e così ..

19 giugno 2014 ore 18:22 segnala
Se un piatto o un bicchiere cadono a terra senti un rumore fragoroso.
Lo stesso succede se una finestra sbatte, se si rompe la gamba di un tavolo
o se un quadro si stacca dalla parete.
Ma il cuore, quando si spezza, lo fa in assoluto silenzio.
Data la sua importanza, ti verrebbe da pensare che faccia uno dei rumori
più forti del mondo, o persino che produca una sorta di suono cerimonioso,
come l’eco di un cembalo o il rintocco di una campana.
Invece è silenzioso, e tu arrivi a desiderare un suono che ti distragga dal dolore.
Se rumore c’è, è interno.
Un urlo che nessuno all’infuori di te può sentire.
Un boato così forte che le orecchie rintronano e la testa fa male.
Si dimena nel petto come un grande squalo bianco intrappolato nel mare;
ruggisce come la mamma orsa a cui è stato rapito il cucciolo.
Ecco cosa sembra e che rumore fa.
È un’enorme bestia intrappolata che si agita, presa dal panico;
e grida come un prigioniero davanti ai propri sentimenti.
L’amore è così…nessuno ne è indenne.
È selvaggio, infiammato come una ferita aperta esposta all’acqua salata del mare,
però quando si spezza il cuore non fa rumore.
Ti ritrovi a urlare dentro e nessuno ti sente.


Cecelia Ahern



ba5b2379-fdda-48c2-923a-5f587950dff8
Se un piatto o un bicchiere cadono a terra senti un rumore fragoroso. Lo stesso succede se una finestra sbatte, se si rompe la gamba di un tavolo o se un quadro si stacca dalla parete. Ma il cuore, quando si spezza, lo fa in assoluto silenzio. Data la sua importanza, ti verrebbe da pensare che...
Post
19/06/2014 18:22:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. Alisia4ever 19 giugno 2014 ore 19:21
    I nostri sensi amano ingannarci, e gli occhi sono i più ingannevoli di tutti. Ci inducono ad avere troppa fiducia in loro. Crediamo di vedere quello che c’è intorno, ma quello che percepiamo è solo la superficie. Dobbiamo imparare a comprendere l’essenza delle cose, la loro sostanza, e per fare questo gli occhi ci sono più d’impedimento che altro. Ci inducono a distrarci, e noi ci lasciamo abbagliare. Chi si fida troppo dei propri occhi trascura gli altri sensi, e non intendo le orecchie o il naso. Parlo di quell’organo che è dentro di noi e per il quale non c’è un nome. Chiamiamolo la bussola del cuore.

    Jan-Philipp Sendker, L’arte di ascoltare i battiti del cuore
  2. julia.pink 20 giugno 2014 ore 08:09



    Un cuore spezzato non fa rumore è vero.....
  3. a.Qa 20 giugno 2014 ore 08:17
    e quando il :cuore si spezza non c'è attack che tenga :ok
  4. SignoraSolitudine66 20 giugno 2014 ore 18:17
    quando ti lacera .............. ti uccide l anima :rosa
  5. a.Qa 01 luglio 2014 ore 12:40
    guèèè manc nu vas chiu' eccherèèèè???


    s'è rutt pure chissssssss??

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.