Family day..

30 gennaio 2016 ore 22:22 segnala
In questi giorni è accesa la polemica sulla possibilità di adozione da parte dei figli di coppie omosessuali... c'è chi dice che la famiglia tradizionale sia padre, madre, figlio... e chi sostiene che la famiglia è dove c'è amore... Su questo ognuno la pensi come vuole... ma c'è qualcosa su cui mi sono soffermata molto a pensare.... la parola usata spesso e volentieri in questi ultimi giorni è "diritto" .... il riconoscimento di un diritto.... ma davvero un bambino si riduce solo a quello? Avessi sentito qualcuno, degli intervistati omossessuali, dire... " perchè lo desidero"... forse non ci si fa molto caso a queste piccolezze.... ma io si.... Credo che un figlio nasca e cresca bene in un contesto famigliare dove si senta davvero desiderato... non perchè diventa il risultato di un diritto riconosciuto, ne dove è stato procreato per dovere imposto da una scala sociale dettata da non so chi ( nasci, ti sposi, fai famiglia), ne per essere una sorta di recupero di un rapporto.... un bambino deve essere davvero DESIDERATO... non deve essere un capriccio di qualunque cosa sia.... e, comunque, penso anche al fatto, che, nonostante tutto, se questo diritto verrà acquisito, noi non saremmo comunque pronti... basta pensare alle tante storie di bullismo che spingono giovani più fragili al suicidio... finchè non si insegnerà, già dall'asilo a rispettare l'altro per qualche chilo in più, perchè porta gli occhiali o un apparecchio per i denti, perchè più basso o perchè disabile, noi non saremo mai pronti.... I bambini devono essere DESIDERATI e TUTELATI... sono la cosa più bella del mondo... cerchiamo di non perdere anche loro....

2b2e9525-0728-42f6-898e-2ed5caeda30a
In questi giorni è accesa la polemica sulla possibilità di adozione da parte dei figli di coppie omosessuali... c'è chi dice che la famiglia tradizionale sia padre, madre, figlio... e chi sostiene che la famiglia è dove c'è amore... Su questo ognuno la pensi come vuole... ma c'è qualcosa su cui mi...
Post
30/01/2016 22:22:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

CHI SIAMO NOI PER GIUDICARE?

