Benvenuto nel XXI secolo

24 aprile 2019 ore 14:28 segnala


BENVENUTO NEL XXI SECOLO.

Qui il sesso è d’obbligo, e l'amore
una tasca vuota d’emozioni.
Perdere il cellulare fa male, più che
perdere i propri valori.
La moda è fumare.
Devi bere: se non lo fai, sei obsoleto.
Il bagno è diventato un set fotografico.

XXI secolo.
Dove uomini e donne temono
una gravidanza inaspettata molto più che contrarre l’HIV.
Dove il fattorino delle pizze arriva a destinazione prima di un medico con la sua ambulanza.
Dove i vestiti decretano il valore di una
persona e avere soldi è più importante che avere una famiglia.
Secolo XXI.
Dove i bambini sono in grado di rinunciare ai loro genitori per uno smartphone in più.
Dove i genitori dimenticano cosa significa avere una famiglia perché troppo presi dagli smartphone.
Dove uomini e donne vogliono
relazioni senza obblighi e il loro unico
impegno è quello di postare foto per ostentare amori fondamentalmente fragili.
Dove l'amore è diventato palcoscenico.
Dove non vali nient’altro che il numero dei tuoi likes su Instagram e Facebook.
Dove le persone si dimenticano dello Spirito, dell'anima.
Dove le persone decidono di amare la carne ed il peccato.

Secolo XXI.
Il secolo in cui può affrontare questa società solo chi si affida alla ragione, perché chi usa il cuore non se ne farà mai una ragione.
Dal web...




5925539f-f648-48a2-b5c4-d11179fa63b4
« immagine » BENVENUTO NEL XXI SECOLO. Qui il sesso è d’obbligo, e l'amore una tasca vuota d’emozioni. Perdere il cellulare fa male, più che perdere i propri valori. La moda è fumare. Devi bere: se non lo fai, sei obsoleto. Il bagno è diventato un set fotografico. XXI secolo. Dove uomini e...
Post
24/04/2019 14:28:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Buona Pasqua!

21 aprile 2019 ore 09:10 segnala


Buona Pasqua a tutti voi.

Mio Dio, nelle Tue mani mi metto anch'io.
Illumina i miei passi con il Tuo Amore M'inchino innanzi
a Te, mio Signore.
Ti affido : i giovani, gli ammalati e sconfortati tutti
quelli che si sentono abbandonati.
Benedici tutti e donaci le Tue meraviglie.
Ti affido il mondo e tutte le famiglie.
7bb10f38-834a-45d5-8823-c4efc8091032
« immagine » Buona Pasqua a tutti voi. Mio Dio, nelle Tue mani mi metto anch'io. Illumina i miei passi con il Tuo Amore M'inchino innanzi a Te, mio Signore. Ti affido : i giovani, gli ammalati e sconfortati tutti quelli che si sentono abbandonati. Benedici tutti e donaci le Tue meraviglie. ...
Post
21/04/2019 09:10:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment

Una mamma...

19 aprile 2019 ore 16:14 segnala


Una mamma...

Una mamma..
La paura e il silenzio del cuore
Lacrime che non conosceranno mai più un sorriso
Un credo
La vita tra le mani
L' Ingiustizie, l' atrocità, il colpevole
l' umana vita.
......
Lo teneva tra le mani quel corpo
ancora caldo
quel sangue Amore
Come se tutto fosse un minuto prima
Lo guardava negli occhi, il Figlio
parte del mondo intero
Niente vita
Un silenzio sceso in terra
e il cielo buio
Carezza atroce con lacrime disperate
È sempre Amore, ancora più forte
Figlio Mio, Figlio Adorato, Gesù.
1dc7bc82-915d-4973-b774-a809b17ba661
« immagine » Una mamma... Una mamma.. La paura e il silenzio del cuore Lacrime che non conosceranno mai più un sorriso Un credo La vita tra le mani L' Ingiustizie, l' atrocità, il colpevole l' umana vita. ...... Lo teneva tra le mani quel corpo ancora caldo quel sangue Amore Come se tutto fosse...
Post
19/04/2019 16:14:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Nobile gesto?

18 aprile 2019 ore 17:12 segnala



Nobile gesto?


Gesù lavò i piedi ai suoi 12 discepoli. Papa Francesco ha baciato i piedi dei detenuti musulmani ed ora bacia le scarpe dei leader politici. Al di là delle sue nobili intenzioni, il gesto significa sottomissione e perdita della dignità

