IO SONO MIA

16 febbraio 2019 ore 18:16 segnala


Ultimamente il cinema e la televisione, evidentemente a corto di idee inedite, saccheggiano a piene mani la vita di musicisti famosi, proponendone però delle biografie molto lacunose.
E’ accaduto l’anno scorso con Fabrizio De Andrè e poi al cinema con i Queen. Ci riprovano quest’anno con la vita tormentata di Mia Martini e, se sono bene informato, accadrà presto anche con Lucio Battisti.
In sostanza questi film si reggono solo sulla musica stessa. C’è una sceneggiatura debole ed imprecisa che fortunatamente viene interrotta da brani musicali celeberrimi che subito fanno partire la pelle d’oca almeno a chi, come me, è un musica-dipendente.



Nel caso specifico, sono anche un fan appassionato di Mia fin da bambino. Ricordo che mi commuovevano le sue intense interpretazioni ed i testi profondi che sceglieva, e sorprendevo i miei chiedendo i suoi dischi in dono piuttosto che quelli di personaggi apparentemente più indicati alla mia età.
Dicevo che la sceneggiatura è fragile e incompleta. Infatti latita, ad esempio, la figura di Ivano Fossati che pure è stato centrale nel percorso di Mimì sia nella vita privata che artisticamente, come compositore di almeno due album.
Di positivo, si salva soltanto il - comunque tardivo - sdoganamento della figura e del valore di molti testi di Franco Califano, finalmente rivalutato come troppo spesso accade a chi abbandona questa valle di lacrime. Ma attenzione! Il Califfo non ha escluso il ritorno…

Chissà se gli sceneggiatori col tempo impareranno a rappresentare la vita di un artista in modo compiuto e non macchiettistico come si riesce a fare solo con una biografia scritta e autorizzata dall’interessato! Mimì pare ci credesse…. sentite qua….

bf8c3ebe-9ec2-4785-9abe-bba04cd1cad6
« immagine » Ultimamente il cinema e la televisione, evidentemente a corto di idee inedite, saccheggiano a piene mani la vita di musicisti famosi, proponendone però delle biografie molto lacunose. E’ accaduto l’anno scorso con Fabrizio De Andrè e poi al cinema con i Queen. Ci riprovano quest’anno...
Post
16/02/2019 18:16:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Commenti

  1. Solo.perprovare 17 febbraio 2019 ore 09:57
    Il collegamento è immediato ... il tempo di una connessione di sinapsi ...

  2. twin.soul 17 febbraio 2019 ore 12:05
    @Solo.perprovare Grazie, non l'avevo dimenticata. Come potrei ! Ma avevo preferito "Col tempo imparerò" per il gioco di parole che mi consentiva con l'ultima frase del post.
    Andava benissimo anche quest'interpretazione magistrale di "Volesse il cielo" come preghiera perchè la smettano di fare questi film invece di mandare i concerti originali dei vari artisti. Per celebrarli, a mio avviso, non ci sarebbe di meglio.

  3. Solo.perprovare 17 febbraio 2019 ore 13:05
    @twin.soul ...naturalmente... il mio è stato un contributo “ad aggiungere”, non certo una volontà di sostituzione.
    Tutte interpretazioni indimenticabili quelle presenti nel post, non le uniche sicuramente.
    Condivido la tua valutazione in merito a queste fiction, come già ebbi modo di esprimere in merito a quella su De Andrè, ma ti dico, a malincuore, che sono convinta che la riproposizione dei concerti e delle interpretazioni in originale degli artisti non avrebbe lo stesso ‘richiamo’ televisivo... la novità, anche se peggiore, attira e incuriosisce sempre più del già noto... stupidità umana.
    A conferma di ciò, ti dico che, in una delle mie rare notti insonni, non più tardi di qualche giorno fa, mi sono imbattuta casualmente in un bellissimo servizio su De Andrè, il sogno realizzato dell’Agnata e molti altri aspetti della sua vita, intervallati da brani originali di concerti e sue interpretazioni ...BELLISSIMO... ma relegato dalla Rai ad un orario impossibile... se ricordo bene tra le 4 e le 5 del mattino.
  4. c.ioccolatino111 17 febbraio 2019 ore 17:15
    Infatti latita, ad esempio, la figura di Ivano Fossati che pure è stato centrale nel percorso di Mimì sia nella vita privata che artisticamente, come compositore di almeno due album.

    Non no visto volutamente questo "telefilm" poiché non mi piace che venga stravolta o pompata (alla strappalacrime) le storie di vita di eccellenti persone che, magari, non avrebbero accettato che si facesse una telenovela sulla loro vita. Se non erro, sia Ivano Fossati, (ancora in vita) sia Renato Zero, non hanno dato il proprio benestare per essere citati nel.. chiamiamolo film biografico, che racconta un pezzo della vita della grande cantante. Questo dimostra (o può dimostrare) quanto questi pseudo film lanciati dalla televisione siano poco credibili e persecutori della privacy di una persona.
  5. twin.soul 17 febbraio 2019 ore 22:55
    @Solo.perprovare Certamente, perché il pubblico va educato ! Se gli dai il gossip, o la rivelazione morbosetta della voce che portasse jella o che litigava continuamente con i discografici o qualsiasi altra cazzata inutile e per niente significativa per conoscere un’artista, la gente ci sguazza. Ma questo è sbagliato !
    Un media che si rispetti dovrebbe considerare tutto ciò e tentare di educare, di orientare, di coltivare il pubblico. La Rai questo lo fa solo ed esclusivamente con Rai 5 e ovviamente con Radio 3.
    Ma è troppo poco se raffrontato ai bidoni di tv spazzatura che vengono quotidianamente svuotati, da tutti gli altri canali e dalla Rai stessa, nelle case di tutti noi. Non bisogna inseguire la quantità, ma la qualità !

    Oscar Wilde sintetizzava questo concetto con una frase perfetta e illuminante: “Non è l’arte che deve diventare popolare, ma è il pubblico che dovrebbe diventare artistico !”
  6. twin.soul 17 febbraio 2019 ore 22:57
    @c.ioccolatino111 Ciao, non conoscevo questo particolare del rifiuto di Ivano Fossati di essere nominato nella narrazione. Te ne ringrazio. Questo non fa che confermare il giudizio negativo che me ne ero fatto.
  7. c.ioccolatino111 18 febbraio 2019 ore 15:54
    L'ho letto sul GdB, (giornale di Brescia) nella sezione Cultura&Spettacoli.

    Buona serata.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.