09 luglio 2015 ore 22:31 segnala



Spunto di riflessione sulla copertina di un giornale che ha messo questa foto intitolandola: “ Chi ha paura di un bacio?”
Oggi, su facebook, mi è capitato di vedere questa foto e leggere commenti che mi hanno messo davvero tanta paura... tanta gente che predicava a cavolo, esortando con un che schifo e via dicendo, pensando che non sia una cosa normale.... e questo davvero mi ha messo tanta, ma tanta paura, perchè qui la speranza di poter migliorare come persone, svanisce di giorno in giorno, leggendo commenti di questo genere.
Commenti del tipo ( scritto da un uomo)” A me queste immagini mi fanno incazzare , ma tanto , non per me che posso sopportarle , ma per i ragazzi , dove possono pensare che la famiglia è una balla...Per quei due in posa ,la castrazione sarebbe poco , infine farle magiare le palle uno per l'altro..,” o ( scritto da una donna) :” Disgustosi !!!!! E non si dica che sono omofoba, solo un po' di buon gusto e discrezione”.
Ho paura.... ho veramente paura di tutta questa gente così chiusa, che si scandalizza per un semplicissimo bacio, simbolo del sentimento più puro e vero che ci sia... ho paura che qui andrà sempre peggio, perchè nessuno è in grado di vedere le cose per come sono.
Non mi sembra che questa foto dica: “ Dovete essere tutti omosessuali” imponendo il loro status agli altri... o stiano facendo esibizionismo.... l’esibizionismo, per me, è ben altro... come quello del pride con culi al vento ( già ce ne sono troppi etero in giro per tv e programmi vari!) ecco, li mi dispiace per loro, perchè in quel modo non fanno altro che alimentare ancor di più queste menti così chiuse e retrograde...
Partendo dal presupposto che i sentimenti non hanno sesso... la bellezza dei sentimenti e dell’amore soprattutto, è ciò che rappresenta: la libertà di amare qualcuno in maniera incondizionata; libertà di essere se stessi e di amare chi si vuole come si vuole.... ecco.... partendo da questo presupposto... a tutti questi benpensanti moralisti che si scandalizzano per un semplicissimo bacio, che si potrebbe vedere ovunque in giro fra coppie etero, chiedo: se vivessimo in una società dove la “ normalità” è essere omossessuali.... e l’eccezione la fa la coppia etero.... quindi mettiamo la situazione al contrario... come si sentirebbero se venissero definiti disgustosi per un semplicissimo bacio dato in pubblico?
Ormai la gente fa sesso in pubblico, in pieno giorno.... e di quelli allora? Perchè non c’è tutto questo disgusto e si limita alla semplice indignazione?
Quando mi chiedono se sono favorevole all’adozione di bambini da parte di coppie omossessuali, rispondo di no.... non perchè non penso che possano essere dei bravi genitori, perchè essere genitore, a mio parere, è qualcosa che va oltre il legame di sangue.... no... non è quello.... ci sono tante famiglie in cui genitori etero si separano e trattano, il più delle volte, i figli come pacchi postali o strumenti di ripicca, senza pensare alle conseguenze che gli stessi subiscono... . di loro cosa mi dite? Dico di no perchè questa società non è pronta per una cosa del genere... dico di no, perchè , anzichè imporre le teorie gender nelle scuole ( a cui sono contrarissima) togliendo quel poco di infanzia bella, pulita, pura ai bambini, non gli si insegna il rispetto dell’altro già dalle piccole cose, per delle peculiarità: un bambino grasso, secco, alto, basso, con gli occhiali, con deficit mentali.... verrà sempre e cmq preso in giro da altri bambini a cui non si è insegnato il rispetto dell’altro in quanto tale.... non gli si è insegnato il rispetto dell’altro come persona.... se ciò accadesse, verrebbe del tutto naturale rispettare gli altri per gli orientamenti sessuali o per i genitori che hanno.... non ci sarebbe bisogno di imporre nulla... anche perchè,ormai qui, arrivano a 12/13 anni che già sono molto più che svegli....
Ho paura di questa società che giudica, senza puntarsi il dito contro... senza guardare i propri scheletri nell’armadio.... coppie che si mettono corna a vicenda, e la domenica vanno a messa sperando di purificarsi, per riniziare il lunedi... coppie che si sposano, il più delle volte, perchè dei dogmi silenziosi lo impongono... perchè la società giudica in maniera violenta... e dopo due, tre anni divorziano, perchè è molto più facile scappare e perchè quel sentimento che hanno giurato di provare davanti a Dio, era semplicemente un autoconvincimento, solo per accasarsi.... ho paura di questa gente così piccola... che prova disgusto per un semplicissimo bacio, anzichè provarne per preti pedofili o padri di famiglia che si organizzano viaggi sessuali in quei paesi, dove bambine piccolissime vengono sfruttate solo per i soldi... Ho paura di queste persone.... ma tanta davvero....
Il motivo per cui il nostro paese è nella merda? Eccolo qui....
fed0a1bd-ddde-4171-9cd5-56c4a67a2f11
« immagine » Spunto di riflessione sulla copertina di un giornale che ha messo questa foto intitolandola: “ Chi ha paura di un bacio?” Oggi, su facebook, mi è capitato di vedere questa foto e leggere commenti che mi hanno messo davvero tanta paura... tanta gente che predicava a cavolo, esortand...
Post
09/07/2015 22:31:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

considerazione....

01 maggio 2015 ore 00:25 segnala
... pensavo a un bellissimo discorso ascoltato qualche mese fa sulla considerazione dell'altro e ciò che vuol dire... considerare deriva dal latino con (insieme) e sidus ( stella, costellazione) = osservare gli astri... e mi ricordo che è stata fatta un'osservazione che io ho sempre fatto mia.... il considerare l'altro andando oltre.... se non si ha la capacità di andare oltre, non ci si può venire incontro... e più vado avanti e più sono estremamente convinta che ormai la favoletta del " chi ci tiene a te, accetta tutto senza se senza ma" non regge più.... spesso ci si dimentica che le persone, prima di assolvere al ruolo che noi affidiamo l'uno all'altro, amico, amante, compagno,genitore,figlio... sono persone prima di tutto... e che come tali devono essere rispettate anche nelle più piccole delle cose, quelle cose che a noi darebbero fastidio... se non si rispettano gli altri prima di tutto come persone, non le si potranno mai rispettare come amici, amanti,compagni,figli,genitori, dandole sempre per scontate... questa storiella del " chi ti vuole bene, accetta tutto" è solo un'alibi per fare sempre come si vuole, senza impegnarsi ad andare incontro all'altro, smussando determinate cose o cercare compromessi.... è solo un'alibi per chi non ha voglia di migliorarsi e per chi non ha l'umiltà di mettersi in discussione... o comunque di vedere cose anche da altri punti di vista..
72920316-c8e2-439e-9bb5-20684511a6ef
... pensavo a un bellissimo discorso ascoltato qualche mese fa sulla considerazione dell'altro e ciò che vuol dire... considerare deriva dal latino con (insieme) e sidus ( stella, costellazione) = osservare gli astri... e mi ricordo che è stata fatta un'osservazione che io ho sempre fatto mia.......
Post
01/05/2015 00:25:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Non è vero che gli uomini sono tutti uguali...

12 aprile 2015 ore 21:25 segnala
Ci sono uomini ed Uomini.
Ci sono uomini forti, ma tremendamente deboli. Sono quelli che devono per forza mostrare qualcosa.
Ci sono uomini deboli, che invece potrebbero stravolgere il mondo, se solo volessero.
Ci sono uomini a cui piacciono le strade facili;
ci sono uomini che preferiscono scegliere strade più difficili per una maggiore gratificazione finale.
Non è vero che gli uomini sono tutti uguali.
Ci sono uomini autonomi, indipendenti, responsabili;
ci sono uomini irresponsabili, uomini che di tale hanno ben poco.
Ci sono uomini stanchi, delusi, illusi, disillusi che se la prendono con ogni sorta di esemplare femminile. ” Sei bellissima” se ci stai, improvvisamente diventi una poco di buono se non ci stai.
Ci sono uomini che si accontentano di una femmina, altri che invece vogliono una femmina che sia anche Donna.
Ci sono uomini mai cresciuti;
Uomini che urlano durante una partita di pallone;
quelli a cui del calcio non frega proprio nulla.
Ci sono uomini che amano l’amore, e sì, sono pochi;
Ci sono uomini che amano il sesso e, purtroppo, e l’unica cosa verso cui mostrano interesse (eccetto il calcio).
Ci sono uomini intelligenti;
Uomini con cui oltre che chiacchierare, puoi parlare davvero perché sono un continuo stimolo per la mente, sono il piacere.
Ci sono uomini sensibili, che sanno aggiustare una giornata con una carezza, che sanno cosa vogliono;
Altri profondamente indecisi, indifferenti, spenti.
Ci sono uomini che oltre alla strada,
guardano ancora il cielo.
Altri che non riescono neppure a vedere ed apprezzare chi le sta di fianco.
Ci sono gli uomini che sono stati traditi,
gli uomini che tradiscono.
Uomini che si innamorano di un uomo,
uomini che si innamorano di una donna sola,
uomini tormentati che non trovano stabilità: allora, si impegnano con una donna e il giorno dopo la lasciano per un’altra.
Ci sono gli uomini semplici,
uomini a cui piace leggere, uomini che invece,devono farsi notare a tutti i costi, uomini che pensano di potere tutto, mostrando muscoli e bicipiti. -(Tiziana Curcio)

