MARIO MARENCO

18 marzo 2019 ore 23:24 segnala
Ieri ci ha lasciati un genio assoluto. Un cane sciolto che si dedicava allo spettacolo per puro diletto, visto che era soprattutto un architetto famoso.
Tuttora imitato da tanti, ma inutilmente perché la sua principale qualità era l’improvvisazione. La sua era una comicità surreale, raffinata, straordinaria, irriverente ma mai volgare.
A chi obietta che non ha mai raggiunto una notevole popolarità vorrei ricordare che purtroppo la popolarità e la bravura spesso non vanno di pari passo. Il valore di un genio può essere riconosciuto solo da un altro genio. Lui era fuori legge, fuori ordinanza, fuori registro, assolutamente unico.



Aveva un repertorio insolito costituito da innumerevoli personaggi ironici, satirici, deliranti, sicuramente avanti 50 anni su tutto e su tutti. A me piace ricordare soprattutto i numerosi personaggi creati per “Alto Gradimento” che era a sua volta una trasmissione shock all’interno della radiofonia in doppiopetto degli anni '70: la Sgarrambona, il Colonnello Buttiglione, il Poeta Marius Marengo, Vinicio, il Professor Aristogitone, Verzo ecc.
“Era un vero intellettuale, nel senso che faceva funzionare l’intelletto.” (Renzo Arbore)
Addio Mario Marenco, ci manchi già !

8a6ae40e-abfc-497d-adc3-e9ba59f6096a
Ieri ci ha lasciati un genio assoluto. Un cane sciolto che si dedicava allo spettacolo per puro diletto, visto che era soprattutto un architetto famoso. Tuttora imitato da tanti, ma inutilmente perché la sua principale qualità era l’improvvisazione. La sua era una comicità surreale, raffinata,...
Post
18/03/2019 23:24:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.