Dei non lo so...

26 luglio 2021 ore 13:56 segnala
Non riesco a pensare ad una vita in evoluzione senza che questa comporti la necessità di compiere delle scelte. È inevitabile. E non importa se si è istintivi o razionali: una decisione bisogna prenderla. Che sia per crescere, per migliorarsi o più semplicemente per abbandonare una condizione di apatia che non fa andare avanti.
Trovarsi davanti ad un bivio significa a volte dover scegliere tra il tutto e il niente, tra il bene e il male, tra un si e un no. Impossibile avere a disposizione la ben nota via di mezzo, quella dell'equilibrio, del giusto confine, della medietà: o si prende un cammino o si va dalla parte opposta.

Importante è incamminarsi... il " non lo so..." rischia di bloccare ogni qualsiasi altro tentativo di portare avanti la propria vita: l'apatia, appunto.

Non sapere quale strada prendere significa, secondo me, ponderare una scelta cercando di capire se faranno più male i rimorsi o i rimpianti. Vale a dire: aver paura di decidere per una eventuale scelta sbagliata piuttosto che trovare la giusta convinzione e fermezza per una scelta eventualmente giusta. E sottolineo " eventuale " perchè sono convinto che una scelta non è mai giusta o sbagliata.

Mi ritrovo ad aver fermato la mia vita per un " non lo so " che non fa parte, però, del mio percorso.
Mi ritrovo, cioè, a dover compiere una scelta avendo davanti solo una strada: quella che con convinzione e fermezza so non essere la mia strada perchè sarà quella dei rimorsi e dei rimpianti.
È la strada di un percorso altrui.

Ho provato a fermarmi con te, ad aspettare al bivio per vedere quale direzione avresti preso ed eventualmente seguirti.
Adesso è ora che io inizi ad incamminarmi... da solo.
Buon lunedi..L.
0e8e4165-6b00-4725-8742-68eaab00a476
Non riesco a pensare ad una vita in evoluzione senza che questa comporti la necessità di compiere delle scelte. È inevitabile. E non importa se si è istintivi o razionali: una decisione bisogna prenderla. Che sia per crescere, per migliorarsi o più semplicemente per abbandonare una condizione di...
Post
26/07/2021 13:56:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Nessuno riderà....

22 luglio 2021 ore 17:36 segnala
Ho da poco finito di leggere "Amori ridicoli" di Kundera. Il libro, che poi non sarebbe altro che una raccolta di racconti, mi lascia un senso di dolcezza che mano a mano svanisce depositando un retrogusto amaro, o è il contrario? Il racconto "Nessuno riderà" è il più incisivo, quello che rimane più a lungo.

In fondo, il tema è quello dell'ineluttabilità del destino. Davvero siamo delle marionette nelle mani di qualcosa d'ineluttabile? Allora perchè vivere? Perchè sognare e lottare per qualcosa? Una mano invisibile ci smuove e ci conduce a suo piacimento, nell'Olimpo o nella melma più schifosa.

Che succede quando ci ritroviamo nella melma più schifosa? Come può l'uomo ribellarsi a tanto schifo? Non fare nulla e attendere di essere completamente imbrattati di fango o ribellarsi, agitarsi, urlare, tentare, ridicolizzarsi... Mi attrae molto la prima opzione, non fare nulla, esorcizzare il fango, la solitudine, il tradimento, l'ingiuria, la morte, la falsità.

Nell'istante in cui la melma prende coscienza che non farai nulla per ripulirti, non ha più ragione di esistere, non può farti più del male, la tua apatia diventa la sua fine, il destino ha vinto ma anche l'uomo avrà motivo di "festeggiare" la sua macabra vittoria. L'altro ieri ho visto in tv una ragazza con il volto deturpato dall'acido. Il suo ex ha pensato bene di rovinarle la vita. Ma lei sembrava rinata, il tempo l'aveva resa forte, fiera, più bella. Era diventata un'attivista, parlava con parole incredibili. La sua vittoria s'era compiuta. Questa ragazza, affrontando il suo destino, ha dimostrato al mondo che la melma si può sconfiggere e con essa la follia che spinge gli uomini e la vita a distruggere quel che gli capita sotto tiro.

In questo mondo ognuno nasce per affrontare qualcosa, ma la melma e lo schifo sono sempre lì, in attesa... c'è anche qualcos'altro, una parte di noi e della Natura che non può essere intaccata, potrei chiamarla dignità oppure bellezza. Potrei chiamarla verità o purezza. Potrei chiamarla intelligenza.
Buon Pomeriggio. L.

mamma...

