SILVIA BOSCHERO

01 giugno 2018 ore 16:40 segnala
Il linguaggio della musica
è un linguaggio
che solo l’anima capisce
ma che l’anima
non potrà mai tradurre.
(Arnold Bennett)

I conduttori radiofonici si dividono in due categorie: quelli che sono bravissimi a parlare ad una velocità impressionante ma non dicono assolutamente niente - dei quali mi sono sempre chiesto l’utilità e la funzione - e quelli che invece entrano in sintonia con l’ascoltatore, gli fanno sentire la passione per la musica, che sono davvero competenti nella materia e riescono a farti apprezzare anche qualcosa che non avevi mai ascoltato prima. Silvia Boschero fa parte sicuramente di questi ultimi ed è degna erede dei più grandi dj del passato, da Renzo Arbore a Carlo Massarini a Sergio Mancinelli, vere e proprie enciclopedie viventi della musica.



Silvia Boschero è senz’altro una delle mie preferite. La ascolto da almeno quindici anni. La sua caratteristica migliore, oltre alla competenza in campo musicale, è l’energia e l’entusiasmo che riesce a trasmettere agli ascoltatori mentre li introduce in nuovi ambiti musicali.
Ora, se sono bene informato, è stata inspiegabilmente relegata nella programmazione notturna di Radio Uno Rai, ma è sempre lei. Interessata a scoprire artisti nuovi ed i generi più diversi, i suoni più lontani.
Per quanto mi riguarda, poi, ha un merito in più, del quale non finirò mai di ringraziarla: mi ha fatto conoscere per prima i Baustelle, diversi anni fa. Li presentò con la consueta completezza, elogiandoli sia per i testi che per la musica, suscitando il mio interesse. Poi mi bastò ascoltarli per eleggerli a mia band preferita di allora ed ancora di oggi.

263041d0-6dc8-4970-9a3a-520137acc055
Il linguaggio della musica è un linguaggio che solo l’anima capisce ma che l’anima non potrà mai tradurre. (Arnold Bennett) I conduttori radiofonici si dividono in due categorie: quelli che sono bravissimi a parlare ad una velocità impressionante ma non dicono assolutamente niente - dei quali mi...
Post
01/06/2018 16:40:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. vagarsenzameta 02 giugno 2018 ore 07:51
    Purtroppo non la conosco,l'ultimo anno che ho ascoltato la radio era il 1985,quando ancora c'era Radio Jolly (emittente napoletana)….in cui ricordo c'era uno sconosciuto Jovanotti che rifaceva le canzoni rap dei sugarhill gang….peccato sono andati persi i nastri che avevo di quelle serate.
  2. twin.soul 02 giugno 2018 ore 13:09
    Io invece sono un assiduo ascoltatore radiofonico da sempre.
    Sono molto esigente, ma l'ascolto spesso.
    Neppure in auto ti capita di ascoltarla?
    Ti consiglio Radio Capital.
  3. vagarsenzameta 02 giugno 2018 ore 14:33
    Ho paura di riprendere ad ascoltarla perché mi dovesse riprendere la voglia che avevo tanti anni fa di andarci a lavorare o addirittura di aprire una mia emittente personale :-) :batacanta
  4. twin.soul 02 giugno 2018 ore 15:43
    Anch'io ci ho lavorato da ragazzo (anche se a costo zero...) ed ho sempre sognato di aprirne una mia. Ma oggi, con i grandi network che occupano tutte le frequenza, non è più possibile farlo !
  5. vagarsenzameta 02 giugno 2018 ore 15:45
    Già,però in streaming si può fare,ovviamente ascolto solo quelle in inglese per motivi di studio,ma ce ne sono davero molte e ottime.
  6. twin.soul 02 giugno 2018 ore 15:48
    Verissimo, si potrebbe provare con una web radio, ma chi ti ascolta?
    L'FM invece è nell'aria, entra nelle case, nelle auto, dappertutto !
    Ti trovi ad ascoltarla anche senza volerlo...
  7. twin.soul 02 giugno 2018 ore 15:54
    @vagarsenzameta Temo che una web radio sarebbe un po' come un blog: si finisce per scrivere (o per trasmettere) per pochi se non addirittura per se stessi!
    Ti pare?
  8. vagarsenzameta 02 giugno 2018 ore 16:41
    Queste sono le ingiustizie,per esempio oggi tutti i giornali proclamano un certo signor X come il primo rocker italiano e nessuno si chiede che invece c'era la progressive prima di lui,o che i Rockets furono i primi a portare il delirio negli stadi sotto il nome del rock..o che mentre Mia Martini si fece 3 mesi di galera che gli costarono la carriera questo signor X accese le fiaccole per farsi arrestare tanto per avere un po di pubblicità,ma queste sono le ingiustizie del mondo...se io amo trasmettere mie cose lo faccio anche se nessuno mi segue…..però mi paro affinché qualche giuggerellone senza idee ma con gli agganci non mi copi e fa i soldi col mio lavoro eeh.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.