Chi governa?

12 gennaio 2017 ore 14:14 segnala


Chi Governa?

Le gambe, un dì, volendo trasgredire:
- Ormai siam troppo stanche di trottare:
vorremmo qualche volta governare,
anziché continuare ad obbedire. -

Ed ecco cavalcare la protesta
tutti quanti gli altri organi, allorquando
compresero che in gioco era il comando
del corpo. Chi reclama, chi contesta...

- Io faccio questo, - sosteneva l'uno;
- Io faccio quello, assai più necessario, -
diceva l'altro, sopra l'arengario.
Toccò dire la sua a ciascheduno.

"Non si può governare tutti quanti!"
si convenne. Sebbene l'ebbe a male
qualcheduno, la disputa finale
vide cointeressati i più importanti

candidati, che risultaron tre.
Ovverosia: cervello, cu.lo, e cuore
cui fu detto: "Tu sei solo un motore,
sarà opportuno escludere anche te".

Dopodiché, restaron solo in gioco
cu.lo e cervello. - Io solo penso, invento
e creo, - disse quest'ultimo. - Un momento,
per governare questo è troppo poco.

Infatti le osannate tue virtù
verranno meno, se io non m'adopero
a fare quel che fo. Ora entro in sciopero! -
Detto questo, non disse nulla più

l'antagonista. Fu la stitichezza
a fare il resto: un giorno, sette, otto...
In tutto il corpo accadde un quarantotto:
dolori dappertutto e spossatezza.

Fu quindi la catastrofe totale.
Poi s'inasprirono i dolori, fino
a coinvolger la testa e l'inquilino,
che si piegò non sopportando il male.

- Mi ritiro, governa tu, se vuoi, -
al cu.lo disse allor, che ritornò
a fare il suo dovere. E comandò,
come deciso, lui da allora in poi.

Per arrivare dunque a governare,
ciò detto, il mio parere è sempre quello:
necessario non è esser un cervello:
sovente essere un cu.lo può bastare.

-presa in prestito-
081e8a93-3499-43a3-a3dc-7543bd70b9c2
Chi Governa? Le gambe, un dì, volendo trasgredire: - Ormai siam troppo stanche di trottare: vorremmo qualche volta governare, anziché continuare ad obbedire. - Ed ecco cavalcare la protesta tutti quanti gli altri organi, allorquando compresero che in gioco era il comando del corpo. Chi reclama,...
Post
12/01/2017 14:14:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

L'era del Cincillà

21 novembre 2016 ore 13:49 segnala





Canzoni goliardiche inneggiano alla vita,
folle oceaniche rivendicano il diritto di equità,
gli accessi all'olimpo della civiltà brillano nell'oscurità.

Nella notte dei tempi, riposano preziosi esempi,
grandi battaglie e contrapposizioni hanno lasciato il segno,
falsi ideologismi e religiosi lobbismi hanno eretto un regno.

L'espansionismo culturale, economico e politico è al culmine,
il perfezionismo oltranzista riporta al caos o all'immobilismo,
non è un caso, che oggi prevalga sulla trasparenza lo snobismo.

Il riposizionamento dell'attività umana ripropone un principio antico:
la partecipazione collettiva con le risorse utili ad una sana appartenenza;
governare, educare e curare sono arti difficili, specie nell'abbondanza.

Il sacrificio maturato dalle passate generazioni non può essere vano,
grandi statisti ci hanno indicato la strada, piccoli uomini l'hanno smarrita;
dopo la dittatura, la balena bianca e il caimano, l'era del cincillà è arrivata.
1bced397-0f4d-448b-b8ee-6f3783c36785
« immagine » Canzoni goliardiche inneggiano alla vita, folle oceaniche rivendicano il diritto di equità, gli accessi all'olimpo della civiltà brillano nell'oscurità. Nella notte dei tempi, riposano preziosi esempi, grandi battaglie e contrapposizioni hanno lasciato il segno, falsi ideologismi...
Post
21/11/2016 13:49:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

SALITE

21 novembre 2016 ore 13:45 segnala





Alla frontiera della vita, paure ondivaghe
transitano inascoltate, nel viaggio della mente
proiettato sul futuro possibile.

Pensieri in embrione ignorano probabili valanghe,
grandi innovazioni scuotono scarne certezze ,
un sentiero inesplorato ravviva l’ingegno.

Il tramonto di un tempo votato all’ imprudente,
assomiglia molto, all’alba di un domani
più coeso, giusto e prospero.

La scala dei valori diventa improrogabile,
occorre agire con impegno e sobrietà,
il valico è aperto a una nuova umanità.
3a3a5730-fe66-4450-b8ff-ed2e83c1dc49
« immagine » Alla frontiera della vita, paure ondivaghe transitano inascoltate, nel viaggio della mente proiettato sul futuro possibile. Pensieri in embrione ignorano probabili valanghe, grandi innovazioni scuotono scarne certezze , un sentiero inesplorato ravviva l’ingegno. Il tramonto di u...
Post
21/11/2016 13:45:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Oro

18 novembre 2016 ore 15:24 segnala


Il tempo perso a rincorrere chimere
riaffiora nello scenario corrente,
quasi a confortare le prospettive oscure.

L'incessante metamorfosi chiede comprensione,
l'impegno vissuto arde nel garbuglio vigente,
cauto nell'imprimere un soffio d' insurrezione.

Una sana affermazione non sfugge la lealtà
ma ricerca la sostenibilità d'intervento,
che elevi le sorti umane con naturale dignità.

