DIMMI PER CHI TIFI…..… E TI DIRO’ CHI SEI

22 maggio 2018 ore 13:29 segnala


Io credo che l’indole più autentica di ciascuno di noi venga fuori già da bambini. Quando scegliamo per quale squadra tifare. Ci sono quei bambini che si allineano al gregge, e scelgono di stare coi più forti, con la moltitudine dei tifosi. Quindi con la Juventus. E così si trascinano poi per il resto della vita. Senza avere il coraggio di rischiare, di avventurarsi per strade più difficili ed insicure.



Ci sono invece quei bambini che sfidano gli eventi. Che decidono di stare coi più deboli, di parteggiare per una squadra più piccola. Sono gli stessi che conserveranno per tutta la vita una propensione al rischio e a sfidare le avversità. Chi sceglierà una squadra più debole sulla carta sarà inoltre ricompensato da vittorie che, seppur rare, varranno ovviamente cento volte di più, proprio perché andranno contro tutti i pronostici. Perchè quello che conta è sovvertire i sondaggi.



Gli esempi sarebbero numerosi, di squadre che sono riuscite in imprese storiche se rapportate alle proprie possibilità sulla carta, ed ai mezzi economici a loro disposizione, in partenza. Il Cagliari di Gigi Riva, la Lazio di Maestrelli, la Roma di Liedholm, il Napoli di Maradona ecc. Ma anche squadre che hanno raggiunto traguardi minori, ma per loro grandissimi.



Se a questo aggiungiamo che la Juventus, squadra di proprietà della famiglia più potente d’Italia, non riesce ad avere affermazioni internazionali significative ormai da tempo immemorabile, ma si limita a collezionare titoli italiani, mi sembra proprio che si possa dire che i festeggiamenti roboanti dei giorni scorsi siano solo abbastanza patetici.



No, non è un miraggio….. è la Champions League!
5ca2749b-aa1c-4552-9ac7-40c0e0322ed3
« immagine » Io credo che l’indole più autentica di ciascuno di noi venga fuori già da bambini. Quando scegliamo per quale squadra tifare. Ci sono quei bambini che si allineano al gregge, e scelgono di stare coi più forti, con la moltitudine dei tifosi. Quindi con la Juventus. E così si trascinan...
Post
22/05/2018 13:29:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. leonardo2018 22 maggio 2018 ore 19:56
    Intanto complimenti per la promozione. Noi, sono di Trapani, dobbiamo ancora sudarcela. Nel blog ho idea che tu abbia forzato la mano. I bambini, tutti, hanno sempre scelto la squadra più forte che, al tempo, erano juve, milan e inter. Mai visto un bambino che tifasse per il Catanzaro, tranne che fosse di Catanzaro... Forse qualcuno divenne tifoso grazie a Palanca con i suoi gol da calcio d'angolo, ma poca roba. Poi è chiaro, un bambino di roma o napoli o firenze o Bari (un colpo d'ulcera??) tifa per la squadra della propria città. I bambini salgono sul carro dei vincitori.
  2. twin.soul 22 maggio 2018 ore 21:33
    Ciao @leonardo2018 è chiaro che il post era volutamente un po’ provocatorio. Hai ragione, in genere i bambini salgono sul carro del vincitore. Eppure ti assicuro che io non ho mai tifato per i più forti, quando ancora mi interessavo di calcio Il mio era un tentativo di allargare il discorso ad altri aspetti della vita. Ci sono quelle persone portate istintivamente a parteggiare per i più deboli. Ed altri che si tengono al sicuro da ogni rischio, e si sentono più protetti appoggiando i più forti, in politica ma anche nel quotidiano. In bocca al lupo per il Trapani !
  3. leonardo2018 22 maggio 2018 ore 22:14
    Crepi!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.