LO SCERIFFO

16 febbraio 2018 ore 23:22 segnala


La strage di due giorni fa, avvenuta in una scuola della Florida, dove un individuo ha sterminato ben 17 persone fra insegnanti e studenti, sparando all’impazzata con il suo fucile regolarmente detenuto, non è la prima e non sarà l’ultima.
La storia degli Stati Uniti è costellata di episodi simili, anche più efferati.

Colui che si è definito “killer professionista”, Nikolas Cruz, aveva partecipato ad esercitazioni paramilitari (che negli Usa si organizzano regolarmente anche per i privati) ed aveva acquistato la micidiale arma (un fucile d'assalto AR-15) a soli 18 anni. Età in cui, in molti Stati degli Usa non si possono acquistare alcolici né sigarette, vietati fino ai 21 anni.

Pare che l’hobby di fare una bella strage in una scuola stia prendendo piede nei civilissimi USA. Stia diventando una moda ! Ci sarebbe da chiedersi anche perché prendono di mira (letteralmente) proprio le scuole?



Come si spiega? Perché accade tutto ciò?
Perché questo è il Paese dove si vendono più armi in assoluto. Dove armi e munizioni si acquistano liberamente negli autogrill, insieme ad un hamburger e una birra.

Perché, sostanzialmente, ci troviamo di fronte ai figli dei cow boys. La mentalità comune non è cambiata affatto da quei tempi. L’idea di farsi giustizia da soli è radicata nelle menti degli americani.

Qui per vedere uno sceriffo non c’è bisogno di andarsi a ricercare un vecchio film di John Wayne. Gli sceriffi sono ovunque, con la loro bella stella sul petto. Pronti a fare giustizia sommaria come nei secoli passati, con fare arrogante e sprezzanti di ogni pericolo!



E cosa propone come soluzione al problema lo sceriffo degli sceriffi, Donald Trump?
Ha dichiarato: "Bisogna rendere sicure le nostre scuole e affrontare la spinosa questione della salute mentale". Per la cronaca, dice questo dopo aver cancellato una normativa voluta da Barack Obama per impedire ai malati mentali di entrare in possesso di un'arma.

Ma ci pensate che i cittadini del paese che vuole proporsi come guida al mondo intero è gente che per “ragionare” tira fuori la pistola dalla fondina e inizia a sparare?

Un’altra spiegazione all’incapacità dell’americano medio di perdere questo brutto vizio, sono i fortissimi interessi nel commercio delle armi. Perché questo mercato rende magnificamente alla NRA, la potente lobby americana delle armi, non solo in periodo di guerra, ma anche in tempo di pace, puntando sui singoli cittadini, tutti potenziali acquirenti di un’arma da fuoco.



Per chiunque voglia approfondire l’argomento, non c’è nulla di più illuminante che un film di qualche anno fa, “Bowling a Columbine” di Michael Moore. Il film analizza il fenomeno con taglio documentaristico partendo da una vera e propria indagine su una strage simile avvenuta in Colorado, anni fa. E dimostra, anche confrontando la situazione con il vicino Canada dove il numero di morti per morte violenta è bassissimo, che quello che determina il comportamento aggressivo degli statunitensi è la paura e la diffidenza verso il prossimo alimentata anche dai media che diffondono angoscia e terrore

9778962c-eaa8-4219-abcd-2f06901dea4c
« immagine » La strage di due giorni fa, avvenuta in una scuola della Florida, dove un individuo ha sterminato ben 17 persone fra insegnanti e studenti, sparando all’impazzata con il suo fucile regolarmente detenuto, non è la prima e non sarà l’ultima. La storia degli Stati Uniti è costellata di...
Post
16/02/2018 23:22:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. NottediLuna.Piena 22 febbraio 2018 ore 19:39
    Abbiamo la soluzione ...armiamo gli insegnanti... in modo che, anziché formatori, divengano guerriglieri in una giungla urbana... geniale!
    ...e venne il cane, che morse il gatto, che si mangiò il topo...
  2. twin.soul 22 febbraio 2018 ore 21:12
    @NottediLuna.Piena
    Si, l'ho sentito anch'io restando, ovviamente, sbigottito!
    La notizia è successiva alla pubblicazione del mio post.
    Non avrei mai potuto immaginare che si proponesse una "soluzione" del genere, però non c'ero andato molto lontano parlando di sceriffi e cow boys...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.