gioco o tradimento??

09 ottobre 2010 ore 16:27 segnala
Qualche anno fa la chiesa ha affermato che  l’amore virtuale tra persone legate da vincoli reali consacrati da un Sacramento o sanciti dalla legge è ADULTERIO.

Si sa che le relazioni sul web avvengono in maniera molto diversa, qualche messaggio, la voglia di scoprire chi si cela dall’altra parte, la voglia di sentirsi corteggiate; nasce la curiosità e la tentazione, la voglia di trasgredire consapevoli di essere nell’anonimato.

Nel web le cose sono stravolte, si crea un’identità, si cerca tra i profili quello che più ci ispira e si manda una “scossa” un segnale, qualunque cosa che ci faccia notare, tutte azioni che nella vita reale difficilmente faremo.

Ci si ritrova a scambiare le prime frasi, partono i complimenti, poi magari si lascia un indirizzo mail, ci si scambi la foto…e la cosa continua senza neanche accorgersene…ma qualè il limite? quando è considerato tradimento?
Bè finchè si parla non ci trovo niente di male, la foto!? anche quella non mi sembra peccato, anche nella vita reale ci piace vedere con chi parliamo…ma occorre non farsi trascinare troppo dalla complicità, che può trasformarsi velocemente in qualcosa di più intimo, seducente e quindi in tradimento.

Sarà davvero cosi, è cosi facile porsi dei limiti? Non credo, a volte ci si rende conto di quello che stiamo facendo solo dopo averlo fatto…ma non credo affatto che scambiare confidenze con un estraneo porti al tradimento…dipende sempre da quanto ci facciamo coinvolgere e da quanto vogliamo spingerci oltre.

Voi cosa ne pensate? Vi è mai successo di andare oltre alle semplici frasi senza neanche accorgervene o pensate che sia tutto facilmente controllabile?

11772543
Qualche anno fa la chiesa ha affermato che l’amore virtuale tra persone legate da vincoli reali consacrati da un Sacramento o sanciti dalla legge è ADULTERIO. Si sa che le relazioni sul web avvengono in maniera molto diversa, qualche messaggio, la voglia di scoprire chi si cela dall’altra parte, la... (continua)
Post
09/10/2010 16:27:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    7

LOVE IN BYTE::::

29 settembre 2010 ore 20:35 segnala
Frasi buttate lì per caso, vanno a cogliere cuori assetati d’Amore…eh sì…!!...è facile innamorarsi in questo mondo….fanno nascere in questo contesto le cosidette "relazioni virtuali”

Chissà da cosa nasce questo bisogno di sentire qualcosa che aspettiamo da tempo e  che il tempo ci fa attendere con impazienza….

A volte può succedere che ci si possa innamorare sul serio di una persona, oppure fantasticare un immagine che può deluderci nel momento in cui la si conosce…

A chi di voi non è successo di conoscere qualcuno/a attraverso internet??.....

Si comincia sempre casualmente….attratti dal profilo e dal suo contenuto….

Ci si scambia messaggi in pvt che arrivano a toccare il cuore, e-mail sempre più profonde che prendono forma e colore…..

Si accende il computer sperando che appaia quel nick….la presenza che si desidera….

…avviene il solito rituale…da lì il passo è davvero breve, la fantasia non basta più….MSN, scambio di foto e per concludere si arriva al numero di telefono…..

Fiumi e fiumi di parole….raccontate di giorno, sussurrate di notte…fino a decidere d’incontrarsi

anche solo per una volta, consci che sarà un gioco al massacro…un arma a doppio taglio….

potrà durare il tempo di un aperitivo…oppure l’ingresso ad emozioni che ritmano un Cuore…. 

Leggo di amori che nascono nel virtuale e che terminano nel silenzio del web…

altri invece che proseguono a suon di insulti e parolacce….

tutto questo avviene sempre naturalmente, senza mai guardandosi negli occhi….. 

Allora mi chiedo…possono esistere ed avere un futuro storie nate cosi….

…o sono solo fuochi di paglia??

alba:

28 settembre 2010 ore 02:30 segnala
...c'è un momento preciso in cui

un bagliore inatteso squarcia il buio...

e la coscienza,

seguendo quella luce,

riemerge in superficie...

 lucida e tagliente come  lama...

è l'alba di un nuovo giorno...

aspetto insonne il sorgere del sole.

serenità

28 settembre 2010 ore 02:24 segnala
...l'uomo felice ...

non è colui che ha di piu'...

ma chi sa sfruttare al massino

cio' che possiede...

arte:

28 settembre 2010 ore 02:18 segnala
...è  buon costume tener presente ..le preferenze e i gusti culinari

degli ospiti che  condivideranno la vostra mensa...

allietando la cena....con la loro preziosa compagnia...

e se vi chiedono delle pietanze "flambè"....

beh!..accompagnatele sempre con della buona musica...

il dopo cena...

...potrebbe riservare..

gradite sorprese...

donna:

28 settembre 2010 ore 01:47 segnala
..cio' che una donna dice

raramente corrisponde a cio' che intende...

ma, cio' che intende...

è proprio cio' che dice...

PORTA APERTA:

22 agosto 2010 ore 18:06 segnala
Quando la porta dell’amore si chiude, un'altra si apre, ma tante volte guardiamo così a lungo a quella chiusa, che non vediamo quella che è stata aperta per noi.

LIBERTA'

20 agosto 2010 ore 22:09 segnala
La libertà totale è privilegio di pochi... forse di coloro che non hanno nulla da perdere. Spesso, sempre più spesso, ci troviamo a fare delle mediazioni per poter vivere sereni, anche a costo di farci violenza. Al mattino quando ti suona la sveglia ( .. e non hai lo stereo a portata di mano per ascoltare OMAR AKRAM) e non hai voglia di iniziare la giornata bisogna scendere ad un compromesso, ancora due minuti al caldo e poi via... fuori al freddo che inizia la nuova giornata.. sempre carico di tante aspettative! ( l'importante è comunque avere l'illusione e rimanere con la mente al calduccio). Io mi sono capito ( e forse sono l'unico a poterlo fare!).

TRISTEZZA:

20 agosto 2010 ore 21:10 segnala
Ogni volta che vi sentite tristi  sedetevi accanto ad un albero, ad un fiume, ad una roccia.

Rilassatevi ascoltando semplicemente la vostra tristezza senza aver paura.

Più vi rilassate  più familiarizzerete con la bellezza della vostra  tristezza.

A quel punto la tristezza inizierà a cambiar forma:

si trasformerà in una gioia silenziosa.