MoNoLoGo Sull'AmOrE...

31 dicembre 2016 ore 17:34 segnala
Innamorarsi.
Eh, che bel pasticcio.
Una notte vai a letto stranita, con la testa un po' confusa, il cuore che batte a mille senza che tu riesca a dartene una spiegazione razionale, e il giorno dopo ti svegli, apri gli occhi, rivolgi uno sguardo fugace alla finestra e pensi "eh si, forse mi sono innamorata."
Quando, dove, come, chi, perchè? Ma perchè?
Trascorri mesi da sola, cercando di vivere il più serenamente possibile - il chè non è molto semplice da farsi - provi a costruirti un percorso che possa portarti ad una meta senza che niente e nessuno posta distoglierti dallo scopo che vuoi raggiungere, ti crei una routine nella quale dopo un po' ti abitui e... e poi ti innamori e tutto sembra andare in corto circuito.
Un pugno su un occhio, una gomitata sullo stomaco, un'esplosione devastante, cadi per terra, così, di punto in bianco, stordita, e su di te si scaraventano tutti i mattoni di quel muro che avevi eretto per difenderti da lui, l'amore, nemico acerrimo.
Eh si, l'amore è tanto bello quanto devastante. Ti ritrovi ad un certo punto della tua vita in cui ti dici e ridici che tu e l'amore non avrete mai più niente a che fare. E non appena pronunci questa frase - tac! - ecco che sei di nuovo punto e daccapo.
Come hai fatto a non accorgertene prima? Come hai potuto essere così stupida? Eppure c'erano tutti i segnali per capirlo, tutti i sintomi definivano la malattia che presto sarebbe andata peggiorando nel tuo corpo. E allora perchè non hai fatto nulla per evitarlo?
Tu dirai che si, ci hai provato, hai fatto di tutto per salvaguardarti, ma queste cose non possono mica arrestarsi per un atto di tua volontà. Eh no, purtroppo non è possibile. Procedono per conto loro, inarrestabili, senza che niente o nessuno possa bloccarli.
E quindi? E quindi niente, sei innamorata? Cavoli tuoi. Ti sei fregata con le tue stesse mani.
Ma io, ma io... Ma tu niente, te la sei cercata tu. Sei in ballo e ormai devi ballare.
Chi te l'ha imposto di pensarlo ogni notte, prima di andare a letto? Chi ti ha costretta a fargli quel sorriso così ammiccante quando con quello sguardo ti ha scrutata per la primissima volta? Chi te l'ha fatto fare ad arrossirgli quando per sbaglio ha sfiorato la sua mano con la tua? Chi ti ha puntato la pistola per farti parlare giorno e notte con lui? Beh, ma la sua voce era così bella che... Suvvia! Quante stupidaggini. Fosse stata soltanto la voce. E i miliardi di messaggi che vi scambiavate a distanza di poco tempo solo perchè non riuscivate a stare nemmeno un minuto separati? Si che contano ma... Niente scuse, non puoi mica scappare dalla realtà dei fatti.
E quando ti ha detto che sei bellissima? E quando ti ha detto che quel vestito su di te ti faceva apparire una principessa? E quando ti ha invitata a mangiare una pizza insieme per poi andare al porto a guardare il mare di notte illuminato dai fari? Perchè non gli hai risposto di no? Perchè non gli hai detto che avevi altri impegni e che non potevi? Ma sicuramente avremmo rimandato l'appuntamento e non avrei più potuto inventare scuse e... Beh, allora dovevi mandarlo a quel paese e fare la dura, la stronza, sbandierargli in faccia che non era il tuo tipo e che se ne andasse altrove.
No. Non potevo farlo. Mai e poi mai avrei potuto dirgli delle cose del genere. E perchè mai? Ma li hai visti i suoi occhi? Ti ci sei mai persa nei suoi occhi? Quando mi guardano... quando mi guardano io vorrei morirci dentro. E' bello. E' bellissimo. Vedi? Vedi? Ti fai del male da sola. Così non andiamo mica bene, signorina. Non hai imparato niente dal passato? Non ti ricordi quanto hai sofferto per... Ma lui è diverso. Con lui mi sento come se per un attimo mi fosse concesso di uscire dalla mia prigione per tirare un respiro di sollievo e inspirare un po' di ossigeno. Con lui è come se la mia mente avesse riacquistato la capacità di sognare e di immaginare. Ma immaginare cosa? Immaginare un presente, un futuro, non lo so, immaginare di poter sentirmi viva. Ma sbaglio o queste cose l'hai già dette anni e anni fa? Si, è vero, ma sono dell'idea che non puoi mica smettere di provarci e riprovarci se in passato hai avuto delle delusioni. Se così fosse allora nessuno al mondo sarebbe mai felice e nessuno ci proverebbe nemmeno più ad esserlo. E' assurdo... è impossibile... non funziona così.
Bisogna tentare, tentare sempre e tanto più cadute fai tanto più ti devi rialzare più forte di prima e non arrenderti, ma cercare di andare avanti avendo come unico scopo la ricerca del tesoro più bello che possa esserci al mondo: il tuo sorriso.
Sei innamorata? Si. Lo sei sul serio? Si. Chi c'è ora con te? Nessuno.
Nessuno? Si, nessuno. E gli occhi di cui parlavi prima dove sono andati a finire? Non lo so. E quelle mani? Non lo so. E quel sorriso? E quella voce? Non lo so.
Come fai a non saperlo? Saranno sicuramente da qualche parte, ma qui non più.
Ah, e quando dicevi che era quello giusto? Quando pretendevi di avere ragione e di averci azzeccato per una volta nella tua vita? Mi dispiace doverlo fare, ma un "te l'avevo detto" non te lo può togliere nessuno adesso. Si, ok, me l'avevi detto, hai ragione tu. Ma che posso farci io? Non posso mica prevedere il futuro. Ci speravo, ecco tutto.
E ora che farai? Nulla, continuerò a sperarci.
Continuerai a sperarci? Ma se mi hai appena detto che non c'è più nessuno con te.
E' vero, non c'è più nessuno, ora. Ma domani? Dopodomani? Tra una settimana o due, o un mese, un anno? Che ne sai? Che ne sai che al mondo non ci sono altri occhi in grado di farmi arrossire, un'altra voce che mi faccia scaldare l'anima, altre mani pronte a proteggere la mia pelle delicata? Io ci spero, davvero, ci spero e continuerò a sperarci per tutta la durata della mia vita.
Lo sai che soffrirai ancora, vero? Si, lo so, ma che me ne frega? La vita è breve. Oggi ci sei e domani no. Io non voglio rischiare di andarmene da qui senza prima aver provato l'emozione di amare qualcuno che a sua volta abbia amato me.
C'è stato un periodo in cui pensavo di non essere più in grado di provare emozioni. Ero convinta che per colpa mia nessuno sarebbe stato più in grado di entrarmi in testa. Ero terrorizzata e stavo per diventare una statua di ghiaccio se non avessi incontrato lui, se non mi fossi innamorata, se l'amore non avesse scongelato quei pezzi di ghiaccio che stavano per conficcarsi dentro il mio petto e distruggermi il cuore.
Hai paura? Si. Quanta? Tanta. Vuoi amare? Si. Rischiando tutto ciò che hai? Si. Pur sapendo le conseguenze? Si.
Sai chi sono io? La ragione. La razionalità. E sai cosa ti dico? Dimmi.
Fai bene a rischiare. Rischia sempre. Buttati, lanciati, striscia per terra, sempre, se ne vale la pena. Non lasciarti intimorire da niente e nessuno.
Vuoi sentirti viva? Si.
E allora ama.
Ama.





