Summer mood, summer blues feelings

13 luglio 2017 ore 12:44 segnala




Ricordavi un giorno di pioggia.
All'improvviso. Dopo una lunga siccità, con la terra spaccata e il cielo di un colore malato, quell'improvviso annuvolarsi del cielo, il vento ricco d'umidità, i tuoni prima lontani e poi - crescendo wagneriano - sempre più vicini vicini vicini!
E i lampi, oh i lampi! Ramificati abbaglianti serpeggianti inafferrabili assassini.
Bellissimi.
Ed eccola la pioggia, non delicata, non dolce. Violenta aspra acuta come punta di lancia cade per ferire, per squassare.
Ma d'un tratto, in tutta quella violenza lo sentivi. Lo sentivi il profumo inebriante della terra bagnata, dell'erba, e sembrava che le crepe del terreno fossero sulla tua pelle e su quelle crepe l'acqua scorreva a rivoli sempre più grandi.
Le crepe si chiudevano, la pelle la terra, tornavano intatte.
E dopo... quanto dopo? Non so, ma dopo, ché il tempo durante un temporale congela come in buco nero. Dopo, dicevo... il tutto cessava. D'improvviso. Click fine del temporale.
Rotolava ancora qualche tuono in lontananza, gocciolavano acqua e fronde strappate gli alberi e l'erba, piegata dal furore sembrava una Tunguska in miniatura.
C'erano ancora i profumi, però. Riempivano i polmoni, entravano nel sangue e poi al cervello. Lavavano le scorie di una vita, raschiavano polmoni incrostati di rabbia e sigarette, levigavano lo sguardo ed i pensieri.
Dio, quanto amavi i giorni di pioggia!



Va così questa estate. Calda, solitaria, confusa. Non felice, nemmeno un po'.
Troppe preoccupazioni, troppi pensieri, troppo di tutto quando vorrei anelare solo ad un confortevole nulla.
La gente continua a morire nei modi più abbietti, ignorata dall'imperante moda dell'arroganza e dell'autoaffermazione ad ogni costo.
Non v'è pace fuori di me.
Non v'è pace in me. Delusioni, tradimenti, infamie.
"Son stüf de stà al mund" ("son stufo di stare al mondo") disse mio nonno poco prima di spirare.
Terribile.
Condivisibile. Non sempre - certo - ma condivisibile.

L'Osteria dell'Ultima Sosta è in fase di disarmo, si spera temporaneo:
- Mary la Strega è incinta. Non se l'aspettava, ma esplode di gioia
- Il Mormone s'è sposato. Con una thailandese. Lui ha 60 anni, pesa 130 chili e parla solo il dialetto. Lei ha dai 20 ai 25 anni, pesa 40 chili con i sassi in tasca e parla solo thailandese. Ma sono felici. Si sorridono ogni volta che si guardano.
- Barivecchia è a San Vittore. Detenzione di sostanze stupefacenti, dicono. La cosa grottesca è che appena entrato in cella, guarda l'altro occupante e dice "Casso te fè chi?" (trad. "Cazzo ci fai qua") e l'altro "Casso te fè chi tì???" (Cazzo ci fai qua te). Era suo fratello, arrestato il giorno prima per lo stesso motivo.
- Molotov è partito per il Donbass. Non sappiamo con quali intenzioni.
- Tafferuglio sta organizzando una manifestazione contro il TAP
- Parruccone si è dato alla fabbricazione di candele. La sua ricetta segreta prevede l'aggiunta di olio di canapa alla cera. Le candele stanno riscuotendo un certo successo presso le parrocchie dei dintorni
- F. Cartbearer il poeta nomade non da' più cenno di sé da lungo tempo. Probabilmente, come l'ultimo degli Jedi si è ritirato in meditazione.



Vi lascio, in attesa di tempi migliori e pioggia desiderata e cieli puliti e sorrisi spontanei. Con un haiku di Matsuo Basho, l'ultimo che scrisse prima di morire, e con una doverosa saundtrakk.
A presto, sorelle, fratelli, compagne, compagni. Hasta siempre!

"Malato durante un viaggio –
sui campi riarsi i sogni
vanno errando
"

Sauntdrack: Faun performing "Sonnenreigen (Lughnasad)"
57dd1459-dc9b-414d-9c8c-67c1ef5d8520
« video » « immagine » Ricordavi un giorno di pioggia. All'improvviso. Dopo una lunga siccità, con la terra spaccata e il cielo di un colore malato, quell'improvviso annuvolarsi del cielo, il vento ricco d'umidità, i tuoni prima lontani e poi - crescendo wagneriano - sempre più vicini vicini v...
Post
13/07/2017 12:44:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. Njlo 13 luglio 2017 ore 14:16
    Ci mancheranno, tutti loro. A me in particolare il poeta nomade e i suoi versi di vita. E tu, con la tua bella emozionante scrittura. E se verrà la pioggia che tanto desideriamo, amandola, ogni goccia sarà un sospiro dell'immenso, una fresca cascata di cielo, un ridere sommesso ma argentino: ti penserò.

    Le ruote della locomotiva
    Si fermano
    Nell'erba d'estate
    (Yamagushi Seishi)
  2. VirPaucisVerbo 13 luglio 2017 ore 17:23
    @Njlo: La sospensione è temporanea. Giusto il tempo d'irrorare la terra secca con un po' di pioggia benedetta e... l'Osteria riaprirà con tutti i suoi bizzarri personaggi! Grazie, anche per l'haiku! :rosa :rosa
  3. Njlo 13 luglio 2017 ore 17:27
    Sì, ci conto di ritrovarti presto.
  4. Sandrino.mazzulatore 15 luglio 2017 ore 01:41
    Minghia bello.
    Me cojoni.

    Soprattutto la struttura totale.
    Introduzione, ragionamento, finale(disilluso).
  5. Sandrino.mazzulatore 15 luglio 2017 ore 19:07
    La osteria della ultima sosta, è oramai un must!!!
    %-)
  6. StrixNoctua 19 luglio 2017 ore 10:30
    bel pezzo VPV,come sempre del resto.
    speriamo che la pioggia sia purificatrice e lavi via tutte le ansie e problemi e poi riporti un bel cielo terso e luminoso
    :kissy
  7. VirPaucisVerbo 19 luglio 2017 ore 11:51
    @Sandrino.mazzulatore: ma grazie, hermano! Ogni tanto mi vengono 'ste cose un po' decadenti, un po' romantiche
    P.S.: l'Osteria dell'Ultima Sosta non esiste (ho preso spunto da un paio di locali che frequentavo) ma i personaggi che la popolano si, eccome!!! E pure quel che dico di loro è vero :-)
  8. VirPaucisVerbo 19 luglio 2017 ore 11:52
    @StrixNoctua: grazie madamigella :rosa La pioggia arriverà di certo. Vedremo cosa lascerà :-)
  9. StrixNoctua 19 luglio 2017 ore 12:29
    di solito lascia strade pulite e aria fresca ;-) ;-) :ok 8-) :kissy :bye :bye :bye :bye :bye
  10. cignonero999 31 luglio 2017 ore 11:15
    Amo la pioggia...confido semre in un arcobaleno.Grazie di aver scritto questo post...mi riconcilia per un attimo col blog!
  11. VirPaucisVerbo 31 luglio 2017 ore 14:25
    @StrixNoctua: tipo quello di ieri sera che quasi mi portava via gli alberi ;-(
  12. VirPaucisVerbo 31 luglio 2017 ore 14:26
    @cignonero999: ultimamente non scrivo molto; stanchezza personale e poi la mia Osteria dell'Ultima Sosta è un po' in disarmo ma... arriveranno tempi migliori, con annesso arcobaleno! Grazie :rosa :rosa :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.