6b8ad464-aa33-4f64-9ac1-e7db97c635b9
Ci sono uomini ed Uomini. Ci sono uomini forti, ma tremendamente deboli. Sono quelli che devono per forza mostrare qualcosa. Ci sono uomini deboli, che invece potrebbero stravolgere il mondo, se solo volessero. Ci sono uomini a cui piacciono le strade facili; ci sono uomini che preferiscono...
Post
12/04/2015 21:25:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Ciao Robin!

13 agosto 2014 ore 22:28 segnala


Volevo condividere con voi questo pensiero di un mio contatto facebook, con il quale mi trovo pienamente d'accordo:
" In seguito al suicidio di Robin Williams, mi è venuta in mente una poesia di un grande (e purtroppo ai più, sconosciuto) poeta della nostra penisola, anch'egli morto suicida.
Era un poeta salentino. La sua opera più famosa fu "Il canzoniere della morte".
Voglio pubblicare questa poesia come monito nei confronti di coloro che banalizzano le atrocità mentali a cui siamo sottoposti ogni giorno, i meccanismi autodistruttivi e la solitudine che ci portiamo dentro, con ammirevole silenzio.
"La vita è bella" finché non ci fanno pagare dazio. La "vita è un dono" se non ci fanno pagare gli interessi.
Mestamente chinate il capo, oh vili mancati speleologi dell'animo umano, e tacete.

Ultima lettera di un suicida modello

A questo punto
cercate di non rompermi i coglioni
anche da morto.
È un innato modo di fare
questo mio non accettare
di esistere.
Non state a riesumarmi dunque
con la forza delle vostre certezze
o piuttosto a giustificarvi
che chi s'ammazza è un vigliacco:
a creare progettare ed approvare
la propria morte ci vuole coraggio!
Ci vuole il tempo
che a voi fa paura.
Farsi fuori è un modo di vivere
finalmente a modo proprio
a modo vero.
Perciò non state ad inventarvi
fandonie psicologiche
sul mio conto o crisi esistenziali
da manie di persecuzione
per motivi di comodo
e di non colpevolezza.
Ci rivedremo
ci rivedremo senz'altro
e ne riparleremo...
Addio bastardi maledetti
vermi immondi
addio noiosi assassini.

S. Toma"

"Siamo saturi di gente dalla mente bigotta, pronta a giudicare qualsiasi comportamento che vada contro i suoi principi.
Persone dal cervello delle dimensioni di una lenticchia che giudicano un uomo che compie un atto estremo come il suicidio.
Cosa ne sapete voi dei meccanismi che scattano nella mente di una persona? Cosa ne sapete voi di quella solitudine antropofaga che si nutre di speranze?
A mio parere, il suicidio è un gesto di grande coraggio: per farsi fuori servono le palle. O una grande disperazione.
Voi avete paura di affrontare questi argomenti perché preferite non conoscere. Preferite restare a galla nella vostra pozzanghera volontaria. Scavare comporterebbe troppa fatica, giusto? E poi chi vi garantirebbe di poter tornare in superficie?
Avete paura di osare e di mettervi in discussione. Siete aridi come il deserto e stereotipati.
Vi basta un solo, unico grande gesto da parte di qualcuno per cambiare opinione su di lui. Siete volubili.
Prima di giudicare gli altri, guardatevi allo specchio. Sempre che abbiate almeno la capacità di osservazione.
Esistono mancanze così evidenti da essere visibili anche in superficie. E voi, in superficialità siete insigni maestri." E io aggiungo... astenetevi dal giudicare, dall'essere così perfetti da non pensare che tanta disperazione potrebbe prendere anche voi e farvi fare lo stesso gesto....
Un attore che è riuscito a entrare nel cuore delle persone... credo ci voglia davvero tanta forza per recitare ruoli che insegnano valori, cercando di far vedere le cose in una prospettiva positiva, quando dentro si sta morendo... ciao Robin... ora hai raggiunto la tua isola che c'è.... !!!!
4fe864df-c0cd-4a53-b9c0-8e257ebbc488
« immagine » Volevo condividere con voi questo pensiero di un mio contatto facebook, con il quale mi trovo pienamente d'accordo: " In seguito al suicidio di Robin Williams, mi è venuta in mente una poesia di un grande (e purtroppo ai più, sconosciuto) poeta della nostra penisola, anch'egli morto...
Post
13/08/2014 22:28:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    2