b79ccfe3-cca4-4a1a-a965-5cd3ec2cc279
Innamorarsi. Eh, che bel pasticcio. Una notte vai a letto stranita, con la testa un po' confusa, il cuore che batte a mille senza che tu riesca a dartene una spiegazione razionale, e il giorno dopo ti svegli, apri gli occhi, rivolgi uno sguardo fugace alla finestra e pensi "eh si, forse mi sono...
Post
31/12/2016 17:34:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. markus.70 31 dicembre 2016 ore 22:42
    bellissima :-) :fiore :bye
  2. TheVampireOfNight 01 gennaio 2017 ore 03:22
    @markus.70. Grazie :rosa
  3. TrafalgarKidd 02 gennaio 2017 ore 22:37
    Da brividi.
  4. I.UGOH 05 gennaio 2017 ore 18:59
    dio...da quanto non entro in un blog...l'emozione e' sempre la stessa..

    mi piace una frase...innamorata...come hai fatto a non accorgertene..magari..se ne conoscesse il motivo..certo che quando te ne accorgi..e' tutto cosi'..strano..meraviglioso..e a,volte,doloroso...

    la routine va a farsi benedire...e' tutto diverso...non si dorme..sperando che il sole sorga il primo possibile per rivedere colei che ha stregato il mio cuore..poi,quando si ritorna alla routine..e fa male..tanto male..ma ho vissuto...e questo e' cio' che conta..

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.