Mousse di fragole

02 maggio 2019 ore 08:04 segnala


La mousse di fragole è un dessert fresco e goloso che si prepara in soli 20 minuti. Basta rispettare il tempo di riposo in frigorifero di un'ora per avere un dolce al cucchiaio spumoso e dal sapore delicato, da guarnire con fragole fresche.

INTRODUZIONE:

Quella della mousse di fragole è una ricetta facile e veloce per portare in tavola un dessert fresco e goloso realizzato con la frutta di stagione.
Questo dolce al cucchiaio non ha bisogno di cottura e si prepara con fragole frullate e panna montata in soli 20 minuti.
Ha bisogno però di un'ora di riposo in frigorifero per avere quella consistenza spumosa tipica delle mousse.
Per questo potrete realizzarlo in anticipo e servirlo alla fine di una cena tra amici, come dessert monoporzione in bicchierini, da guarnire con frutta fresca.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 20 MIN
TEMPO COTTURA: 2 MIN
LUOGO RIPOSO: IN FRIGORIFERO
TEMPO RIPOSO: 60 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI

PER LA MOUSSE:

• 250 g di fragole
• 60 g di zucchero semolato
• 400 ml di panna fresca
• 2 fogli di gelatina alimentare (4 g)

INOLTRE:

• 10-12 fragole fresche per decorazione

COME PREPARARE: MOUSSE DI FRAGOLE

1
Per preparare la mousse di fragole per prima cosa mettete in ammollo la gelatina in un contenitore con acqua fredda per il tempo indicato sulla confezione.
Nel frattempo mondate le fragole, eliminando il picciolo, e frullatele con un frullatore a immersione, fino a ottenere un composto liscio.
Scaldate in un pentolino 2 cucchiai di acqua e scioglietevi la gelatina ben strizzata.
Aggiungetela al composto di fragole e mescolate per amalgamare.





2
Montate la panna con uno sbattitore elettrico in una ciotola ben pulita e incorporatela in più riprese, mescolando dal basso verso l'alto, al composto di fragole.





3
Quando avrete ottenuto un composto omogeneo suddividetelo all'interno dei bicchierini prescelti.
Ponete in
frigorifero per 1 ora prima di servire.
Al momento di portare in tavola la mousse di fragole completate con delle fragole tagliate a cubettini.

a8adef8c-1772-4b26-a514-3a1f9cecbe0f
« immagine » La mousse di fragole è un dessert fresco e goloso che si prepara in soli 20 minuti. Basta rispettare il tempo di riposo in frigorifero di un'ora per avere un dolce al cucchiaio spumoso e dal sapore delicato, da guarnire con fragole fresche. INTRODUZIONE: Quella della mousse di frag...
Post
02/05/2019 08:04:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    14
  • commenti
    comment
    Comment

Torta al pistacchio e triplo cioccolato

22 aprile 2019 ore 10:15 segnala


La torta al pistacchio e triplo cioccolato è una delizia per gli occhi e il palato.
Una soffice base che racchiude crema pasticciera, cremosissime quenelles di namelaka e gocce di cioccolato fondente.
A terminare un croccante di pistacchio.
La ricetta richiede attenzione ma il risultato è strepitoso.

INTRODUZIONE

La torta al pistacchio e triplo cioccolato è un dolce scenografico, la cui base soffice esalta il pistacchio e il cioccolato in tre versioni: morbida crema pasticciera, namelaka e gocce, nella purezza del fondente.
Un dolce per chiudere il pranzo di Pasqua che, variando il tema della decorazione, si presta perfettamente ad un pranzo o una cena importanti.