17 luglio 2021 ore 15:08 segnala
È un sogno, si un brutto sogno ora apro gli occhi e tutto tornerà come prima, prima di quella notte, quando lo squillo del telefono interruppe, violentemente, il mio sonno.
Odio Ottobre perché mi ha portato via Te mamma.
Mi dicono "forza.. devi reagire,, ora non serve piangere"... devi, devi.. ma che cosa DEVO?!
Il mio cuore si è spento quella notte, la mia mente si ribella...
Perché è così difficile il distacco da Te mamma?
Dicono che hai fatto una "bella morte".. cos'è bella?!
Tu amavi vivere, amavi i tuoi momenti trascorsi con i tuoi nipoti, con me ultimamente ti confidavi anche su argomenti che prima ritenevi... non opportuno raccontarmi...
Entrare nella Tua casa, sentire il tuo profumo dappertutto: negli armadi, nei cassetti. Rimanevo ore ad annusare con gli occhi chiusi i tuoi vestiti.. ti vedevo davanti a me.. mentre li indossavi.
Il giorno che sono entrata per l'ultima volta nella tua casa, accarezzavo lentamente i mobili e mentre lo facevo ti parlavo, ricordando com'eri orgogliosa di come avevi arredato la tua casa,"
Oh mamma.. com'è doloroso tutto questo.
Venire a trovarti "qui nella tua.. nuova.. casa, fredda e buia" è triste
Le mie mani accarezzano questo marmo rallegrato dai colori dei fiori. A te piacevano tanto i fiori.
Il mio sguardo va oltre quel marmo e ti vedo.. si ti vedo, chiusa li dentro senz'aria, senza luce e vorrei Urlare chiamarti MAMMA perché è così difficile il distacco da te.
Buon sabato L.
a6e4d43c-7ca9-416f-9e5b-c03f51547816
È un sogno, si un brutto sogno ora apro gli occhi e tutto tornerà come prima, prima di quella notte, quando lo squillo del telefono interruppe, violentemente, il mio sonno. Odio Ottobre perché mi ha portato via Te mamma. Mi dicono "forza.. devi reagire,, ora non serve piangere"... devi, devi.. ma...
Post
17/07/2021 15:08:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Essere felici insieme (dedicata)

14 luglio 2021 ore 12:39 segnala
Condividiamo tutto ciò che è nostro,
il mondo fa da cornice ai nostri sorrisi.
Vinciamo le piccole paure
e scacciamo via gli incubi più brutti;
la luna è tetto dei nostri sogni,
le stelle lucchetti dei nostri desideri;
le nuvole piccoli baci da regalare al cielo...
Com'è bello sorridere quando il tempo scorre
e noi due lo viviamo stando accanto!
Esser felici insieme è un'emozione strana;
è rabbrividire più velocemente dei battiti del cuore.
Buona giornata L.
0f2cc61a-07a4-4104-bc85-14067369e680
Condividiamo tutto ciò che è nostro, il mondo fa da cornice ai nostri sorrisi. Vinciamo le piccole paure e scacciamo via gli incubi più brutti; la luna è tetto dei nostri sogni, le stelle lucchetti dei nostri desideri; le nuvole piccoli baci da regalare al cielo... Com'è bello sorridere quando il...
Post
14/07/2021 12:39:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

UMANO..

14 luglio 2021 ore 12:12 segnala
Umano…è colui che è buono.. colui che è sensibile.. paziente, altruista.. colui che si fa carico delle sofferenze altrui, colui che è in grado di provare dei sentimenti verso qualcuno o qualcosa senza la pretesa di vederseli ricambiati, colui che ha dei limiti fisici imposti dalla natura che non può e non deve assolutamente tentare di valicare…, umano è colui che possiede un cuore..;nessuno si è mai soffermato sul significato di questa parola.. che sentiamo e usiamo così spesso ma tante volte inconsapevolmente. Cerchiamo di ritrovare dentro noi stessi il vero significato di questa parola.. in modo che un domani i nostri figli sappiano che non viene usata solo per ironizzare, o per distinguerci dagli animali.. perchè a volte l’essere umano, che è dotato di una coscienza che gli fa provare eventualmente provare rimorso.…compie azioni che qualsiasi bestia sulla faccia della terra non compierebbe mai e poi mai …come uccidere un figlio, una moglie, un marito, un padre e una madre… E allora, se veramente abbiamo un cuore cerchiamo di usarlo e di capire che oltre al significato scientifico un essere umano è colui che ama i suoi simili ed è uguale a loro in tutto e per tutto; che sia musulmano, cristiano, induista, ortodosso e via di seguito, o che abbia la pelle nera o bianca…che sia attraente.. che sia meno attraente, che abbia menomazionio fisiche o mentali..è e resterà sempre un essere umano!!! Cerchiamo di fermarci a riflettere su queste considerazioni così semplici ma allo stesso tempo per nulla considerate.. visto che orami sono retorica, roba superata.. inutile!! Troviamo il coraggio di tirare fuori solo il nostro lato migliore…se abbiamo un cuore.. e se è UMANO!!!
Buona giornata.. L.
c152c16e-b1af-432d-a184-5af589290551
Umano…è colui che è buono.. colui che è sensibile.. paziente, altruista.. colui che si fa carico delle sofferenze altrui, colui che è in grado di provare dei sentimenti verso qualcuno o qualcosa senza la pretesa di vederseli ricambiati, colui che ha dei limiti fisici imposti dalla natura che non...
Post
14/07/2021 12:12:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

I sentimenti!

13 luglio 2021 ore 12:27 segnala
I Sentimenti delle persone sono talmente forti che possono
“smuovere anche il cielo”.
Mahatma Gandhi

Vivere è una sensazione.
Qualunque uomo, di qualsiasi tempo, in ogni circostanza della sua esistenza, non ha potuto e non potrà esimersi dalle percezioni che la vita presuppone. In fin dei conti, ogni istante è un brivido da assaporare, una continua sfida, una perenne battaglia da affrontare a testa alta, da sostenere costi quel che costi. E senza quel sospiro esistente, si cadrebbe nella nullità, non nell’apatia, quest’ultima, nel bene o nel male, è pur sempre un sentimento.
Sentita e ripetuta più volte, la medesima parola, sentimento, consumata e mai al termine: non cessa mai. Tu lo vivi, lo senti, lo percepisci, ma descriverlo non è così semplice.
Cos’è un sentimento? Qualcosa di astratto, eppure tangibile, concreto.
Un paradosso? Sì, probabile. Un paradosso che fa scontrare ragione e follia. Logica e irrazionalità.
Eppure ti sfiora l’anima, l’accarezza, fino ad entrarti dentro, fino ad allacciarsi a te, formando la treccia più perfetta.
Le emozioni ti cambiano la vita, la governano, la gestiscono a proprio modo per far sì che ogni istante vissuto non sia inutile, per renderlo, sempre e comunque, importante ed istruttivo.
Talvolta, le decisioni che esse dettano non sono le più corrette: sono quelle che la razionalità negherebbe, ma proprio questo è il bello della vita.
Ti senti come un bambino che, da lontano, ammira un aquilone, si perde in quei colori accesi, in miriadi di sfumature. Le osserva e, poi, decide di corrergli incontro, seguendo l’impulso, l’istinto. L’intelletto vorrebbe bloccarlo, evitargli di cadere in un burrone, perché, si sa, seguendo i sentimenti, non sai mai quale sconfitta o vittoria dovrai o potrai assaporare. È un po’ un aut-aut continuo, una scelta che comporta delle conseguenze.
È strano pensare che in questa semplice parola si racchiudano tante emozioni: sentimento è l’amore, l’amicizia, il desiderio, sì, ma anche l’odio, l’indifferenza, la paura, la solitudine, l’indignazione…
Ed è assurdo che sensazioni in pieno contrasto tra di loro appartengano, poi, ad una medesima famiglia, eppure è così.
È così l’amore, con la sua immensità, col suo nodo nella gola, col suo essere tutto e il contrario di tutto, col suo concederti il mondo se ricambiato o schiacciarti sotto di esso se si rivela univoco; è così il suo nemico, l’indifferenza, ricolma di silenzi e di rancore, ma anche l’odio, che di rabbia, imbottisce il mondo, di ira imbratta ogni gesto; poi il desiderio, che racchiude ogni sogno, ogni speranza mai sciocca, sempre profonda e sincera; la paura racchiusa in uno sguardo pietrificato di chi teme persino la vita, soffocato dall’ansia; la solitudine che appanna ogni sfumatura dell’arcobaleno; l’indignazione e le sue offese vane.
Tutti frammenti di vita che, indelebili, entrano e lasciano il loro segno.
Buona giornata. L.
3a500c6d-f088-4d26-8bd0-3ade78db3208
I Sentimenti delle persone sono talmente forti che possono “smuovere anche il cielo”. Mahatma Gandhi Vivere è una sensazione. Qualunque uomo, di qualsiasi tempo, in ogni circostanza della sua esistenza, non ha potuto e non potrà esimersi dalle percezioni che la vita presuppone. In fin dei conti,...
Post
13/07/2021 12:27:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Non c'è niente di più semplice..

12 luglio 2021 ore 21:52 segnala


Com'è bello sentir il cuore battere.
Mi piace poggiare la mia mano sul tuo corpo e sentire i forti battiti del tuo cuore quando sei con me;
Non c'è niente di più semplice che di capirsi in uno sguardo...
Scambiarsi sorrisi e poi baciarsi;
Sentire il sapore delle tue labbra, e il profumo del tuo corpo.
Belle sensazioni, e non credo ci sia qualcosa di più semplicemente dolce.
Poterti accarezzare e abbracciarti, e veder che anche tu provi ciò che provo io...
O forse anche di più,
non c'è niente di più semplice.
Sorridere, ridere, scherzare...
Mi basta stare insieme a te, seduto accanto;
Solo guardarti e pensare di non farti più andar via...
Perchè è bello stare con te,
non c'è niente di più semplice.
Felice serata.. L.
5b19791c-c107-4137-884d-9b376cd0e3bd
« video » Com'è bello sentir il cuore battere. Mi piace poggiare la mia mano sul tuo corpo e sentire i forti battiti del tuo cuore quando sei con me; Non c'è niente di più semplice che di capirsi in uno sguardo... Scambiarsi sorrisi e poi baciarsi; Sentire il sapore delle tue labbra, e il profumo...
Post
12/07/2021 21:52:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Bocca..

12 luglio 2021 ore 20:25 segnala
Bocca,

fragile lembo
socchiuso fra due
morbide ali;

finchè non udirò i
tuoi pensieri e non
ascolterò quei fremiti

che aneli in questo mare
di felicità,

io non potrò mai
riconoscere quel tumulto
dei sensi che mi spingerà

a osare, e che non mi
frenerà per scrutare le tue
profondità

nell'intimo più
nascosto!
Dedicata. L.
31651843-78e5-43c0-992e-048c1ce767ff
Bocca, fragile lembo socchiuso fra due morbide ali; finchè non udirò i tuoi pensieri e non ascolterò quei fremiti che aneli in questo mare di felicità, io non potrò mai riconoscere quel tumulto dei sensi che mi spingerà a osare, e che non mi frenerà per scrutare le tue profondità nell'intimo...
Post
12/07/2021 20:25:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment

Rumore su rumore

12 luglio 2021 ore 20:08 segnala
Esistono istanti che ti cambiano la vita. Emozioni uniche. Irreperibili. Inclonabili...
Esistono scelte, gesti, parole che possono "servire" più di mille altre scelte, di mille altri gesti, di mille altre parole.
Alcune ti sembreranno favolose; altre invece saranno talmente brutte da farti sembrare che il mondo ti sia crollato addosso!
La nostra vita è come un puzzle. E i tasselli sono le emozioni che ciascuna persona che incontriamo sul nostro cammino ci lascia... ci imprime... anche solo involontariamente.
È un processo difficilmente completabile quello di finire il "disegno" ma solo perché noi NON VOGLIAMO finirlo... Perché abbiamo paura...!
Abbiamo paura che il tassello in mano nostra non sia mai quello giusto. E allora, pur di non sbagliare, lo rimettiamo nella scatola senza nemmeno provarlo.
Abbiamo paura che il disegno che ne verrà fuori una volta uniti i "pezzettini" non sia quello che ci si aspettava... abbiamo paura di rimanerne delusi... fregati...
E così anche tutti gli altri tasselli vengono rimessi nella scatola... Uno ad uno... Emozione dopo emozione.
Ma non è così che funziona.
Non si possono gettare via simili ricchezze.
Non possiamo non accorgerci di quello che ci circonda e rimanere così impassibili agli stimoli esterni.
Dove vanno a finire certi istanti? Certe scelte? Certi gesti? Certe parole??
Già...
Certe parole...
Parole dette non per fare soltanto Rumore... ma semplicemente per NON fare Silenzio...!
Il Silenzio mangia tutto. Pretende tutto... Distrugge e fa dimenticare!!
E allora ancora Istanti...
Ancora Scelte...
Altri Gesti e altre Parole.
Emozioni su Emozioni...
Tasselli su Tasselli.
Puzzle su Puzzle...
Rumore su Rumore...
Buona serata. L.
7bfc627b-e755-421d-96de-34b398554ab1
Esistono istanti che ti cambiano la vita. Emozioni uniche. Irreperibili. Inclonabili... Esistono scelte, gesti, parole che possono "servire" più di mille altre scelte, di mille altri gesti, di mille altre parole. Alcune ti sembreranno favolose; altre invece saranno talmente brutte da farti sembrare...
Post
12/07/2021 20:08:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Dentro i tuoi occhi..

23 giugno 2021 ore 11:10 segnala
Fermare gli occhi
dentro i tuoi occhi.

Gettarvi l'ancora
del divenire.

E scoprire
la vastità
di quel mare...

Felice giornata.