INCANTO – wandering –

22 febbraio 2019 ore 14:24 segnala
Che gusto, esplorare su due ruote !
E’ un vero piacere con le strade vuote.
Sento sull’asfalto, della gomma l’attrito.
La catena si assesta. Bello quel graffito !
Il silenzio è rotto solo da un leggero vento
e dal canto degli uccelli. Mentre avanzo lento.

Toh! guarda c’è una ranocchia.
Ieri ha piovuto. Sai che pacchia!
Giornata tipicamente autunnale,
né caldo né freddo. Un martedì bestiale.
Niente smog, nè motori a scoppio.
Con questi profumi, non serve neanche l’oppio.



E’ chiuso l’unico bar di questa baia.
Mentre un cane alla sua ombra abbaia.
Un pescatore non si è ancora pentito
e continua a fare danni al creato.
Una farfalla bacia il suo fiore,
mentre sgangherato passa un trattore.

Che tristi, gli alberi spogli in autunno !
La vita li sta lasciando, sono in affanno.
Le foglie ci regalano gli ultimi colori
che mutano perenni, non appena le sfiori.
Giallo senape, rosso tramonto. E’ così ogni anno !
Poi marrone terra bruciata, lì dove torneranno.



Ehi! Ma questa pare davvero una piscina !
Proprio qui, lungo la riva, così vicina.
Sembra quasi coperta, come fosse una stanza.
Si sentono gli echi, anche a distanza.
Tre pareti di roccia e un mare verde, già profondo.
Assenza di vento e calma piatta, sullo sfondo.

Una signora lascia fiori sul ciglio della strada,
in memoria del figlio schiantato in moto, alla rugiada.
C’è un pedalò dimenticato, poi un grido disumano.
Mi volto e, difficile da credere, è un gabbiano !
Un vecchio in carrozzella gioca con un gatto.
Ne elemosina l’attenzione, ma quello insegue un ratto.

Odore di stoppie arse e un volo di gazze ladre.
E mi rivedo in campagna con mio padre.
Vortice di ricordi. Torno rapido all’infanzia.
Vince, chi raccoglie la più grossa arancia.
La profondità del mare è abissale.
Mi equilibra e riconduce all’essenziale.

Un mondo di insetti nutre gli uccelli.
Un camper di tedeschi si ferma per un selfie.
Intenso profumo di mare e di salsedine.
Però, non è poi così male questa solitudine !
Una pubblicità sbiadita offre un trapianto.
Ma di cosa potrei aver bisogno, in quest’incanto?


© Tutti i diritti riservati.

1c0151db-2fd5-49b6-83ed-8dd987d6e0a6
Che gusto, esplorare su due ruote ! E’ un vero piacere con le strade vuote. Sento sull’asfalto, della gomma l’attrito. La catena si assesta. Bello quel graffito ! Niente smog, nè motori a scoppio. Con questi profumi, non c’è bisogno d’oppio. Toh! guarda c’è una ranocchia. Ieri ha piovuto. Sai che...
Post
22/02/2019 14:24:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. vagarsenzameta 24 febbraio 2019 ore 10:03
    Molto bella,in alcuni punti sembra fatta in punta di pennello,uno strano mix di immagini allegoriche della effiemerità e dello stupore davanti al creato.
  2. twin.soul 24 febbraio 2019 ore 12:58
    @vagarsenzameta Ti ringrazio.
    Come va l'esplorazione di Radio Garden?
    Quali sono le tue radio preferite?
    Io ora sono sul rio negro, a Manaus, in Brasile !

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.