ESECUZIONE RICETTA: IMPEGNATIVA
TEMPO PREPARAZIONE: 35 MIN
TEMPO COTTURA: 25 MIN
LUOGO RIPOSO: FRIGORIFERO E FREEZER
TEMPO RIPOSO: 2H
PORZIONI: 4-6 PORZIONI

INGREDIENTI:

PER LA NAMELAKA

• 200 g di cioccolato fondente extra
• 150 ml di latte intero fresco
• 150 ml di panna fresca liquida
• 5 g di sciroppo di glucosio
• 3 g di gelatina in fogli

PER LA BASE SOFFICE AL PISTACCHIO

• 3 albumi a temperatura ambiente
• 75 g di zucchero semolato
• 100 g di farina di pistacchio
• 90 g di zucchero a velo
• 40 g di amido di mais

PER LA CREMA PASTICCIERA AL CIOCCOLATO

• 300 ml di latte intero fresco
• 3 tuorli
• 80 g di zucchero semolato
• 20 g di amido di mais
• 10 g di cacao amaro
• 100 g di cioccolato fondente extra

PER DECORARE

• 70 g di pistacchi
• 70 g di zucchero semolato
• 50 g di gocce di cioccolato fondente extra
• ovetti confettati

PROCEDIMENTO

Per preparare la torta al pistacchio e triplo cioccolato iniziate dal cremoso namelaka:

Ponete la gelatina in ammollo in acqua fredda, tritate il cioccolato e tenetelo da parte in una ciotola.
In un pentolino portate latte e sciroppo di glucosio quasi a
bollore.
Fuori dal fuoco aggiungete la gelatina strizzata e mescolate.
Versate la miscela sul cioccolato tritato.
Rendete l’emulsione omogenea utilizzando un frullatore a immersione a bassa velocità, versando la panna fresca liquida a filo.
Riempite gli stampi in silicone da quenelle con la namelaka appena preparata e conservate in freezer fino a cristallizzazione, occorreranno circa due ore.
In alternativa versate uno strato sottile un paio di cm di namelaka in un contenitore che la contenga e conservate in freezer.
Modellerete successivamente le quenelle utilizzando due cucchiai.
La base soffice al pistacchio si prepara montando gli albumi a neve: iniziate a bassa velocità e quando raggiungeranno un aspetto spumoso versate lo zucchero
semolato in piccole dosi aumentando la velocità delle fruste elettriche.
Continuate fino a ottenere una meringa lucida e stabile.
Con una spatola e movimenti ampi e circolari dall’alto verso il fondo della ciotola, incorporate la miscela di farina di pistacchio, zucchero a velo e amido di mais.
Versate l’impasto all’interno di uno stampo festonato da 22 cm di diametro, imburrato e infarinato, in alternativa utilizzate uno stampo liscio rivestito di carta forno.
Infornate a 180°C per 15 minuti, lasciando lo sportello del forno socchiuso: inserite uno spessore che permetta al vapore di uscire durante la cottura.
Sfornate e lasciate raffreddare prima di estrarre dallo stampo.
Con i tuorli avanzati dalla preparazione precedente preparate la crema pasticcera rapida al cioccolato: lavorateli con una frusta insieme allo zucchero semolato,
amalgamate l’amido di mais e il cacao setacciati insieme. Otterrete un composto omogeneo e privo di grumi.
In un tegame portate il latte a bollore e versate al centro il composto al cacao. Dopo circa un minuto il latte riprenderà l’ebollizione e dai bordi ricoprirà il
composto.
Sarà il momento di iniziare a mescolare con una frusta per un paio di minuti a fiamma moderata.
Otterrete una crema densa e vellutata.
Fuori dal fuoco aggiungete il cioccolato fondente tritato e mescolate fino a ottenere una crema lucida ed omogenea.
Versate in un contenitore pulito, ponete la pellicola alimentare a contatto della superficie e raffreddate rapidamente.
Conservate in frigo fino al momento di utilizzo.
Preparate il croccante in una padella antiaderente, versate all’interno zucchero e pistacchi e ponete su fiamma moderata.
Mescolate e appena il caramello sarà leggermente ambrato livellate il composto su un foglio di silicone o di carta forno.
Dopo pochi minuti il croccante si sarà cristallizzato e sarà pronto da tritare
grossolanamente con un coltello seghettato.
Componete la torta distribuendo sulla base soffice al pistacchio uno strato di crema pasticcera al cioccolato, con un sac à poche o livellandola con una spatola.
Cospargete la superficie con la granella di croccante al pistacchio, disponete le quenelle di namelaka leggermente sovrapposte dando volume al dessert e decorate con le gocce di cioccolato e gli ovetti confettati.
Attendete una decina di minuti prima di servire o conservate in frigorifero.
15744ad8-a415-44d2-b2ba-5c2d7b72b9b9
« immagine » La torta al pistacchio e triplo cioccolato è una delizia per gli occhi e il palato. Una soffice base che racchiude crema pasticciera, cremosissime quenelles di namelaka e gocce di cioccolato fondente. A terminare un croccante di pistacchio. La ricetta richiede attenzione ma il ris...
Post
22/04/2019 10:15:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    15
  • commenti
    comment
    Comment

