VIAGGIARE

03 gennaio 2018 ore 14:04 segnala
Secondo me viaggiare, per un adulto, è un po' come affacciarsi alla vita per un bambino. Non so se hai mai osservato un bimbo quando muove i primi passi nella sua stanzetta, o in un giardino o dovunque! Qualsiasi cosa lo attrae, lo affascina, lo entusiasma....... semplicemente perché non la conosce! Non ha importanza se sia un pupazzo di peluche, una vecchia pantofola o un barattolo di vernice.



Poi, col passare degli anni questo entusiasmo scema perché ".....ognuno tende a costruirsi dei perimetri dentro i quali si finisce per girare come conigli impazziti, eppure rafforza anno dopo anno questi perimetri finchè diventano dei muri! Sono le abitudini. Ma chiunque resta curioso anche se non lo vuole ammettere, chiunque spera di trovare uno spiraglio nel muro con una vista che lo sorprenda. Chiunque è attirato dall'idea che ci siano altre prospettive possibili. Chiunque ne ha paura!" (Andrea De Carlo).

Credo che viaggiare sia la voglia di aprire la mente, di esplorare nuove strade.
Non ha importanza la meta, quanto il fatto stesso di essere in viaggio!
E per te, cos’è?

97764c71-7b99-4b42-9e21-1af47f706df3
Secondo me viaggiare, per un adulto, è un po' come affacciarsi alla vita per un bambino. Non so se hai mai osservato un bimbo quando muove i primi passi nella sua stanzetta, o in un giardino o dovunque! Qualsiasi cosa lo attrae, lo affascina, lo entusiasma....... semplicemente perché non la...
Post
03/01/2018 14:04:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. c.ioccolatino111 03 gennaio 2018 ore 14:43
    "E per te, cos’è?"

    Per me, qualsiasi cosa mi attrae, mi affascina, mi avvolge, mi entusiasma... e non solo perché non conosco il luogo che mi circonda, pure, nel momento in cui vlgo lo sguardo e osservo minuziosamente il paesaggio, opere d'arte, monumenti, animali ... tutto il mondo, per è è magia, sempre un incanto.
    Ho iniziato nel 2005 a viaggiare, prima, il pensiero, la preoccupazione della famiglia, dei figli, dei propri cari, non provavo alcun interesse nei viaggi. Mia sorella ha veduto il mondo, è una cittadina del mondo... io preferivo rimanere protetta nelle mie 4 mura.
    Quando, però, uscita dalla mia campana di vetro e ho spiccato il volo.............. !!!

    Parole esatte per descrivere le mie emozioni, non le trovo.
  2. twin.soul 03 gennaio 2018 ore 22:41
    Invece credo che le hai trovate benissimo, le parole.
    Riuscire a mantenere lo stupore tipico dei bambini anche in età adulta, credo sia il segreto dell'eterna giovinezza.
    Buon viaggio !
  3. c.ioccolatino111 04 gennaio 2018 ore 17:37
    Grazie !

    L'ultimo, è stata Madrid :-)

    Buona serata.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.