Renzino, il re del populismo piu' becero!

05 settembre 2017 ore 20:08 segnala
Sto in vacanza, ma non gliela posso fa’, non resisto…è troppo! Avete presente quelle volte che avete deciso di staccare ? Ebbene,quello era il mio progetto. Staccare. Era, finchè non mi è capitato di assistere ad uno scambio di battute tra due signori! Vengo al dunque. Ah, premetto…avevo progettato in questi giorni di non comprare giornali, né guardare telegiornali. Perciò mi aggiravo sereno e gaudente, nella cittadina del nord dove sto attualmente. Ma che ti combina il fato malevolo? Domenica, mentre ero a passeggio, carpisco la frase di un passante…” MA HAI LETTO,RENZI,COSA HA DETTO?”. Mi fermo, allora, ed ascolto parte del dialogo di quei due signori. Cosa avreste fatto voi…cosa avrei dovuto fare io? Proseguire e disinteressarmi delle sorti del tosco, capopopolo di quel partito con tanti tanti assessori e sindaci indagati e tanti tanti assessori e sindaci condannati per reati dove vi sono di mezzo i soldi. Il PD.
E invece no. Punto dalla curiosità, sono passato dall’edicola ed ho comprato “Il Fatto Quotidiano”. Era,appunto, domenica 3 settembre. Eccone il titolo in prima pagina:
” Festa dell’Unità. Vietato protestare. Il ritorno di Renzi: zittisce la vittima della banca fallita”
Siamo a Bologna, alla festa dell’Unità. Renzi parla alla platea. Quando arriva una domanda sulle banche, dalla platea si sente gridare: “150.000 risparmiatori truffati, noi non abbiamo rubato, voi avete rubato”. E’ una signora, quella che grida.” Avete rubato…risponde d’impeto Renzi…lo dice a sua sorella “. Poi, in serata, a Modena, Renzi precisa: “ Contestare è legittimo, ma chi dice che abbiamo rubato, ne risponderà nelle sedi opportune. Sono bugie. Per questo le ho risposto male. “ E rilancia, sempre Renzi: “ Nessuno può mettere in dubbio le qualità morali degli uomini e delle donne del PD. E io aspetto sempre la vicenda Consip, perché vedrete come andrà a finire”.Fin qui, quanto riportato dal Fatto Quotidiano.
“Nessuno può mettere in dubbio le qualità morali degli uomini e delle donne del PD.” Ecco la frase del Renzi, che mi sono appuntato, dopo essermi fatto tante e tante risate. Ma che paravento quest’uomo! Mostra i muscoli, non avendone punto di muscoli, e copre i tanti politici indagati e condannati del suo partito dietro la suddetta frase generica. Da parecchio tempo si parla della disonestà dei tuoi assessori e sindaci condannati per corruzione,peculato e quant’altro, Renzi! E tu, approfittando dell'episodio della signora di Bologna, ti vai a parare dietro gli elettori del PD…magari coinvolgendoli emotivamente nel difendere le qualità morali degli uomini e delle donne del PD! Generica, di comodo e sfacciatamente populista la tua frase, Renzino! Chiaramente, alla festa dell'Unità di Modena, sentita la tua frase, ti hanno applaudito!Eccolo il populismo di Renzi. Lui è il vero esempio di politico populista.Populista, nel senso negativo del termine, ovviamente. Leggiamo dunque sul vocabolario la definizione di populismo, nella sua accezione negativa, così tanto abusata da Renzino e compagni nell'etichettare gli altri. Falsoni che non sono altro! Bene, il vocabolario recita: “Populismo è l’atteggiamento demagogico volto ad assecondare le aspettative del popolo, indipendentemente da ogni valutazione del loro contenuto, della loro opportunità.” Veniamo allora ad analizzare la frase detta da Renzi a Modena al suo popolo, alla festa dell’Unità. “Nessuno può mettere in dubbio le qualità morali degli uomini e delle donne del PD”. Ecco, il popolo lì presente, coinvolto dal suo leader, si è sentito gratificato, secondo le sue aspettative. Ed ha inopportunamente applaudito, dimenticando di valutare, in complicità con il suo leader, che la frase non era veritiera, visto che il Renzi ometteva di parlare del vero problema del PD, e cioè del fatto che ha assessori e sindaci, in quantità, in galera per reati di corruzione, peculato e quant’altro. Era opportuno che Renzi dicesse quella frase? No, perché inveritiera. Eccolo il populista, che usa con quella frase un atteggiamento demagogico volto ad assecondare le aspettative del suo popolo, indipendentemente da ogni valutazione del loro contenuto, della loro opportunità!Lapalissiano! Ecco dunque un esempio eclatante di populismo, che rimarrà eterno nella storia della politica italiana. Una pietra miliare. Ma pensa tu quanto è stato solerte e preciso il Renzino populista indefesso! Sicuramente, nelle prossime aggiunte e varianti del Devoto-Oli e di tutti i vocabolari d’italiano piu’ consultati, all’interno della spiegazione del termine “populismo”, sarà fatta menzione, quale esempio probante, della infelice frase di Renzi. “Nessuno può mettere in dubbio le qualità morali degli uomini e delle donne del PD “. Infelice per lui ed il suo partito, il PD. Ma chiarissima ed esemplificatrice per tutti noi che, oltre a coltivare lo studio della lingua italiana, sappiamo ormai valutare in quali partiti ( uno solo, veramente…il Movimento 5 Stelle) regna da sempre l’onestà ed in quali no! A chi mi chiede perché Renzino si comporta così, la risposta, ovvia, è che costui è malato di protagonismo ed ha capito bene che fare il populista, accusando gli altri di esserlo, è un modo comodo per tentare di tornare a Palazzo Chigi a fare il premier. Egli così sfrutta in modo subdolo il suo popolo. Vergognoso. Davvero vergognoso! Il re dei populisti, costui. Il Renzino. Cosa dovrebbe fare invece questo tizio? Anzitutto dovrebbe chiedere scusa a chi ha votato PD per non aver saputo, LUI e i dirigenti del suo partito, controllare che i suoi eletti nei comuni, nelle provincie, nelle regioni, non si macchiassero dei reati di cui sopra. E poi avrebbe dovuto chiedere scusa al popolo italiano intero, per gli scandali molteplici che hanno visto implicati assessori e sindaci del suo partito. E poi anche, visto che ha fatto il presidente del consiglio, avrebbe dovuto far approvare una legge che imponesse ai corrotti, a cominciare da quelli del suo partito, il PD, di restituire i loro stipendi per intero. E invece cosa fa il Renzino? Fa il populista, lui. E lo fa in modo scoperto. Senza vergogna. Non ho parole!!!
Infine, parliamo un po’ del verbo rubare. Quello urlato da quella povera signora che ha perduto tutti i suoi risparmi. E riferiamoci ai politici del PD ingabbiati per corruzione e peculato. E ce ne sono! Ma, chiedo io, se uno è corrotto e perciò si mette dei soldi in tasca, che fa ruba o non ruba? Beh, se è un politico con tanto di stipendio, sicuramente lo stipendio lo ha preso indebitamente. O no? Ma coloro che hanno votato PD e sono onesti a prescindere, e si vedono un assessore, un sindaco del loro partito, sbattuti in galera perchè corrotti, hanno o non hanno diritto a pretendere che codesti politici corrotti restituiscano gli stipendi, immeritati? E cosa aspettano coloro che hanno votato PD a scendere in piazza ed urlare il loro dissenso con la loro classe politica? E se i parlamentari votati da loro insistono a non dimezzarsi i lauti stipendi, come fanno i 5 Stelle dal primo giorno in cui sono stati eletti, questa gente che purtroppo ha votato PD, cosa aspetta a fare ammenda ed a dare il proprio voto al Movimento 5 Stelle?
NOI,che non abbiamo mai "rubato" soldi al popolo, stiamo alla finestra a guardare, consapevoli della nostra onestà. E giudichiamo! :clava :ok