Carciofi in padella

09 aprile 2019 ore 08:59 segnala


I carciofi in padella sono molto gustosi e semplici, un perfetto contorno, adatto ad una cena in famiglia o con gli amici, sono un perfetto accompagnamento per pesce e carne e si possono servire sia tiepidi che freddi.

INTRODUZIONE

I carciofi in padella sono un contorno facile, possono anche arricchire un aperitivo, sono deliziosi accompagnati da scaglie di parmigiano.
I carciofi sono molto versatili, potete usarli come contorno, come antipasto, ma possono essere i protagonisti di grandi primi piatti ai carciofi.
La ricetta dei carciofi in padella, richiede una accurata pulizia del carciofo, che deve essere immerso in acqua acidulata con succo di limone, per impedire che
annerisca.

ESECUZIONE RICETTA: MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE: 30 MIN
TEMPO COTTURA: 20 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

• 8 carciofi
• 30 g di burro
• 1/2 bicchiere di vino bianco secco
• 2 spicchi d’aglio
• 1 ciuffo di prezzemolo
• 1 limone
• latte
• olio
• sale

COME PREPARARE: CARCIOFI IN PADELLA

1
Iniziate a preparare i carciofi in padella, pulendo i carciofi.
Tagliate le spine dalle punte dei carciofi, eliminate le foglie più dure,
divideteli in quattro spicchi, levate il fieno interno e metteteli in acqua acidulata con succo di limone.

2
Lessateli per qualche minuto, sgocciolateli bene.
In una padella scaldate due cucchiai di olio e il burro, insaporitevi gli spicchi
d'aglio tritati con il prezzemolo.
Unite i carciofi e salateli con moderazione.

3
Durante la cottura spruzzate i carciofi, prima con un po' di latte e poi con il vino, che lascerete completamente evaporare.
Ritirate, trasferite sul piatto da portata e servite i vostri carciofi in padella.
02b48a92-2042-400f-8fde-aa64183c72f4
« immagine » I carciofi in padella sono molto gustosi e semplici, un perfetto contorno, adatto ad una cena in famiglia o con gli amici, sono un perfetto accompagnamento per pesce e carne e si possono servire sia tiepidi che freddi. INTRODUZIONE I carciofi in padella sono un contorno facile, pos...
Post
09/04/2019 08:59:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Scaloppine al limone

25 marzo 2019 ore 15:34 segnala


Classico secondo piatto della cucina italiana, le scaloppine al limone sono buonissime e facili da realizzare.
Un jolly da giocare quando il tempo a disposizione è poco e si vuole andare sul sicuro.
Se accompagnate le scaloppine con un contorno di verdura in padella, in mezz'ora avrete la cena pronta in tavola.

