Papel mojado

11 luglio 2012 ore 22:36 segnala
Con fiumi
con sangue
con pioggia o rugiada
con seme
con vino
con neve
con pianto
le poesie
sono
carta bagnata
(M.Benedetti)

ef9b99dc-f8d5-4368-b13d-58649eb31bba
Con fiumi con sangue con pioggia o rugiada con seme con vino con neve con pianto le poesie sono carta bagnata (M.Benedetti) « immagine »
Post
11/07/2012 22:36:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. VioladelCasale 11 luglio 2012 ore 23:09
    Meraviglioso poeta Mario Benedetti.
    Se permetti ti lascio questa lirica, di un altro che amo molto, Elio Pecora.

    I poeti
    Non meravigliatevi. I poeti sono tutti
    un solo invisibile, indistruttibile popolo.
    Parlano e sono muti. Trascorrono ère e cantano ancora in un'antica lingua morta.
    Nascono e spariscono civiltà,
    ma sempre vanno lungo la strada del cuore.
    Parlano di partenze, di ritorni.
    Sono uguali per quel che non dicono.
    Tacciono come rugiada, semenza, desiderio,
    come acque scorrenti sull'argilla,
    poi con il canto sottile dell'usignolo
    nel bosco divengono agile sorgente sonora.
  2. Szidi 12 luglio 2012 ore 08:33


    ... :rosa
  3. astilelibero 12 luglio 2012 ore 11:28
    bella davvero
    ...grazie di averla postata..
    :fiore
  4. Edelvais63 12 luglio 2012 ore 15:30
    La poesia richiede un genio particolare, che non va troppo d'accordo col buon senso. Ora è il linguaggio degli dèi, ora quello dei pazzi, raramente quello di un onest'uomo. :bye :bacio
  5. ladygiuliana 12 luglio 2012 ore 19:29
    Ha personalizzato la poesia dandole una veste umida di tanti umori....bagnata,appunto! :rosa :bye
  6. idiosyncrasy 14 luglio 2012 ore 00:01
    l'estro di un poeta è descritto, spesso in solitudine, dalle sue molteciplici particolarità...
    :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.