Ho scoperto

27 marzo 2020 ore 15:02 segnala

Ho scoperto di avere mani, quando me le hai prese,
di avere labbra, perchè tu le baciavi.
Di essere donna, ogni volta che mi hai spogliato."
544dc28a-323f-4d0a-94b6-9d1367571759
« immagine » Ho scoperto di avere mani, quando me le hai prese, di avere labbra, perchè tu le baciavi. Di essere donna, ogni volta che mi hai spogliato."
Post
27/03/2020 15:02:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

IMMENSO AMORE

27 marzo 2020 ore 09:39 segnala
Non si è speciali lo si diventa.
Lo si diventa per qualcuno che riesce
a vedere in noi QUELLO che gli altri non
cercano nemeno di scoprire.

6-12-2016 Alla mia regina...ricordati sempre di me e di quanto ti ho amata
ti amo ora e per sempre .

I bresciani

25 marzo 2020 ore 10:51 segnala
A Brescia impari fin da piccolo che: "non ce la faccio" - non si può dire.
"Non ci riesco"- non esiste.
"Sono stanco"- non è mai abbastanza.
Cresci così,un po' chiuso,un po' con la convinzione di non essere mai all'altezza.
Ecco come Li riconosci quelli di Brescia:
Testa bassa e a lavorare.
I bresciani ,quelli veri, sono polentoni.
Si..perche' la polenta è ciò che li rappresenta.
Ruvida ,dura e fredda fuori,con quella crosticina che si forma appena sfornata.
Tenera e avvolgente dentro,non ti delude mai.
I bresciani sono proprio così:
Un po' tonti, ruvidi e schivi;
Ma dentro sono buoni e dal cuore tenero.
Lo so ,lo so , niente di speciale la polenta:
Acqua,sale e farina gialla;
Ma si sa', le cose semplici sono speciali perché rassicuranti, perché ci sono...
ci sono.
Sempre.
Ci puoi contare.
Li puoi odiare,ma se te ne innamori.. be' allora sei spacciato, perché sarà per sempre.
Piange la mia Brescia.
Senza far rumore,per non disturbare.
Giace a terra,fatta a pezzi da un nemico vigliacco subdolo ,che non si fa vedere.
Gli occhi sono bassi,tristi e pieni di paura.
Ci sono solo ambulanze e silenzio.
Brescia non ti posso abbracciare,ma tu non mollare proprio adesso.
Ricordi?
"Non ce la faccio"- non si può dire.
"Non riesco"- non esiste
"Sono stanca" non è mai abbastanza. Ho voluto condividere queste belle parole che mi ha inviato un’amica che esprimono anche il mio stato d’animo
cb72b658-d7da-4b38-b0f9-6bd29dee31fa
A Brescia impari fin da piccolo che: "non ce la faccio" - non si può dire. "Non ci riesco"- non esiste. "Sono stanco"- non è mai abbastanza. Cresci così,un po' chiuso,un po' con la convinzione di non essere mai all'altezza. Ecco come Li riconosci quelli di Brescia: Testa bassa e a lavorare. I...
Post
25/03/2020 10:51:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Ho provato a cercarti

22 marzo 2020 ore 18:07 segnala
Ho provato a cercarti in questo mondo.
Ho provato a chiamarti.
Ho provato in ogni modo ad avere un contatto con te.

Le mie parole sono andate al vento.
Quel vento che porta suoni, parole, emozioni.

Spero che ti sia arrivata anche una sola parola,
un solo sospiro, un solo pensiero.

A me basterebbe questo.

La tua assenza è ogni giorno più pesante.
Pesante come un macigno sul petto,
che non trova modo di passare.
Passeranno le stagioni, il sole, il tempo,
ma mancherai ogni attimo di più.

Mancherai nel tempo...quel tempo
che mi ha tolto la cosa più bella e preziosa che avevo.

Stanotte ho scritto

21 marzo 2020 ore 09:55 segnala
...colpito dall'immagine dei militari che a Bergamo spostano le bare dei deceduti in altre regioni perché al cimitero non ci stanno più e guardando a confronto la gente nei social in questi giorni...

C’è chi approfitta di questo disastro per crescere e diventare migliore e da tutto questo sta comprendendo gli sbagli di una vita e il vero valore delle piccole cose, chi non ci sta capendo proprio niente e vive nel nulla della sua stupidità.
C'è chi sta usando il tempo per recuperare i suoi affetti a casa, chi a casa soffoca a causa di amori finiti da tempo, sopportabili solo vivendo separati grazie agli impegni quotidiani.
C'è chi soffre perché non può vedere l'amante e chi non ha nessuno e in casa muore di solitudine, chi pubblica foto ancora più svestite del solito, senza rispetto neanche per tutti i lutti della nazione e chi cerca di dare conforto agli altri, chi parla solo per parlare e chi usa la testa cercando di informarsi prima di aprire bocca.
C'è chi deve uscire per fare un lavoro in pubblico, chi teme per il suo lavoro a causa del crollo dell'economia e chi sta male e vorrebbe il rispetto di chi, invece, esce e contravviene agli inviti a restare a casa per limitare i contagi.
C’è tanta umanità che vuole far sentire la sua voce e tanti esaltati che approfittano di questa situazione per mettersi in mostra.
C'è chi comprende e rispetta le regole e chi si ribella fregandosene del prossimo.
Questa situazione sta portando alla luce come siamo fatti, come siamo diventati dopo aver vissuto per anni nel benessere e nei vizi, trasportati da un consumismo che ci ha resi aridi, vuoti di valori ma pieni di cose materiali che neanche ci servivano davvero per essere felici.
C'è chi dice che tutto questo è un dono, un segno che ci può far ravvedere, che ci riporta verso i valori che ormai abbiamo dimenticato e c'è chi è incazzato e sta solo aspettando che tutto questo finisca per tornare a fare viaggi, apericene e feste come sempre, come se nulla fosse accaduto.
C'è chi soffre in ospedale, condannato a morire solo senza un abbraccio dei suoi cari e c'è chi va al mare nascosto dietro agli scogli per prendere il sole, o a fare la spesa tre volte al giorno perché a casa soffoca e proprio non si sa stare.
C'è chi si preoccupa per il futuro, per l'economia, per i posti di lavoro e chi pensa solo che quest'anno non potrà forse andare in ferie.
Tutto questo qualcosa cambierà, come ogni guerra, crisi e tragedia che hanno attraversato l'esistenza umana, forse in meglio, forse in peggio, solo il tempo potrà dirlo, solo il tempo e le nostre reazioni alle difficoltà ci spiegheranno che generazione siamo, se avremo la forza di cambiare, di sostenere il cambiamento e di superarlo o se quello che siamo diventati è solo fumo, una società inutile cresciuta per apparire, senza veri valori, finita in ginocchio alla prima difficoltà, un'influenza che nessuno avrebbe mai previsto.
(Marco.S.)

Non mi dimenticare, io non lo farò.

17 marzo 2020 ore 14:20 segnala
Non esiste definizione per capire cosa ti ha legato a me.
Nella tua assenza sento sempre più forte l’amore che va oltre la vita.

La tua assenza uccide più del veleno.
Manca tutto.
Il tuo sorriso sempre pronto.
I tuoi occhi sempre così vivi e pieni di quella luce che non troverò più.

Manca la presenza, e manca ancora di più in queste giornate, dove con poco eravamo tutto.

Vorrei che riuscissi a leggere queste mie urla, queste parole che non ho mai avuto il coraggio di dirti.

Forse le leggerai, vorrei solo che non ti facesse il male, che ora fa a me.

Vorrei saperti nella luce, col tuo sorriso più bello e con quei tuoi occhi che faranno illuminare il tuo nuovo mondo.

Non mi dimenticare, io non lo farò.

Come faccio a non pensare

15 marzo 2020 ore 10:08 segnala
Come faccio a non pensare
Al tuo sorriso solare
Al tuo fare gentile
Ai tuoi limpidi occhi
che raccontavano amore.
Ai nostri giorni felici
Ai nostri progetti incompiuti...
Ti scrivo che mi manchi e ti penso
E vorrei tornare indietro nel tempo
per ricominciare con te
ogni momento tutto daccapo..
Ti scrivo che mi manca sapere come stai
Se sei rimasto come allora

quando sei andato via..
Cosa fai e se dove sei cè qualcosa da fare ?
Dormi ancora tanto ?
Sai, pensavo che al mattino
vorrei ricevere ancora quel tuo bacio e il tuo TI AMO assonnato !
Ascolti ancora la musica che ti piaceva tanto?
Mi piacerebbe sapere tanto altro di te
ma non potrò saperlo..
Forse un giorno me lo dirai a voce !....
Restiamo così allora.. aspettiamo per rivederci...
Intanto pensami..e se puoi restami vicino
io ti penso di continuo..
E sappi che scrivo di te.....e che nel mio cuore
ti vivo TI AMO ogni giorno !

Come tracce

06 marzo 2020 ore 15:28 segnala
Come tracce indelebili i ricordi
e le emozioni che mi scorrono dentro l'anima,
chiudo gli occhi e ti vedo, ti sento.
Sei oltre ogni lacrima, oltre ogni sorriso,
sovrasti ogni altro pensiero.
Sei la carezza delle stelle, che incendia il mio cuore
, Sarai mio, aldilà di ogni possibile imprevisto, resterò tua in ogni
in ogni istante. Di me porterò con me ogni attimo di Te. Sarai mio,

Vorrei

01 marzo 2020 ore 13:30 segnala
Vorrei essere dove tu sei,
o vorrei averti dove io sono..
Vorrei stare ancora
insieme a te
non importa dove,
a me importa solo
starti per sempre accanto
.

Libera e fiera di cio che sono e orgogliosa di ME

01 marzo 2020 ore 12:34 segnala
LIBERA di piacermi oppure no

libera di piacere oppure no.

Libera di essere solo me stessa senza veli

libera di ridere di coloro che credono di essere superiori
sempre e comunque

e si riaggiustano ogni volta la maschera.

Libera di essere quella Donna che sono

e di non essere mai "una come tu mi vuoi".

Libera di non cercare chi non mi cerca

libera di farmi trovare

da chi davvero mi vuole.

Libera di perseguire ma non inseguire.

Libera...di capire di più di quel che si dice

di leggere fra le righe

ed accettare con un sorriso

ciò che la vita mi riserva
(nel bene e nel male)

Libera di nascondere il dolore

a tutti.... tranne che a me stessa.
E libera..... di scegliere

chi mi emoziona

e che mi fa sentire......libera.

Libera di pensare.....
Libera di AMARE riamata
Libera di viverela vita che è mia e solo MIA
.....sempre.