INTRODUZIONE

Le scaloppine al limone sono la ricetta più classica per cucinare le scaloppine di vitello.
Le fettine di fesa, tagliate sottili e lievemente battute, vengono infarinate, fatte rosolare brevemente, e insaporite con il succo di limone.
Una preparazione veloce che consente di ottenere una carne morbida e delicatamente
profumata.
Le scaloppine sono un piatto con il quale si va sempre sul sicuro, da aggiungere tranquillamente alla nostra selezione delle 15 ricette con cui fare un figurone anche senza saper cucinare.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 10 MIN
TEMPO COTTURA: 15 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 800 g di fesa di vitello a fette sottili
• 1 limone
• 1 spicchio d'aglio
• farina
• olio extravergine di oliva
• 1 noce di burro
• sale
• pepe
• prezzemolo

COME PREPARARE: SCALOPPINE AL LIMONE

1
La prima operazione da compiere per preparare le scaloppine al limone è quella di battere le fette di fesa, poste tra due fogli di carta forno, utilizzando un batticarne.
In alternativa potete chiedere al macellaio di farlo per voi.
Infarinate le fettine su entrambi i lati e fatele rosolare a fuoco vivace, uniformemente, in una casseruola con l'aglio, l'olio e il burro.





2
Grattugiate la scorza del limone in zeste sottili che terrete da parte.
Spremetelo e versate il succo, filtrato attraverso un colino, sulle scaloppine.
Regolate di sale e pepe, quindi abbassate la fiamma e proseguite la cottura per qualche minuto.





3
Servite le scaloppine al limone con una spolverata di pepe macinato al momento, la scorza grattugiata e prezzemolo a piacere.

1108aba6-3c42-4e02-af4c-fdff1e5ad2f5
« immagine » Classico secondo piatto della cucina italiana, le scaloppine al limone sono buonissime e facili da realizzare. Un jolly da giocare quando il tempo a disposizione è poco e si vuole andare sul sicuro. Se accompagnate le scaloppine con un contorno di verdura in padella, in mezz'ora av...
Post
25/03/2019 15:34:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment

Frittata di patate al forno

13 marzo 2019 ore 08:02 segnala


La frittata di patate al forno è un secondo piatto semplice e gustoso ideale anche come antipasto.
Una ricetta facilissima che consente molte varianti.
La cottura al forno, alternativa alla frittura in padella, rende questa frittata con le patate leggera ma ugualmente saporita.

INTRODUZIONE

Le frittate sono la classica pietanza salva cena per mille ottime ragioni: sono buonissime, semplici da fare, versatili e sempre apprezzate da tutti.
La frittata di patate al forno che vi proponiamo è una versione più leggera, ma altrettanto squisita, della classica frittata di patate.
Il procedimento è molto semplice: le patate a fettine vengono prima sbollentate e poi cotte in teglia insieme alle uova e al parmigiano.
Così preparata questa frittata al forno risulta morbida e delicata nel gusto, perfetta come secondo piatto o antipasto.
Aggiungendo qualche cubetto di formaggio tipo emmentaler e del prosciutto cotto a listarelle, si trasforma in un piatto unico facile da trasportare per una gita fuori porta.
Spesso le frittate si rivelano una soluzione per riutilizzare ingredienti che avanzano da altre preparazioni.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN
TEMPO COTTURA: 45 MIN
PORZIONI: 4-6 PORZIONI

INGREDIENTI:

PER UNO STAMPO DA 22 CM DI DIAMETRO

• 600 g di patate
• 4 uova
• 60 g di parmigiano reggiano grattugiato
• 2 cucchiai di latte
• olio extravergine di oliva
• prezzemolo tritato
• sale
• pepe nero
• noce moscata

COME PREPARARE: FRITTATA DI PATATE AL FORNO

1
Per realizzare la frittata di patate al forno iniziate per prima cosa a sbucciare le patate.
Lavatele, asciugatele e affettatele sottilmente con un coltello o con una mandolina.
Trasferitele in una casseruola, copritele con acqua fredda e fatele cuocere
per 10 minuti: dovranno risultare un po' intenerite, ma non troppo.
Scolatele e tenetele da parte.
In una ciotola sbattete le uova con 40 g di parmigiano, il latte, il prezzemolo tritato, la noce moscata, sale e pepe.





2
Aggiungete le patate ancora tiepide e mescolate con molta delicatezza fino a ricoprirle completamente, senza romperle.
Trasferitele all'interno di uno stampo a cerniera, o di una teglia, da 22 cm di diametro foderato di carta forno.
Livellate in modo da disporre le fettine tutte orizzontali e spolverizzate con il parmigiano reggiano tenuto da parte.





3
Cuocete nel forno già caldo a 180° per 30 minuti, quindi fate dorare per altri 5 minuti con il grill prima di sfornare.
Servite la frittata di patate al forno calda o fredda a piacere



243b3faf-3995-48b8-bbf6-0f9bfc84851b
« immagine » La frittata di patate al forno è un secondo piatto semplice e gustoso ideale anche come antipasto. Una ricetta facilissima che consente molte varianti. La cottura al forno, alternativa alla frittura in padella, rende questa frittata con le patate leggera ma ugualmente saporita. IN...
Post
13/03/2019 08:02:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Minestra di fagioli

28 febbraio 2019 ore 07:47 segnala


La minestra di fagioli è un primo piatto facile da preparare e molto gustoso. Realizzata con fagioli borlotti e ditalini è un piatto nutriente, adatto anche a chi segue una dieta vegetariana.
Accompagnata da un secondo di verdure costituisce un pasto sano e completo.

Vi proponiamo la facile ricetta della minestra di fagioli, caldo e gustoso primo piatto.
Da proporre a cena in famiglia, ma anche agli amici, è preparato con i ditalini e i fagioli borlotti, come nella più classica delle tradizioni.
La pasta e fagioli è un primo piatto tipico italiano che appartiene alla tradizione povera della nostra cucina, invero grandiosa e ricchissima in termini di gusto e
sapore.
Numerose sono le ricette regionali: si va dalla pasta e fagioli alla veneta, la Pasta e fasioi, che vede protagonisti i preziosi fagioli di Lamon, ai Pisarèi e
fagioli piacentini, fino alle versioni meridionali che variano sia per il tipo di fagioli impiegati, sia per la consistenza che si fa sempre più densa scendendo lungo lo stivale.
I fagioli borlotti vanno tenuti a bagno per 10-12 ore, ma una volta che sono ammollati i tempi di preparazione e cottura si riducono a un'ora circa.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 10 MIN
TEMPO COTTURA: 50 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 200 g di ditalini (o altra pasta corta)
• 450 g di fagioli borlotti già ammollati
• 2 spicchi d'aglio
• salvia fresca
• 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
• 500 ml di acqua
• olio extravergine di oliva
• sale
• pepe

COME PREPARARE: MINESTRA DI FAGIOLI

1
Per realizzare la minestra di fagioli, per prima cosa lessate i fagioli borlotti in acqua salata per circa 40 minuti.
Trascorso questo tempo scolateli, conservando due mestoli di acqua di cottura.
In una casseruola fate dorare l'aglio nell'olio, eliminate i due spicchi, quindi unite la salvia e i fagioli cotti.
Mescolate e fate insaporire per qualche minuto. Aggiungete l'acqua calda e il concentrato di pomodoro.
Lasciate cuocere per 10 minuti mescolando di tanto in tanto.





2
Salate, pepate. Prelevate un mestolo di fagioli e frullate il resto della zuppa con un frullatore a immersione fino a ottenere una crema.
Unite i fagioli tenuti da parte e portate a bollore. Unite la pasta e cuocete per il tempo indicato sulla confezione controllando spesso che non si attacchi al fondo della pentola.
In questa fase, se necessario, aggiungete poca acqua di cottura dei fagioli che avevate tenuto da parte.





3
Al termine della cottura trasferite la minestra di fagioli nei piatti di servizio e portatela in tavola ben calda, cospargendo a piacere con una macinata di pepe.

2e69b991-54d7-4468-8a49-25f4b9050ae9
« immagine » La minestra di fagioli è un primo piatto facile da preparare e molto gustoso. Realizzata con fagioli borlotti e ditalini è un piatto nutriente, adatto anche a chi segue una dieta vegetariana. Accompagnata da un secondo di verdure costituisce un pasto sano e completo. Vi proponiamo l...
Post
28/02/2019 07:47:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Minestra con orzo e legumi

08 febbraio 2019 ore 07:38 segnala


La minestra con orzo e legumi è un primo piatto facile e veloce da preparare, adatto anche a chi segue una dieta vegetariana.
Gli ingredienti che compongono questa gustosa zuppa, perfetta per scaldarsi durante le giornate più fredde, sono infatti legumi, cereali e verdure.
Ingredienti economici e, perlopiù, facilmente reperibili.

INTRODUZIONE

La minestra con orzo e legumi è un piatto perfetto per riscaldarsi durante le fredde giornate autunnali e invernali.
Una zuppa gustosa e sana che a piacere potete arricchire aggiungendo all'orzo e ai legumi anche un altro cereali come il farro; se piace, potete poi completare il
piatto con una nota piccante, versando a filo dell'olio extravergine di oliva aromatizzato al peperoncino.
Questo primo è adatto anche a chi segue una dieta vegetariana perché a base di legumi, cereali e verdure; un piatto che, inoltre, comporta una spesa economica
a base di ingredienti comuni e facilmente reperibili.
La minestra con orzo e legumi è una ricetta semplice che, seguita nei suoi pochi passaggi vi permetterà di preparare in soli 10 minuti un piatto delizioso, che
consigliamo di portare in tavola ancora caldo.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 10 MIN
TEMPO COTTURA: 3H
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 100 g di orzo
• 100 g di fagioli borlotti
• 50 g di lenticchie
• 50 g di ceci
• 50 g di fagioli cannellini
• 2 litri di brodo vegetale
• 1 carota
• 1 costa di sedano
• olio extravergine di oliva
• sale
• pepe

COME PREPARARE: MINESTRA CON ORZO E LEGUMI

1
La sera prima mettete a bagno i fagioli e i ceci.
Cuocete separatamente tutti i legumi: ceci, fagioli borlotti, fagioli cannellini e
lenticchie.
Lavate, sbucciate e tagliate a pezzettini la carota.
Tagliate anche il sedano a pezzettini e lasciate soffriggere il tutto in casseruola con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.





2
Aggiungete alla casseruola i legumi, l'orzo e il brodo.
Lasciate cuocere a fuoco moderato per circa 30 minuti.
Servite con un filo di olio e una macinata di pepe nero.

189cd2c9-73c6-4cd6-aa4f-e873d1deb344
« immagine » La minestra con orzo e legumi è un primo piatto facile e veloce da preparare, adatto anche a chi segue una dieta vegetariana. Gli ingredienti che compongono questa gustosa zuppa, perfetta per scaldarsi durante le giornate più fredde, sono infatti legumi, cereali e verdure. Ingredien...
Post
08/02/2019 07:38:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    16
  • commenti
    comment
    Comment

Zuppa d'orzo

01 febbraio 2019 ore 08:28 segnala


La zuppa d'orzo è un primo a base di orzo perlato, verdure e carne affumicata di maiale e può essere preparata utilizzando sia il brodo di carne che l'acqua.
Chiamata anche Gerstensuppe, questa ricetta rappresenta un caldo e saporito piatto tipico dell'Alto Adige, perfetto per scaldare una fredda giornata invernale.

