Non sei con me...

22 giugno 2021 ore 18:41 segnala
Ti tengo stretta ogni notte.
Con il mio volto tra i tuoi capelli,
per sentire il tuo profumo.
Le mie mani intorno al tuo corpo,
ti stringono,
mi coccolo e mi scaldo di te.
I miei sogni parlano di noi
mentre il mio corpo freme.
Vuole far l'amore,
ma con chi!
Se non sei con me.


Luca.

Per Nancy..

22 giugno 2021 ore 17:36 segnala
Ti scrivo milioni e milioni di dolci parole,
ma mi fa rabbia dovertele esprimere dietro un pc.
Non riesco a vedere il tuo viso ma ho la forza di pensarti ogni minuto;
Le lacrime mi cadono, ma non puoi vedermi...
Anche se vorrei che riuscissi a farlo per starmi accanto e zittirmi con un bacio.
Ma sei lontana da me...
E qui le giornate son tutte grigie ed infernali,
perchè manchi tu.
Non mi interessa dove sei,
appena vorrai io sarò tuo...
Non sarai mai troppo lontana per sfuggire dal mio cuore;
Non saranno i chilometri a fermarmi;
Nè tanto meno i giorni per poterti raggiungere...
Dammi tu un po' di quella speranza che non voglio svanisca...
Con te sarò più forte.
Non sarà la distanza a fermarmi;
Ti raggiungerò, sento il tuo cuore vicino al mio.
Buon pomeriggio.

io vorrei..

17 giugno 2021 ore 22:50 segnala
Io vorrei essere il tuo appiglio,
la corda a cui aggrapparti,
la roccia che ti trattiene.
Io vorrei essere lo scudo che ti protegge,
il mantello che ti copre.
Io vorrei essere la forza in più,
che ti fa sentire sicura di tutto.
Io lo vorrei tanto,
ma non riesco nemmeno ad essere certo di me stesso.
Io vorrei essere il tuo desiderio e la tua sicurezza
e spero tanto di esserne capace.

Buona notte.

Penso che

17 giugno 2021 ore 14:31 segnala
L'amore
è il più esigente
il più esoso
dei sentimenti...

Se un cuor sequestra
esige
come riscatto
milioni di piccole
grandi attenzioni
di tenerezza un'infinità
di dolcissimi baci
una smisurata quantità...
Buon pomeriggio..


Sei, sei, sei, unica.

15 giugno 2021 ore 12:43 segnala
Mi completi il cuore,
lo riempi di tutta te stessa.
Il tuo corpo avvolge il mio portandolo con sé.
Da quando ho te non mi va di immaginare il mio mondo senza la tua presenza,
poiché sarebbe quasi un incubo ad occhi aperti;
avere te tra le mie braccia è come sentire il mio cuore più vicino...
Completamente, ti amo!
Io e te ci confondiamo tra i respiri della notte,
avvolti da sogni e dolci carezze;
completamente ogni giorno spero tu sia mia.
Sei davvero il mio tutto e questo non lo voglio cambiare,
ogni mia cosa è anche tua;
ti desidero in ogni istante.
Non voglio perderti.

Buona giornata..

Eh si. senza parole...

12 giugno 2021 ore 14:22 segnala


A volte mi sento veramente straniero o forse leggermente "diverso" ( non nel senso che oggi si dà a questo aggettivo... sia ben chiaro).
Straniero non perchè come spesso si dice "non sono capito", ma semplicemente perchè non riesco a capire.
Persone che dovrebbero avere una certa età, quindi una certa "ratio" , le vedo come bambini vocianti, o silenti a seconda del caso.
Il che mi fa pensare che la maturità, quella interiore, che ci permette di capire, comprendere, entrare nell'animo prima nostro e poi degli altri, è un'araba fenice della quale molti parlano, anzi cianciano, e della quale nulla conoscono.
Il comportamento delle persone nel reale è spesso strano, nel web è più spesso ancora da ricovero psichiatrico. Forse sarà per questo che hanno chiuso i manicomi?
Ci si rifugia nel web come da un terapeuta della psiche senza rendersi conto che un'analisi attenta ed efficace andrebbe fatta con persone esperte per non correre il rischio di procurarsi danni maggiori..

Capisco che il mondo virtuale è "pieno" di solitudine vagante che si tenta di colmare con parole delle quali spesso si conosce soltanto il significato letterale, direi grammaticale, ma non quello intrinseco nella parola stessa.
Prendiamo il caso della parola "amicizia"... bella ehhhhh!!!!!!!!!!!
Quando la spargiamo al venti ci riempie la bocca...
È mio amico... amica... ma di che?
Può esprimere la "parola" la vera amicizia o sono i fatti ad esprimerla?
Sfoghiamo qui le nostre frustrazioni, desideri.
Spesso scriviamo di essere ciò che non siamo.
Cerchiamo di spogliarci di noi stessi inventandoci un ruolo che nella vita non abbiamo, non abbiamo mai avuto.
Mettiamo in evidenza pregi che sogniamo di avere e cerchiamo di nascondere difetti che sappiamo, o disperiamo di avere..

Una sorta di autoconfessionale nel quale al posto di un sacerdote, che ci assolva o meno, c'è un "nik" di cui nulla conosciamo se non qualche foto, e molto spesso neanche quella... un'ombra.
Al limite ognuno potrebbe sdoppiarsi, triplicarsi, centuplicarsi in mille personaggi, uomo donna bambino anziano vecchio giovane poeta ignorante eroe romanziere attore cantante...
Ed allora ci si "illude" di aver trovato un amico (a) "virtuale" che, nulla di più facile, dopo un poco scompare...
Si dice : ma un amico (a) è sempre presente anche quando non c'è...
Balle!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Quella non è amicizia, ma appagamento momentaneo della nostra solitudine o del nostro vagare lungo i minuti di una giornata alla ricerca forse di noi stessi.
Ci troviamo e ci perdiamo in pochi giorni...
La parola altrui ci solleva e ci deprime, anche quella detta da un nik di cui nulla sappiamo se non appunto il nik...
Perchè tutto questo?
Perchè questa voglia di respirare amicizia che tale non è ?
La solitudine è dentro di noi anche quando siamo tra mille persone e annaspiamo alla ricerca della milleunesima che ci dica : tu non sei solo!!!
Con te ci sono io, o meglio le mie parole che spesso anche se vuote ed inutili riempiono l'animo di speranza.
Ma.. perdete ogni speranza o voi che entrate.
Buon sabato..
c8b82a7c-24e8-4290-945e-946c6c19d9d9
« video » A volte mi sento veramente straniero o forse leggermente "diverso" ( non nel senso che oggi si dà a questo aggettivo... sia ben chiaro). Straniero non perchè come spesso si dice "non sono capito", ma semplicemente perchè non riesco a capire. Persone che dovrebbero avere una certa età, q...
Post
12/06/2021 14:22:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Stanchezza...

12 giugno 2021 ore 01:25 segnala
A volte mi coglie una stanchezza - non quella delle membra, quella la si supera lasciando che il corpo si distenda - no, non quella - e non è neppure una stanchezza psicologica, quella la si supera semplicemente dormendo - questa è una stanchezza oserei dire ontologica, stanchezza dell'essere, e di essere! Stanco di migliaia di sguardi che ti scivolano accanto, stanco di sentire passi che si allontanano, stanco di sentire voci flebili che sussurrano vane parole, stanco di sentire quel dolore sordo che ti pulsa nel centro del petto.
Vorrei essere nudo, ma non privo delle vesti, ma spoglio di pensieri e di sguardi. Spoglio di gesti desueti e antichi. Spoglio di abitudini e consuetudini.
Spoglio della carne fino a ridursi all'essenziale e sentire fino nel più profondo di ogni fibra l'attimo che si consuma in sé e lasciar che la luce del sole penetri fino in fondo a dissolvere anche le ultime ombre. Ecco cosa vorrei essere: pura energia, disancorata dalla carne greve e trascinata dall’inevitabile forza gravitazionale. Vorrei librarmi verso l’alto e roteare come un antico Sufi e perdermi…perdermi e perdermi e dissolvermi fino ad essere un punto denso ma sciolto da ogni legame, da ogni pensiero, da ogni vincolo. Finalmente libero di fluttuare e di essere solo un respiro che lento ma costante scandisce e ritma i tempi dell’universo.
Notte..
48b278c8-3237-44f7-bffb-695873b47a5d
A volte mi coglie una stanchezza - non quella delle membra, quella la si supera lasciando che il corpo si distenda - no, non quella - e non è neppure una stanchezza psicologica, quella la si supera semplicemente dormendo - questa è una stanchezza oserei dire ontologica, stanchezza dell'essere, e di...
Post
12/06/2021 01:25:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment