cui dobbiamo pensare tutti. E a proposito corri nel mio blog.
    Importante - Nel mio blog c'è l'ultimo post che devi vedere è importante per tutti noi. Non tardare perché dalle 22 dell' 8/11/16 non troverai più questo importante video in forma gratuita poi verrà ritirato e proiettato nei cinema, credo. Non perderlo alla fine del documentario, la penserai nella maniera migliore. Ciao tc :bacio
  15. tecerco 08 novembre 2016 ore 15:03
    ninfeadelnilo: Grazie Raffy per il tuo intervento...
    Molto interessante l'argomento che tratti da te! :flower
  16. ninfeadelnilo 08 novembre 2016 ore 16:56
    Per noi tutti è importante vederlo tutto fino in fondo per capire ciò che già sappiamo ma ancora scettici. Parlarne e diffondere la notizia è compito di tutti
    Guardati anche le notizie della national geographic http://www.nationalgeographic.it/ambiente/
    Da non rimandare né sottovalutare. Purtroppo restano 40/50 anni forse meno no un centinaio di anni e lo stiamo vedendo da tutti questi cataclismi. I grandi della terra dovrebbero dettarci delle regole importanti di vita sana, così come ci impartiscono a volte leggi assurde e non risolvibili, perchè possano dirigere verso il benessere nostro e della natura. Applicare leggi giuste eliminando tutto ciò che inquina riducendo e vietando l'abbattimento di foreste, il commercio di tutto ciò che può farci male, sigarette, cibo contaminato di carni rosse, olio di palma che ormai fa parte di tutto quello che mangiamo e ci intossica, troppi repellenti, carburanti che rovinano l'aria che respiriamo portando il surriscaldamento della nostra atmosfera terrestre, sciogliendo i ghiacciai che eliminano tante le specie viventi per l'equilibrio dell'ecosistema che riproduce la vita. Così riduciamo il nostro pianeta alla distruzione con siccità, aridità, innalzamento delle acque che sommergono gran parte della terra. Purtroppo la situazione è complessa e si sta perdendo troppo tempo. Lo stiamo già vivendo da troppi decenni con tutte queste calamità naturali e ci resta poco tempo per cambiare le cose. Poi sarà troppo tardi e lasceremo un pianeta malato e morente ai nostri figli. Ad esempio evitando di comprare cibo nocivo, evitando gli sprechi, di acqua, eliminando il superfluo e tutti quei prodotti che inquinano con i loro gas tossici, andare a votare per dire la nostra ai politici, (io sono una di quel 50% che non si reca più alle urne, sbagliando purtroppo, ma i politici su questo non ci hanno aiutato con tutto il marciume che è uscito fuori non si sa più in chi credere)divulgando parlando tra noi. Quindi tutti noi dobbiamo cambiare sistema di vita e da qualche parte dobbiamo pure iniziare. I politici invece di aumentare i costi perché così la gente non compra dovrebbero proprio abbattere ciò che fa male no lasciarlo solo a chi già è ricco e lo diventa sempre di più. Dobbiamo impegnarci nel nostro piccolo, io tornerei alla carrozza e usare la tecnologia solo per necessità vera. Intanto divulghiamo con il passa parola, sperando che il messaggio venga recepito e non ignorato come sempre.
    Vedere questo video fino in fondo, mi ha portata a capire profondamente e decisamente ciò che tutti già sappiamo ma che ci fa scrollare le spalle dicendo a noi stessi; ma io da solo cosa posso fare? Soprattutto essere positivi come l'astronauta del video prima che sia troppo tardi. Un bacio
  17. ninfeadelnilo 08 novembre 2016 ore 17:06
    E' IMPORTANTE PER TUTTI NOI. Ho usato email, gruppo, blog, WhatsApp per diffondere il più possibile inviando centinaia e centinaia di inviti a leggere e vedere il video e il link del national geographic che ho messo nel commento precedente.
    http://www.nationalgeographic.it/ambiente/
    QUESTO VIDEO VERRA' RITIRATO ALLE 22 DI QUESTA SERA IN FORMA GRATUITA CIAO UN BACIO E GRAZIE

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.