Alnea

06 giugno 2018 ore 06:32 segnala
Non serve avere chissà quali grandi conoscenze per essere il custode di questa piccola cittadina.
Ci sono stato di nuovo ultimamente assieme ad un mio vecchio compagno di scuola ed ho ritrovato addirittura intatte sui muri alcune scritte che feci a pennarello trenta anni fa,quando la vidi per la prima volta.
Alnea e le sue stranezze architettoniche,come ad esempio alcune costruzioni che non hanno uso abitativo ma posseggono dei veri e propri terrazzi su cui chiunque può andare e radunarsi.
Ricordo quella volta che nevicò e la neve era attaccata sui muri e alcuni ragazzi si divertivano a passare da un terrazzo all'altro camminando esternamente alla struttura in equilibrio su una specie di cornicione.

XXX21997 se_we

@CAPARE
d98d285a-47cb-4619-9cb7-238753d19d5d
Non serve avere chissà quali grandi conoscenze per essere il custode di questa piccola cittadina. Ci sono stato di nuovo ultimamente assieme ad un mio vecchio compagno di scuola ed ho ritrovato addirittura intatte sui muri alcune scritte che feci a pennarello trenta anni fa,quando la vidi per la...
Post
06/06/2018 06:32:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. vagarsenzameta 06 giugno 2018 ore 13:00
    Non serve avere chissà quali grandi conoscenze per essere il custode di questa piccola cittadina.
    Ci sono stato di nuovo ultimamente assieme ad un mio vecchio compagno di scuola ed ho ritrovato addirittura intatte sui muri alcune scritte che feci a pennarello trenta anni fa,quando la vidi per la prima volta.
    Alnea e le sue stranezze architettoniche,come ad esempio alcune costruzioni che non hanno uso abitativo ma posseggono dei veri e propri terrazzi su cui chiunque può andare e radunarcisi,ovviamente non esistono finestre che danno accesso ad un appartamento perché appunto sono solo dei terrazzini dove la gente spesso lascia oggetti d'uso che ritrova intatti e in ordine;c'è chi ci lascia picoli tavolini,frigoriferi da campeggio,mobiletti con libri e oggettistica varia di cui non si fa divieto di uso ad altri.La vera chicca sono le strane scale e cornicioni adibiti per raggiungere questi terrazzini,che nn vado oltre a descrivere perché se vi venisse voglia di andarci so per certo che rimarreste stupiti.
    Ricordo quella volta che nevicò e la neve era attaccata sui muri e alcuni ragazzi si divertivano a passare da un terrazzo all'altro camminando esternamente alla struttura in equilibrio su una specie di cornicione.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.