terreno minato

16 novembre 2017 ore 11:14 segnala
qual'è il "pericolo" di essere iscritto ad un social? il primo fra tutti è quello che, a meno che non si conosca di persona la persona con cui si interagisce, gli "sconosciuti" possono raccontarti qualsiasi favola o stile di vita!
secondo: il fatto che quando si esprime un opinione o pensiero viene "scritto" e non "detto" guardandosi negli occhi... questo implica che gli interlocutori non sono a conoscenza del vero stato d'animo con cui si "scrive"... per questo io sono solito usare punteggiatura corretta, non scrivo mai abbreviato e spesso accompagno i miei commenti, pensieri con degli smile: questo perchè vorrei che il mio "scrivere" si trasformasse in un vero e proprio dialogo! :-) :-) :-)
d3eb5e9f-d072-4f93-9fab-18da4c7eee76
qual'è il "pericolo" di essere iscritto ad un social? il primo fra tutti è quello che, a meno che non si conosca di persona la persona con cui si interagisce, gli "sconosciuti" possono raccontarti qualsiasi favola o stile di vita! secondo: il fatto che quando si esprime un opinione o pensiero viene...
Post
16/11/2017 11:14:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

la sequenza di numeri che manderei ad una civiltà aliena

20 ottobre 2017 ore 18:21 segnala
questa è una sequenza di numeri che manderei come messaggio ad una civiltà aliena:
48841
70225
97969
133225
177241
231361
297025
375769
469225
579121
707281
questi numeri, all'apparenza insignificanti invece hanno una logica ben precisa: sono tutti quadrati perfetti! potrei andare avanti all'infinito per trovarne altri, cosa che ho già fatto. che io abbia cominciato da un numero come 48841 ha il suo motivo, io ho cominciato da 0... ma è troppo facile trovare un quadrato perfetto composto da un numero composto da una cifra,da due cifre o da tre cifre... è folle invece andare a trovare dei quadrati perfetti quando i numeri in questione superano le quattro cifre: o passi mesi a scomporre numeri in fattori di numeri primi oppure fai affidamento su una semplice formula creata da un antico filosofo greco, provata da un matematico francese e dimostrata da uno scienziato dei nostri tempi... nel 1994... questa è la sequenza di numeri che,io, manderei ad una civiltà aliena per poter comunicare con loro, loro capirebbero!!! questa sequenza ha un'altra particolarità molto interessante, ma non la scrivo!

una sequenza di numeri..

20 ottobre 2017 ore 12:10 segnala
quando avrò tempo scriverò un blog inserendo solo una semplice sequenza di numeri... sembreranno numeri casuali, senza senso, ma che invece hanno un' incredibile senso logico!
credo che solo un occhio attento e veloce nel leggerli capirebbe a cosa mi riferisco, potrebbe diventare un messaggio da mandare ad una civiltà aliena, talmente è coerente... anche perchè i numeri primi si nascondono dietro l' incertezza di trovali con una certà regolarità! impossibile, trovare una formula che ti dica qual'è un numero primo successivo al precedente è come riuscire a risolvere una singolarità matematica usando, appunto, una formula!
per farmi furbo la sequenza di numeri che manderò saranno cifre superiori al migliaio, esempio non vi scriverò un numero tipo: 997... ma comincerò da un numero contenente almeno cinque cifre, tipo: 11.694...
778705a9-d98a-4ca4-986d-6bc05ae8adbf
quando avrò tempo scriverò un blog inserendo solo una semplice sequenza di numeri... sembreranno numeri casuali, senza senso, ma che invece hanno un' incredibile senso logico! credo che solo un occhio attento e veloce nel leggerli capirebbe a cosa mi riferisco, potrebbe diventare un messaggio da...
Post
20/10/2017 12:10:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

ciao papà.... a presto, lassù!

