"per seguir virtute e canoscenza"

24 luglio 2008 ore 12:11 segnala
Non avevo mai conosciuto nessuno come me, quindi credevo di essere io quello sbagliato da correggere, da modificare. E lavorai per adeguarmi. Oggi ho scoperto che ci sono altri come me e vorrei tanto tornare indietro per essere ancora una volta me stesso.
9691361
Non avevo mai conosciuto nessuno come me, quindi credevo di essere io quello sbagliato da correggere, da modificare. E lavorai per adeguarmi. Oggi ho scoperto che ci sono altri come me e vorrei tanto tornare indietro per essere ancora una volta me stesso.
Post
24/07/2008 12:11:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. LAMIAFAVOLA 24 luglio 2008 ore 13:57
    malissimo...non bisognerebbe mai modificare come siamo. Chi può decidere se i nostri atteggiamenti siano giusti o sbagliati? Ognuno si comporta in base al proprio bagaglio che la vita  ha dato ed ha una visuale delle cose in base alla propia "mappa del mondo"...perchè modificarla solo per compiacere altri?E' vero che le spigolature si possono e a volte si devono smussare, ma mantenendo sempre le fondamenta di come siamo che rappresenta CHI siamo.L'errore di modificarci lo commettiamo spesso quando ci innamoriamo,allora parliamo,ci muoviamo,pensiamo anche nel modo in cui all'altro fa più piacere...e col tempo si rischia di dimenticare l'essenza di cui siamo fatti.Ma poi tutto si modifica,e quei comportamenti accondiscendenti che tanto sono piaciuti un tempo, non sortiscono più lo stesso effetto e allora...ecco che siamo ancora pronti a modificarci.Ma...davvero ne vale la pena? La libertà è l'istinto che accomuna ogni essere vivente..mi sa che in questo modo la si perde
  2. Tremalnaik 24 luglio 2008 ore 14:02
    che è "male malissimo". Ma ornai sono avvinghiato in questa essenza. Sto lavorando per uscirne, ma ci vorrà tempo. Prima devo portare a termine altre priorità.

  3. LAMIAFAVOLA 24 luglio 2008 ore 15:34
    credo che ciò che si perso non lo si possa recuperare tanto facilmente...questo non vuol dire che si è condannati in uno "staus" ma, parlo per me, cercare di ritornare ad essero quello che non si è più,penso sia molto difficile...I nostri bisogni sono rappresentati da una piramide alla cui base c'è quello di cui abbiamo bisogno per sopravvivere,man mano che si sale questa si stringe per rappresentare quanto sia meno importante il resto...
  4. Booolla 24 luglio 2008 ore 15:40
    ...perchè tutti siamo diversi,nessuno potrà mai essere uguale a te,nessuno uguale a me,nessuno uguale a nessuno... :love

    buon pomeriggio!! :batakiss
  5. camilla7 27 luglio 2008 ore 21:51

    ...la decisione, è quella di "migliorare", il proprio carattere, o atteggiamento, per noi stessi, perchè ci siamo resi conto che qualcosa non va.....ed è una decisione presa senza "compiacere" gli altri, allora va bene.

    Ma se le persone ci accettano così come siamo, perchè il nostro carattere e atteggiamento va bene, sia a noi, che agli altri, allora....perchè cambiare la perfezione?..:-))):ok

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.