AMNISTIA..UNA QUESTIONE DI COSCIENZA?NO SOLO CONSENSO.

19 settembre 2011 ore 16:09 segnala
Ogni politico, ogni addetto ai lavori nel mondo carcerario, guardie penitenziarie, psicologi assistenti e volontari SA che oggi L'AMNISTIA accompagnata ad una seria riforma della giustizia l'UNICA soluzione percorribile.

Una soluzione che per molti POLITICI pur sapendola necessaria, per il sovraffollamento disumano e per le migliaia di procedimenti pendenti e prescrizioni hanno paura di appoggiare apertamente.

Si parla molto, troppo per luoghi comuni.

E' luogo comune e non corrispondente al vero che un amnistia un provvedimento estemporaneo, che non risolve strutturalmente il problema e che rappresenta la sconfitta della giustizia.

L'Amnistia un provvedimento legale, previsto nella ns Costituzione, all'uopo inserita proprio ragionando sulla sua ciclica necessit.

La sconfitta della giustizia invece nell'abuso della carcerazione preventiva, nelle migliaia di prescrizioni(amnistia mascherata) e nel trattamento disumano dei detenuti all'interno dei nostri istituti di pena, tanto da essere condannati dalla Corte Europea per i Diritti dell'Uomo.

L'AMNISTIA la premessa UNICA necessaria del riordino della macchina giudiziaria E di ogni ipotesi di riforma della giustizia, UNICO provvedimento capace di portare immediatamente a 1 milione i processi penali dai 4 milioni e mezzo pendenti.

questo i nostri POLITICI lo sanno...quindi mi chiedo e chiedo loro...perch obiezioni ipocrite ad una giusta soluzione?

Una questione di coscienza? No semplicemente una questione di consenso
ebdef74e-b7ad-4344-906b-25585d03e471
Ogni politico, ogni addetto ai lavori nel mondo carcerario, guardie penitenziarie, psicologi assistenti e volontari SA che oggi L'AMNISTIA accompagnata ad una seria riforma della giustizia l'UNICA...
Post
19/09/2011 16:09:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. 112.LaGazzella 19 settembre 2011 ore 16:17
    Se lo chiedi ai politici non avrai mai una risposta la tua una domanda da fare a gente normale...A chi ci si deve rivolgere? I politi non vanno in galera; una buona parte di camorristi - mafiosi ed apparteneti a cosche varie non tutti vanno in galera (credo ci sia collusione tra loro) purtroppo e lo dico a malincuore in galera ci va il povero fesso o chi non ha soldi per pagarsi il difensore...il difensore d'ufficio un'altra beffa e presa in giro...Probabilmente il mio commento non ci azzecca con il tuo post ma almeno mi sono sfogato...Buona serata e scusami.
  2. VALERYAMNISTIA 19 settembre 2011 ore 23:13
    Si...concordo..la domanda andrebbe fatta alla gente comune..che rappresenta lo zoccolo duro "del cosidetto consenso"...ma poi la politica che deve dare risposte...nei luoghi preposti a farlo :)
  3. VALERYAMNISTIA 20 settembre 2011 ore 00:15
    http://www.radicali.it/evento/sit-veglia-lamnistia-al-senatoAppuntamento davanti al Senato(P.zza Navona) mercoledi 21 settembre partecipiamo!!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.