IRLANDA ON THE ROAD

03 febbraio 2018 ore 16:07 segnala


Credo che per chi ama viaggiare “on the road”, l’Irlanda sia il territorio ideale.
D’altra parte il “fly & drive” l’hanno inventato loro !



Alla guida a sinistra ci si abitua facilmente. La cosa più complicata, per me, è stata non tanto la strada, ma dover usare il cambio con la mano sinistra. Guidando si attraversano panorami di una bellezza mozzafiato, distese di verde e dolci colline apparentemente popolate solo da pecore e mucche. Il verde dei prati, in molti casi, degrada fino al mare. E’ davvero difficile rendere con parole lo stupore che si sussegue ad ogni curva.



La sensazione di libertà che può regalare l’esplorazione di un paese senza neppure sapere dove si dormirà la notte successiva, è fantastica. Perché comunque si va sul sicuro. I B&B sono di buon livello, puliti ed accoglienti, sempre immersi nel verde. Alcuni veramente molto carini, arredati in stile country, molto caldi e confortevoli. La full Irish breakfast comprende dolce e salato, ed è così ricca ed abbondante che si sta bene fino a sera.



Gli Irlandesi sono molto cordiali, organizzatissimi e davvero molto ospitali. Nei pub c’è, oltre alla tradizionale ampia offerta di birre, musica dal vivo ogni sera. In alcuni casi ho trovato perfino più musicisti che si esibivano contemporaneamente, su livelli diversi, nello stesso locale. Anche i musicisti di strada sono frequentissimi.



Decantare la bellezza del Donegal e del Connemara, del Ring of Kerry e della penisola Dingle è un’impresa. Scogliere fra le più alte d’Europa si alternano a baie isolate con distese di sabbia chiarissima. Le grida dei gabbiani e l’odore salmastro dell’oceano stordiscono. Non resta che ammirare la forza della natura, in silenzio.



Dublino meriterebbe un post a parte.

0b328ad2-0bfa-42b1-9263-be32800c18b2
« immagine » Credo che per chi ama viaggiare “on the road”, l’Irlanda sia il territorio ideale. D’altra parte il “fly & drive” l’hanno inventato loro ! « immagine » Alla guida a sinistra ci si abitua facilmente. La cosa più complicata, per me, è stata non tanto la strada, ma dover usare il c...
Post
03/02/2018 16:07:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. s.hela 11 febbraio 2018 ore 11:02
    Ricorda sempre di dimenticare le cose che ti hanno reso triste.
    Ma non dimenticare mai di ricordare le cose che ti hanno reso felice.
    (Un proverbio irlandese)




  2. twin.soul 11 febbraio 2018 ore 17:07
    Thanks very very much, Shela, I won't forget Ireland anymore !

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.