Ieri

29 ottobre 2019 ore 19:19 segnala
Ieri come tanto tempo f , la testa fra le foglie dell'ulivo a cercarne i frutti e la luce che arrossisce prima di sparire , rimango cos nel silenzio della notte col lumino in testa e sento d'esser solo , come solo pu esser un albero , una solitudine bella e piena di ricordi , di ricordi , sai mi ci voluto coraggio e tu eri l fra le foglie , fra quei numeri che rimangono anche quando ti aspetti che gli anni possano cancellare tutto , certe cose no , rimangono scolpite in chiss quale pietra che in una notte cos ti fa inciampare , scrivo, parte ed io sono etere poi il filo ed onda radio ed etere , sono nella tua tasca allo squillare , sono li quando riconosci il numero , quando mi maledici o benedici , quando rispondi ed io vorrei che fosse adesso giovedi , vorrei che fosse sempre ieri , vorrei che fossero quei giorni di tanti f , quelle scale mentre dovevo andare , non ti ho potuto dimenticare , anche volendolo , ti ho vista piangere fra le mie rabbie e le mie lacrime per te.
f8132612-30ff-4e7d-90bd-8a3b30736a93
Ieri come tanto tempo f , la testa fra le foglie dell'ulivo a cercarne i frutti e la luce che arrossisce prima di sparire , rimango cos nel silenzio della notte col lumino in testa e sento d'esser solo , come solo pu esser un albero , una solitudine bella e piena di ricordi , di ricordi , sai mi...
Post
29/10/2019 19:19:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. bialy 30 ottobre 2019 ore 17:34
    la semplicit delle tue parole le rende grandi e profonde, scritte con l'anima, bellissime :-)
  2. zoroapiedi 30 ottobre 2019 ore 18:53
    Grazie "bialy" , veramente non s cosa dire , cosa rispondere , posso solo ringraziare

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.