Tempo di rimembranza

16 maggio 2016 ore 16:30 segnala
Un post scritto nel mio dialetto, ma con traduzione per i non "autoctoni"... Un post triste, di rimembranza e nostalgia.
Ma - si sa - certe ricorrenze non possono altro esser che tristi.

Mors omnia solvit



Ciau nona, te 'l sè che l'è giabèle pasad un an?
Me par no vera, ma l'è insì...
Un an sensa de ti, cinc'ani sensa el papà.
E mi son amò chi, cun i ögi pieni de làgrime
che 'spëti 'me un fiulin
de sent ancamò la tò vus
de püdè veda el tò vis
de streng i tò man

La tò curuna del Rusari
l'è n'd'la me machina
e a la matina e a la sira
me cumpagna, cume te fevi ti,
che per i tò neùdi
te gh'evi sempre un'urasiòn

Sun chi, nona, cun la facia al cèl
e son sicür
che tì te me vedi
e te me tégni da cünt.

Ciau, nona...



Ciao nonna, lo sai che è già passato un anno?
Non mi sembra vero, ma è così...
Un anno senza di te, cinque anni senza il papà.
E io sono ancora qua, con gli occhi pieni di lacrime
che aspetto, come un bimbo
di sentire ancora la tua voce
di poter vedere il tuo viso
di stringere le tue mani.

La tua Corona del Rosario
è nella mia macchina
e mattina e sera
m'accompagna, come facevi tu,
che per i tuoi nipoti
avevi sempre una preghiera

Son qua, nonna, con la faccia al cielo
e son sicuro
che mi vedi
e mi proteggi.

Ciao, nonna.

(Colonna sonora: Kate Rusby - "I am stretched on your grave")

866f3c8b-1cbd-47c1-a9ff-15909176322a
Un post scritto nel mio dialetto, ma con traduzione per i non "autoctoni"... Un post triste, di rimembranza e nostalgia. Ma - si sa - certe ricorrenze non possono altro esser che tristi. Mors omnia solvit « immagine » Ciau nona, te 'l sè che l'è giabèle pasad un an? Me par no vera, ma l'è...
Post
16/05/2016 16:30:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    19

Commenti

  1. Cilotta 16 maggio 2016 ore 18:01
    ti abbraccio :-) :cuore
  2. VirPaucisVerbo 16 maggio 2016 ore 18:07
    @Cilotta: :rosa :cuore
  3. jeorge0.8 16 maggio 2016 ore 19:34
    bellissima, delicatissima.
  4. VirPaucisVerbo 16 maggio 2016 ore 20:10
    @jeorge0.8: grazie...
  5. ema.nuelaa 16 maggio 2016 ore 21:36
    :cuore Certi vuoti non possono essere colmati con niente ... e manca tanto non poter più sentire le voci e condividere ... Io non ho ancora imparato a vivere senza ... Un bacio se posso :cuore
  6. Semplicemente.ANNA 16 maggio 2016 ore 21:48
    :rosa
  7. lupasogna 16 maggio 2016 ore 22:33
    ciao cara nonna :cuore

    ... :rosa
  8. Antelao 17 maggio 2016 ore 07:37
    un caro saluto alla tua nonna. Pure a me manca, anche se di anni ne son passati 16 abbondanti, per 33 giorni non arrivò al XXI secolo.
  9. VirPaucisVerbo 17 maggio 2016 ore 09:07
    @Antelao: grazie... In tanti vedo che considerano i nonni come personaggi di "serie B". Per fortuna, noi li portiamo sempre in prima fila nei nostri cuori. Mi ricordo che pochi giorni prima di morire mi diceva: "quando arrivo a 100 anni facciamo una bella festa, pago io!". E' morta a 97, e non nego che mi sarebbe piaciuto tantissimo festeggiare il suo "secolo". Ma lo festeggerò comunque :-)
  10. Antelao 17 maggio 2016 ore 09:12
    la mia morì a 92. La grande festa la facemmo nel luglio del '97 a Sassuolo, quando ne compì 90. Sua madre, la bisnonna, arrivò a 99. Mia mamma va per i 79.
  11. VirPaucisVerbo 17 maggio 2016 ore 09:15
    @lupasogna: grazie! :-) :rosa
  12. VirPaucisVerbo 17 maggio 2016 ore 09:16
    @Semplicemente.ANNA: :rosa :rosa
  13. VirPaucisVerbo 17 maggio 2016 ore 09:18
    @ema.nuelaa: ci sono due categorie di persone. Quelle che riescono e quelle che non riescono a vivere senza quelle voci e quelle presenze. Noi siamo nella seconda categoria. Certo, durante il giorno magari non ci pensi, ma il ricordo, la nostalgia son sempre lì, pronti a sbucare in qualsiasi momento. E la cosa non mi disturba affatto... Grazie :cuore :rosa :cuore
  14. VirPaucisVerbo 17 maggio 2016 ore 10:43
    @Antelao: insomma, abbastanza longeve, le donne di casa... Da me gli unici "fuori quota" son stati i nonni paterni (94 e 97). Tutti gli altri hanno cambiato mondo prima della media, purtroppo. Beh, mia mamma perlomeno è ancora qua, la mia "vecchietta" 73enne...
  15. Antelao 17 maggio 2016 ore 10:56
    3 nonni su 4 li ho persi molto presto (59,66,66) e da parte di padre è rimasto solo lui, il vecio, 82 compiuti.
  16. Semplicemente.ANNA 17 maggio 2016 ore 14:05
    Dammi il n. di telefono di Tua Mamma e Le dico che l'hai chiamata "vecchietta", io ne ho 70 e mi sento una ragazzina e a parte le mie nonne e i miei nonni che sono volati in cielo quando ero ancora piccolina ed uno addirittura non l'ho conosciuto, sono nonna io stessa di due bellissime bimbe di 15 e 9 anni e uno arriverà a Luglio. Viva tutte le NONNE me compresa :-))
    Ciao caro Vir ......e questa :rosa è per la tua mamma viva e vegeta come me :-))
  17. VirPaucisVerbo 17 maggio 2016 ore 14:29
    @Semplicemente.ANNA: ma la mia mamma lo sa che la chiamo "vecchietta" ;-) Anzi, lo dice lei stessa di esserlo, ovviamente il tutto in maniera molto simpatica :-))

    Una :rosa alle tue nipotine e pure a quello in arrivo :-)
  18. cignonero999 17 maggio 2016 ore 21:45
    Molto bella e sei staTo fortunato ad averla tanto tempo! La mia nonna materna era nata alle soglie del 1900...ma ancora nell'800.Tirava tabacco e dopo i 70 decise che sarebbe vissuta ancora poco e cominciò a parlare chiaro e diceva parolacce come un camionista! Quella paterna invece era una donna del duemila già negli anni '70 e comandava un esercito di figli, generi e nuore con piglio da generale, prima nel suo quartiere a comprare il televisore, prima a fare le "vacanze intelligenti" Si, le ho conosciute per poco ma mi sa che mi hanno influenzato comunque!!!! :bye
  19. VirPaucisVerbo 17 maggio 2016 ore 22:26
    @cignonero999:in tanti se ne dimenticano, ma i nonni lasciano su di noi un'impronta indelebile. Grazie e buona serata :rosa
  20. AllegroRagazzo.Morto 19 maggio 2016 ore 20:05
    non si può scordare ciò che semplicemente non può esser dimenticato perchè è sempre in noi... presente... e se l'anima ha un senso e se la vita una ragione, il cuore continua a ricordarcelo.

    un caro abbraccio
  21. VirPaucisVerbo 20 maggio 2016 ore 09:25
    @AllegroRagazzo.Morto: verissimo. E ti ringrazio per le tue parole! Un abbraccio.
  22. I.Luna 20 maggio 2016 ore 16:30
    ...dedicato a chi non muore mai, perché vive nei nostri ricordi...
  23. VirPaucisVerbo 20 maggio 2016 ore 16:39
    @I.Luna: eccome se vivono nei nostri ricordi! Grazie... :rosa
  24. semplicemente.1965 23 maggio 2016 ore 16:39
    L'ho letta e capita anche senza traduzione. Il dialetto ha una musica, una sua nenia che rende scorrevole e densa la nostalgia, come fa appunto una lacrima.
    Non ho avuto nonni, morti prima che io nascessi, ma il dolore del ricordo lo riconosco.
  25. VirPaucisVerbo 01 giugno 2016 ore 10:02
    @semplicemente.1965: grazie! :rosa :rosa :rosa
  26. StrixNoctua 11 giugno 2016 ore 14:13
    bellissima e commovente e resa così musicale dal nostro bel dialetto. bravo, complimenti sinceri
  27. VirPaucisVerbo 13 giugno 2016 ore 12:57
    @StrixNoctua: già... E' bello il nostro dialetto! Grazie :rosa :rosa
  28. StrixNoctua 13 giugno 2016 ore 17:17
    veramente io ho scritto un' altra cosa, ho detto che la poesia è bellissima e commovente e piacevole la scelta di avvalersi del dialetto che ha aggiunto musicalità. se Trilussa avesse scritto in italiano sarebbe stato Trilussa?
  29. StrixNoctua 13 giugno 2016 ore 17:18
    eddai che era chiaro :-(
  30. VirPaucisVerbo 13 giugno 2016 ore 17:31
    @StrixNoctua: infatti era chiaro... per "nostro" intendevo della gente d'Italia. Che poi è una tipicità tutta italiana quella di avere così tanti dialetti diversi in una sola nazione.
    Il mio lo uso spesso, molto spesso... anzi, più invecchio più trovo naturale l'esprimermi in dialetto piuttosto che in italiano :-)
  31. StrixNoctua 13 giugno 2016 ore 17:34
    comunque bravo, bellissima poesia, intensa, scrivi molto bene
  32. StrixNoctua 13 giugno 2016 ore 17:38
    da quando sono morti i miei familiari, nonNi, zii e zie, mio padre, non mi capita spesso di sentire parlare in dialetto, credo che lo dimenticherò, è triste ma è così
  33. VirPaucisVerbo 14 giugno 2016 ore 20:05
    @StrixNoctua: grazie, grazie di cuore! Pure io son rimasto l'unico a parlare la mia "madrelingua". E continuerò a parlarla, perché fa parte di me e per ricordare chi non c'è più. Buona serata :rosa
  34. StrixNoctua 15 giugno 2016 ore 13:44
    grazie a te, è un piacere leggerti :rosa
  35. VirPaucisVerbo 15 giugno 2016 ore 15:19
    @StrixNoctua :rosa :rosa :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.