Un orizzonte accessibile riscopre il valore del distacco,
una volta fardello dell'assillante avanzamento,
oggi risorsa capitale dei sogni, al riparo di un colbacco.
854b2005-f7a1-4dbf-ab88-b33666535f04
Il tempo perso a rincorrere chimere riaffiora nello scenario corrente, quasi a confortare le prospettive oscure. L'incessante metamorfosi chiede comprensione, l'impegno vissuto arde nel garbuglio vigente, cauto nell'imprimere un soffio d' insurrezione. Una sana affermazione non sfugge la...
Post
18/11/2016 15:24:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Miserie

18 novembre 2016 ore 15:22 segnala


Stridenti incoerenze
di regi funzionari ,
trafitti da rudi ghiribizzi
di fameliche alleanze.
779bec8a-b510-4c4b-9384-f390700f8937
« immagine » Stridenti incoerenze di regi funzionari , trafitti da rudi ghiribizzi di fameliche alleanze.
Post
18/11/2016 15:22:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

L'ATTESA

18 novembre 2016 ore 15:20 segnala


Vivida, s'aggrappa al mutar
del vento come il grappolo al tralcio,
la speranza d'essere in binari sicuri,
lontana dal frastuono
di cicalecci fuorvianti.

Austera, sospinge all'oltremar
la facoltà di contenere
turbolenze ostili agli scenari,
custoditi nel cuor
in attimi ormai distanti.

Fiera, d'ogni dì nel suo calar
estrae gocce di candore,
estasi d'un divenire gravido,
sintesi di quell'amor
in fermento eterno dei viventi.
ef8f068c-45bf-4358-886c-26a842e51314
Vivida, s'aggrappa al mutar del vento come il grappolo al tralcio, la speranza d'essere in binari sicuri, lontana dal frastuono di cicalecci fuorvianti. Austera, sospinge all'oltremar la facoltà di contenere turbolenze ostili agli scenari, custoditi nel cuor in attimi ormai distanti. Fiera,...
Post
18/11/2016 15:20:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

IL MONDO IN UN BICCHIERE

18 novembre 2016 ore 15:18 segnala



Il calice si appanna,
pensieri offuscati
impattano gli scogli,
quante volte si è urlato osanna,
quante, si son rotti i piatti!
Riaffiorano tanti sbagli.

Un sorso tira l'altro,
Un abbaglio ricarica lo sguardo;
forza contratta di tanti germogli,
il mondo gira nel disastro
qualcuno sguazza nel ritardo,
evaporano tutti i buoni consigli.

Il cristallo torna in parte al suo colore,
gli imbrogli sbaragliano le bollicine,
cosa resta di moglie e figli!
La vita scivola senza ardore,
estorta da beatitudine senza confine,
esposta al giorno con la forza dei gigli.

Cin cin! Si brinda con allegria,
il futuro è una promessa;
questa è la speranza da bere!
Si versi ancora tanta malinconia,
la verità non interessa,
che sia sempre pieno il bicchiere!
1330966d-9c42-4411-b0fd-a02c455f5955
Il calice si appanna, pensieri offuscati impattano gli scogli, quante volte si è urlato osanna, quante, si son rotti i piatti! Riaffiorano tanti sbagli. Un sorso tira l'altro, Un abbaglio ricarica lo sguardo; forza contratta di tanti germogli, il mondo gira nel disastro qualcuno sguazza nel...
Post
18/11/2016 15:18:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Cashmere

18 novembre 2016 ore 15:17 segnala




Nel persistente suggerimento
di graziose icone imperanti,
brulicano fragranti delizie.

Glamour, eccitazione e divertimento,
colmano il bisogno impetuoso
di stima delle proprie grazie.

Il proselitismo edulcora l'attesa
di un mutamento che non approda;
la realtà elude le alchimie consumate.

Il formalista avversa ogni pretesa,
dietro le parole cela l'inerzia dello spirito;
sottrae risorse anche all'animo del vate.

L'assuefazione è la condizione auspicata
dal rigido burocrate; il timore del progresso,
scuote la sua dimora; l'azione è ritardata.

Per un congruo apporto di ardore
urge un esame all'ideale di funzione,
perché la vita riveli il suo calore.
a9c2ae2f-c52e-4f41-9991-b9a3f9bd3388
Nel persistente suggerimento di graziose icone imperanti, brulicano fragranti delizie. Glamour, eccitazione e divertimento, colmano il bisogno impetuoso di stima delle proprie grazie. Il proselitismo edulcora l'attesa di un mutamento che non approda; la realtà elude le alchimie consumate. Il...
Post
18/11/2016 15:17:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

CAOS

18 novembre 2016 ore 15:16 segnala



Effimera ricognizione
di un baricentro
isterico e istrione.
fb599d68-caf7-4ba0-a8b0-8f7e1938b0e8
Effimera ricognizione di un baricentro isterico e istrione.
Post
18/11/2016 15:16:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

AZIMUT

18 novembre 2016 ore 15:14 segnala




Il viandante stanco cerca serenità,
fiducioso il fauno scruta l'orizzonte,
l'apologista, recalcitrante invoca il perdono.

La piattaforma è instabile! Pare asservire un podestà.
I traguardi raggiunti rifuggono dalla fonte,
opportunità pacifiche aleggiano cospetto al freno.

Lo studioso trae sempre giovamento dall'onestà,
il silvano dirada l'oscurità dalla sua fronte,
se il censore ritrae l'orgoglio ed il frastuono.
efb2b51e-2251-4e60-8333-2a12e70f473d
l viandante stanco cerca serenità, fiducioso il fauno scruta l'orizzonte, l'apologista, recalcitrante invoca il perdono. La piattaforma è instabile! Pare asservire un podestà. I traguardi raggiunti rifuggono dalla fonte, opportunità pacifiche aleggiano cospetto al freno. Lo studioso trae sempre...
Post
18/11/2016 15:14:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment