Nonsense with a sense

02 ottobre 2019 ore 16:27 segnala


E' tempo che non scrivo più su questo zibaldone.
Soffro di blocco dello scrittore, o di blocco del traffico: praticamente uno scrittore dilettante euro 3 che è rimasto bloccato in area B senza poter scendere in area C al secondo cerchio giù dal primaio che men loco cinghia ma vieppiù dolor e punge a guaio.
Che poi uno si domanda "E ndocazzosarebbe l'area A? Vicino all'area 51? O all'area del triangolo isoscele (b*H)/2?

Insomma: si pensa poco (e male) e si scrive male (e poco) come assonanze distoniche polifoniche polimorfiche in amorfo anamorfo morfologico analogico digitale, e attenti ad esagerare con la digitale che poi vi intossicate e morite e non è mica detto che dopo tre giorni risorgete neh?

Come potete vedere era meglio se il blocco restava, in alternativa potreste provare a cimentarvi con un blocco di travertino e vedere se, centrandomi, finisce questo delirante accatastarsi di parole in cataste di caste anche se io le preferisco un poco meno caste, che sarei stufo di aver solo le mie mani per accarezzarmi: son poco femminili ed iniziano a starmi un po' sulle balle... come se non ci stessero già abbastanza, ste pervertite. Nella foto, un uomo che al par mio, tiene le mani sulle balle. O solleva le balle con le mani. Gesto apotropaico? Ai posteri l'ardua sentenza (o ai poster l'Adua scemenza)


Basta, ne ho dette abbastanza: mi sono inesorabilmente spogliato di tante cose, come una vecchia cipolla martoriata dal sole:
- non scrivo più
- non fumo più
- non parlo più
- non trombo più
Mi resta il bere, ma con moderazione ché il governo si raccomanda tanto. Mi resta il bere e l'immaginare il "come sarebbe se". Specialità olimpica nella quale vanto medaglie d'oro a catinelle.


"Le idee son come le tette, se non sono abbastanza grandi si possono gonfiare"
"Bisogna assomigliare alle parole che si dicono. Forse non parola per parola ma insomma, ci siamo capiti"
"La vita è come l'anticamera di un dentista: c'è sempre chi sta peggio di te"
"Un cinghiale si scontrò con un guidatore di Suv che andava a centocinquanta. L'animale ebbe la peggio. Il cinghiale invece se la cavò con una zampa rotta."
"Se della morte è l'ora, saluta la Signora!"
"E anche se il vento ci soffia contro, abbiamo sempre mangiato pane e tempesta, e passeremo anche questa."

"...Ma il più strano pianeta di cui ho sentito raccontare è il pianeta della Sacra Merda. In esso la merda è la più grande ricchezza, la moneta con cui si compra tutto. Gli abitanti non hanno portafogli: ma grossi vasi che portano in giro, e più sono grossi e puzzano, più si vantano. Le banche sono dei giganteschi pozzi neri, guardati a vista da poliziotti e vigilantes. Qua si effettuano i versamenti. Dai più piccoli, alla vecchina che viene a consegnare due palline da coniglio, tutti i suoi risparmi, al commerciante che viene a portare l’incasso della giornata, una carriola ben odorosa. Naturalmente, nelle case non si dice “vado nel bagno,” ma si dice “metto nel salvadanaio”. Ogni bambino ha il suo vasino fatto a maialino. Ahimè! Anche in questo paese c’è chi vende anima e corpo, per diventare merdoso a dismisura! C’è chi rapina, e sotto la minaccia di una pistola ti obbliga a depositare lì, per strada, tutto il malloppo che hai in pancia! Se qualcuno, incautamente, si ferma in un prato per fabbricare un po’ di contante, stia attento che nel breve tempo che si tira su i pantaloni, qualcuno gli avrà già sottratto il suo bene. Per non parlare degli esibizionisti: quelli che quando entrano al ristorante, eccoli mettere merda qua e là in mano ai camerieri: e lasciano come mancia uno stronzo come un cotechino: e dicono, non per vantarmi, ma ho tanta merda che non so più dove metterla!..."


Dopo aver debitamente ringraziato Stefano Benni per aver donato all'umanità intera le succitate perle di saggezza (che come tutte le perle spesso vanno in pasto ai porci e tutto perché non sappiamo mai come porci in maniera corretta) torno nel mio limbo, bianco, candido con i materassi alle pareti le sbarre alla finestrella la porta di ferro e tante boccettine colorate con scritto Xanax, Lexotan, Diazepam, Lorazepam, Letex, Mortex, Vortex, Stocazzox eccetera eccetera!

Lunga vita e prosperità!


Saundtrakk: Steve'n'Seagulls, ovviamente, performing "Thunderstruck"
9ebc9462-f8bf-41a7-9bb0-03abfc69413d
« immagine » E' tempo che non scrivo più su questo zibaldone. Soffro di blocco dello scrittore, o di blocco del traffico: praticamente uno scrittore dilettante euro 3 che è rimasto bloccato in area B senza poter scendere in area C al secondo cerchio giù dal primaio che men loco cinghia ma vieppi...
Post
02/10/2019 16:27:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11

Commenti

  1. no.expectations 02 ottobre 2019 ore 16:50
    ho sorriso!
  2. VirPaucisVerbo 02 ottobre 2019 ore 17:06
    @no.expectations: grazie, felice di esserci riuscito!
  3. no.expectations 02 ottobre 2019 ore 17:07
    :-)
  4. freepause 03 ottobre 2019 ore 07:15
    Condivido .. il caos.
  5. VirPaucisVerbo 03 ottobre 2019 ore 09:10
  6. VirPaucisVerbo 03 ottobre 2019 ore 09:11
    @freepause:un po' di caos ogni tanto non può far che bene :-)
  7. crenabog 03 ottobre 2019 ore 10:01
    l'omino bufo è un classico intramontabile così come il leggendario Topo Cagone di Stefano Benni o la pescivendolona di Tor di Quinto, celebrata on stage da Lucia Poli. classici dell'assurdo così come il tuo incipit decisamente marinettiano. cordialità e grazie per aver regalato uno squarcio di desueta apertura mentale.
  8. VirPaucisVerbo 03 ottobre 2019 ore 10:26
    @crenabog: se la mente non l'apriamo, ogni tanto, l'aria non si cambia e si forman muffe ;-) Comunque Snoopy, Spock, Benni e l'omino bufo sono fra i miei miti da sempre (non ho messo in questo post Cattivik e il Lupo Alberto, ma rimedierò).
    Grazie a te, ottimo, per esser passato a legger questi marinettiani deliri! E buona giornata
  9. crenabog 03 ottobre 2019 ore 18:24
    grazie, ricambio l'augurio e auspico per te una serata maschia ed atletica passata in compagnia di Grunf nella Palestra dell'Ardimento eheheh!
  10. Janellaz 16 ottobre 2019 ore 12:04
    Bello sai scrivere molto bene non solo x emozioni
  11. VirPaucisVerbo 16 ottobre 2019 ore 12:43
    @Janellaz: grazie del bellissimo complimento! :rosa
  12. Crackers.s 29 ottobre 2019 ore 19:07
    E poi vengo io...non in quel senso,non vorrei scatenare un uso improprio delle tue mani.
  13. LINTERDIT 06 novembre 2019 ore 09:32
    Ma ma manca BIRIBOMBO! !!
    Non si fa cosi'
  14. Paolo.Indaro 06 novembre 2019 ore 10:57
    Bello il ritrovare il pianeta della sacra merda tra i vuoti blog di chatta, bello l'insieme di sense/nonsense che hai saputo creare.ciao.
  15. AllegroRagazzo.Morto 21 novembre 2019 ore 19:32
    @VirPaucisVerbo

    Ecco una delle poche isole alle quali restare alla fonda, vorrei potermi esprimere adottando la medesima delicatezza e la tua stessa intensità...
  16. VirPaucisVerbo 22 novembre 2019 ore 09:11
    @Crackers.s: ehm... te comincia a venire che poi vediamo come risolver la questione in maniera acconcia ;-)
  17. VirPaucisVerbo 22 novembre 2019 ore 09:12
    @LINTERDIT: è vero! Come ho potuto scordarmi di ciò? BORIBOMBO, ovviamente :-)
  18. VirPaucisVerbo 22 novembre 2019 ore 09:14
    @Paolo.Indaro: grazie a te! Se non ci pensiamo noi ad animare 'sto blog, ci troveremo affogati di cuori spezzati e poesie melense come gnu nelle sabbie mobili ;-) Buona giornata!
  19. VirPaucisVerbo 22 novembre 2019 ore 09:19
    @AllegroRagazzo.Morto: sai che i tuoi apprezzamenti mi inorgogliscono moltissimo? Grazie davvero per apprezzare il mio accatastar parole! Verrò presto a ri-visitare i tuoi preziosi scritti.
  20. AllegroRagazzo.Morto 22 novembre 2019 ore 12:31
    @VirPaucisVerbo:

    borimbombo, borimbombo, l'hai aperta tu l'acquaaaa??? Borimbombo, ma allora l'hai aperta tu l'acquaaaaaa!!!

    da una celebre striscia di Silver nella quale Lupo alberto tenta di intrufolarsi nel pollaio ma vien frenato dal cane che sembra sempre scoprirlo mentre in realtà dorme e parla nel sonno...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.