L'amore di John

09 luglio 2014 ore 23:52 segnala
“Ci hanno fatto credere che l’amore, quello vero, si trova una volta sola, e in generale prima dei trent’anni. Non ci hanno detto che l’amore non è azionato in qualche maniera e nemmeno arriva ad un’ora precisa.

Ci hanno fatto credere che ognuno di noi è la metà di un’arancia, che la vita ha senso solo quando riusciamo a trovare l’altra metà. Non ci hanno detto che nasciamo interi, che mai nessuno nella nostra vita merita di portarsi sulle spalle la responsabilità di completare quello che ci manca: si cresce con noi stessi. Se siamo in buona compagnia, è semplicemente più gradevole.

Ci hanno fatto credere in una formula chiamata “due in uno”: due persone che pensano uguale, agiscono uguale, che solamente questo poteva funzionare. Non ci hanno detto che questo ha un nome: annullamento. Che solamente essere individui con propria personalità ci permette di avere un rapporto sano.

Ci hanno fatto credere che il matrimonio è d’obbligo e che i desideri fuori tempo devono essere repressi.

Ci hanno fatto credere che i belli e magri sono quelli più amati, che quelli che fanno poco sesso sono all’antica, e quelli che invece ne fanno troppo non sono affidabili, e che ci sarà sempre un scarpa vecchia per un piede storto! Solo non ci hanno detto che esistono molte più menti “storte” che piedi.

Ci hanno fatto credere che esiste un’unica formula per la felicità, la stessa per tutti, e quelli che cercano di svincolarsene sono condannati all’emarginazione. Non ci hanno detto che queste formule non funzionano, frustrano le persone, sono alienanti, e che ci sono altre alternative.

Ah, non ci hanno nemmeno detto che nessuno mai ci dirà tutto ciò.

Ognuno di noi lo scoprirà da sè. E così, quando sarai molto innamorato di te stesso, potrai essere altrettanto felice, e potrai amare qualcuno.”

John Lennon
705ebac8-d31d-44fe-87c7-fdd63068b731
“Ci hanno fatto credere che l’amore, quello vero, si trova una volta sola, e in generale prima dei trent’anni. Non ci hanno detto che l’amore non è azionato in qualche maniera e nemmeno arriva ad un’ora precisa. Ci hanno fatto credere che ognuno di noi è la metà di un’arancia, che la vita ha senso...
Post
09/07/2014 23:52:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3

il miracolo della vita...

13 giugno 2014 ore 22:51 segnala


... è vero... ci sta tanta merda in giro... il mondo va sempre più a puttane e tante persone diventano sempre più stronze... ma poi.. ci sono piccole e splendide cose che ti fanno dimenticare il resto... poggiare la mano sulla pancia delle persone a cui tieni di più... sentire quei piccoli movimenti che dicono:" ehi.. ci sono anch'io ora!" credo faccia molto più che bene a superare tutto e a farsi scivolare meglio le cose addosso... aver visto il loro percorso fin da piccole, averle seguite,in un modo o nell'altro, per tanti anni... e vederle ora... con quella pancia e quella luminosità in volto... da delle sensazioni che sono difficili da descrivere... anche per chi le ha vissute dall'inizio alla fine, semplicemente camminando accanto a loro....
1647c8e6-34f2-4f4c-9100-ee7ffbad60dd
« immagine » ... è vero... ci sta tanta merda in giro... il mondo va sempre più a puttane e tante persone diventano sempre più stronze... ma poi.. ci sono piccole e splendide cose che ti fanno dimenticare il resto... poggiare la mano sulla pancia delle persone a cui tieni di più... sentire quei p...
Post
13/06/2014 22:51:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

L'inizio della fine...

