SOGNARE LA VOGLIA DI TE.....

31 gennaio 2011 ore 21:52 segnala
..Ogni volta che ti sogno è come se trovassi un foglio bianco, e sono lì a scriverci sopra un pensiero una poesia per te... e tra le righe, tra le parole, parlare dire della profondità di questo nostro amore... il coraggio di guardarsi dentro di saper raccontare le emozioni le sensazioni che hai dentro di te... e capire che quello hai non basta... vorresti di più e farlo capire a chi ami... e allora alzo il viso al cielo nelle mie notti insonni in cui scrivo di te... e la luna da lassù mi dona la sua luce... solo un raggio, un bagliore, che si adagia sul foglio... lei che illumina e riscalda le mie notti solitarie senza te... mi hai rubato l'anima dolce tesoro, creatura meravigliosa... nei tuoi occhi ho visto quella luce... ho visto l'amore... la tenerezza... la voglia... la passione... e ogni volta che ti penso con me il mio cuore si riempie di gioia, perché so quanto sei bella... conosco il tuo valore la tua dolcezza... il tuo essere donna affascinante... tu la malizia di donna e la tua incredibile ed irrinunciabile femminilità che ti fanno unica meravigliosa... e amo quando le lenzuola ci avvolgono completamente... quando siamo nudi la sotto io e te pelle contro pelle... le sensazioni che mi regali... amore... desiderio, voglia e calore... amo sentire il tuo profumo... sopratutto il tuo odore di donna... quella bocca maliziosa... e la luce dei tuoi occhi... amo appoggiare il mio petto a contatto con il tuo, e le mie labbra che baciano il tuo collo... leggeri movimenti, di noi... dei nostri corpi... le mani ansiose... che cercano frugano... e cercare un contatto sempre diverso, più intenso ed intimo... più eccitante proibito... il tuo sesso… le tue mani che mi cercano, mi afferrano... e tu che mi tieni incollato a te... la tua e la mia voglia... e come in una danza assecondare i movimenti dei corpi... passi conosciuti... passi nuovi... e il desiderio che cresce all'unisono, il calore dei nostri corpi aumentare lentamente, i battiti del cuore accellerare... le carezze farsi sempre più audaci... baci sempre più profondi... i respiri più corti...i tuoi gemiti i tuoi sussurri che mi fanno impazzire... il tuo sguardo su di me, i tuoi occhi nei miei... le tue labbra incollate alle mie... baci appassionati... senza sosta... e il ritrovare ogni volte quell'intimità agognata... desiderata, voluta... persa nella mente, nello spirito, nell'anima... corpo, mente ed anima... sono tuoi mia Dea degli attimi preziosi... le tue mani percorrere la mia schiena, le tue gambe accarezzare le mie... il tuo sapore di femmina... io che mi perdo e abbandono il mio corpo a te... per raggiungere quel piacere travolgente intenso... noi è un'abbandono incondizionato, il concedere ed il concedersi, la convinzione che nulla può turbare quei meravigliosi momenti di estrema condivisione... quegli attimi sublimi che sappimo donarci... amo quando le tue mani cercano la prova del mio desiderio... e quando mi guidì su di te... con calma con studiata lentezza e sentire il tuo calore avvolgermi completamente... e io dentro di te fino in fondo al tuo essere... noi che ci fondiamo in una sola cosa... sublime momenti di noi... e mille cose passano tra i miei pensieri... i miei pensieri incontrollati... respiri affannati... il crescere dei miei gemiti... il mio aumentare il ritmo... tu che ni assecondi... senza remore né pudore... il cuore impazzito... ed eccolo... è un attimo è un'eternità e sento la mia schiena percorsa dalle tue unghie... e sento che anche tu hai fermato il tuo respiro e, soprattutto, i tuoi gemiti... riprendo a respirare… anche il tuo respiro torna normale... Riaprii gli occhi la luce che emani è uno spettacolo unico... la tua bocca mi rapisce... le sue labbra il suo colore... io e te lo stesso desiderio... la mia lingua sul tuo corpo sa giocare e far salire la tua voglia il desiderio... labbra che sfiorano leggermente la tua pelle senza toccarla... e ti tocco e ti sfioro come si fa sfiorando qualcosa di prezioso... sfiorare ogni tua piccola piega e far cresere il tuo desiderio... farti impazzire... sfilarci i vestiti... sfiorarci per far nascere gocce di piacere su di noi... che inumidiscono la seta delle tue mutandine... farti capire che non sono mai sazio di te... scoprirti sempre di più... dare fuoco alle tue micce infuocarti... e poi appagarti amore mio... movimenti quasi impercettibili, all’unisono diventano motivo di godimento... in ogni stilla della tua essenza del tuo piacere, io ritrovo una parte di te... tu che ti sciogli ai miei tocchi leggeri... e riempi calici della tua essenza... sei bellissima... sei la scoperta di un mondo stupendo unico... ed è sublime questo nostro essere noi... non c'é più razionalità... l'unico obbiettivo è quello di far durare quanto più a lungo questo tempo di noi... senso di appagamento... gioia assoluta... amore... e rimanere abbracciati cosi dopo l'amore....
11897738
..Ogni volta che ti sogno è come se trovassi un foglio bianco, e sono lì a scriverci sopra un pensiero una poesia per te... e tra le righe, tra le parole, parlare dire della profondità di questo nostro amore... il coraggio di guardarsi dentro di saper raccontare le emozioni le sensazioni che...
Post
31/01/2011 21:52:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Dea dell'Amore...

24 gennaio 2011 ore 21:59 segnala
Tu la mia Dea... succo e polpa che arde...Sei liscia buccia che mi sfiora...Come un melograno schiudi i tuoi piccoli grandi sogni, al cospetto del mio caldo respiro...Sei un frutto proibito, sei gemito perpetuo...Zucchero che mi cola dentro...Brivido al sole, labbra umide, aspro come un limone e dolce come una fragola...
Sei il mio rovente sussulto di gusto ed estasi...Ti succhierò l'anima in sol battito...Ti scuoierò il cuore di tutti i rimpianti...Artigliandomi al tuo turgido seno, inguainando di setail tuo orgoglio d'ambra e di muschio, ti donerò un'aurora...Nascita divina, fatta di labbra e dita fameliche...Asciugherai la mia fame con questi tuoi fianchi fatti di zenzero e pan pepato, con queste tue cosce fatte di luna piena e sussulto oscuro...Voglio sentirmi roccia e marea, Errante...Corda lisa che saprà annodare il tuo petto, il tuo seno all'ebbrezza..Delitto e penitenza che agognerò con foga, fino a quel giorno che ti incontrerò..Voglio sentirti sferza e carezza, dentro e sopra le carni...Ti leccherò le fantasie in un sol battito...Ti inonderò il cuore di tutti i tesori...e insieme immersi nel nostro nettare affogheremo inebriati in un infinito sussulto d'Amore...
11891252
Tu la mia Dea... succo e polpa che arde...Sei liscia buccia che mi sfiora...Come un melograno schiudi i tuoi piccoli grandi sogni, al cospetto del mio caldo respiro...Sei un frutto proibito, sei gemito perpetuo...Zucchero che mi cola dentro...Brivido al sole, labbra umide, aspro come un limone e... (continua)
Post
24/01/2011 21:59:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    1

SPICCHIO DI FELICITA'....

14 gennaio 2011 ore 18:31 segnala
La mia anima e uno spicchio di felicità..
Ti cerca in una lacrima, in un sorriso,
in una notte stellata
Ti cerca fra le pieghe delle lenzuola,
in un battito sussurrato dalla luna...
...Ti cerca in un volto,
in tutto quello che le ricorda te
Ti cerca tra le note di una melodia,
nella musica del suo cuore...
Celato da un velo il tuo sorriso
le appare distante e quegli occhi
mai incontrati, le parlano teneramente
Ti cerca in un sogno, che
non ha motivo di esistere e
tra mille parole s'incrociano
i vostri pensieri...
Distante è il tuo sguardo
che non ha mai incontrato il suo...
Non legge le frasi che vorrebbe donarti
e non comprende il suoi mille perché...
Una pagina ingiallita,
tutto quello che le rimane...
Un fremito e un sussurro delicato...
Mille parole, mille emozioni
non ancora espresse...
Ti cerca sapendo di non trovarti,
ti chiama, consapevole
di non essere udita...
La sua voce non può raggiungere
il tuo cuore ma i suoi
pensieri lo accarezzano in ogni istante
Il vento bacia le sue lacrime, mentre
questa pioggia sbiadisce la tua immagine
Un abbraccio, triste come un addio,
le scalda il cuore...
La troverai, talvolta in un pensiero,
delicato come una rosa, pungente
come le sue spine
nel rimorso di quegli istanti
e negli ultimi istanti che la vita ti ha lasciato
rammenterai uno spicchio di felicità.....

Magneficenza di Donna...........

29 dicembre 2010 ore 19:05 segnala
La tua Magneficenza di donna, è indissolubiletra le polveri sciatte della vita;mani frenetiche che in un attimo si posano,il telefono staccato, il gocciolio perenne del rubinettoquasi compagno di quelle lacrime che non scendono...ma ti vedi, sei bella, nella tua forma morbida,nel tuo gonfio piacere, nel tuo sorriso elegante...Nello stupore della luce che accarezzail tuo nudo, così penetrante per questi sensi deboli,così magnifica ti immagino con quegli occhi da regina,che mi rendono schiavo della tua libidine...vorrei essere quello specchio per amalgamarmi in te,in quel profumo tuo...Ora resta così, immobile...Sono quasi pazzo, pazzo di quel respiroche ti gonfia il petto e sbatte sulla tua pancia;sono confuso da quelle gambe quandole vedo fremere e noto lìquelle piccole contrazioni che mi sciolgono i nodi...e poi la voglia di prenderti, e farti mia...e poi baciarti e poi ancore e ancora ad osservarti...nella tua magneficenza di esser Donna,in ogni punto di te un mistero da sciogliere,come neve bianca tra le mani...Ti aspetto tra lenzuala intrecciate e sorrisi smezzati,disordinato nella mente, sbatto i miei giudizi contro il muro,e mi faccio forte difronte a quel sospiro che rivoglio mio...Calda la mia pelle, tra vino e smanciate lacrime ormai sciupate,fredda la mia anima aspettando il tuo profumo che l'infuochi...Io testardo resto voglioso dietro uno scorcio di nebbiache mi ruba mezza bocca, tendendo la manoaspettando la tua che mi tiri via...Parsimoniosi di un sospiro o quasi ghignoche chiede nuovamente: "E tu vita credi di fregarmi ancora?",e tu mezza svestita, con quelle calze nere, colore che adoro, la veste che grazie non maschera,mi avvio a quella finestra, dove ogni notte batte la luna,accendo la solita sigaretta... mentre fumo me stesso,lasciando che i miei silenzi siano assaporati soltanto dalla luna,e quando non c'è.. sono io ad ascoltare me....ma tanto non cambia la questioneio sono sempre quì ad aspettare te...aspettando di scioglier superbia in quell'abbraccio...lasciati prendere, lasciati sfiorare,lasciami entrare...sono quì, e te come rugiada tra le foglie,nei miei brividi:nella pelle che si arrufae nel cuore che logora...e te che accortocci i mei nervi,e ridai ordine ai miei sensi...Godi di questo alveare,dove di nettare caldo tra le mani ti sfami...quasi viziato del mio capitale,lo annusi, lo vuoi...e scorre il vento dei tuoi occhi sulla pelle,quando ti trovo lì, ad adorarmi, il sospirosi poggia sulle mie labbra,l'intensità di quella lentezza che sopraggiunge,tutto diviene più percettibile...Ecco, ora ti sento...in ogni mio punto ad assaporarti dentro...
11866017
La tua Magneficenza di donna, è indissolubiletra le polveri sciatte della vita;mani frenetiche che in un attimo si posano,il telefono staccato, il gocciolio perenne del rubinettoquasi compagno di quelle lacrime che non scendono...ma ti vedi, sei bella, nella tua forma morbida,nel tuo gonfio... (continua)
Post
29/12/2010 19:05:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

OGNI SINGOLO ISTANTE....

27 ottobre 2010 ore 17:11 segnala
...Ogni singolo istante... Rubando la frase ad una celebrità cinematografica (Casper) vi dico che morire è come venire al mondo però al contrario. Possiamo provare a invertire le stagioni e i giorni della settimana, possiamo scambiare le albe con i tramonti, ma non riusciremo a stoppare le lancette dell’orologio... Il tempo scorre irrefrenabilmente e dinanzi a questo sembriamo inconsolabili: è come pagare il biglietto a teatro per una tragedia e restar male a fine spettacolo… ma insomma lo sapevamo... E quando siamo venuti al mondo ce l’avevano detto che tutto inizia e tutto finisce, allora di cosa ci meravigliamo? Forse perché siamo esseri umani e stupirci è per noi un fenomeno congenito… Come quei casi in cui restiamo esterefatti dinanzi a situazioni che noi stessi creiamo, con tutti i pro e i contro, e poi non ci rassegniamo per come vanno a finire le cose... Siamo davvero degli esseri strani... Certo è che nella nostra esistenza hanno creato il sole e la luna, uno sorge e l’altro tramonta; e non importa quanto può essere lunga una notte… potrete attendere un minuto o diverse ore ma vi garantisco che prima o poi finirà... Se la luna torna a trovarci ciclicamente, non si può dire la stessa cosa della vita in cui, invece, tutto ha un principio e un termine... Dinanzi a questa realtà possiamo mostrarci inconsolabili o grintosi, in entrambi i casi nulla muterà... Visto che le cose restano come sono forse ci conviene vivere nel migliore dei modi... Viviamo il tempo che è giusto vivere, sprechiamo il tempo che è giusto sprecare, ridiamo piangiamo mangiamo e facciamo l’amore e cerchiamo almeno per qualche minuto al giorno di sognare cose che realizzeremo poi per ore intere... Probabilmente se potessimo rimandare ogni cosa nulla ci stimolerebbe più, non ci struggeremmo mai per qualcosa se non corressimo il rischio di perderla, il nostro cuore non palpiterebbe per la fugace passionalità d’un istante d’amore... L’idea dell’eternità è la più dolce consolazione della nostra mente, il cassetto più sicuro dove riporre i nostri ricordi per nutrire l’anima; ma noi diamo valore alle cose, alle persone, ai sentimenti proprio perché sono caduchi, effimeri, irrefrenabili... La cosa più bella allora è vivere la nostra vita, osservarla se necessario da un ponte da un davanzale dall’attico d’un palazzo… insomma da vari punti di vista e ardere ogni giorno di passione, quell’entusiasmo che ci fa apprezzare fino in fondo l’amarezza del dolore, la fragranza del piacere e la profondità dell’amore, per sentir scorrere nelle nostre vene ogni singolo giorno senza mai doversi voltare indietro per rimpiangerlo.....

SOLO UN SOGNO........

26 ottobre 2010 ore 10:27 segnala
Solo un sogno… ma…Ai miei occhi appari come la somma dei riflessi di mille diamanti che accecano i miei occhi, come il concentrato della brezza prodotta dalla forza di mille uragani, buona come il profumo del pane appena sfornato in un "forno"circondato e fuso dal profumo di rose, come un bicchiere di rugiada raccolta che ritempra la mia anima... Povere le mie labbra: troppo deboli per resistere al tuo unico ed inconfondibile richiamo all'amore, alla felicità, al contatto...Adesso siamo uno di fronte all'altro: le tue labbra sfiorano le mie grazie all'aria che le attraversa accarezzandole e come in un attimo i sensi si perdono nel "fulmine" folgorante per il corpo e la mente che il nostro contatto crea...Vorrei che tu potessi sentire, anche solo per un istante, quello che sto provando mentre abbassi gli occhi e sorridi...So che mi senti tremare, lo leggo nel tuo sguardo che mi osserva dolce, come a chiedermi qualcosa che non può esprimere con la voce, perché grande sarebbe il danno se la voce parlasse di cose che non sa...Dio mio... Cosa darei per sentire quello che provi tu, mentre le nostre mani si intrecciano, intrappolando l'aria che, carica di tensione, diventa rovente...Poi, come a ritrovarsi di fronte a un precipizio, il cuore sussulta, lo stomaco si serra in una presa ferrea...Il corpo si avvicina e gli occhi si socchiudono.Le tue labbra sfiorano le mie e mentre lo sguardo dimentica il mondo reale, il sogno si materializza all'improvviso...Per un istante sono un'emozione che si libra spensierata nello sfondo dell'infinito... Per un istante siamo un'anima sola e solo per qualche parola, ho riletto un'emozione che oggi viene chiamata abitudine...

Avvolta dalle mie dolci parole...

24 novembre 2009 ore 12:14 segnala

Un'auto al primo appuntamento mi portava,
quante raffiche di dubbi feroci spiravano
sul mio cuore mentre alla meta mi avvicinavo.
Giunto e, stordito da emozione pura,
la tua figura poco distante mi additavi...
Il tempo di guardarti, due baci
veri scoccai sulle tue guance purpuree senza
ben che minimo trucco... Mi si strinse il cuore:
anche per me nel mondo
qualcuno c'era che mi cercava!
Non disagio, non stupore
al primo abbraccio quasi nell'ombra:
se vero fosse il sogno più non dubitai!
Ah.. qual trapasso di gioia
al batticuore che al tuo si accordava!
Occhi addolciti i tuoi e i miei,
inteneriti ascoltavano con stupore
il cuore cantare a squarciagola:
un attimo cancellò anni amari da ricordare
l'aria curante della vita ricevemmo in viso
si scrostò il dolore e pentito scappò via...
Labbra mute da anni divennero ciarliere
aride si inumidirono per scrosci di baci.
Nell'attesa di un giorno d'amore autentico
si può morire di illusione molti dicono:
noi lo smentimmo, fu lo sguardo
della gente su noi rivolto a dirlo
quando la mia e la tua mano si strinsero
e in una intuizione ci mossero ad altra vita...
Licenzierò per sempre la serva illusione
ora che da sogno ti sei fatta carne viva...
Ti tocco ti vedo ti ascolto:
bella più di un sogno
ti percorrono i miei sensi
più non lotta l'ammalata speranza
tra vita e la morte... Seduci il mi corpo,
accarezzalo con l'anima tua amore,
non volgere la pupilla altrove,
fissa l'uomo che ti sorride
con occhi abbelliti e grati
che come rugiada brillano
quando le tue labbra posi sulle mie!
Muori e scompari menzogna, via
all'incedere dei passi dei nostri cuori.
Nessuno più ci riconosca qual fummo
e si soffermino su quel che ora siamo.
Vieni Amore mio, svaghiamoci tra i colori
del mare e del cielo, oltrepassiamo
il limite in cui si incontrano baciandosi
il cielo e il mare, andiamo
là dove l'orizzonte non arriva mai...

Mosaico di vita.....

24 ottobre 2009 ore 18:56 segnala
.. Una storia diventa speciale,
quando entrambi si privano
di pezzetti di loro stessi,
per farne dono l’uno all’altro….
Io vedo le persone come dei mosaici…
Fatte di tanti pezzetti..
Tutti avuti in regalo dalle persone
che loro stesse hanno conosciuto…
Ciascun pezzetto, è colorato in modo
diverso…. Il tempo passa… E il mosaico
cresce… Un po’ alla volta si completa…
S’arricchisce…. Poi ci può essere una svolta…
Improvvisamente il mosaico,
può assumere una decisa tonalità
verso un colore predominante
su tutti gli altri…. Una persona è diventata
predominante fra i colori del mosaico….
Qualcuno di speciale entra nella tua
vita E tu l’accetti…. Il mio mosaico è bellissimo..
È fatto di tanti pezzetti colorati…
E poi ci sono le ultime pennellate..
Quelle che hai dato tu… La tua impronta è indelebile
nel mio mosaico…. Lo guardo… il mio mosaico…
E lo vedo belloÈ la vita… È l’amore…una realtà dipinta
coi colori dell’arcobaleno sul fondo azzurro dei miei pensieri..
e sterminate praterie di  profumatissimi fiori di campo..
e un mare verde smeraldo rigoglioso di vita subacquea…
un ponte di colori, che unisce l'immenso e l’acqua… il cielo e il mare….
La mia vita e la tua Come il vento arrivi all’improvviso,  
caldo e avvolgente, in un abbraccio di suoni e fusioni m'abbandono…
Come l’aria sussurri l'amore, leggero e penetrante, in una carezza
ad occhi chiusi, brivido… Come emozione ti fermi..nel cuore...

Grazie Marialuisa...

20 ottobre 2009 ore 19:04 segnala
Grazie a te Amica mia... si te Marialuisa..  la Vita È Fatta Di Scelte E In Questa Frase Non C'è Nulla Di Speciale.. Da Quando Siamo Piccoli Siamo Costretti Ad Effettuare Scelte Giorno Dopo Giorno, Alcune In Maniera Consapevole Altre In Maniera Inconscia. Sono Arrivato Ad Un Punto Della Mia Vita In Cui Scegliere Non È Legato Solo Al Capire Di Cosa È Giusto o Non È Giusto Fare In Modo Di Ottenerlo, Ma È Legato Al Fatto Di Capire E Scegliere Che Tipo Di Persona Voglio Essere E Chi Voglio Diventare. Io Ho Scelto Di Essere Felice! Detta Così Sembra Un Po' Una Banalità, Ma È Stata La Scelta Più Importante Della Mia Vita... Per Arrivare Ad avere la mia pace interiore, Ho Dovuto Comunque Attraversare Un Percorso Doloroso Lungo E Ben Preciso... Quel Tipo Di Percorso Che Ti Rende La Vita Impossibile, Piena Di Paure E Incertezze.. Un Percorso Fatto Di Domande E Di Risposte Precise ma anche di domande che nn hanno risposta, Affrontate Con Coraggio Ed Umiltà...e questo grazie anche a te .Marialuisa con la tua sincera e leale Amicizia, Questa Libertà Mi Ha Concesso L'opportunità Di Cercare La Mia Felicità E Con Gran Sorpresa Ho Scoperto Che La Felicità Esiste Ed È Proprio Dietro L'angolo, Anzi, Per Essere Più Precisi, È Dentro Se Stessi... Per Essere Felici Bisogna Essere Liberi E Per Essere Liberi Bisogna Amarsi, Avere Rispetto Di Se Stessi E Darsi L'opportunità Di Vivere Col Cuore Aperto... Per Me È Stato Così: Nel Momento In Cui Ho Deciso Di Aprirmi Al Mondo, Di Credere Nella Felicità E Di Ricercarla, Ma Senza Ottenerla Velocemente, Allora, In Quel Preciso Momento, La Mia Vita È Cambiata E Ho Scoperto Cosa Vuol Dire "Felicità". Nel Momento In Cui Non Mi Sono Vergognato Delle Mie Debolezze, Dei Miei Desideri, Delle Mie Emozioni, Ho Cominciato A Vivere. È Una Condizione Strana, A Volte Pensi Di Essere Stupido, A Volte Ti Prendi Troppo Sul Serio, Altre Invece Ti Fai Tenerezza Ed In Alcuni Casi Compassione, Ma In Ognuno Di Questi Stati Dell'essere, Ti Senti Sempre Fiero Di Essere Te Stesso... Posso Dire Con Certezza Che Nel Momento In Cui Ho Tolto Le Mie Maschere E Ho Deciso Di Vivere Per Quello Che Sono, Con I Miei Limiti E Le Mie Insicurezze Ho Riscoperto I Sentimenti Di Cui Ho Più Stima In Assoluto E Che Ho Sempre Ricercato: L'AMORE & L’AMICIZIA.., E Da Quel Momento La Mia Vita Ha Preso Un'altra Piega, Un Altro Corso, Qualcosa Di Unico E Inesplorato, Un Viaggio Che Non Avevo Mai Fatto, Una Musica Che Non Avevo Mai Ascoltato, Un'emozione Così Grande Che Diventa Difficile Spiegarla. Ho Scelto Di Fare Questo Viaggio E Di Affrontarlo Con Tutto Me Stesso, Perché È Solo Così Che Riesco a Vivere, Intensamente, Cercando In Tutti I Modi Di Dimenticare Il Passato... Perchè Solo Così Si Può Ricominciare A Vivere ... Il Passato È Passato .. Ora Siamo Nel Presente!!! E Bisogna Pensare Al Futuro.. ti voglio bene Marialuisa.. birichina.. blu... sussu.. senza trascurare elena...e tutti coloro che credono nell'amicizia....

Solo un sogno....

16 ottobre 2009 ore 21:46 segnala
Solo un sogno… ma…
Ai miei occhi appari come la somma

dei riflessi di mille diamanti che

accecano i miei occhi, come il

concentrato della brezza prodotta

dalla forza di mille uragani, buona

come il profumo del pane appena

sfornato in un "forno"circondato e

fuso dal profumo di rose, come

un bicchiere di rugiada raccolta

che ritempra la mia anima... Povere

le mie labbra: troppo deboli per

resistere al tuo unico

ed inconfondibile richiamo all'amore,

alla felicità, al contatto...
Adesso siamo uno di fronte all'altro:

 le tue labbra sfiorano

 le mie grazie all'aria che le attraversa

 accarezzandole e come in un attimo i

sensi si perdono nel "fulmine"

folgorante per il corpo e la mente che il nostro contatto crea...
Vorrei che tu potessi sentire, anche solo per un istante,

quello che sto provando mentre abbassi gli occhi e sorridi...
So che mi senti tremare, lo leggo nel tuo sguardo che mi

osserva dolce, come a chiedermi qualcosa che non può

esprimere con la voce, perché grande sarebbe il danno

se la voce parlasse di cose che non sa...
Dio mio... Cosa darei per sentire quello che provi tu,

mentre le nostre mani si intrecciano, intrappolando

 l'aria che, carica di tensione, diventa rovente...
Poi, come a ritrovarsi di fronte a un precipizio,

 il cuore sussulta, lo stomaco si serra in una presa ferrea...
Il corpo si avvicina e gli occhi si socchiudono.
Le tue labbra sfiorano le mie e mentre lo sguardo

dimentica il mondo reale, il sogno si materializza all'improvviso...
Per un istante sono un'emozione che si libra spensierata

nello sfondo dell'infinito... Per un istante siamo un'anima sola e

solo per qualche parola, ho riletto un'emozione che oggi viene chiamata abitudine...