11 ottobre 2017 ore 11:31 segnala
non sei stato un buon padre, ne un buon marito ma preferisco ricordare di te piccole e sporadiche soddisfazioni che ci hanno reso, anche solo per poco, felici!
hai reso felice la mamma regalandole ben 5 figli, che ancora adesso sono in buona salute, l'hai resa felice agli inizi della vostra controversa storia d' amore...
io e te ci siamo azzuffati per il gioco, per la mia natura che nel pensiero non accetta compromessi... ed è chiaro che io non sia stato un figlio perfetto e non lo sarò mai!
però ricordo la tua passione per la natura, tant'è che ancora oggi c'è parte di questa casa che sembra assomigliare ad' autentica enciclopedia di national geographic tante sono le video cassette e tanti i libri che hai lasciato qui, andando via di casa 19 anni fa... così, per incanto, senza far sapere a nessuno di quella tua fuga! poi lo abbiamo scoperto, ma direi che oramai è acqua passata...
un episodio della "mia vita" ricorderò sempre: quando spaccai la mia chitarra elettrica dopo aver avuto un diverbio con il gruppo con cui suonavo, manico spezzato, ripararla sarebbe stato inutile... tu senza dirmi nulla delle tue intenzioni ti mettesti d' accordo con la mia fidanzata che conosceva il modello di chitarra che io suonavo, tenendo conto anche del fatto che io sono mancino... e che sorpresa fantastica fu quando andai a ritirarla, nuova, identica, stesso modello... tu in quel momento sei stato un vero papà, perchè non sopportavi vedermi piangere per quella chitarra che avevo rotto! magari la mamma e i miei 4 fratelli potrebbero raccontare altri aneddoti su ciò che di buono hai fatto, io mi ricordo solo questo ed alcune chiaccherate riguardo alla scienza...
non sei stato un vero padre, ma un cliente di un albergo chiamato casa, ma ora che sò della tua scomparsa parte del mio corpo è come se fosse stata tagliata perchè tu, con la mamma mi hai dato la vita!
un 'ultima cosa, sono scettico, come tu ben sai , sulla spiritualità ma spero di rivederti, perchè ho l'impressione che ci rivedremo presto!
ciao papà!

è lecito credere, avere fede...

02 ottobre 2017 ore 22:18 segnala
perchè abbiamo fede? cos'è il senso del libero arbitrio? chi è dio? perchè l'essere umano è cattivo? perchè lo è in nome di dio? da cosa ci si vuole proteggere o giustificare? chi ha creato l' infamia, il dissenso e il disprezzo? se l'amore vince su tutto perchè odiamo? vorrei essere piccolo, ma piccolo, come un quark, credo che riceverei le risposte... però sono macroscopico, quindi risposte non ne avrò mai! se credo in dio: "si!"... credo in lui ma non nella religione e nella sua forma di potere!

amore...

16 maggio 2017 ore 17:28 segnala
dovessi scrivere di amore mi verrebbe da scrivere : cos'è l'amore? l'amore è il bene e il male! se si ama perchè si tradisce? se si ama perchè basta l' aspetto fisico per cadere nell' oblio del tradimento? se si ama perchè si odia? se si ama perchè si pretende solo di essere amati? se si ama perchè non amiamo e basta? cosa ci costa?
mi dite voi cos'è l'amore? io lo so!
9b53ea1c-3fc3-45d2-a871-c6fef7f1ff46
dovessi scrivere di amore mi verrebbe da scrivere : cos'è l'amore? l'amore è il bene e il male! se si ama perchè si tradisce? se si ama perchè basta l' aspetto fisico per cadere nell' oblio del tradimento? se si ama perchè si odia? se si ama perchè si pretende solo di essere amati? se si ama perchè...
Post
16/05/2017 17:28:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

il senso del nome della mia stanza!

12 maggio 2017 ore 11:34 segnala
"un bimbo"... che cacchio di nome ho dato al logo della mia stanza! ehhh :-))) , ma un motivo c'è! mi capita spesso di ascoltare domande che mi pongono i bimbi su diverse questioni che possono andare dal semplice gioco a discorsi più impegnativi... non scriverò di questi discorsi "impegnativi" perchè, in fondo, sono le solite domande che un bimbo si pone chiedendosi delle cose strane che si possono ammirare, vivere, condividere o meno nella vita...ma una cosa apprezzo: la sana e genuina ingenuità con cui ti vengono posti certi quesiti, perchè un bimbo ti porrà delle domande con il senso della curiosità, senza sapere se ciò che chiede sia giusto o sbagliato! un bimbo ti chiederà, ti risponderà con lo spirito di uno "SPIRITO LIBERO", senza vincoli di sorta... noi adulti a questo punto diventiamo più infantili di un bimbo perchè, invece, ragioniamo sul nostro modo di considerare quello che è giusto o sbagliato... come essere davanti ad un bivio e come bambini chiedersi quale strada prendere!
un bimbo è anche l'icona della stanza dal momento che è la foto del nostro mondo che si è liberato della sua infanzia per diventare adulto!
un bimbo è anche qualsiasi specie animale non dotata di ragione, risentimento e coscienza! in pratica, per me, "un bimbo" è sinonimo di purezza!
purezza di intenti, purezza dell' essere NATURALI, quella purezza che ti consente di non avere pregiudizi e, quindi, non giudicare.... io sono una testa di cazzo proprio per questo: perchè sogno purezza, ma sò che non sarà mai possibile ottenerla! :-)
aedcf34a-d412-4b26-baea-9679b4acca07
"un bimbo"... che cacchio di nome ho dato al logo della mia stanza! ehhh :-))) , ma un motivo c'è! mi capita spesso di ascoltare domande che mi pongono i bimbi su diverse questioni che possono andare dal semplice gioco a discorsi più impegnativi... non scriverò di questi discorsi "impegnativi"...
Post
12/05/2017 11:34:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

e bravo stefano!

10 maggio 2017 ore 11:51 segnala
stefano è un nipote di soli 13 anni che si sta affacciando solo adesso alle "curiosità" che la natura ci dona e che ci danno la possibilità di esistere.
la cosa che mi ha chiesto ieri potrebbe sembrare una stupidaggine, invece non lo è assolutamente... ha letto un articolo sulle stelle di neutroni e quando ci siamo sentiti mi ha chiesto cosa voglia dire avere 198 milioni di tonnellate compresse in un solo centimetro cubico... allora io gli ho risposto:" prendi 26.000 portaerei, oppure, il monte everest e comprimili in uno spazio non più grande del volume di una zolletta di zucchero, questa si chiama densità!" il suo ragionamento è stato giusto: ma una sbarra di acciaio è durissima, non la puoi spezzare, come può esistere qualcosa di più duro di una sbarra di acciaio? come si fa a comprimere il monte everest in una zolletta di zucchero? io gli ho spiegato che la durezza di un materiale noi la percepiamo grazie alle leggi fisiche ed energetiche di particelle come gli elettroni che impediscono che tu possa attraversare con un pugno la superfice di un tavolo... se tu "potessi" toccare la durezza della crosta superficiale di una stella di neutroni sarebbe come toccare la durezza di una sbarra di acciaio, ma con una differenza enorme: che talmente è densa e compressa la materia di una stella di neutroni che la sua gravità ti schiacerebbe al suolo fino a farti diventare parte della stella stessa... se tu tocchi una sbarra di acciaio, un diamante, o un pezzo di marmo non avranno mai la densità tale da risucchiarti... ma prova a prendere la densità di un centimetro cubo che pesa 198 milioni di tonnellate e " appogialo" sul suolo terrestre... ti buca il pianeta da parte a parte!

il colore nero, perchè lo amo?

05 maggio 2017 ore 17:13 segnala
io amo il colore nero perchè non è un colore... non lo amo perchè da ispirazione a cattiveria, satanismo, o cose del genere, altrimenti lo disprezzerei... amo il colore nero per il semplice motivo che rappresenta "nulla"... il bianco abbaglia, è il colore della bontà che, però, non fa parte di noi! saremmo tutti buoni a discapito dei cattivi! e chi sono i cattivi? amo il nero per la sua purezza, amo il nero perchè quando chiudo gli occhi vedo nero, nessun colore! il nero non è un colore, il bianco, il grigio, il giallo, il rosso e il blu lo sono... il nero è lo sfondo del nostro cosmo e nessuno mi ha ancora spiegato perchè il cielo è nero! fra le altre cose si dice "che il nero sta bene con tutto!"... ecco, io amo il nero perchè non esiste... ma voi percepite il nero come colore? impossibile! chiudete gli occhi nel buio più completo, la vostra vista avrà ancora quel senso visivo che vi farà "vedere" macchie di bianco... questa si chiama ottica, una delle scienze più difficili da comprendere!

tutto per scontato...

04 maggio 2017 ore 11:11 segnala
se penso alle battaglie scientifiche che si sono combattute nella prima metà del secolo scorso capisco perchè gli scienziati si sono ritrovati addosso l' appellativo di "PAZZI"... nessun profano poteva immaginare le implicazioni che sarebbero scaturite dalle due teorie della relatività e dalla rivoluzione non solo scientifica ma anche filosofica della meccanica quantistica... a quei tempi si lavorava ancora con pezzi di legno, scatole fatte di ingranaggi, si scriveva sulle lavagne e quei pazzi passavano settimane a fare calcoli ed esperimenti mentali... noi adesso li definiamo "pazzi" perchè abbiamo tutto ciò che ci è utile, come se ciò che usiamo quotidianamente sia esistito da sempre... il fatto è che diamo per scontato tutto quello che ci è intorno perchè noi ci siamo nati con le comodità dell' evoluzione scientifica, a meno che non si sia dei novantenni, loro si che hanno vissuto il vero progresso di queste due teorie che hanno rivoluzionato il mondo!