26 maggio 2014 ore 11:35 segnala


Che dire.... tanta tanta amarezza... oggi è morto il buon senso, è morta la voglia di cambiare.. è morto un paese intero... so che, alla fine, nessuno si salva; ogni persona che sta li non è migliore di tanti altri che ci sono stati nel passato... ogni persona che sta li, ha i propri scheletri nell'armadio... riuscire a fidarsi e dare fiducia a un politicante, ormai è diventato uno sport estremo... ma i risultati delle votazioni di ieri parlano di ben altro.. di qualcosa che desta in me tanta, ma tanta preoccupazione... possibile sia così facile vendersi per 80 euro, quando in gioco c'è la nostra sudditanza all'Europa? Possibile che le persone non siano in grado di vedere o, comunque, a pensare non solo al proprio piccolo orto ma anche a quello che vi è intorno? Possibile che le persone siano cosi facili da manipolare??? E' triste, davvero triste pensare che basti cosi poco... come dare le caramelle a un bambino per guadagnarsi la sua simpatia... Oggi è morta l'Italia... tutti vogliono cambiare, tutti dicono di volerlo fare, ma sono solo parole al vento... perchè si sa che i cambiamenti fanno paura... quindi, meglio rimanere nella merda dove siamo sempre stati, anzichè rischiare di imbattersi in qualcosa di sconosciuto... Capisco la sfiducia di chi non ha votato, ma a loro dico... " Qualunque cosa accada, se le cose dovessero peggiorare, abbiate la decenza di non lamentarvi e subire passivamente le scelte di altri fatte per voi"... e a chi ha deciso di rimanere nel passato dico di rimanere in silenzio quando aumenteranno le tasse, quando aumenterà l'immigrazione clandestina, quando saremo gli eterni zerbini d'Europa.... perchè, come dice Claudio Bisio in Benvenuto Presidente : "... perché questi qua sono figli nostri, di un paese dove le regole non le rispetta più nessuno..." Che Dio ce la mandi buona.... !
806156d1-caf9-47ef-bed6-03d34ff6d692
« immagine » Che dire.... tanta tanta amarezza... oggi è morto il buon senso, è morta la voglia di cambiare.. è morto un paese intero... so che, alla fine, nessuno si salva; ogni persona che sta li non è migliore di tanti altri che ci sono stati nel passato... ogni persona che sta li, ha i propri...
Post
26/05/2014 11:35:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

l'importanza dei gesti...

02 marzo 2014 ore 23:34 segnala


... Questa foto è la dimostrazione di volere è potere... Quando un affetto o un sentimento è autentico non ci sono parole che tengano di fronte ai gesti.. perchè sono i gesti che parlano.. Gli affetti sentimenti o ricordi fatti di sole parole sono solo falsità.. e li lascio a chi nelle falsità trova la sua realizzazione e la sua sicurezza.... Grazie ragazzi per la splendida giornata! Vi voglio bene!
05f38e54-9e23-497a-b7d4-b79f02467eab
« immagine » ... Questa foto è la dimostrazione di volere è potere... Quando un affetto o un sentimento è autentico non ci sono parole che tengano di fronte ai gesti.. perchè sono i gesti che parlano.. Gli affetti sentimenti o ricordi fatti di sole parole sono solo falsità.. e li lascio a chi nel...
Post
02/03/2014 23:34:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment