Santo Natale!

22 dicembre 2009 ore 09:56 segnala
Buon Santo Natale!




LORO SI E TU?

23 marzo 2008 ore 21:07 segnala

Loro hanno vissuto la Pasqua e ora festeggiano la Resurrezione in Cielo e tu?

Vivi la Pasqua alla sequela del Cristo?

Come Papa Giovanni Paolo II?

Come Madre Teresa di Calcutta?

Come Frére Roger di Taizè?

Come Chiara Lubich?

Meditiamo sulla vera Pasqua...

Gesù é risorto! Lui é veramente Risorto!!!

Alleluja ! Alleluja!

 

Venerdì Santo...riflettiamo...

21 marzo 2008 ore 10:53 segnala

«Tu, Cristo di compassione, donaci di essere in comunione con coloro che ci hanno preceduti e che possono rimanere così vicino a noi. Loro già contemplano l’Invisibile. Dietro di loro, tu ci prepari ad accogliere i raggi della tua luce».

Frère Roger di Taizé

Meditazione...

18 marzo 2008 ore 10:33 segnala
Chi procede da un inizio ad un nuovo inizio in una vita di comunione con Gesù, il Cristo, non deve fissare lo sguardo sui suoi progressi o fallimenti. Di giorno e di notte il seme del Vangelo, deposto nelle profondità dell'essere, matura e cresce.   Da
In Te la pace del cuore frère Roger di Taizé, Editrice Elle Di Ci

Beati gli operatori di pace!

15 marzo 2008 ore 10:06 segnala

E' morta Chiara Lubich

Fondatrice e presidente del movimento dei Focolari. http://www.focolare.org/

Questo era il suo impegno:

 

«Che tutti siano uno»(Gv.17,21).

Per queste parole siamo nati,
per l'unità, per contribuire a realizzarla nel mondo.

Chiara Lubich

La chiave dell'unità

Negli innumerevoli volti del dolore, delle divisioni e dei traumi dell’umanità, Chiara riconosce il volto di Cristo, dell’Uomo-Dio che sulla croce grida l’abbandono del Padre suo. In Lui trova la chiave per ricomporre l'unità con Dio e tra gli uomini.

E' prima di tutto in questi volti di dolore che legge i segni della volontà di Dio che la conduce a dar vita ad un’opera, il Movimento dei Focolari che, per la varietà della sua composizione, assumerà la forma di un "popolo", di un "laboratorio" per un mondo unito nella fraternità.

Chiara ripete che quest'opera "non è stata pensata solo da mente umana, ma viene dall'Alto. Sono in genere le circostanze che manifestano ciò che Dio vuole. Noi cerchiamo di seguire la Sua volontà giorno dopo giorno."

L’unità tra singoli, categorie sociali, popoli, costantemente indicata come il primo impegno dell’intero Movimento, è da lei alimentata con scritti, conversazioni, incontri, viaggi, richiamando sempre l’ispirazione e la radicalità originaria del carisma.

                              Ecumenismo

La pagina ecumenica del Movimento si apre nel 1961, nel tempo in cui Papa Giovanni XXIII pone l'unità dei cristiani tra i primi scopi del Concilio, da lui annunciato nel 1959: Chiara comunica l'esperienza di Vangelo vissuto nel Movimento ad un incontro con un gruppo evangelico-luterano, a Darmstadt, in Germania. Segnerà l'inizio della diffusione della spiritualità dell'unità nelle diverse Chiese.

Pochi anni dopo si avviano rapporti personali:

nel mondo ortodosso, con il Patriarca ecumenico di Costantinopoli, Atenagora I, e poi con i suoi successori;

nella Comunione anglicana, dapprima con l'arcivescovo anglicano di Canterbury, Ramsey, sino all'attuale, Rowan Williams;

nel mondo evangelico-luterano, con l’allora Presidente della Federazione luterana mondiale, il vescovo Christian Krause, e con i Segretari generali che si succedono al Consiglio Ecumenico delle Chiese di Ginevra.

Tutti incoraggiano la diffusione della spiritualità dell’unità nelle diverse Chiese.

Dialogo interreligioso

Di fronte alle sfide della società sempre più multiculturale e multireligiosa, si evidenziano i frutti di pace del dialogo con seguaci delle diverse religioni avviato sin dagli anni '70.

Chiara e il Movimento instaurano non solo contatti con singole personalità o seguaci delle diverse religioni, ma anche con interi movimenti.

Buddisti - Prima donna cristiana, Chiara Lubich espone la sua esperienza spirituale, nel 1981 in un tempio a Tokyo di fronte a 10.000 buddisti, e nel 1997 in Tailandia a monache e monaci buddisti.

Musulmani - qualche mese dopo, nella storica Moschea ‘Malcolm X’ di Harlem a New York, di fronte a 3000 musulmani afro-americani;

Ebrei - Nello stesso anno a Buenos Aires è ospite di organizzazioni ebraiche.

Indù - Nel 2001 sarà in India: si aprirà una nuova pagina nel dialogo del Movimento con il mondo indù.

Nel 1994 è nominata tra i presidenti onorari della Conferenza mondiale delle Religioni per la pace (WCRP).

Con persone di convinzioni non religiose

"Può un Movimento, nato dalla scelta di Dio come ideale della vita,
essere d'interesse ad uomini e donne di altre convinzioni?

Il fatto che il Figlio di Dio ha preso carne umana è  qualcosa di grande:
ci permette un profondo legame con voi, impegnati come siete
a rispettare, a potenziare l'essere umano, ogni uomo,
con l'incremento e la salvaguardia dei suoi valori.
Ciò che anche noi dobbiamo e vogliamo fare assieme a voi".

Chiara Lubich

Taizé quella piccola primavera...

14 marzo 2008 ore 14:21 segnala

                               Meditazione

Una realtà ci supera: perché Dio ha chiamato proprio noi, noi che siamo fragili come vasi di argilla, ad essere portatori della speranza del Cristo? E' perché tale splendore proviene da Dio, non da noi.

Da
In Te la pace del cuore frère Roger di Taizé, Editrice Elle Di Ci

Meditazione....

13 marzo 2008 ore 22:51 segnala
Gesù Cristo, tu ci chiami al dono della nostra vita e tuttavia noi non siamo costruiti per un simile dono. Ma se in ciascuno di noi c'è una parte più o meno grande di oscurità, c'è anche la tua presenza, il tuo Spirito Santo.

E' quasi Pasqua....

12 marzo 2008 ore 20:00 segnala
                               Riflessione

Per alcune persone, Dio è talmente abbagliante che ne sono accecati e si dichiarano agnostici. Essi conoscono di Dio soprattutto il silenzio.

E' quasi Pasqua...

11 marzo 2008 ore 10:12 segnala
Il Vangelo non ci chiama ad essere cupi. Non posa mai sugli esseri umani uno sguardo pessimista. Al contrario. Esso viene per destare una gioia tranquilla.

Camminiamo verso Pasqua

10 marzo 2008 ore 11:06 segnala
Dio di ogni misericordia, tu nascondi il nostro passato nel cuore di Cristo e del nostro futuro te ne prendi cura.