L'orologiaio 2011

01 luglio 2018 ore 13:10 segnala

PREMESSA

E’ la terza opera di Luigi Elia, che continua a riproporsi nel panorama letterario cercando che gli venga riconosciuto un nuovo genere letterario: “Giallo Tenue” o “Giallo sporco”. Uno scrittore prolifico che dal 2007 ad oggi è riuscito a rimettersi in gioco ogni volta con un esperimento sempre più ricercato.
La sua aspra visione del mondo, le sue riflessioni rasentano la filosofia e lo stile sembra quello di uno scrittore compasso, cioè dall'inizio che pone un quesito dopo un lungo cerchio si arriva alla risposta nel finale.Sembra quasi di assistere ad uno sceneggiato televisivo, nel quale una o più vicende sono intervallate da profondi pensieri. Per le dure critiche l'autore viene definito come scrittore politico ed infatti, la descrizione dei poteri che ci governano non è mai generosa.
La vicenda, narra di una serie di omicidi commessi da una figura insospettabile, che per la loro dinamica e la precisione sono riconducibili ad un amante dell'orologeria.
Alberto Messali è un'ispettore di polizia, burbero ma molto capace e il suo indagare su questa serie di omicidi lo porterà a scontrarsi con dei personaggi di potere che tenteranno di ostacolarlo. Una setta, un'oligarchica associazione di potere, che cerca dopo essersi impadronita della città sta cercando di espandere il suo dominio è severamente attaccata da un assassino che senza apparente motivo, uccide tutti coloro che ne fanno parte. L'investigatore si ritroverà a fare i conti con una verità occulta: la massoneria. Non vi è lieto fine e, come di norma l'autore fa capire che l'omicidio non è un evento straordinario, ma figlio naturale dei tempi in cui viviamo e la risoluzione di esso, non renderà il mondo un posto migliore.
Un viaggio nella storia della massoneria, che seppur si dice fosse nata per esaltare ed elevare l'essere umano è gestita da semplici persone che come tutti, avide ed egoiste, pensano a rafforzare il loro potere ed accrescere le proprie ricchezze.
5e86705c-22aa-40a0-9b4c-7231c3484e60
« immagine » PREMESSA E’ la terza opera di Luigi Elia, che continua a riproporsi nel panorama letterario cercando che gli venga riconosciuto un nuovo genere letterario: “Giallo Tenue” o “Giallo sporco”. Uno scrittore prolifico che dal 2007 ad oggi è riuscito a rimettersi in gioco ogni volta con u...
Post
01/07/2018 13:10:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.