Visione centralizzata e visione periferica

15 giugno 2018 ore 18:38 segnala
Secondo voi di cosa sto parlando?
Visione centralizzata che centra; visione periferica periferia,lato.
La prima serve per vedere il dettaglio, quindi vedere la farfalla a 5 metri; però il movimento che avete notato della farfalla e che ha richiamato la vostra attenzione, l'avete effettuato con la seconda.
Da questo si evince che la visione nitida o centralizzata è una piccolissima porzione del campo visivo; tutto il resto è visione periferica, quindi molta.
Ora secondo voi se una persona passa diverse ore a al computer, tablet, smartphone o leggere cosa userà di più?
Dai vi rispondo la visione centralizzata, quindi molte volte sarebbe una cosa utile mettersi vicino qualcosa che possa attirare l'attenzione come il movimento della farfalla. Per esempio ora che incomincia a fare caldo ogni tanto agitare le mani lateralmente può essere molto utile ad ampliare il campo visivo o dei fogli riflettenti o colorati sul tavolo così ogni tanto notiamo dei luccichii.
La cosa importante è non sovraccaricare troppo la vista del dettaglio ed ogni tanto staccare che c'è pure un modo molto più ampio e aperto, e il movimento fa questo.
a5e130c4-5fbb-4952-a036-29645774bff9
Secondo voi di cosa sto parlando? Visione centralizzata che centra; visione periferica periferia,lato. La prima serve per vedere il dettaglio, quindi vedere la farfalla a 5 metri; però il movimento che avete notato della farfalla e che ha richiamato la vostra attenzione, l'avete effettuato con la...
Post
15/06/2018 18:38:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Stare al buio serve alla vista?

13 giugno 2018 ore 15:34 segnala
Per rispondere vorrei raccontare un aneddoto, raccontatomi.
questa persona stava facendo un giro con uno scooter per l'Africa non è ne importante il luogo, che neanche ricordo perchè non serve ai nostri fini, ma ad un certo punto si bruciò il faro. Cavolo li è buoi ..non ci sono fari ogni 5 metri come qui.
Era andato da uno del posto per farsi cambiare la lampadina, e questo aveva tolto le viti e cambiato le lampadine praticamente al buio....e da questa storia mi sono reso conto ma noi qui nessuno ci sarebbe riuscito in quella condizione a fare la stessa cosa.
E da ciò ho compreso che stare al buoi è fondamentale per avere una vista più completa; anche perchè la vista diurna funziona in un modo, la vista notturna usa altri meccanismi che con la luce diurna è meno evidente.
Quindi la risposta è si.
Stare al buio che non deve essere completo, ma tipo in una stanza buia senza nessuna luce accesa e questo vale pure per le spie dei televisori, monitor, caricabatterie ecc. e tirare giù la tapparella fini a tenere due o tre strisce di spazio in quelle più in alto e questo per almeno 45 minuti.
Fare ciò stimolerà molto la vista notturna, la visione periferica e quindi i bastoncelli.
D'ora in poi almeno una volta a settimana sapete cosa fare stare al buio.

L'aiuto più grande che si può fare per la vista?

07 giugno 2018 ore 09:34 segnala
Siamo a giugno queste sono le giornate più lunghe di tutto l'anno quindi con tantissime ore di luce diurna.
Visto che ormai con la vita che si fa stiamo sempre con la luce elettrica sia di giorno che di notte; è ora di approfittare delle giornate che si prospettano.
Quindi se potete cercate di svegliarvi presto, così potete godervi la luce diurna del sole e tutti i benefici che ne potete ricavare, una vista migliore , più vitamina D, più energia, più vitalità, più benessere:
Con stare alla luce non intendo dire che bisogna stare 12 ore al sole ma semplicemente all'aria aperta, poi certo stare un po' alla luce diretta del sole può fare solo che bene anche se non bisogna esagerare e e prendere di stare troppe ore di fila quando non ci stiamo mai in tutto l'anno.
Come ogni cosa ci vuole intelligenza e saper come funziona.
Poi il sole all'alba e al tramonto sono fatti apposta per essere osservati, dopo no. Il sole è vita quindi,quando c'è ,soprattutto in zone come milano , torino ecc...approfittatene che è tutta salute.Comunque anche stare al buoi è molto importante ma questo ne parlerò un'altra volta.
Si può stare ad occhi chiusi col sole diretto sulle palpebre, così si hanno tutti i benefici sia del sole diretto e del calore su tutto il viso sia sule palpebre o non si rimane accecati dal sole diretto, e stando con gli occhi chiusi se lo si fa con regolarità ,aiuterà a diminuire la difficoltà di stare all'aperto con la luce diurna.
f8a86725-7a33-4178-a0ff-86801b0a15eb
Siamo a giugno queste sono le giornate più lunghe di tutto l'anno quindi con tantissime ore di luce diurna. Visto che ormai con la vita che si fa stiamo sempre con la luce elettrica sia di giorno che di notte; è ora di approfittare delle giornate che si prospettano. Quindi se potete cercate di...
Post
07/06/2018 09:34:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Cercare di vedere o non cercare di vedere ?

03 giugno 2018 ore 14:45 segnala
Qualcuno di voi penserà che vuol dire? E devo dire che fino a due anni fa pure io ero della stessa opinione, ma ora mi è più chiaro; e cercherò di spiegarlo per come posso.
Questo argomento è un tasto molto dolente, soprattutto per chi ha problemi visivi.
Perchè chi ha una vista difettosa cerca di vedere, e questo è un grande errore; lo dimostra il fatto che chi vede bene, se gli chiedi cosa fa per vedere non risponde nulla ti dice che semplicemente vede :P.
Quindi se cercate di vedere vuol dire che probabilmente potreste incominciare ad avere difficoltà visive o siete molto stressate che poi è un po' la stessa cosa.
Allora siamo arrivati alla soluzione del dilemma chi vuole avere una buona vista deve:
Non cercare di vedere,
semplice no ? :D

La vista è un gioco?

30 maggio 2018 ore 18:56 segnala
Una cosa che a me fa molto pensare è che quando una persona ha una piccola o un inizio di difficoltà visiva, l'unica possibilità che propinano sono delle lenti.
Io mi chiedo perché? In fondo se uno ci ha visto sempre bene fino a quel momento, è come dire oggi faccio fatica a camminare,puf da oggi e per sempre mi metto le stampelle, Mah...
Quindi perchè invece uno che ha difficoltà visive non si mette a giocare magari con palline e cerca di seguirle, o veder scorrere un fiume, o le foglie degli alberi o se è di milano centro perchè no vedere seguire con gli occhi il movimento delle scale mobili e noterebbe praticamente subito che la difficoltà varia quasi sempre in meglio fino a non notare più la difficoltà.
Magari se ad una persona piace giocare a carte comprare carte da gioco grandi e poi più piccole fino a quelle molto piccole, la cosa migliore è prenderle identiche quindi con gli stessi colori, figure e forme, ma sempre più piccole, questo stimolerà molto la vista ed in più giocherete pure :D.
Il gioco è fondamentale per imparare e rimparare qualcosa di perso.
Poi ognuno troverà il suo modo di giocare con la vista che possono essere innumerevoli.

La vista non è solo il visus

18 aprile 2018 ore 18:50 segnala
Nella maggior parte dei casi la vista viene considerata solo come il visus, cioè vedere i classici e famosissimi 10/10, che sono molto diverse dalle diottrie delle lenti.
Quindi come si può dividere la vista nei suoi componenti,sicuramente gli occhi, organo della vista, ma sapevate che ne nella vista l'occhio influisce solo il 30%, invece il restante 70% ne è responsabile il cervello e la mente.
Da ciò potremmo anche dire che anche un errore di rifrazione se compensato dal cervello una persona potrebbe benissimo vedere bene, però forse è azzardato affermare questo, forse ne parlerò in altri post.
Ora ritorniamo al titolo se la vista non è solo il visus quali sono gli altri parametri?
Il contrasto (ecco perchè ho sfondo nero con scritte bianche per avere il miglior contrasto e di più riposante lettura), luminosità, profondità, contorno degli oggetti,
colore, ombra, tridimensionalità degli oggetti e anche delle immagini, gli assi visivi, ampiezza del campo visivo, mobilità geli occhi e la lacrimazione (lubrificare bene l'occhio sbattendo le palpebre in modo regolare e bere molta acqua).

Forse da oggi sapete qualcosina in più. Alla prossima