INTRODUZIONE

Sostanziosa e corroborante, la zuppa d'orzo è il piatto perfetto per ritemprarsi dalle rigide temperature delle giornate invernali.
Chiamata anche Gerstensuppe, è un piatto tipico dell'Alto Adige a base di orzo perlato, verdure e carne affumicata di maiale (pancetta o speck).
Può essere portata a cottura con il brodo di carne o, come nella nostra versione, con acqua.
In ogni caso, una volta pronta, la zuppa d'orzo assumerà quell'inconfondibile
sapore che è possibile assaporare nei rifugi di montagna.
È un piatto a lunga cottura: sono necessarie infatti circa 2 ore, ma è anche molto pratico perché non richiede particolari attenzioni durante il tempo di cottura.
L'orzo, protagonista in questa ricetta, è un cereale di grande rilevanza per la nostra salute.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN
TEMPO COTTURA: 2H
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 100 g di speck
• 100 g di orzo perlato
• 1 carota
• 1 porro
• 1 costa di sedano
• 1 patata
• 1 piccola cipolla
• 1 litro e 1/2 d’acqua (in alternativa brodo di carne)
• erba cipollina
• sale
• pepe

COME PREPARARE: ZUPPA D'ORZO

1
Tagliate lo speck a cubetti e raccoglietelo in una casseruola capiente.





2
Ponete sul fuoco e, quando la parte grassa è diventata trasparente, aggiungete l’orzo ben lavato.
Mescolate, versate l’acqua e cuocete a fuoco basso per circa 1 ora e mezzo mescolando di tanto in tanto.





3
Aggiungete la carota, la costa di sedano e la patata tagliate a piccoli pezzi, unite il porro e la cipolla affettati, salate e cuocete ancora per circa 30 minuti.





4
Ritirate, trasferite la zuppa in singole ciotole o in una zuppiera e servitela ben calda aggiungendo erba cipollina tagliuzzata a piacere



d26e0cc5-c81c-40d4-ae07-a0738d75a391
« immagine » La zuppa d'orzo è un primo a base di orzo perlato, verdure e carne affumicata di maiale e può essere preparata utilizzando sia il brodo di carne che l'acqua. Chiamata anche Gerstensuppe, questa ricetta rappresenta un caldo e saporito piatto tipico dell'Alto Adige, perfetto per scald...
Post
01/02/2019 08:28:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13
  • commenti
    comment
    Comment

Cardi e patate

24 gennaio 2019 ore 07:55 segnala


Cardi e patate sono un contorno molto semplice e versatile.
Questa ricetta è composta da verdure in tegame che accompagnano con gusto molti secondi piatti di carne arrosto, uova e formaggi.
Ortaggio dal sapore unico e inconfondibile il cardo è ricco di proprietà nutritive ed è buonissimo.
Cardi e patate formano un incontro davvero delizioso!

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 30 MIN
TEMPO COTTURA: 60 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INTRODUZIONE

Cardi e patate sono un contorno molto gustoso particolarmente adatto ad accompagnare secondi piatti di carne al forno e arrosto.
Il sapore unico e inconfondibile del cardo viene qui esaltato proprio dalla semplicità di ingredienti e procedimento.
Il cardo è un tipico ortaggio invernale dalle straordinarie qualità organolettiche e dalle ottime proprietà nutrizionali, forse ancora troppo poco conosciuto e consumato.
È un parente stretto del carciofo e nella varietà coltivata, edibile a differenza di quella selvatica, è simile nell'aspetto a un grosso sedano, caratterizzato da costole generalmente spinose.
Cucinare i cardi non è difficile per quanto pulirli richieda un po' di attenzione e pazienza.
Per cuocerli è infatti necessario eliminare tutti i filamenti che si trovano sulla superficie della costa, con un pelapatate o un coltello affilato.
L'attenzione posta verrà però ampiamente ricompensata da questo ortaggio buonissimo ricco di sali minerali e dalle proprietà disintossicanti e depurative.
Molto diffuso in Piemonte, dove vengono coltivate le qualità più pregiate e famose come il Gobbo del Monferrato, il Cardo di Chieri e il Cardo di Asti, il cardo è
l'ingrediente principe della Bagna cauda.
Si presta ad infinite altre preparazioni ed è ottimo fritto, in padella, al forno.

INGREDIENTI:

• 1 kg e mezzo di cardi
• 1/2 limone
• 1/2 cipolla
• 1 peperoncino
• 3 patate
• olio exravergine di oliva
• sale
• pepe

COME PREPARARE: CARDI E PATATE

1
Per preparare cardi e patate dedicatevi innanzitutto alla pulizia e alla snervatura dei cardi.
Eliminate la parte finale del cespo tagliandolo alla base.
Staccate le singole coste e, se sono molto larghe, tagliatele a metà nel senso della lunghezza.
Procedete quindi ad eliminare tutti i filamenti esterni con l'aiuto di un pelapatate.
Tagliateli a pezzi di circa 4 centimetri e tuffateli mano a mano in acqua acidulata con limone per evitare che anneriscano.
Sciacquateli bene per eliminare ogni residuo terroso e lessateli, in acqua bollente e salata, insieme a mezzo limone.
Fateli cuocere per almeno 30 minuti quindi scolateli.
Riducete le patate a tocchetti all'incirca delle stesse dimensioni dei cardi.





2
Preparate un trito di cipolla e peperoncino e lasciatelo rosolare in olio in un tegame piuttosto largo.
Quando la cipolla è diventata trasparente, unite i cardi e le patate.
Salate, pepate e unite un bicchiere di acqua tiepida.
Mescolate bene e lasciate cuocere per circa 30 minuti a fuoco medio-basso. Trasferite quindi cardi e patate su un piatto da portata e servite subito.



7f91c843-0384-4e62-84d5-6ba540621168
« immagine » Cardi e patate sono un contorno molto semplice e versatile. Questa ricetta è composta da verdure in tegame che accompagnano con gusto molti secondi piatti di carne arrosto, uova e formaggi. Ortaggio dal sapore unico e inconfondibile il cardo è ricco di proprietà nutritive ed è buoni...
Post
24/01/2019 07:55:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    14
  • commenti
    comment
    Comment

Minestrone alla pugliese

18 gennaio 2019 ore 08:43 segnala


PROCEDIMENTO

Possibilmente scegliete le cime di rapa che abbiano le cimette in fiore perché sono più saporite.
Lessatele in acqua salata per una decina di minuti, poi separate i gambi dai fiori.
Tritate i gambi insieme con le cipolle, mettete il trito in una pentola e insaporitelo con tre cucchiai d’olio, un pizzico di pepe e un po’ di peperoncino.
Dopo cinque minuti versate un litro e mezzo d’acqua calda e fate sobbollire per un’ora e tre quarti.
Quindi immergetevi la pasta, mescolate e unite i fiori delle cimette.
Mescolate e portate a cottura.
Spegnete.
Cospargete di pecorino, mescolate bene e fate riposare il minestrone per alcuni minuti.
Insaporite con un altro pizzico di pepe e uno di peperoncino, due cucchiai d’olio crudo e servitelo.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 45 MIN
TEMPO COTTURA: 2H E 10 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 900 g di cime di rapa
• 2 cipolle
• 150 g di pasta tipo tortiglioni
• 3 cucchiai di pecorino grattugiato
• peperoncino in polvere
• 5 cucchiai d’olio
• sale
• pepe
8e7bab54-a787-498b-a271-7fdb23d99a43
« immagine » PROCEDIMENTO Possibilmente scegliete le cime di rapa che abbiano le cimette in fiore perché sono più saporite. Lessatele in acqua salata per una decina di minuti, poi separate i gambi dai fiori. Tritate i gambi insieme con le cipolle, mettete il trito in una pentola e insaporitelo...
Post
18/01/2019 08:43:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment