NON E’ UN CARGO – affogato al caffè -

12 maggio 2019 ore 23:00 segnala


Cos’è l’umanità? Non è difficile da capire !
Almeno così pensavo, prima di fuggire
da quell’inferno che ho trovato in Libia
dove mi hanno fratturato anche una tibia.
Dicevo: son certo, in Italia ci aiuteranno
non appena questo barcone localizzeranno.

A un naufrago non si nega un soccorso.
Non c’è bisogno di vincere un concorso,
è lampante, noto fin dalla notte dei tempi.
Una vita viene prima. Potrei fare cento esempi.
Si sa, è consuetudine di chi va per mare.
Per salvare un solo uomo si facevano le gare !

E’ vero, forse non sarà scritto ma vale più di mille codici.
Si chiama solidarietà, empatia. Non eravamo in dodici
ma più di cento, per giorni e giorni in mare aperto, in avaria.
Imbarcavamo acqua, mentre gli ipocriti recitavano l’Ave Maria
invece di aiutarci. Arrivavano divieti dalla guardia costiera,
a debita distanza. E quelli si bagnavano all’acquasantiera.



L’attesa fu lunghissima. Ricordo, ebbi più di un miraggio.
Ma giuro, non l’immaginavo così la fine del mio viaggio.
Voi, davanti alla tv, non avete idea da dove noi veniamo.
Ma non credete anche voi, che siam tutti figli di Abramo?
Donne, bambini, dispersi. Per voi non cambia niente.
Non vi tocca. Non tendete una mano all’altra gente.

Ora dormo sulla collina. Passammo tanti giorni al largo,
col vento e la tempesta. Eppure non era solo un cargo.
Quando il barcone affondò pensai che infondo,
il peggio, ma avevo visto anch’io un pezzo di mondo.
I cadaveri galleggiavano lividi, in balia delle onde,
ma non avremmo mai e poi mai visto le sponde.

Lorsignori mi perdoneranno l’interruzione, ahimè !
Continuate pure a gustare il vostro affogato al caffè.


© Tutti i diritti riservati.
b019fcfd-c33c-4e67-9b41-a2743993e32a
« video » Cos’è l’umanità? Non è difficile da capire ! Almeno lo pensavo, prima di fuggire da quell’inferno che ho trovato in Libia dove mi hanno fratturato anche una tibia. Dicevo: son certo, in Italia ci aiuteranno non appena questo barcone localizzeranno. A un naufrago non si nega un soccor...
Post
12/05/2019 23:00:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. LINTERDIT 12 maggio 2019 ore 23:09
    mi piace la solidarieta' ,ma quella che non si ferma soltanto ad un facciamoli sbarcare , ci deve essere una continuita' che si chiama integrazione e non bastano solo i buoni sentimenti ci vuole molto di piu' e comunque gli italiani hanno ospitato e continuano a farlo , perche' molte di queste persone vivono fra noi ,con noi e ci onorano con il loro lavoro , ma tutto quello che sta succedendo nelle loro terre ? dove sta l'umanita' nel portar via la dignita' e il futuro a chi vive gia' di stenti , non interessa certo ai grandi della terra aiutare queste persone ad imparare ad usare le loro risorse ..eh no quelle servono a loro a basso costo!!! e' meglio integrarli tutti in'italia
    non la vedo la solidarieta' quando si fomentano guerre e si armano popoli ...
    la solidarieta' deve abbracciare tutti i campi dell'esistenza umana ,non deve limitarsi all'accoglienza di persone che vengono fatte andar via di proposito!
  2. twin.soul 13 maggio 2019 ore 00:46
    @LINTERDIT Ciao, sull’integrazione possiamo fare tutti i dibattiti e le tavole rotonde che vuoi. Io volevo sottolineare che un essere umano in mare aperto va aiutato. Su questo, invece, non c’è assolutamente niente da discutere. Ed ho scelto di raccontarlo evidenziando le sensazioni dal punto di vista del naufrago nella speranza che fosse più incisivo. Per quanto riguarda gli scompensi ed i disastri presenti nei loro paesi di origine, sicuramente saprai che i principali responsabili sono proprio gli occidentali che li hanno colonizzati, o direi meglio depredati per secoli.
  3. freepause 13 maggio 2019 ore 07:44
    https://m.youtube.com/watch?v=JuXWNnkjwQ0
  4. nimuenimue59 13 maggio 2019 ore 17:17
    Impatto molto forte, bravo, a parte le leggi, l'Europa e tutto il resto, non possiamo lasciare morire tutta questa umanità, siamo in dovere di salvarla
  5. twin.soul 13 maggio 2019 ore 17:47
    @nimuenimue59 Ti ringrazio. Vorrei che riuscisse anche a far riflettere in tanti se non addirittura a fargli cambiare idea. E non soltanto a guadagnare un elogio su un social.
  6. nimuenimue59 13 maggio 2019 ore 17:50
    é una guerra fra poveri, non vogliono capire, non hanno voglia di farlo

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.