6 Giugno 1944 - D Day

05 giugno 2019 ore 15:53 segnala
Son passati 75 anni e son rimasti in vita pochissimi fra quanti parteciparono a quella operazione.
Son passati 75 anni ed il D Day è diventato il più massmediatico degli eventi bellici, superato solo in parte dai film sulla guerra del Vietnam.
Son passati 75 anni. E sembra, ora come allora, che la vittoria sul nazifascismo sia dovuta a quell'immenso, incomparabile spiegamento di mezzi mentre in realtà gran parte della vittoria della democrazia è dovuta al fatto che la dittatura di Stalin aveva irrimediabilmente distrutto la dittatura di Hitler.



Ma non è questo il senso del post.
Il senso del post è che comunque, quel giorno, 11000 uomini delle truppe alleate e 9000 delle truppe tedesche persero la vita o vennero feriti. Giovani di 20 o 30 anni, che pensavano solo di guerra, sapevano solo di guerra, mangiavano solo di guerra e per i quali la vita "civile" era un miraggio, un luogo alieno cui - forse - si aveva paura di tornare.
E fra questi soldati (150.000 fra americani e del Commonwealth e 50.000 tedeschi) c'era uno scozzese che, armato solo di cornamusa, su Sword Beach, suonava "Road to the isles" circondato dal frastuono delle bombe e della mitraglia.



Si chiamava Bill Millin, scozzese di Glasgow e cornamusiere personale di Lord Lovat. Morì 9 anni fa ed io, oggi, lo voglio ricordare così:

Black Tartan Clan: "Piper Bill"
65357d62-a99a-4030-92d4-e4528587bbb6
Son passati 75 anni e son rimasti in vita pochissimi fra quanti parteciparono a quella operazione. Son passati 75 anni ed il D Day è diventato il più massmediatico degli eventi bellici, superato solo in parte dai film sulla guerra del Vietnam. Son passati 75 anni. E sembra, ora come allora, che la...
Post
05/06/2019 15:53:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. luc.ariello 05 giugno 2019 ore 17:44
    Tentare di morire
    da uomo,
    è un onore concesso
    a pochi.
  2. altergem 05 giugno 2019 ore 19:27
    fa sempre piacere imparare o conoscere qualcosa di cui non si sapeva l'esistenza
  3. VirPaucisVerbo 06 giugno 2019 ore 09:04
    @luc.ariello: verissimo, ma ci si deve comunque provare.
  4. VirPaucisVerbo 06 giugno 2019 ore 09:04
    @altergem: grazie! Per me "mai smettere di imparare" è una specie di dogma.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.