Cari amici, Gesú nell’ultima cena lavò i piedi ai suoi 12 apostoli per testimoniare loro che i più umili entreranno nel Regno dei Cieli. «Quando dunque ebbe lavato loro i piedi e riprese le vesti, sedette di nuovo e disse loro: Sapete ciò che vi ho fatto? Voi mi chiamate Maestro e Signore e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri. Vi ho dato infatti l'esempio, perché come ho fatto Io, facciate anche voi. » (Giovanni 13,12-15).
Nella Chiesa cattolica il rito della lavanda dei piedi si svolge il Giovedì Santo. Conformemente all’insegnamento di Gesù, Papa Benedetto XVI lavava i piedi a 12 sacerdoti.
Papa Francesco ha modificato il rituale. La lavanda dei piedi avviene non agli apostoli o ai sacerdoti, ma ai detenuti scelti tra le diverse fedi, compresi i detenuti musulmani. Inoltre Papa Francesco non si limita, come Gesù, a lavare i piedi ma bacia i piedi.
Ieri nella sua residenza vaticana a Santa Marta, ricevendo i leader politici del Sud Sudan, è andato ancora oltre perché Papa Francesco ha baciato le loro scarpe. È la prima volta nella Storia che un Papa bacia le scarpe di leader politici.
Cari amici, non ho dubbio alcuno sulla genuinità delle intenzioni e sulla nobiltà d’animo di Papa Francesco che aspira ardentemente alla pace in una terra martoriata da un genocidio e popolata da cristiani ed animisti. Ma un Papa non può e non deve baciare le scarpe di chicchessia, perché è universalmente e storicamente sinonimo di sottomissione e di perdita della propria dignità. L’insegnamento di Gesù di lavare i piedi ai suoi discepoli non è la stessa cosa che lavare i piedi ai detenuti musulmani, così come Papa Francesco è andato al di là dell’insegnamento di Gesù baciando i piedi ed ha screditato la figura del Vicario di Cristo baciando le scarpe dei leader politici.
ef4aa076-a17f-466d-9ccd-fa55996348c0
« immagine » Nobile gesto? Gesù lavò i piedi ai suoi 12 discepoli. Papa Francesco ha baciato i piedi dei detenuti musulmani ed ora bacia le scarpe dei leader politici. Al di là delle sue nobili intenzioni, il gesto significa sottomissione e perdita della dignità Cari amici, Gesú nell’ultima ...
Post
18/04/2019 17:12:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Onore a Fabrizio Quattrocchi

14 aprile 2019 ore 13:15 segnala


Era il 14 aprile 2004, sono già trascorsi 15 anni, ma ricordo come fosse ieri quel video di Fabrizio con una shemagh azzurra che gli nascondeva il volto, inginocchiato, legato, umiliato. «Posso levarmela?» chiedeva, aggiungendo «…così vi faccio vedere come muore un Italiano..». Non glielo consentono, lo giustiziano in una fossa. Agghiacciante. Sconvolgente. Commovente. Straziante. Ma io ho provato anche orgoglio, tanto orgoglio per lui che, in un mondo in cui i Valori vengono sbeffeggiati, in cui la Patria viene vilipesa, credeva e difendeva ancora una “sostanza” che una volta si chiamava Onore. Sì, è stato un Eroe; un antico eroe greco, di quelli di cui raccontava Omero, un antico eroe romano, di cui scriveva Tito Livio; ha rappresentato un’Italia che esiste e resiste, che non vuole morire. Dovremmo insegnare di lui ai nostri figli nelle scuole, intitolargli strade ed istituti, scriverne e parlarne molto.
Invece no, perché nell’Italia di oggi se sei patriottico sei fascista, se sei orgoglioso d’essere Italiano sei razzista, se ti batti per difendere i veri valori sei pericoloso e devi essere zittito. Gli eroi di oggi non devono essere questi, devono essere i “diversi”: diverso colore, diverso sesso, diversa famiglia. Persino chi delinque viene celebrato: si intitolano aule del Senato a chi ha cercato di ammazzare un Carabiniere (e…”sui colpa”… ci ha rimesso la vita); si intervistano e si invitano ad insegnare nelle aule universitarie ex fanatici ed ex brigatisti, si difende l’indifendibile. Tutti individui che, in terra straniera, di fronte alla forca, farebbero di sicuro la morte del coniglio. Dovremmo vergognarci, anzi, dovrebbero vergognarsi.
E’ per questo che Fabrizio è stato dimenticato, volutamente. Questa minoranza guasta, immorale, arrogante, degenere, controllando “ad voluntatem” media e cultura, lo ha etichettato come uno squallido contractor, un mercenario che amava la guerra. Per questa gente la voce di Fabrizio è da mettere a tacere, persino il suo ricordo dev’essere occultato il più possibile: Fabrizio è un’insidia, perché parla di Patria, perché parla di Onore, perché difende valori antichi che vanno sepolti.
Non bisogna tacere, occorre ricordare e rendere onore a chi l’ha meritato; chi rimane in silenzio non ha mai ragione.
Ancora grazie, Fabrizio.
dfd75da5-b3e2-4e1c-9db2-427280bfbf94
« immagine » Era il 14 aprile 2004, sono già trascorsi 15 anni, ma ricordo come fosse ieri quel video di Fabrizio con una shemagh azzurra che gli nascondeva il volto, inginocchiato, legato, umiliato. «Posso levarmela?» chiedeva, aggiungendo «…così vi faccio vedere come muore un Italiano..». Non g...
Post
14/04/2019 13:15:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    11

Mi dichiaro colpevole

03 aprile 2019 ore 17:16 segnala


Mi dichiaro colpevole

"Mi dichiaro colpevole
di sognare a voce alta
di fidarmi dell’altro
di cercare la poesia.
Mi dichiaro colpevole
di dire quello che sento
di scommettere sul sentire
di credere nel detto.
Mi dichiaro colpevole
di sentire che è possibile
piangere un’assenza
lottare un incontro.
Mi dichiaro colpevole
di vivere un altro tempo
di fidarmi di un gesto
di insistere per la verità.
Mi dichiaro colpevole
Sì.
Mi dichiaro colpevole. "

Araceli Mariel Arreche.
cf25f37a-a8fe-4dae-9f28-3180f83c62ac
« immagine » Mi dichiaro colpevole "Mi dichiaro colpevole di sognare a voce alta di fidarmi dell’altro di cercare la poesia. Mi dichiaro colpevole di dire quello che sento di scommettere sul sentire di credere nel detto. Mi dichiaro colpevole di sentire che è possibile piangere un’assenza lottar...
Post
03/04/2019 17:16:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Eri un ceppo!

13 marzo 2019 ore 11:25 segnala


Eri un ceppo!

Eri un ceppo per il fuoco dicevano tutti... togli subito...abbattiamo... non si riprende...
Ed io...aspettiamo non mi arrendo...
Non mi sono arresa ed eccoti qua ...Resilienza sempre... lo so lo so l'ho baciato per la gioia di averlo visto così.... e poi c'è gentaglia che per un supermercato in più li distrugge...
86f133a4-146d-4469-b6be-235d5cf922a0
« immagine » Eri un ceppo! Eri un ceppo per il fuoco dicevano tutti... togli subito...abbattiamo... non si riprende... Ed io...aspettiamo non mi arrendo... Non mi sono arresa ed eccoti qua ...Resilienza sempre... lo so lo so l'ho baciato per la gioia di averlo visto così.... e poi c'è gentaglia ...
Post
13/03/2019 11:25:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    18
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Avevo una pianta di menta

06 marzo 2019 ore 18:12 segnala

Avevo una pianta di menta




Avevo una pianta di menta. Adoravo sentirne il profumo e la curavo come credevo, ai tempi, fosse meglio. Le davo acqua ogni due settimane, poi ogni settimana ma, niente...la mia pianta soffriva e si andava lentamente seccando A questo punto successe qualcosa di magico... si ruppe la guarnizione del tubo che portava l'acqua alla pianta ...le gocce cadevano lentamente ma incessantemente...e, dopo qualche giorno, la mia menta divenne bella e rigogliosa
E se fosse questo il segreto? Se anche l'Amore dovesse essere dispensato lentamente ma assiduamente ed incessantemente perchè possa portare felicità alla nostra vita?
0d6dbdcc-8032-4b4a-89aa-302fc3822132
« immagine » Avevo una pianta di menta Avevo una pianta di menta. Adoravo sentirne il profumo e la curavo come credevo, ai tempi, fosse meglio. Le davo acqua ogni due settimane, poi ogni settimana ma, niente...la mia pianta soffriva e si andava lentamente seccando A questo punto successe qualc...
Post
06/03/2019 18:12:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Un elefante in giro per Milano

01 marzo 2019 ore 11:21 segnala




Un elefante in giro per Milano.

No, non è la scena di un film, ma quello che si sono ritrovati di fronte decine di automobilisti che - increduli e spaventati - passavano vicino all'Idroscalo. Prima di venir riportato nella sua prigione, per pochi minuti quell'elefante ha potuto assaporare la libertà. Quella che, per il "divertimento" di pochi, gli è stata negata a vita.

Ministro Alberto Bonisoli, fate presto ad approvare il Decreto attuativo per la liberazione degli animali nei circhi: il vero spettacolo è la libertà!



#stopanimalinelcirco
1a17098e-a174-4093-9cf8-fc08da1850bb
« immagine » Un elefante in giro per Milano. No, non è la scena di un film, ma quello che si sono ritrovati di fronte decine di automobilisti che - increduli e spaventati - passavano vicino all'Idroscalo. Prima di venir riportato nella sua prigione, per pochi minuti quell'elefante ha potuto as...
Post
01/03/2019 11:21:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Condivisione...

28 febbraio 2019 ore 16:21 segnala


Condivisione...

Non rinuncio mai alle persone o alle cose che amo, ma...non faccio dipendere da loro la mia felicità. Io sono già felice, qualsiasi situazione si aggiunga servirebbe solo ad arricchire questo mio stato...diventerebbe quindi una splendida condivisione...


6f5a8ba3-3afd-4b92-8eef-88f32937bdd1
« immagine » Condivisione... Non rinuncio mai alle persone o alle cose che amo, ma...non faccio dipendere da loro la mia felicità. Io sono già felice, qualsiasi situazione si aggiunga servirebbe solo ad arricchire questo mio stato...diventerebbe quindi una splendida condivisione...
Post
28/02/2019 16:21:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11
  • commenti
    comment
    Comment
    6