RICORDI d'INFANZIA

18 aprile 2013 ore 16:51 segnala
Ricordo che quando frequentavo le elementari,noi bambine, portavamo un grembiulino bianco con un fiocco rosa che chiudeva il colletto; mio fratello , invece , portava come tutti i maschietti un grembiule blu. Si era un po tutti inquadrati, si aveva una sola maestra, faceva tutte le materie e, molto spesso aveva delle simpatie e delle antipatie negli alunni. Ricordo che la mia ( di cui ricordo il nome ,ma nn farò) era già di età avanzata, di corporatura più che robusta, e si truccava pesantemente, si vedeva che il viso era di colorito uniforme pieno di cipria ed invece il collo rugoso era pallido. Da bambini si fissano dei particolari, nn si dimentica più ciò che ci colpisce,la mia aveva sempre i denti sporchi di rossetto , rosso carminio, se ne dava troppo e sbavava. Eravamo una classe di sole femmine, numerosa circa 35, le bambine preferite (e leccaculo) le faceva sedere in prima fila, le interrogava di rado e avevano sempre bei voti. Io nn ero tra le preferite ma nemmeno tra le sgradite, le piaceva come disegnavo , e, quando cera da fare qualcosa di artistico sceglieva sempre me. A dire il vero come persona non mi piaceva , la sentivo falsa, faceva sempre le moine al preside, anche se era sposata con un bravuomo , che invece giudicavo simpatico. Poi in quinta elementare cambiammo insegnante, era andata in pensione , senza salutare nessuno. E così l'ultimo anno dell'elemantari fu fantastico , una bella signora , simpatica e giusta, nn faceva preferenze e si faceva voler bene da tutte. Questa si è stata la mia vera maestra, un anno che riassumeva tutto , che ci ha dato molto di più, che ci ha fatto crescere. Una figura importante che mi lasciò detto...ed ancora ricordo:" non fare domani quello che puoi fare oggi".......Anna
796ecadf-adaf-4fd3-8574-a7d8bc0d4abb
Ricordo che quando frequentavo le elementari,noi bambine, portavamo un grembiulinob bianco con un ficco rosa che chiudeva il colletto; mio fratello ,invece , portava come tutti i maschioetti un grembiule blu. Si era un po tutti inquadrati, si aveva una sola maestra,faceva tutte le materie e, molto...
Post
18/04/2013 16:51:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    2

in un giorno di sole

14 aprile 2013 ore 12:23 segnala
....in un giorno di sole come questo ...tutto sembra bello e facile, l'umore sale , il caldo fa bene alle ossa e all'anima....
i pensieri volano allegri la dove ci si sente bene, all'amica/o alla famiglia al marito o alla moglie, ci si organizza per stare all aria aperta o per poltrire comunque tranquilli a casa. L'odore nell'aria ha un profumo speciale, fiori di ogni genere lasciano il loro aroma vagare , entra nelle nari, ed infonde gioia di vivere. Non si può essere tristi in un giorno di sole, specialmente dopo tanti passati sotto la pioggia, i colori sono vivi, come i sensi all'erta, pronti a cogliere le sensazioni naturali primaverili, grazie natura e scusaci se come uomini alle volte nn abbiamo rispetto di ciò che ci dai.....
Anna
96f79ef7-3f25-4e3f-a749-1a48edf9d384
....in un giorno di sole come questo ...tutto sembra bello e facile, l'umore sale , il caldo fa bene alle ossa e all'anima.... i pensieri volano allegri la dove ci si sente bene, all'amica/o alla famiglia al marito o alla moglie, ci si organizza per stare all aria aperta o per poltrire comunque...
Post
14/04/2013 12:23:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

quando una storia finisce

28 marzo 2013 ore 09:42 segnala
In tanti ,credo, abbiamo vissuto questa esperienza, ognuno reagisce in modo diverso. Accettazione o no si apre un baratro dentro di noi, sempre che sia stato vero amore, non importa se si è lasciati o si lascia, è un ricominciare anche se noi non cambiamo il modo essere. Alle volte c'è un cambiamento ma di fondo rimaniamo ciò che siamo. Il dolore che dentro di noi si scatena ci fa fare delle cose che non abbiamo mai fatto oppure ci fa rinchiudere in noi stessi, oppure ci fa piangere oppure ci indurisce. Alcuni cercano altre storie per dimenticare la donna o l'uomo con cui fino a quel punto hanno amato, ma il più delle volte non funziona. Bisogna dare tempo a se stessi, accettare la fine di una storia importante non è affatto facile. Ma quello che consiglio, per mia esperienza, è di non dare colpe ad altri della propria situazione, nemmeno all ex, non cercare di dimenticare ma anche allo stesso tempo non fare dei ricordi il "life motiv" della giornata, abbiamo scritto un romanzo, non continuiamo a girare pagine, ma cambiamo libro.
Forse all inizio, appena successa la separazione,non se ne vuole parlare, poi, se ne parla anche troppo, e poi finalmente non ci fa più male; non disperiamo tutto passa la vita va avanti. Quello che so per superare meglio il momento è di certo di non sentirsi in colpa o non avere rimpianti, credete, non serve a nulla tanto ciò che è stato non si cambia. Le scelte che si fanno non sappiamo se sono giuste, ma non guardiamo indietro nel momento che sono fatte.
Anna
9596a3c3-8fc5-44ab-8b71-e129813b36c1
In tanti ,credo, abbiamo vissuto questa esperienza, ognuno reagisce in modo diverso. Accettazione o no si apre un baratro dentro di noi, sempre che sia stato vero amore, non importa se si è lasciati o si lascia, è un ricominciare anche se noi non cambiamo il modo essere. Alle volte c'è un...
Post
28/03/2013 09:42:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    3

...felicità...

20 marzo 2013 ore 17:49 segnala
...ebbene oggi è la sua giornata ufficiale, si, anche la felicità ha il suo giorno. Ma quello che spero e quello che sperano ,credo un po tutti, è che questo stato d'animo, chiamato appunto felicità, duri una vita e non un solo giorno. Ma è anche bello che ci sia un "giorno promemoria" in modo che se ci si dimentica che esiste forse, oggi, leggendo qua e la ,si possa rifletterci e cercare di essere felici più a lungo....
A chi non è capitato di porre questa domanda ""sei felice?"" o di sentirsela porre, ebbene non sempre e non tutti possiamo dire di esserlo. Ma, in fondo, sono convinta che si può essere felici anche con poco. Forse è sapere apprezzare ciò che si ha o ciò che si vive e soprattutto ciò che si è. Io per esempio mi sento felice quando in un giorno di sole in primavera posso camminare nella natura , sentirne gli odori ammirare il colore del cielo raccogliere fiori selvatici....sono felice quando faccio un regalo ad un amico/a e vedo la contentezza nei sui occhi, sono felice quando riesco a scovare la mia ape regina che depone le uova tra mille operaie, che nemmeno si accorgono che tengo il favo profumato fra le mie mani.....
Anna
84e5a9a8-8629-4e7e-a7c0-bfbd1309fccf
...ebbene oggi è la sua giornata ufficiale, si, anche la felicità ha il suo giorno. Ma quello che spero e quello che sperano ,credo un po tutti, è che questo stato d'animo, chiamato appunto felicità, duri una vita e non un solo giorno. Ma è anche bello che ci sia un "giorno promemoria" in modo che...
Post
20/03/2013 17:49:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

consapevolezza

16 marzo 2013 ore 12:40 segnala
Alla sera, prima di addormentarvi, mettetevi seduti e immaginate di assistere alla visione di tutto ciò che vi è accaduto durante il giorno, e che viene ora proiettato sullo schermo della vostra coscienza. Considerate la vostra giornata come un film, e osservate voi stessi via via mentre vi svegliate al mattino, vi lavate i denti, fate colazione, andate a lavoro, sbrigate i vostri affari, tornate a casa, cenate …. in pratica rivedete tutti i gesti che avete compiuto.
Non dovete analizzare, valutare o formulare giudizi: limitatevi ad assistere allo spettacolo. E’ incredibile il numero di particolari che appaiono durante la proiezione della giornata, e che fino a quel momento non sono stati percepiti in maniera consapevole. Guardate le varie scene che si susseguono, e concedetevi l’opportunità di visionare con obiettività il vostro atteggiamento. Potreste così accorgervi di aver compiuto un gesto di cui siete orgogliosi oppure che vi mette in imbarazzo, ma lo scopo di tutto ciò non è dare giudizi, bensì raccogliere intuizioni circa il comportamento del protagonista, cioè il vostro sè.

((tratto da scritti di Deepak Chopra))

0e4c2e61-a792-4560-8cff-f78aba606a6d
Alla sera, prima di addormentarvi, mettetevi seduti e immaginate di assistere alla visione di tutto ciò che vi è accaduto durante il giorno, e che viene ora proiettato sullo schermo della vostra coscienza. Considerate la vostra giornata come un film, e osservate voi stessi via via mentre vi...
Post
16/03/2013 12:40:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

FIABA

14 marzo 2013 ore 01:12 segnala
Ancora desidero scriverti.
L'immagine di te in cam mi danza nella mente ,
in un angolo fa capolino, e...penso al tuo viso,lo abbino alla voce ed all'accento,
i tuoi lineamenti sono ancora presenti ma ..non so se ancora veri.
Pensare al tuo desiderio mi lusinga,ed immagino un incontro non senza emozione.
Emozione, forse un po' esaltata, oso dire,una magia gioca con gli animi,
che da lontano ancora non sanno, non conoscono il tatto
e..quasi in un escalazione obbligata del desiderio si cercano. Ma che sara' del dopo?
quando consumata l' attesa arrivera' la realta'? E dopo ancora?
Delusione o appagamento? Questo e' il mistero dietro le quinte di questo gioco di voci e pensieri.
I giorni d'attesa non sono per me una parte del tempo, sono ivece una fiaba che piace rileggere,
per questo ..il tempo non c'e',
ed ogni sera il bimbo assonnato,riascolta con gioia inventando le immagini di questa storia ormai imparata a memoria.
No non e' mai uguale ma sempre a lieto fine,e pur sempre una fiaba, non dimenticare.
...................... ANNA

33679212-9960-4686-8cb0-7ce01822a4ca
Ancora desidero scriverti. L'immagine di te in cam mi danza nella mente , in un angolo fa capolino, e...penso al tuo viso,lo abbino alla voce ed all'accento, i tuoi lineamenti sono ancora presenti ma ..non so se ancora veri. Pensare al tuo desiderio mi lusinga,ed immagino un incontro non senza...
Post
14/03/2013 01:12:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

non dormire pensandoti...

12 marzo 2013 ore 13:29 segnala
E' notte, sono sdraiata nel mio letto, l'aria fresca entra dalla finestra semi aperta , il profumo che sento mi porta alla mente ricordi sopiti... ma il profumo ancora nn capisco perchè lo sento ...aleggia nell'aria,
poi la mente non riesce a trattenere l immagine di te che sorridi , mi guardi, allunghi la mano,...già un brivido percorre il mio stomaco, stendo le gambe ..ed è come se le tue mani fossero su di me , mi accarezzi piano, esperto nel creare, cerco nella penombra la tua pelle, la sensazione di te è viva intensa, ti desidero fa quasi male.... ma so aspettare....ed il sogno è stupendo. alla mattina svegliandomi sorrido , pensiero mio,resta con me ancora. buongiorno amore.
Anna

e18d6e1b-c609-4a9b-8af7-2de202d11c6a
E' notte, sono sdraiata nel mio letto, l'aria fresca entra dalla finestra semi aperta , il profumo che sento mi porta alla mente ricordi sopiti... ma il profumo ancora nn capisco perchè lo sento ...aleggia nell'aria, poi la mente non riesce a trattenere l immagine di te che sorridi , mi guardi,...
Post
12/03/2013 13:29:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Josè Mujica il presidente dell' Uruguay .......

11 marzo 2013 ore 16:27 segnala
.....che vive con meno di 1.000 euro al mese...
Mentre i leader di altri paesi poveri vivono in lussuosi palazzi e i parlamentari risiedono in suite di hotel a 5 stelle, il presidente dell' Uruguay, Josè Mujica, primo presidente al mondo ad aver donato il 90% del suo stipendio ai poveri, vive in un antico casale situato a pochi chilometri di distanza dalla capitale . 77 anni, vegetariano, vive con sua moglie e il suo cane a tre zam pe in una casa colonica semi fatiscente e il il bene più prezioso in possesso di questo contadino part-time è il suo vecchio “maggio lino”. Il carismatico presidente uruguaiano José Mujica si è rifiutato di adattare il suo stile di vita alle “trappole della ricchezza “ che deri vano dall'essere la figura più potente del paese. Non vi è alcuna possibilità che si verifichino a suo carico scandali per spese non giustificate o per evasione fiscale poiché trattiene per sé a malapena il 10% dello stipendio (circa 7.500, cioè molto meno di un insignificante consigliere regionale o di uno oscuro deputato italiano) mentre il 90% lo devolve ai bisognosi! Senza scorta e cortei di auto blindate, l'unico segno del suo importante ruolo è rappresentato dalla coppia di agenti di polizia che fanno guardia fissa alla fine del suo viottolo di casa.. Josè Mijuca, ex della sinistra rivoluzionaria, in un’intervista alla BBC ha candidamente dichiarato: “Mi chiamano il presidente più povero del mondo, ma io non mi sento povero. I poveri sono coloro che lavorano solo per cercare di mantenere uno stile di vita costoso e vogliono sempre di più. E’ una questione di libertà. Se non si dispone di molti beni allora non c'è bisogno di lavorare per tutta la vita come uno schiavo per sostenerli, e si ha più tempo per se stessi”.

8ac365e6-976d-4779-bc40-8f30c69ef82c
.....che vive con meno di 1.000 euro al mese... Mentre i leader di altri paesi poveri vivono in lussuosi palazzi e i parlamentari risiedono in suite di hotel a 5 stelle, il presidente dell' Uruguay, Josè Mujica, primo presidente al mondo ad aver donato il 90% del suo stipendio ai poveri, vive in un...
Post
11/03/2013 16:27:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

il nostro cuore

03 marzo 2013 ore 21:13 segnala
.... batte senza sosta, non si ferma, ci da vita,con il suo movimento nutre le nostre membra, un organo importante per il nostro fisico... ma è ormai anche simbolo dell amore del sentimento, accelera se siamo innamorati, se abbiamo paura e rallenta nel sonno e nella calma. Alle volte non ci accorgiamo della sua presenza finchè salta un battito, e sappiamo che siamo vivi, ascoltiamo il suo muoversi nel nostro petto, e sappiamo che possiamo amare ...... grazie di cuore...
8a3bb1cc-f0c1-4a14-88c5-d90e6ec5a7fe
.... batte senza sosta, non si ferma, ci da vita,con il suo movimento nutre le nostre membra, un organo importante per il nostro fisico... ma è ormai anche simbolo dell amore del sentimento, accelera se siamo innamorati, se abbiamo paura e rallenta nel sonno e nella calma. Alle volte non ci...
Post
03/03/2013 21:13:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    2

“Se si potesse non morire”

25 febbraio 2013 ore 18:33 segnala
Avessi il tempo per pensare
Un po’ di più alla bellezza delle cose
Mi accorgerei di quanto è giallo e caldo il sole
Di quanto è semplice se piove e ti regali una finestra
Solamente per guardare
E per rendere migliore
Tutto mentre fai l’amore
Se avessi solo un po’ più tempo per viaggiare
Frantumerei il mio cuore in polvere di sale
Per coprire ogni centimetro di mare
Se potessi mantenere più promesse
E in cambio avere la certezza
Che le rose fioriranno senza spine
Cambierebbero le cose
T’immagini se con un salto si potesse
Si potesse anche volare
Se in un abbraccio si potesse scomparire
E se anche i baci si potessero mangiare
Ci sarebbe un po’ più amore e meno fame
E non avremmo neanche il tempo di soffrire
E poi t’immagini se invece si potesse non morire
E se le stelle si vedessero col sole
Se si potesse nascere ogni mese
Per risentire la dolcezza di una madre e un padre
Dormire al buio senza più paure
Mentre di fuori inizia il temporale
Se si potesse regalare
Un po’ di fede a chi non crede più nel bene
E gli animali ci potessero parlare
Cominceremmo a domandarci un po’ più spesso
Se nel mondo sono loro le persone
Se potessi camminare verso il cielo ad occhi chiusi
Consapevole che non si smette mai di respirare
Cambierebbero le cose
T’immagini se con un salto si potesse
Si potesse anche volare
Se in un abbraccio si potesse scomparire
E se anche i baci si potessero mangiare
Ci sarebbe un po’ più amore e meno fame
E non avremmo neanche il tempo di soffrire
E poi t’immagini se invece si potesse non morire
E se le stelle si vedessero col sole
Se si potesse nascere ogni mese
Per risentire la dolcezza di una madre e un padre
Dormire al buio senza più paure
E poi t’immagini se invece si potesse non morire
E se le stelle si vedessero col sole
Se si potesse nascere ogni mese
Per risentire la dolcezza di una madre e un padre
Dormire al buio senza più paure
Mentre di fuori inizia un temporale
Mentre di fuori inizia un temporale.
6c938b94-d62c-42b2-93ab-396eb4386b57
Avessi il tempo per pensare Un po’ di più alla bellezza delle cose Mi accorgerei di quanto è giallo e caldo il sole Di quanto è semplice se piove e ti regali una finestra Solamente per guardare E per rendere migliore Tutto mentre fai l’amore Se avessi solo un po’ più tempo per viaggiare Frantumerei...
Post
25/02/2013 18:33:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment