Gnocchi di pane al salame

15 aprile 2018 ore 09:16 segnala


Gli gnocchi di pane al salame sono un primo piatto molto sostanzioso e saporito. Ispirata alle tante ricette tradizionali della cucina popolare che prevedono l'utilizzo del pane raffermo, questi gnocchi sono in realtà frutto di una combinazione ben studiata di mollica fresca e del noto salume.
Perfetti per un robusto pranzo in famiglia, e se non vincono in leggerezza di certo trionfano in gusto!

INTRODUZIONE

Gli gnocchi di pane al salame sono un robusto e saporito primo piatto che riprende e rielabora le tradizionali ricette di cucina popolare, presenti un po' ovunque sul territorio, nate per riutilizzare in cucina gli avanzi di pane raffermo, formaggi, salumi o verdure.
Ricette che hanno poi assunto il rango di vere e proprie specialità regionali, come nel caso dei famosi canederli altoatesini.

In questa versione gli gnocchi di pane che vi proponiamo sono realizzati in realtà con mollica fresca.
E nell'ottica del riciclo nessun timore, la crosta del pane che vi sarà avanzata potrà essere conservata in un sacchetto di carta e fatta seccare per diventare pangrattato o grosse briciole per panature croccanti.

Dopo una cottura in acqua salata, gli gnocchi vengono conditi con burro fuso e formaggio grattugiato.
In alternativa sono molto gustosi anche fatti cuocere nel brodo vegetale o di carne, a piacere, e serviti con la sola spolverata di formaggio.
Magari non si possono definire la pietanza più leggera da proporre a pranzo o a cena ma sicuramente rientrano nelle più saporite.

ESECUZIONE RICETTA: MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN
TEMPO COTTURA: 20 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 400 g di mollica di pane fresco
• ½ litro di latte
• 1 uovo
• 40 g di lardo a fettine
• 1 cipolla bianca
• 120 g di salame
• prezzemolo
• 1 cucchiaio di farina
• aglio
• olio extravergine di oliva
• formaggio grana
• burro
• salvia
• sale
• pepe nero

COME PREPARARE: GNOCCHI DI PANE AL SALAME

1
Per realizzare gli gnocchi di pane al salame sbattete l'uovo in una grossa ciotola insieme al latte e aggiungetevi la mollica di pane a pezzi.





2
Scaldate in un tegame il lardo, tagliato a quadratini, fino a quando diventa trasparente.
In una padella rosolate in poco olio la cipolla finemente tritata.
Unite sia il lardo sia la cipolla al composto di mollica.
Aggiungete quindi il prezzemolo tritato con mezzo spicchio d'aglio, il salame tagliuzzato, sale, pepe e la farina.





3
Impastate fino a ottenere un composto ben amalgamato e abbastanza sodo da poterlo manipolare.
Se fosse necessario potete aggiungere ancora un poco di farina, facendola ben assorbire.
Fate assestare l'impasto qualche minuto e quindi, con le mani leggermente bagnate, formate degli gnocchi della dimensione di una grossa noce.
Disponeteli, mano a mano che sono pronti, su un piano di lavoro infarinato.





4
Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata bollente.
Quando vengono a galla prelevateli delicatamente con una schiumarola e disponeteli in un tegame dove avrete fatto sciogliere il burro insaporito con la salvia.
Roteate il tegame in modo che gli gnocchi al salame si condiscano in maniera uniforme senza rompersi e quindi serviteli cosparsi di formaggio grattugiato.



83974c6b-bdc9-4c32-8641-53f629a12235
« immagine » Gli gnocchi di pane al salame sono un primo piatto molto sostanzioso e saporito. Ispirata alle tante ricette tradizionali della cucina popolare che prevedono l'utilizzo del pane raffermo, questi gnocchi sono in realtà frutto di una combinazione ben studiata di mollica fresca e del no...
Post
15/04/2018 09:16:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment

Zuppa di barbabietole

10 aprile 2018 ore 09:32 segnala


La zuppa di barbabietole è un primo vegetariano leggero e salutare.
Una vellutata colorata e appagante, caratterizzata dal sapore dolce dell'ortaggio e resa ancora più gustosa dall'aggiunta di yogurt.
Provatela con dei crostini croccanti oppure aggiungete della frutta secca tostata!

PROCEDIMENTO

La zuppa di barbabietole è un delizioso primo piatto vegetariano, una ricetta leggera e salutare.
La barbabietola, infatti, è un ortaggio molto importante per la nostra salute: ha azione depurativa e rinfrescante per l'apparato digerente, inoltre facilita la digestione e contribuisce all'abbassamento del colesterolo nel sangue.

Il gusto dolce di questo ortaggio viene esaltato nella ricetta dallo yogurt, ingrediente che rende più cremosa la zuppa.
Potete accompagnare la vellutata di barbabietola a crostini di pane, oppure aggiungere frutta secca tostata e tritata come mandorle, nocciole o pistacchi, per una piacevole croccantezza al palato.

Con l'arrivo del freddo le vellutate e le zuppe sono ideali per scaldarsi e utilizzare al meglio le verdure di stagione, senza rinunciare al gusto.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 35 MIN
TEMPO COTTURA: 1H E 5 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 300 g di barbabietole
• 1 vasetto di yogurt
• 30 g di burro
• 40 g di farina
• 2 carote
• 1 cipolla
• 1 cucchiaio d’aceto
• prezzemolo
• sale
• crostini di pane

COME PREPARARE: ZUPPA DI BARBABIETOLE

1
Iniziate la preparazione della zuppa di barbabietole sciogliendo il burro in una pentola.
Fuori dal fuoco, aggiungete la farina e mescolate fino a ottenere una crema omogenea.





2
Tagliate le carote, le barbabietole e la cipolla a pezzetti e aggiungetele alla crema, che avrete travasato in una pentola più capiente.





3
Versate un litro e mezzo d'acqua tiepida e insaporite con un pizzico di sale.
Fate sobbollire per circa un'ora.





4
Frullate il composto fino ad ottenere una crema, versatelo in una zuppiera, amalgamatevi lo yogurt e profumate con il prezzemolo tritato.





5
Servite la zuppa di barbabietole in un piatto fondo accompagnata da crostini di pane.

837c591a-1a91-437c-b653-8308d8c6f7a7
« immagine » La zuppa di barbabietole è un primo vegetariano leggero e salutare. Una vellutata colorata e appagante, caratterizzata dal sapore dolce dell'ortaggio e resa ancora più gustosa dall'aggiunta di yogurt. Provatela con dei crostini croccanti oppure aggiungete della frutta secca tostata...
Post
10/04/2018 09:32:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment

Frittelle di patate al peperone verde

07 aprile 2018 ore 10:31 segnala


PROCEDIMENTO

Lessate le patate con la buccia, sbucciatele, schiacciatele.

Raccogliete la purea in una terrina, unite le uova, la cipolla tritata, il peperone tagliato a julienne sottilissima, un pizzico di sale.

Amalgamate bene.

Con il composto formate delle frittelle di forma rotonda e schiacciatele a disco.

Friggetene pochi alla volta in olio bollente, ritirateli quando sono color d’oro, asciugateli su carta assorbente da cucina e servite.

ESECUZIONE RICETTA FACILE
TEMPO PREPARAZIONE 40 MIN
TEMPO COTTURA 10 MIN
PORZIONI 4-6 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 500 g di patate
• 2 uova
• 1 peperone verde piccolo
• 1 cipolla
• olio
• sale
e4bca8ae-c4f5-497c-b746-6e69aa165dcc
« immagine » PROCEDIMENTO Lessate le patate con la buccia, sbucciatele, schiacciatele. Raccogliete la purea in una terrina, unite le uova, la cipolla tritata, il peperone tagliato a julienne sottilissima, un pizzico di sale. Amalgamate bene. Con il composto formate delle frittelle di forma...
Post
07/04/2018 10:31:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Pigna di Pasqua

03 aprile 2018 ore 09:34 segnala


La Pigna di Pasqua è un dolce tradizionale di Pasqua, molto diffuso nel Centro e Sud Italia.
È una ciambella glassata, che arricchisce le colazioni del mattino, solitamente si prepara nella settimana che precede la Pasqua, ma può essere fatta anche molto in anticipo, perché si conserva benissimo per giorni.
Alcune ricette della Pigna di Pasqua prevedono l'aggiunta di arancia candita, che regala al dolce un profumo ancora più intenso.

INTRODUZIONE

La ricetta della Pigna di Pasqua varia nel nome e in alcuni degli ingredienti, a seconda della regione di provenienza: si chiamerà Crescia nelle Marche, Schiacciata di Pasqua in Toscana, Casatiello dolce nel napoletano, Pigna in Friuli Venezia Giulia, nel basso Lazio e in Irpinia.
Qui vi proponiamo la ricetta della Pigna di Pasqua irpina: un dolce lievitato a forma di ciambella, profumato con liquore e limone e ricoperto da una golosa glassa di zucchero e tanti confettini colorati.

Ha un gusto semplice, perfetto per la colazione e, pur essendo un dolce 'povero', è sempre molto apprezzato, sia dai golosi, sia da chi non ama particolarmente i dolci.

Tradizionalmente, l'impasto veniva lavorato a lungo, con la forza delle braccia e richiedeva una lenta lievitazione, questa ricetta invece ha una preparazione molto più facile e rapida.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN
TEMPO COTTURA: 60 MIN
PORZIONI: 12 PORZIONI

INGREDIENTI

PER LA CIAMBELLA:

• 5 uova intere
• 350 g di zucchero
• 1/2 bicchiere di Vermouth
• 1/2 bicchiere di liquore Strega
• 500 g di farina 00
• 300 g di farina di Manitoba
• 80 ml di olio di semi
• 60 ml di acqua
• buccia di un limone
• succo di un limone
• 2 bustine di lievito per dolci
• 1 bacca di vaniglia

PER LA GLASSA:

• 1 albume d'uovo
• 180 g di zucchero a velo
• confettini colorati

COME PREPARARE: PIGNA DI PASQUA

1
Per preparare l'impasto della Pigna di Pasqua, lavorate in una ciotola lo zucchero con le uova fino a quando il composto non sarà gonfio e spumoso.
Aggiungete al composto il succo di limone, la buccia di limone grattugiata, la vaniglia e l'acqua.
Successivamente aggiungete olio e liquori.





2
Aggiungete poco per volta il lievito, la farina 00 e la farina di Manitoba.
Quando il composto sarà ben omogeneo, versare il tutto in uno stampo da ciambella, di circa 26-28 cm di diametro, precedentemente imburrato, e infornate a 180° per circa 60 min.





3
Quando il dolce sarà pronto, sformatelo e lasciatelo raffreddare su una gratella per dolci.
Nel frattempo preparate la glassa lavorando energicamente l'albume con lo zucchero.





4
Decorate la vostra Pigna di Pasqua con la glassa di zucchero e i confettini colorati.

b81b1c43-c3a3-4df5-8bf7-635eac7bd873
« immagine » La Pigna di Pasqua è un dolce tradizionale di Pasqua, molto diffuso nel Centro e Sud Italia. È una ciambella glassata, che arricchisce le colazioni del mattino, solitamente si prepara nella settimana che precede la Pasqua, ma può essere fatta anche molto in anticipo, perché si conser...
Post
03/04/2018 09:34:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment

Scarcella di Pasqua

30 marzo 2018 ore 10:54 segnala


Scarcella di Pasqua, dolce della tradizione pugliese

La Scarcella è il dolce tipico della tradizione gastronomica pasquale pugliese, difatti la si prepara durante la Settimana Santa o nella settimana precedente e simboleggia la liberazione dal peccato originale; è un grosso biscotto di pasta frolla fatto con ingredienti semplici e genuini a km 0 (farina, olio e uova).

La sua forma può variare: spesso si modella una colomba, che è uno dei simboli della Santa Pasqua in quanto rappresenta la nascita di una nuova vita con un forte richiamo religioso alla Resurrezione di Cristo, ma può anche assumere le sembianze di coniglietto, cestino, cuore, ciambella, agnello ecc.
La si decora con uova sode incorporate in diversi modi in base alla forma, a volte anche con il guscio dipinto a mano, o anche con ovetti di cioccolato, perline d’argento (alimentari) e confettini multicolore come quelli che si utilizzano per i porcedduzzi salentini.

Esistono varie ricette per preparare questo dolce nei diversi comuni della regione con variazioni nell’impasto; questa che segue è la ricetta classica.

Porzioni 4 persone
Difficoltà media
Preparazione 30 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 1 ora

INGREDIENTI PER SCARCELLA DI PASQUA

500 g di farina 00
100 g di zucchero
3 uova
10 g di ammoniaca per dolci
scorza grattugiata di 1 limone
50 g di latte tiepido
50 g di olio evo
1 pizzico di sale
latte per spennellare

INGREDIENTI PER DECORARE LA SCARCELLA

Uova sode
Codette colorate
Forme di animaletti in carta

RICETTA DELLA SCARCELLA DI PASQUA

Per realizzare la Scarcella di Pasqua, partite mettendo sulla spianatoia la farina a fontana.
Aggiungete lo zucchero e mescolate con una forchetta. Inserite le uova una per volta, continuando sempre a mescolare.
Sciogliete l’ammoniaca per dolci nel latte tiepido e lasciate assorbire le uova, inserendo a filo prima il latte e poi l’olio extra vergine d’oliva.

A questo punto iniziate a lavorare il vostro impasto con le mani.
Non appena ottenuto un composto liscio ed omogeneo mettetelo da parte e lasciatelo riposare coprendolo con una ciotola. Nel frattempo recuperate le forme di carta. Prendete un pezzo d’impasto e stendetelo su una spianatoia infarinata.
Date la forma desiderata poggiando il disegno sulla base (dell’impasto).

Al centro di ogni formina ottenuta poggiate l’uovo sodo che bloccherete con due strisce di impasto incrociate.
Spennellate con il latte e decorate le codette a piacere.

Se volete realizzare le coroncine, prendete un pezzo di impasto e dividetelo in tre parti. A questo punto utilizzando i polpastrelli date a ciascun pezzo la forma di un filone. Intrecciate come fareste con una semplice treccia ed unite gli estremi. Spennellate con latte e distribuite corallini e codette a piacere.

Lasciate cuocere in forno preriscaldato a 170° per 30 minuti e la vostra Scarcella di Pasqua sarà pronta.
fac443dc-ee40-4ff2-98c4-51447263d938
« immagine » Scarcella di Pasqua, dolce della tradizione pugliese La Scarcella è il dolce tipico della tradizione gastronomica pasquale pugliese, difatti la si prepara durante la Settimana Santa o nella settimana precedente e simboleggia la liberazione dal peccato originale; è un grosso biscotto...
Post
30/03/2018 10:54:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Zuppa di ceci e polpo

26 marzo 2018 ore 09:34 segnala


Zuppa di ceci e polpo

Preparare questa zuppa di ceci e polpo è molto semplice: in più, con un piccolo trucco, il polpo sarà davvero tenerissimo.

INGREDIENTI:

• 1 polpo verace fresco da 500 g
• 400 g di ceci già lessati
• 1 spicchio di aglio
• ½ bicchiere di vino bianco secco
• prezzemolo fresco
• pepe nero
• olio extravergine di oliva
• sale
• 2 fette di pane

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 30 MIN
TEMPO COTTURA: 1H E 30 MIN
TEMPO RIPOSO: 48H

COME PREPARARE: ZUPPA DI CECI E POLPO

1
Una volta acquistato e pulito, trasferite il polpo nel SaccoFrigo e riponetelo in congelatore per almeno 48 ore.
La sera prima di preparare la zuppa, togliete il polpo dal freezer e fatelo scongelare lentamente in frigorifero: in questo modo la sua carne resterà morbida durante la cottura.
Ponetelo su un tagliere e privatelo dei tentacoli, che metterete da parte.





2
Scaldate un po’ di olio in una casseruola dai bordi alti, preferibilmente antiaderente e aggiungete il polpo facendo rosolare inizialmente solo i tentacoli fino a quando non cominceranno ad arricciarsi.
Unite quindi la parte restante del polpo, abbassate la fiamma e chiudete con il coperchio.
Fate cuocere per una ventina di minuti senza mai aprire la pentola.
Unite poi un bicchiere di acqua ben calda, coprite e fate cuocere per altri 40 minuti.





3
Spegnete, sempre senza mai aprire il coperchio e fate intiepidire.
Estraete il polpo e tagliatelo a cubetti conservando un mestolo della sua acqua di cottura in una ciotola.
Mondate e tagliate a metà lo spicchio di aglio.
Fatelo rosolare con un po’ di olio nella stessa casseruola.
Aggiungete il polpo a cubetti e sfumatelo con il vino su fuoco vivace.





4
Aggiungete i ceci ben sgocciolati e coprite a filo con acqua calda.
Aggiungete anche l’acqua di cottura del polpo.
Portate a bollore, aggiustate di sale e spruzzate di pepe. Abbassate la fiamma e cuocete per 15 minuti circa: la consistenza del piatto non dovrà essere né troppo brodosa, né troppo asciutta.
Intanto, oliate e infornate le fette di pane fino a quando saranno croccanti o abbrustolitele sulla piastra rovente da entrambi i lati e aggiungete un filo di olio a crudo.
Servite la zuppa con una fetta di pane croccante e ultimando con prezzemolo fresco tritato, pepe e olio a crudo.



b8531101-88ec-4eff-9d86-f3bc268a312e
« immagine » Zuppa di ceci e polpo Preparare questa zuppa di ceci e polpo è molto semplice: in più, con un piccolo trucco, il polpo sarà davvero tenerissimo. INGREDIENTI: • 1 polpo verace fresco da 500 g • 400 g di ceci già lessati • 1 spicchio di aglio • ½ bicchiere di vino bianco secco • pr...
Post
26/03/2018 09:34:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment

Arrosto di maiale al sidro e mele

22 marzo 2018 ore 09:26 segnala


L'arrosto di maiale al sidro e mele è un secondo piatto di carne che si prepara in soli 15 minuti.

Cucinarlo è molto semplice: si parte scegliendo un buon taglio di lonza (volendo anche già legata dal macellaio), si cosparge con sale dolce di Cervia alle erbe aromatiche e si rosola in una casseruola.
Con l'aggiunta dei rimanenti ingredienti e la cottura di un'ora, l'arrosto è pronto per esser servito.

Dal sapore più dolce rispetto alla carne di manzo, quella di maiale (specie se arrosto) si abbina in maniera perfetta con il gusto acidulo delle mele.
Ingredienti perfettamente bilanciati, protagonisti di questo squisito arrosto al sidro e mele.

ESECUZIONE RICETTA: Facile
TEMPO PREPARAZIONE: 15 min
TEMPO COTTURA: 60 min
PORZIONI: 6 porzioni

INGREDIENTI

800 g di lonza di maiale
4 mele piccole
300 ml di sidro di mele
30 g di burro
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 spicchio d'aglio
2 rametti di rosmarino
2 ciuffi di salvia
sale dolce di Cervia alle erbe aromatiche
pepe

Come preparare: Arrosto di maiale al sidro e mele

1
Cospargete la carne con il sale e il pepe fresco di mulinello e massaggiatela.
Legate la lonza (in alternativa potete farvela preparare dal macellaio di fiducia) e infilate il rosmarino tra le maglie dello spago da cucina.
In una casseruola fate fondere il burro insieme all'olio e rosolate la carne, girando spesso e senza forarla, fino a quando avrà raggiunto una rosolatura uniforme.





2
Nel frattempo lavate le mele, asciugatele e incidetele con un coltellino affilato lungo la circonferenza a circa 2-3 cm dalla base.
Quando l'arrosto sarà ben rosolato aggiungete la salvia e lo spicchio d'aglio schiacciato. Sfumate con il sidro.





3
Aggiungete le mele, coprite con il coperchio e riducete la fiamma.
Cuocete per circa 50-60 minuti, avendo cura di girare l'arrosto di tanto in tanto, sempre senza forarlo.
Ritirate la carne dalla casseruola, fatela riposare per 15 minuti, quindi slegatela e tagliatela a fette. Servite l'arrosto di maiale al sidro insieme alle mele, nappando (cospargendo piccole quantità di sugo sulla pietanza) con il fondo di cottura che avrete filtrato e trasferito in una salsiera.



c559c039-c5ca-43bd-a100-2ed98d2082bb
« immagine » L'arrosto di maiale al sidro e mele è un secondo piatto di carne che si prepara in soli 15 minuti. Cucinarlo è molto semplice: si parte scegliendo un buon taglio di lonza (volendo anche già legata dal macellaio), si cosparge con sale dolce di Cervia alle erbe aromatiche e si rosola ...
Post
22/03/2018 09:26:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Zeppole

19 marzo 2018 ore 09:26 segnala


Le zeppole sono golose frittelle dolci a base di farina, zucchero, uova e burro e guarnite con crema pasticciera, zucchero a velo e amarene sciroppate.
Una ricetta squisita, pronta in un'ora, adatta a una merenda speciale.

INTRODUZIONE

Le zeppole di San Giuseppe sono sontuose frittelle a forma di ciambella tipiche della festività di San Giuseppe, la cui ricetta varia sensibilmente da regione a
regione.
Sono realizzate con farina, zucchero, uova e burro e guarnite con crema pasticciera, zucchero a velo e amarene sciroppate. Possono essere fritte, come nella maniera tradizionale, oppure cotte al forno.
In questa ricetta le prepariamo nella prima versione, che prevede una precottura in forno e una successiva frittura.
Un aspetto fondamentale da tenere in considerazione è la temperatura dell'olio, che non deve mai superare i 170°, altrimenti le zeppole resteranno crude all'interno e non gonfieranno a dovere.

ESECUZIONE RICETTA: MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE: 40 MIN
TEMPO COTTURA: 20 MIN
PORZIONI: 6-7 PORZIONI

INGREDIENTI PER CIRCA 6-7 ZEPPOLE:

• 125 ml di acqua
• 50 g di burro
• 1 pizzico di sale
• 100 g di farina 00
• 15 g di zucchero semolato
• 75 g di albumi
• 75 g di uova

PER FARCIRE:

• 1/2 dose di crema pasticciera

INOLTRE:

• amarene sciroppate
• zucchero a velo
• olio per friggere

COME PREPARARE: ZEPPOLE

1
Preparate la crema pasticciera, copritela con la pellicola a contatto e fatela raffreddare.
In una casseruola portate a bollore l'acqua insieme al burro, allo zucchero e al sale.
Fuori dal fuoco unite la farina setacciata tutta in un colpo mescolando con una
frusta.





2
Rimettete la casseruola sul fuoco e cuocete mescolando continuamente per far asciugare la massa.
Quando essa si sarà staccata dalle pareti, inizierà a sfrigolare e sul fondo della pentola comparirà un leggero velo bianco sarà pronta.
Fate intiepidire.
Trasferitela in planetaria, montando il gancio a foglia, e incorporate un po' alla volta le uova e gli albumi sbattuti.





3
Scaldate il forno a 200°.
Quando il composto sarà lucido, liscio e colloso, che scende a nastro, trasferitelo in una tasca da pasticciera con bocchetta a stella da 15 mm. Su una teglia rivestita di carta forno dressate le zeppole formando due corone sovrapposte distanziandole opportunamente.





4
Cuocetele prima nel forno fino a quando si staccheranno dalla carta forno, quindi tuffatele immediatamente nell'olio a 170° fino a doratura, girando da entrambi i lati.





5
Scolate le zeppole con un mestolo forato e fatele asciugare su carta da cucina. Apponete un copioso ciuffo di crema pasticciera su ciascuna fritta e completate, spolverizzate con lo zucchero a velo e completate con un'amarena sciroppata al centro.





6
Le zeppole sono pronte per essere servite!

8b110318-f415-402c-b638-cfddd0ca548a
« immagine » Le zeppole sono golose frittelle dolci a base di farina, zucchero, uova e burro e guarnite con crema pasticciera, zucchero a velo e amarene sciroppate. Una ricetta squisita, pronta in un'ora, adatta a una merenda speciale. INTRODUZIONE Le zeppole di San Giuseppe sono sontuose frit...
Post
19/03/2018 09:26:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Zucchine ripiene di tonno

16 marzo 2018 ore 10:48 segnala


Le zucchine ripiene di tonno, cotte al forno, sono un secondo piatto semplice e leggero, molto facile da preparare e veloce nella realizzazione.
Deliziosi bocconcini saporiti, dal lieve profumo di menta e prezzemolo, sono perfetti anche per un aperitivo o una cena a buffet.

INTRODUZIONE

Quella delle zucchine ripiene di tonno è una ricetta di involtini tanto semplice quanto gustosa.
Un modo originale per servire le zucchine ripiene, un'alternativa alle classiche zucchine a barchetta: dei rotolini preparati tagliando a nastro le zucchine con una mandolina e arrotolandole su una noce di ripieno al tonno profumato da un trito di menta e prezzemolo.
Un perfetto finger food da servire come antipasto, come bocconcino da buffet ma anche come secondo piatto leggero.

Gli ingredienti sono semplici, si preparano in poche facili mosse e in poco più di mezz'ora sono pronte da servire.

Il gusto delicato delle zucchine è gradito ai più e rende questo ortaggio uno degli ingredienti più versatili in cucina e più amato dai bambini.
Per questa ricetta consigliamo le zucchine verdi che presentano una polpa più soda, ma anche le zucchine chiare, più comuni nella stagione estiva, andranno benissimo. L'abbinamento con il tonno risulta particolarmente sfizioso e fa di queste zucchine ripiene al forno una pietanza da gustare calda ma ottima anche fredda, il giorno dopo, magari portata a un pic-nic.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 20 MIN
TEMPO COTTURA: 40 MIN
PORZIONI: 4-6 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 3 zucchine
• 1 spicchio d'aglio
• 1 alice sottolio
• 150 g di tonno all'olio d'oliva sgocciolato
• 1 uovo
• 20 g di mandorle
• 1 cucchiaio di capperi
• olio extravergine di oliva
• 60 g di parmigiano reggiano grattugiato
• pangrattato
• prezzemolo
• menta
• sale
• pepe

COME PREPARARE: ZUCCHINE RIPIENE DI TONNO

1
Iniziate a preparare le zucchine ripiene di tonno tagliando le estremità degli ortaggi.
Tagliate le zucchine a metà e con un pelapatate (o una mandolina) ricavate delle fette sottili e regolari dalle parti centrali.
Conservate gli avanzi e tritateli al coltello.
In una padella antiaderente fate sciogliere l'alice nell'olio con lo spicchio d'aglio.





2
Eliminate l'aglio, aggiungete gli avanzi di zucchina tritati e fateli insaporire per 5 minuti aggiustando di sale e pepe.
Ritirate e fate raffreddare.
Trasferite il tutto nel vaso del mixer insieme al tonno sgocciolato, ai capperi, alle mandorle, al parmigiano, all'uovo, alla menta e al prezzemolo e aggiungete tanto pangrattato quanto servirà a ottenere un composto morbido, ma non troppo umido.
Aggiustate di sale e pepe.





3
Adagiate una noce del ripieno all'inizio di un nastro di zucchina e arrotolate in modo da formare un cilindretto.
Procedete in questo modo fino a esaurimento degli ingredienti e disponeteli all'interno di una teglia foderata di carta forno.
Irrorate con olio, cospargete con un po' di parmigiano e fate cuocere nel forno già caldo a 190° per 30 minuti o comunque fino a doratura.





4
Sfornate e servite le zucchine ripiene di tonno calde o a temperataura ambiente.

d72c5c91-3da5-45f0-86f5-6a5779b40480
« immagine » Le zucchine ripiene di tonno, cotte al forno, sono un secondo piatto semplice e leggero, molto facile da preparare e veloce nella realizzazione. Deliziosi bocconcini saporiti, dal lieve profumo di menta e prezzemolo, sono perfetti anche per un aperitivo o una cena a buffet. INTRODU...
Post
16/03/2018 10:48:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Frittata di porri e spinaci al forno

13 marzo 2018 ore 09:59 segnala


La frittata di porri e spinaci al forno è una ricetta facile e deliziosa per realizzare un secondo piatto completo, ottimo da servire anche come antipasto.
Semplici passaggi e la cottura in forno vi consentiranno di portare in tavola verdure fresche di stagione con un tocco in più.

INTRODUZIONE

Verdure fresche di stagione, uova, besciamella e formaggio sono gli ingredienti alla base di questa deliziosa frittata di porri e spinaci al forno.
Una ricetta facile che vi consentirà di servire un secondo piatto vegetariano completo o un gustoso antipasto di verdure, magari preparato in stampini monoporzione.

Il porro è un ortaggio il cui gusto si pone a mezza via tra l'aglio e la cipolla, ma è molto più delicato di entrambi e per questo conferisce un sapore particolare a molte preparazioni.
Generalmente se ne utilizza la parte bianca più tenera, ma le foglie verdi più consistenti non vanno scartate: sottilmente tritate insaporiscono il soffritto, e arricchiscono tanto un brodo vegetale quanto minestroni e zuppe.

Altrettanto versatili e apprezzati sono gli spinaci, il cui gusto più intenso si sposa perfettamente con la delicatezza del porro e a molti altri abbinamenti.
E per rendere questa frittata di porri e spinaci ancora più gustosa potete aggiungere qualche cubetto di speck o di prosciutto cotto.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN
TEMPO COTTURA: 1H E 5 MIN
PORZIONI: 4-6 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 4 porri grandi
• 500 g di spinaci freschi
• 6 uova
• 400 ml di besciamella
• 150 g di fontina
• 80 g di grana grattugiato
• 1 spicchio d'aglio
• olio extra vergine di oliva
• sale
• pepe nero
• noce moscata

COME PREPARARE: FRITTATA DI PORRI E SPINACI AL FORNO

1
Per realizzare la frittata di porri e spinaci al forno, iniziate preparando le verdure.
Sciacquate molto bene gli spinaci dalla terra e mondate i porri, tagliandoli poi a rondelle non troppo fini. Fate rosolare i porri insieme allo spicchio d'aglio e 4 cucchiai di olio a fuoco dolce per una decina di minuti.
Aggiungete quindi gli spinaci e fate cuocere con il coperchio per 15 minuti, a fuoco medio, mescolando ogni tanto.





2
Salate a fine cottura, ritirate dal fuoco, eliminate l'aglio e fate raffreddare.
Nel frattempo tagliate la fontina a pezzetti e tenetela da parte.
In una ciotola unite i tuorli, la besciamella, il grana grattugiato, la fontina, un pizzico di sale, il pepe macinato fresco e della noce moscata grattugiata al momento.





3
Mescolate bene, fino a ottenere un composto omogeneo, poi unite gli spinaci con i porri e amalgamateli.
Per ultimi unite una cucchiaiata alla volta gli albumi che avrete precedentemente montato a neve.
Mescolate con movimenti delicati dal basso verso l'alto.





4
Versate il composto in uno stampo da 24 cm, precedentemente foderato con carta forno bagnata e strizzata, e fate cuocere in forno preriscaldato a 180°C 40 minuti.
Servite la frittata di porri e spinaci al forno calda con una macinata di pepe nero.



fc4bb021-b744-4e8d-8c34-2225e5bc1a69
« immagine » La frittata di porri e spinaci al forno è una ricetta facile e deliziosa per realizzare un secondo piatto completo, ottimo da servire anche come antipasto. Semplici passaggi e la cottura in forno vi consentiranno di portare in tavola verdure fresche di stagione con un tocco in più. ...
Post
13/03/2018 09:59:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment