DELTA GOODREM.

07 settembre 2011 ore 01:12 segnala
Dall'Australia...una delle più belle voci della musica. :ok
a7bfa08e-9aa9-41c7-a37e-00685e0d56a0
« IMMAGINE: http://cdn.crushable.com/files/2008/07/delta-goodrem-thumb.jpg » Dall'Australia...una delle più belle voci della musica. :ok
Post
07/09/2011 01:12:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

LA NOTTE DELLA TARANTA 2011.

28 agosto 2011 ore 19:58 segnala
Anche quest'anno il "ragno" ha pizzicato e fatto ballare un pubblico di oltre 100 mila persone, proveniente da ogni parte d'Italia e dell'Europa. Il ritmo frenetico del tamburello si è alternato in un turbinio incredibile di suoni e di voci con le bellissime melodie della canzone tradizionale del Salento. :ok
02b611a5-fa75-4276-b617-478111e6fe2e
« VIDEO: ATBpbUdTIHI » « IMMAGINE: http://www.salentoblog.it/wp-content/uploads/la_notte_della_taranta_melpignano-300x265.jpg » Anche quest'anno il "ragno" ha pizzicato e fatto ballare un pubblico di...
Post
28/08/2011 19:58:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    6

LU RUSCIU TE LU MARE (IL RUMORE DEL MARE).

22 agosto 2011 ore 00:15 segnala
Canto passionale della zona di Gallipoli, narra di un amore impossibile tra la figlia di un re ed un soldato, un amore impedito, in un periodo in cui le differenze di classe erano molto vive, tanto che l’autore le paragona al conflitto tra Turchi e Spagnoli, storici invasori della nostra terra. L’anno in cui sembra che questa canzone sia emersa come uno dei tanti canti popolari tipici del Salento è il 1978, ma l'origine risale a molto tempo addietro e se ne conoscono diverse varianti, con l'aggiunta e la sostituzione di alcune strofe, ma anche con diverse sonorità e diversi ritmi. La versione forse che rende meglio la melodia e il testo della canzone è quella eseguita dagli Zimbaria, uno dei gruppi più noti della Pizzica e della musica popolare salentina.

Una sera passavo per le paludi
e udii le ranocchie gracidare.

A una a una le sentivo cantare
mi sembravano il frastuono del mare.

Il rumore del mare è troppo forte
la figlia del re si dà la morte.

Ella si dà la morte, ed io la vita
la figlia del re ora si marita.

Ella si marita e io mi sposo
la figlia del re porta un fiore.

Ella porta un fiore ed io una palma
la figlia del re parte in Spagna.

Ella parte in Spagna ed io un Turchia
la figlia del re è la fidanzata mia.

E vola vola vola vola vola
e vola vola vola colomba mia
che io il cuore mio te le devo dare
che io il cuore mio te le devo dare
21c3e4bf-a648-4225-a2ac-4758721e0ae0
« VIDEO: 307LdN0ofMI » Canto passionale della zona di Gallipoli, narra di un amore impossibile tra la figlia di un re ed un soldato, un amore impedito, in un periodo in cui le differenze di classe er...
Post
22/08/2011 00:15:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    5

LE COSTE DEL SALENTO...LA MIA BELLISSIMA TERRA!!!

12 agosto 2011 ore 00:59 segnala
924ea0fc-18a6-489f-8641-e77805c35572
« IMMAGINE: http://www.salentoviaggi.com/salento1.jpg » « IMMAGINE: http://www.salento.it/public/foto_salento/Salento_8_castro9.jpg » « IMMAGINE: http://www.salento.it/public/foto_salento/Salento_1_4...
Post
12/08/2011 00:59:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    6

TORNEO DEI RIONI 2011

03 agosto 2011 ore 16:33 segnala
Anche quest'anno ad Oria, in Puglia, si svolgerà il 6 e il 7 di agosto, l'ormai celebre "Torneo dei Rioni", una grande manifestazione in stile medievale che rievoca i fasti dell'epoca di Federico II di Svevia. La città conserva un magnifico castello fatto costruire dall'Imperatore, visitato da moltissimi turisti e ogni anno viene celebrato prima un corteo che sfila per le strade principali e quelle più antiche, mentre il giorno successivo i 4 rioni della città (Castello, Giudea, Lama e San Basilio) si sfidano in giochi e contese tipici del periodo federiciano per contendersi il "palio". Io vedo quasi ogni anno questo evento, essendo Oria una città vicinissima alla mia, e devo ammettere che si tratta di uno spettacolo davvero molto suggestivo, unico e particolare. :ok
7431c69a-2dfb-4b88-b9bf-e1f1cfe7f083
Anche quest'anno ad Oria, in Puglia, si svolgerà il 6 e il 7 di agosto, l'ormai celebre "Torneo dei Rioni", una grande manifestazione in stile medievale che rievoca i fasti dell'epoca di Federico II...
Post
03/08/2011 16:33:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    3

IL "VERO" VOLTO DI MARTE.

28 luglio 2011 ore 23:57 segnala
Negli ultimi decenni si è fantasticato molto su un particolare di un'immagine della superficie di Marte, ripresa da una delle due sonde della Missione Viking nel 1976, e nella quale sembrano evidenti i lineamenti di un volto. Tuttavia, come molti scienziati già all'epoca avevano sostenuto, si tratta solo di un gioco di luci ed ombre e di un effetto di prospettiva. A togliere ogni dubbio in proposito sono ora a disposizione del pubblico le immagini realizzate da un'altra sonda e con tecnologie più sofisticate, in cui si vede chiaramente che la famosa "Face On Mars" non è altro che una collinetta naturale erosa dal tempo e dagli agenti atmosferici del pianeta rosso. :ok
6a5310fe-a0e4-4d1f-a206-4041a2e674c7
Negli ultimi decenni si è fantasticato molto su un particolare di un'immagine della superficie di Marte, ripresa da una delle due sonde della Missione Viking nel 1976, e nella quale sembrano evidenti...
Post
28/07/2011 23:57:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    5

IL MIO BELLISSIMO MARE...

16 luglio 2011 ore 01:04 segnala
:ok
2d100bdf-e1b7-4bee-94ce-e909c3c53db7
« IMMAGINE: http://www.salento.it/public/foto_salento/Salento_8_torrelapillo7.jpg » :ok
Post
16/07/2011 01:04:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    5

VEGA E LA COSTELLAZIONE DELLA LIRA.

03 luglio 2011 ore 00:19 segnala
Ripropongo qui un post scritto lo scorso anno sul forum di astronomia e che riproduce un mio articolo pubblicato sulla pagina culturale di un'edizione del "Corriere Del Giorno", il quotidiano di Taranto. Buona lettura a tutti!!! :ok In questo periodo è visibile la costellazione della Lira, posta su un bordo della Via Lattea. E' un piccolo gruppo di stelle facilmente individuabile tramite Vega, una delle stelle più luminose del cielo, visibilissima nei mesi estivi quasi allo zenit, alle nostre latitudini. Vega è la quinta stella più luminosa di tutto il cielo, la sua magnitudine apparente è 0,04, ha un colore bianco e dista circa 25 anni-luce dalla Terra. A causa del fenomeno noto come "precessione degli equinozi", Vega era la "stella polare" 14.000 anni fa e lo ridiverrà tra circa 12.000 anni. Si è riusciti inoltre a misurare il suo diametro che è 2,6 volte maggiore di quello solare e si è scoperto, tramite un satellite sensibile all'infrarosso (IRAS), che possiede un alone di materia in cui potrebbero esserci degli oggetti di dimensioni planetarie. Per quanto riguarda la storia e la mitologia, si dice che la costellazione raffiguri la lira di Orfeo, uno dei più famosi poeti e musicisti dell'antichità. La lira fu donata ad Orfeo da Apollo e le Muse gli insegnarono ad usarla e a suonarla così bene che egli riusciva ad ammansire le belve feroci...e perfino le piante, i fiori e gli alberi oscillavano e si muovevano alla dolce e incantevole melodia del suo strumento. Orfeo era felicemente sposato con Euridice, la quale un giorno si imbattè in un certo Aristeo che cerco di violentarla, ma la giovane donna incespicò su un serpente mentre fuggiva e morì per il morso del rettile. Orfeo, disperato, scese coraggiosamente nell'Ade, il mondo dei morti, e si inoltrò nelle viscere della terra con la speranza di ricondurre Euridice nel mondo dei vivi. Al suo arrivo nell'Oltretomba, egli non solo incantò Caronte, il cane Cerbero e i tre giudici dei morti con la sua musica dolce e malinconica, ma fece cessare temporaneamente anche le torture dei dannati e riuscì a placare il duro cuore di Ade, il dio degli Inferi, tanto da indurlo a restituire Euridice al mondo dei viventi. Ade pose però una condizione...e cioè, che Orfeo non avrebbe dovuto voltarsi indietro, durante la risalita, finchè Euridice non fosse giunta alla luce del Sole, mentre procedevano lui avanti e lei dietro. La fanciulla seguì Orfeo nella risalita attraverso l'oscura voragine guidata dal suono della lira, ma non appena Orfeo uscì dal sottosuolo, preoccupato che Euridice si fosse attardata e non riuscendola a sentire (perchè le "ombre" non possono parlare con i vivi), si volse indietro per un attimo a vedere se la donna fosse con lui, ma Euridice ancora non era stata illuminata dalla luce del giorno...e così Orfeo la perse per sempre. Il dolore fu così forte che il nostro eroe non volle vedere più alcuna donna, rimanendo per sempre fedele alla sua amata. Quando Orfeo morì, la sua lira fu trasportata a Lesbo dalle onde del mare e deposta nel tempio di Apollo. Gli dei dell'Olimpo si commossero per questa triste vicenda e per intercessione dello stesso Apollo e delle Muse, l'immagine della lira fu posta in cielo a ricordare questa storia. Il compositore Gluck ne trasse un'opera, la cui aria più bella che recita..."che farò senza Euridice"...è una delle melodie più dolci e suggestive!!!
a9a99dab-fb01-43ae-a79e-f04577c40c0a
« VIDEO: 8HuxJEfsxeI » Ripropongo qui un post scritto lo scorso anno sul forum di astronomia e che riproduce un mio articolo pubblicato sulla pagina culturale di un'edizione del "Corriere Del Giorno"...
Post
03/07/2011 00:19:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    5

DARE TO LIVE (VIVERE) - Andrea Bocelli feat. Laura Pausini

27 giugno 2011 ore 00:43 segnala
Una splendida canzone che dovrebbe essere la colonna sonora della vita di ognuno di noi...vivere e guardare sempre avanti. :ok
2a355e10-03d9-4aaa-ab2e-2975542c5150
« VIDEO: 6fi8rVgOFec » Una splendida canzone che dovrebbe essere la colonna sonora della vita di ognuno di noi...vivere e guardare sempre avanti. :ok
Post
27/06/2011 00:43:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    5

LA MANO DI DIO.

20 giugno 2011 ore 22:24 segnala
Sembra una mano gigantesca nel tentativo di prendere un gruppetto di stelle. L'incredibile e stupefacente immagine, ribattezzata la "mano di Dio" dai tecnici della NASA e ripresa dal telescopio orbitante a raggi X Chandra, non è altro che una nebulosa lontana circa 17.000 anni-luce dalla Terra e che si estende nello spazio per circa 150 anni-luce. Lo spettacolare fenomeno è originato da una pulsar (una stella di neutroni) che, girando vorticosamente come una trottola su se stessa, scaglia nello spazio circostante la sua energia che illumina e alimenta la nebulosa. La cosa più strabiliante è che la stella è davvero un puntino rispetto all'enorme quantità di energia che irradia e rispetto anche alle dimensioni di tanti altri oggetti del cosmo, avendo un diametro di appena 20 km. Buone stelle ai lettori di questo blog! :ok
c7f2dd9c-f388-419f-a711-e5abb31435b8
« IMMAGINE: http://www.100spiare.it/uploads/pulsar-mano-di-dio-via-lattea-B1509.jpg » Sembra una mano gigantesca nel tentativo di prendere un gruppetto di stelle. L'incredibile e stupefacente immagin...
Post
20/06/2011 22:24:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2