UN GROPPO ALLA GOLA

15 dicembre 2017 ore 19:09 segnala
Ma davvero si può chiamare vita, quella di chi ripete tristemente vite già vissute milioni di volte, da altri individui?
Casa, lavoro, famiglia, mutuo, chiesa, stadio, shopping, Natale, Pasqua, sabato dal parrucchiere, e vacanze ad Ibiza.

Tutti incolonnati, in fila, come sulle autostrade a Ferragosto.
Che si uniformano a quello che “si fa”… senza scegliere mai, senza avere una personalità autentica.
Che non riescono a vivere seguendo regole proprie, veramente personali, non imposte dalla moda.

E che poi si accorgono di avere sbagliato tutto, solo in dirittura d’arrivo.
Quando non c’è più tempo.
Quando non hanno più alcuna possibilità per tornare indietro!
Provano un senso di soffocamento, ma ormai è troppo tardi!
Un groppo alla gola li attanaglia, qui, alla bocca dello stomaco.

La vita è passata, ma non l’hanno vissuta!

f23330da-5e5d-4a57-bd74-d36dee3e1997
Ma davvero si può chiamare vita, quella di chi ripete tristemente vite già vissute milioni di volte, da altri individui? Casa, lavoro, famiglia, mutuo, chiesa, stadio, shopping, Natale, Pasqua, sabato dal parrucchiere, e vacanze ad Ibiza. Tutti incolonnati, in fila, come sulle autostrade a...
Post
15/12/2017 19:09:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.