IL DESERTO MORALE

19 aprile 2018 ore 17:10 segnala


Nonostante l’interpretazione strepitosa di Elio Germano, questo film si rivela una grande occasione persa. Si apre andando a scomodare addirittura Dario Fo e Enzo Jannacci per la colonna sonora. Passa poi da un’impostazione grottesca della storia, che potrebbe far ben sperare, ad una seconda parte da cestinare senza appello, con una sceneggiatura che si arrampica sugli specchi per riuscire a trovare un finale degno.

Mentre sarebbe bastato, e forse sarebbe stato anche più interessante, se il film avesse preso un’altra piega. Avesse, cioè, decretato il fallimento da un punto di vista umano di questo truffatore seriale, magnate della finanza, facendolo emarginare dagli stessi emarginati con i quali è costretto a convivere perché condannato ai servizi sociali per frode fiscale. Evidenziandone quindi il deserto morale, la latitanza di doti umane.

Si sarebbe dimostrata così l’incapacità di un personaggio così avido (interpretato dall’ottimo Marco Giallini) ed abituato a valutare il prossimo solo attraverso l’entità del conto in banca e la materialità, di stabilire empatia e di relazionarsi con degli esseri umani che ormai non posseggono più nulla al di fuori della loro vita e della loro fragile sensibilità.

Divertente, a mio avviso, la triste morale che questo personaggio tentacolare, Tempesta, riesca a corrompere e scoparsi perfino l’assistente sociale alla quale è stato affidato nella speranza di una redenzione. Ci riesce solo grazie all’ostentazione di lusso, potere e delle sue sterminate proprietà (sebbene risulti ufficialmente senza fissa dimora) davanti alle quali anche un personaggio apparentemente puro e combattivo è destinato a crollare.

365cd3c6-c8eb-4a41-abb2-7b9dc00eab64
« immagine » Nonostante l’interpretazione strepitosa di Elio Germano, questo film si rivela una grande occasione persa. Si apre andando a scomodare addirittura Dario Fo e Enzo Jannacci per la colonna sonora. Passa poi da un’impostazione grottesca della storia, che potrebbe far ben sperare, ad una...
Post
19/04/2018 17:10:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. sassy1 19 aprile 2018 ore 17:31
    quindi dici che non vale la pena?
  2. leonardo2018 19 aprile 2018 ore 18:31
    ok, mi hai convinto, lo vedrò, voglio proprio vedere come ha convinto l'assistente sociale a farsi scopare. Non si sa mai, potrebbe venire utile un giorno...
  3. twin.soul 19 aprile 2018 ore 20:59
    @sassy1 Credo proprio di no. Sono ammirabili i due attori protagonisti, non certo la storia raccontata. Un ragazzino l’avrebbe scritta meglio !
  4. twin.soul 19 aprile 2018 ore 21:01
    @leonardo2018 ahahahah Te lo anticipo io e ti faccio risparmiare tempo e i soldi del biglietto !
    La convince semplicemente abbagliando la malcapitata col lusso che lo circonda. Purtroppo nella società attuale sono tutti in vendita!
  5. leonardo2018 19 aprile 2018 ore 21:47
    E poi dicono che i soldi non danno la felicità...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.