TC :cuore


P.S. Chi entra da Google, per leggere i commenti deve cliccare sul titolo del post!
2a338737-bc7b-409e-9cca-aafe5ec31876
Sto in vacanza, ma non gliela posso fa’, non resisto…è troppo! Avete presente quelle volte che avete deciso di staccare ? Ebbene,quello era il mio progetto. Staccare. Era, finchè non mi è capitato di assistere ad uno scambio di battute tra due signori! Vengo al dunque. Ah, premetto…avevo progettato...
Post
05/09/2017 20:08:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. xspirito.liberox 05 settembre 2017 ore 21:00
    non conosco le dinamiche politiche , le odio profondamente , prima avevamo ideali politici ,credevamo in qualcosa guarda che fine abbiamo fatto , stiamo alla finestra a guardare ...siamo gli spettatori della nostra vita , perche' i padroni sono loro ...
    abbiamo dei diritti scritti su di un foglio e li rimangono ....a quale gioco giocano ,nemmeno lo voglio sapere e spenderci anche solo un euro per leggerli mi ripugna!!!
    noi siamo alla finestra ..perche' solo questo possiamo fare ...diciamolo pure alla signora che ha perso i suoi risparmi, nelle tasche di chi sono andati?
  2. dolcecarrie 06 settembre 2017 ore 00:32
    Costui, è malato di protagonismo ed ha capito bene che fare il populista, accusando gli altri di esserlo, è un modo comodo per tentare di tornare a Palazzo Chigi a fare il premier.

    Dio ci salvi da Renzino.
    Dolce notte Tc smile smile
  3. didi71 06 settembre 2017 ore 22:46
    Ma sei sicuro che gli assessori e i sindaci corrotti sono in galera? :mmm
    5 :batatifo al tuo post :spazzolino :spazzolino
  4. Alisia4ever 08 settembre 2017 ore 22:19
    "avete rubato lo dice a sua sorella"? stai a vedere che, adesso, quelli che hanno rubato sono i risparmiatori truffati e non i banchieri legati al pd che hanno propinato ai risparmiatori le obbligazioni subordinate. non a caso, a scuola, renzi lo chiamavano "il bomba"
  5. s.hela 12 settembre 2017 ore 14:06
    Guarda caro Tc , la "politica" no grazie , tanto ognuno tira l'acqua al suo mulino ed una volta arrivati dove vogliono sono tutti "uguali" .
    Questo penso e questo dico , e ti lascio un grande :-)
    Ed un abbraccio con affetto Amico caro. :bacio

    Giulia :rosa
  6. stregaxamore.VE 13 settembre 2017 ore 14:47
    Caro Tc le palle che racconta Renzi sono memorabili è conosciuto come pinocchio o pagliaccio non so come facciano ancora a credere a ciò che dice.....si spera che la maggior parte degli italiani si sia svegliata e non lo votino più. Ciao re dei blog . :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.